mercoledì 27 luglio 2011

POTEVA MAI NOMINARE QUESTO GOVERNO UN MINISTRO CHE GUARDI ALLA SOCIETA' ? NO, MEGLIO UN MINISTRO CHE DIFENDE LA CASTA.

Nitto Francesco Palma

Nel 2002 è stato promotore di un emendamento per reintrodurre l'immunità parlamentare: la proposta ipotizzava come i processi a carico dei parlamentari sarebbero stati sospesi fino al termine del loro mandato[2]. L'emendamento è poi stato ritirato[3][4].

sabato 23 luglio 2011

Berlusconi, con Lega problemi non rispettati impegni (FONTE ansa)

IL GOVERNO IN BILICO

Con la Lega ci sono dei problemi perche' non ha rispettato gli impegni. Lo afferma il premier Silvio Berlusconi, lasciando Palazzo Grazioli. Ma secondo il presidente del Consiglio, il governo va avanti piu' solido di prima.

"Non c'é nessun problema" nella maggioranza "io non ho non nessun problema, sono loro ad avere un problema...". Così il premier Silvio Berlusconi risponde ai cronisti che, mentre lasciava palazzo Grazioli, gli chiedevano se ci fossero problemi con la Lega. Ma la Lega ha problemi con lei? "Beh, è evidente: ma scusate, chi aveva preso un impegno e non lo ha rispettato nel voto in Parlamento? Tanto è vero che al Senato l'impegno è stato mantenuto". Ma che succede adesso? "Non succede niente, il governo va avanti più solido di prima". Ma Bossi ha ancora la leadership della Lega? "Assolutamente sì ".

Sempre a proposito della leadership di Umberto Bossi nel Carroccio, il presidente del Consiglio ha sottolineato: "Ripeto ciò che ha detto qualcuno di loro e cioé che la Lega è Bossi e Bossi è la Lega". Alla domanda se avesse avuto modo di sentire telefonicamente il Senatur, però, il Cavaliere non ha risposto limitandosi a sorridere e a dire: "Va tutto bene, sono deciso come non mai a portare avanti le riforme per ammodernare l'Italia". Berlusconi ha sottolineato che il governo "ha venti mesi di lavoro per approvare le riforme che prima non si potevano fare perché oggi abbiamo una maggioranza numericamente inferiore ma più compatta e coesa politicamente e con cui siamo determinati a portare a termine queste riforme indispensabili per la modernizzazione dell'Italia". Il premier ha quindi sottolineato che a proposito di quanto sta succedendo nella maggioranza i giornali "inventano tutto" scrivendo cose che non sono assolutamente vere.

CALDEROLI, MAI LITIGATO CON PREMIER - Intanto, Roberto Calderoli è sicuro della durata del governo. Il ministro della Semplificazione lo ha confermato a Monza, dove si trova per l'inaugurazione della sede distaccata di quattro ministeri (Economia, Riforme, Turismo e Semplificazione). Alla domanda se crede che Berlusconi mangerà il panettone, ha risposto ai giornalisti: "Credo anche la colomba".

La pace con Silvio Berlusconi? "Non c'é stato bisogno di farla perché non abbiamo mai litigato": così il ministro della Semplificazione Roberto Calderoli ha assicurato sul buon rapporto tra Lega e Pdl. "Noi - ha aggiunto l'esponente leghista - portiamo avanti le nostre iniziative in modo chiaro". La Lega Nord è unita e non c'é alcuna divisione tra Umberto Bossi e Roberto Maroni. Il ministro della Semplificazione Roberto Calderoli lo ha ribadito. "La cosa bella degli analisti - ha detto - è che non ne imbroccano una. Noi siamo uniti come una volta. La forza della Lega è la sua unità".

Vediamo cosa succedera' da qui a 6 mesi nella politica Italiana - by Remo Pulcini

Finalmente trovo qualche minuto per dire la mia su quanto succedera' fra qualche mese.

