mercoledì 27 giugno 2012

REMO PULCINI BLOGGER, POLITICO, MARKETING POLITICO - IL DECALOGO PER UN EUROPA DELLA QUALITA' DELLA VITA E NON DELLO SPREAD

1) Autonomia Territoriale (partecipazione)

2) Essere in Buona Salute (sistema sanitario)

3) Poter assicurare il futuro dei figli dal punto di vista economico e sociale

4) Avere un lavoro dignitoso di cui essere soddisfatto

5) Un reddito adeguato

5) Sentirsi sicuri di fronte alla Criminalita' (sistema giudiziario e polizia giudiziario)

6) Sistema Ambientale sano

7) Assicurare buon livelli d'Istruzione

8) Vivere in una societa' equa (corruzione, evasione e comportamento finanziario della politica giusto)

9) Servizi di Qualita' accessibili a tutti

10) Poter influire sulle decisioni politiche locali e nazionali (legge lettorale)

11) Migliorare il sistema con lotta al risparmi e all'efficienza

Conclusione Sostenibilita' dell'Europa per andare oltre all'asettico PIL, SENZA QUESTO TUTTO FALLISCE


REMO PULCINI


CROLLO PDL


ATTENZIONE


ATTENZIONE ADESSO BASTA


mercoledì 20 giugno 2012

NOVITA' - TRASPORTO REGIONALE SICILIA - STO LAVORANDO AD UN IMPEGNO PRIVATO SE VA IN PORTO DARO' IL SUPPORTO MEDIATICO REGIONALE A CHI SOSTERRA' IL PROGETTO

TRASPORTO REGIONALE SICILIA (Immaginate i treni con la terza classe anni 40 piu' sporchi e lenti).

Bene oggi sono stato illuminato sulla via di Damasco e sto lavorando (TOP SECRET) ad un progetto che potrebbe dare una svolta al trasporto Regionale sulla tratta (PALERMO-MESSINA-CATANIA) riportando la Sicilia almeno a servizi di Italia Centrale.

Se questo progetto difficile anche per via dei Blocchi Legislativi della Palude Romana e di TreniItalia
riuscira' ad andare avanti, daro' il mio Massimo contributo MEDIATICO alle Regionali Siciliane e lo chiedero' a tutti gli amici che hanno formazioni politiche a chi ne fara' la Bandiera della Campagna Elettorale.

Remo Pulcini

martedì 19 giugno 2012

Perché il successo della Cina è importante per tutti noi

Mentre i capi del G20 riuniti a Los Cabos , in Messico, per il loro vertice annuale, era chiaro che quattro anni dall'inizio della crisi finanziaria internazionale, le politiche che sono state adottate nel tentativo di trattare con esso l'Europa e gli Stati Uniti stanno fallendo di farlo. Questo è drammaticamente evidente in Europa, dove l'Unione europea è entrata in una recessione double dip e l'elenco dei paesi sostenuti solo da pacchetti di salvataggio economico è ampliata per includere la Spagna. Ma la situazione negli Stati Uniti non è sostanzialmente meglio, con una crescita del PIL nell'ultimo trimestre di un anemico 1,9 per cento. Per dare una misura globale di debolezza economica degli Stati Uniti, in media una crescita economica annuale degli Stati Uniti nel corso degli ultimi quattro anni è stato in media dello 0,3 per cento e l'occupazione degli Stati Uniti è ancora 5 milioni al di sotto del picco pre-crisi. Contrasto della Cina verso l'UE e gli Stati Uniti, con una crescita economica di oltre il 40 per cento negli ultimi quattro anni, difficilmente potrebbe essere più evidente.
Per quanto tempo ancora? [Con Jiao Haiyang / China.org.cn]
Alla luce di queste cifre, i risultati delle diverse politiche economiche che sono state introdotte per far fronte alla crisi finanziaria sono stati tagliati altrettanto chiaro. Per riassumere:
• L'Europa ha combinato allentato la politica monetaria, con nessuno stimolo per l'economia produttiva, con la conseguente politica di "austerity". Il risultato di questo è che l'economia dell'Unione europea si è ridotto del 2 per cento in quattro anni.
• Gli Stati Uniti hanno unito allentato la politica monetaria, con uno stimolo al consumo forniti tramite un deficit di bilancio. Di conseguenza, l'economia statunitense è cresciuta dell'1 per cento in quattro anni. India, che ha seguito il modello statunitense di stimolo al consumo, ha visto il suo declino tasso di crescita dal 9,4 per cento nel primo trimestre del 2010 per 5,3 per cento nel primo trimestre del 2012.
• La Cina, che ha unito politica monetaria espansiva, con un investimento guidato da stimolo, ha registrato un tasso di crescita medio annuo del 10 per cento in tutta la crisi finanziaria.
Questi risultati sono molto diversi da aspettarsi, sia in termini di teoria economica e fatti economici, i due in coincidenza. La teoria economica dimostra che sposta gli investimenti determinano le fluttuazioni del ciclo economico. Di fatto, fin dall'inizio della crisi economica, calo degli investimenti ha rappresentato per tutte le difficoltà economiche sia negli Stati Uniti e UE. In inflazione dei prezzi l'adeguamento del 432 miliardi dollari di espansione in altri settori dell'economia statunitense è stata trascinata verso il basso per molto debole performance economica complessiva da una caduta investimento di 298 miliardi dollari. PIL dell'UE è diminuita di 282 miliardi dollari - ognuno dei quali è rappresentato da un declino 423 miliardi dollari di investimenti. La Cina, dunque, lanciando nel 2008 un programma di stimolo focalizzato sugli investimenti, agiva in accordo sia con la teoria economica ei fatti della recessione globale. Non meraviglia quindi che la risposta di politica economica della Cina era molto più successo di quella di altri paesi!
Di fronte al rallentamento nuovo mondo economico, la Cina dovrebbe, quindi, hanno qualche problema nel trattare con questa situazione. Tutti i discorsi di uno stimolo nuovo sulla scala del 2008 di 586 miliardi dollari pacchetto è inutile e indesiderabile. Nel 2008 l'economia mondiale è stata immergersi nella sua più profonda recessione dalla seconda guerra mondiale, con un calo del PIL degli Stati Uniti e 5,1 per cento del PIL dell'UE caduta del 5,7 per cento. Quello che stiamo vedendo oggi è la crescita molto lenta negli Stati Uniti e una recessione più mite in Europa rispetto al 2008, non un drastico crollo economica discendente. Quindi un nuovo stimolo in Cina su una scala simile a quello che abbiamo visto nel 2008 sarebbe sia inadeguato e inflazionistica. Invece quello che viene chiamato per un moderato allentamento della politica monetaria, che viene facilitata dal fatto che l'inflazione è in calo, come debolezza nell'economia globale riduce i prezzi delle materie prime, in combinazione con moderata stimolo per l'economia produttiva della Cina.
In condizioni attuali tale stimolo dovrebbe avere sia dei consumatori e componenti di investimento. La ragione di questo è che, nel complesso significativo aumento degli investimenti sono difficili da gestire in modo efficiente e dal 2008 la Cina ha visto un aumento degli investimenti molto significativo. Ciò indica che l'aumento ulteriore, forte deve essere evitato allo stato attuale e il lato consumer di