Molte richieste sono pervenute ma gli impegni politici territoriali e sul Progetto Mezzogiorno mi sottraggono molto tempo.

LA SITUZIONE E' CHIARA,MOLTO CHIARA.

IL SISTEMA STA PER ESPLODERE E PER EVITARE QUESTO,LA MANO NERA STA PILOTANDO UN CAMBIAMENTO DECISO, VELOCE E INDOLORE,avremo solamente un po' di bailame.

BERLUSCONI E' ORMAI DEFUNTO POLITICAMENTE, COSI COME BOSSI.

ORMAI SONO FUORI DALLA STORIA.

D'Alema resiste,purtroppo.

VEDIAMO COSA SUCCEDERA' NEI PARTITI:

IL TERZO POLO (UDC-API-FLI-MPA) POTREBBE DIVENTARE UNA VALIDA ALTERNATIVA MA SOLO A CONDIZIONE DI CAMBIARE IL PAESE.

PERSONALEMENTE VEDO BENE UN ALLEANZA TERZO POLO-IDV,L'UNICA POSSIBILE ANCHE PERCHE' DI FATTO L'IDV DI DI PIETRO GODE DI AMPI CONSENSI, E SI STANNO GETTANDO LE BASI PER FARE UNA GRANDE CAMPAGNA D'INDIGNAZIONE CONTRO LA CASTA POLITICA.

MICA PENSERTE CHE TRUMAN QUELO CHE DENUNCIA FATTI RISAPUTI SULLA CASTA PARLAMENTARE E' UN VERO PRECARI, MA E' SOLO UN SITEMA PER COMPIERE IL CAMBIAMENTO PILOTATO.

QUESTO COMPORTERA' CHE DI PIETRO SI ALLONTANERA' DAL PD CHE VIVACCHIA SUGL'INSUCCESSI DEL PDL E SUI SUCCESSI DELL'IDV.

OGGI L'ITALIA DEI VALORI E' PRONTA A PRENDERE UNA BARCA DI VOTI.

IL TERZO POLO DEVE CAMBIARE STRATEGIA ALLEARASI CON IDV E LASCIARE GENTE E POSIZIONI POLITICHE DA VECCHIA RIBBOLITA.

CONSENTIRE A MASTELLA DI POSIZIONARSI SUL TERZO POLO SIGNIFICA RICOSTITUIRE LA VECCHIA DC E QUESTO NON PUO' TROVARE D'ACCORDO IL POPOLO DEI MODERATI INCAZZATI CON LA VECCHIA POLITICA.

SE QUESTA SCELTA VERRA' FATTA DI COSTITUIRE UN POLO DI CENTRO BASATO SU GENTE ORMAI BRUCIATA, IO FARO DI TUTTO PER STRONCARE SUL NASCERE TALE SCELTA.

LA LEGA DI BOSSI PERDERA' MOLTI VOTI ORMAI LE SCELTE IMPOPOLARI ED IL FATTODI RIMANERE FEDELE A BERLUSCONI HA CONDANNATO IL PARTITO.

MOLTI NELLA LEGA SE NE SONO ACCORTI E HANNOSCELTO MARONI ALLA SOSTITUZIONE DI BOSSI ORMAI FUORI DAI GIOCHI E IMPREGNATO DELLA PALUDE ROMANA.

I COLONELLI DELLA LEGA LO SANNO E STANNO PROVVEDENDO A SOSTITUIRE BOSSI CON MARONI.

OGGI ASSOCIARE BOSSI ALLA LEGA SIGNIFICA ASSOCIARE LA PALUDE ROMANA ALLA STESSA E QUSTO SI TRADUCE IN PERDIATA DI VOTI.

IL PDL E' LA CARTA PEGGIORE, ORMAI E' PRONTO AD IMPLODERE IN UNA GUERRA DI CORRENTI E GUERRA APERTA E NON SARA' ALFANO O IL VECCHIO BERLUSCONI CHE RIUSCIRA' A TENERE A BADA IL PARTITO.

INVITO I DEPUTATI E SENATORI DEL PDL SICILIANO INFATTI AD INIZIARE A PENSARE A QUALCOSA DI NUOVO, AD UNA ENTITA' NUOVA PRIMA DI RIMANERE SCHIACCIATI DA GENTE COME TREMONTI, FORMIGONI E BRUNETTA.

IL POPOLO SICILIANO DEL PDL SI PREPARI A FARE QUALCOSA DI NUOVO.

IL PD RIMANE CONVINTO DI POTER VINCERE LE PROSSIME ELEZIONI SOTITUENDO NELLA SOLITA ALTERNAZA DI POLI IL PDL MA QUI SI SBAGLIA.

OGGI ESISTE LA CONCRETA POSSIBILITA' CHE TERZO POLO E IDV VADANO AL GOVERNO SPEZZANDO IL BIPOLARISMO E ATTUANDO LA PRIMA RIFORMA CHE IL PAESE NECESSITA IL CAMBIO DELLA LEGGE ELETTORALE.

QUINDI LA MIA POSIZIONE E' CHIARA !!!

NIENTE VECCHIO SISTEMA.

UN TERZO POLO ALLEATO CON IDV E CON IL PROGETTO MEZZOGIORNO MIO.

CAMBIAMO L'ITALIA.

SE NON SI FA QUESTO PERDERA' ANCHE IL TERZO POLO E NON SOLO L'ITALIA

IL TERZO POLO ? DOPO AVERLO IDEATO SU FACEBOOK - MIEI ULTIMI PENSIERI BY REMO

Negl'Ultimi mesi ho trascurato sul Web la mia battaglia sul Terzo Polo.

Per chi non lo sapesse quando ancora gli altri pensavano che il Terzo Polo fosse una nuova scoperta geografica io anticipatore dei tempi ne lanciavo l'idea su Facebook.

La distruzione di un progetto come PDLSOCIALNETWORKS che avrebbe salvato il PDL da tanti problemi E' STATO IL MOTIVO IDEOLOGICO.

Ma la paura dei settori dilettanteschi ha fatto 90 distruggendo le speranze di tanti giovani sparsi per l'Italia.

Da qui nasce l'esigenza del Terzo Polo e cioe' un polo che possa fare da terzo incomodo e spaccare questa alleanza sottaciuta tra PD e PDL di non farsi male e di gestire l'Italia.

E' chiaro che l'impegno che sto riservando nella formazione di Partito del Mezzogiorno di tipo Regionalistico, con alcune specificità come la Sicilia e la Sardegna mi sottraggono molto tempo.

L'organizzazione del 1 CONGRESSO DEI MOVIMENTI DEL SUD il 26 Giugno a Caltanissetta, il cui successo e' stato ampio sotto il profilo della partecipazione e del Marketing Politico mi ha convinto che il Mezzogiorno non puo' essere piu' terreno di conquista del Nord e di svendita degli Ascari Meridionali che in questi anni tutto hanno fatto tranne che pensare di alzare la voce quando il Sud veniva umiliato (era Gratis farlo).

QUESTA SITUAZIONE MI HA PORTATO A PENSARE DI FARE CON IL GRANDE FERMENTO MERIDIONALE QUESTO PROGETTO.

PROGETTO CHE SI POTREBBE BEN INSERIRE ALL'INTERNO DEL TERZO POLO MA AD ALCUNE CONDIZIONI.

IL MEZZOGIORNO HA BISOGNO DI UN PARTITO CHE NASCA DALLA BASE SENZA VECCHIUME DELLA POLITICA.

Oggi servono giovani e non la solita ribollita dei riciclati.

Tuttavia appare evidente che prendere il 5 % per supera lo sbarramento elettorale necessita di alleanze precise.

In Sicilia fra tutti vedo bene L'Autonomia di Lombardo e su scala nazionale il Terzo Polo.

TUTTAVIA VOGLIO evidenziare che il Terzo Polo che intendo io e' diverso da quello delle ultime riunioni fatte tra UDC-API-FLI-MPA.

Deve essere un progetto che guarda ai programmi e alle soluzioni di problemi piuttosto che ad allenze numeriche.

La gente, il popolo e' stanco e vuole soluzioni e non le solite chiacchiere.

Esempio: battaglie basate sul cambio della legge Elettorale, sulla pulizia Parlamentare, sui costi dell Politica mi vedrebbero e ci vedrebbero decissi a fare alleanze con questo TERZO POLO.

SIA CHIARO CHE IL SUCCESSO DEL TERZO POLO DIPENDE DA QUESTE SCELTE, E SIA CHIARO CHE CHI NON SI DIMOSTRA DIOSPONIBILE SIN DA SUBITO CON IL NOSTRO PROGETTO NON POTRA' VENIRE A CHIEDERE NULLA SE MALAGURATAMENTE LO STESSO DOVESSE AVERE SUCCESSO.

IN TAL CASO UN ALLEANZA A FINI ELETTORALI ANCHE CON IL DIAVOLO MI VEDREBBE D'ACCORDO.

SALUTI

REMO PULCINI
PROGETTO MEZZOGIORNO
ESPERTI DI MARKETING POLITICO

La Casta ed il Popolo "Coglione"

Cari amici appare ormai in modo evidente che il voto del cittadino in questi ultimi anni non e' servito a nulla.

Non e' un voto ideologico, non e' un voto per migliorare l'Italia.

Hanno drogato l'Italia con la legge elettorale, con quella porcata appuntro del porcellum di Calderoli.

Questa Oligarchia si auto alimenta con il vostro consenso e a vostra insaputa.

La mancanza del voto di preferenza dimostra che il nostro Paese non e' democratico ma che e' una sorta di Repubblica Democratica delle Banane.

DA UN LATO IL "POPOLO COGLIONE" E DALL'ALTRO LA CASTA, CON UNA SOLA E FEDELE IDEOLOGIA

"FOTTERE IL PROSSIMO".

CHE FARE ? MANDARLI A CASA TUTTI NON VOTANDOLI.

giovedì 7 luglio 2011

PROGETTO MEZZOGIORNO

PROGETTO MEZZOGIORNO PORTALE

PROGETTO MEZZOGIORNO SU FACEBOOK

Dopo aver realizzato il 1 Congresso dei Movimenti Indipendentisti Federalisti Autonomisti in quel di Caltanisetta.

Il percorso continua con un tavolo di lavoro permanentemente aperto sulla questione Mezzogiorno ormai inderogabile ed esplosiva.

Si invitano politici , studiosi e uomini di buona volonta' ad iscriversi, proporre lavori e dare adesioni anche in ottica di un serio progetto Elettorale, che deve vedere un partito che parte dal basso e con uomini di buona volontà senza ascari.

By Remo Pulcini

Contatto : remo.pulcini@tin.it

Abolizione delle Province in Sicilia

ABOLIRE LE PROVINCE IN SICILIA

mercoledì 6 luglio 2011

Province: Lombardo, Sicilia le abolira' per tagliare sprechi

Governatore: saranno sostituite da liberi consorzi dei Comuni

(ANSA) - PALERMO, 6 LUG - ''Bisogna tagliare gli sprechi.

Ieri la tante volte declamata eliminazione delle Province non e' stata votata in parlamento. Noi possiamo farlo in Sicilia''. Lo scrive sul suo blog il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo. ''La prossima settimana - annuncia - l'assessore Chinnici definira' il testo per la creazione dei liberi consorzi dei Comuni. Abolendo le Province, la Sicilia intraprendera' una strada che il parlamento nazionale e le altre regioni non potranno non seguire''. (ANSA)

 

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora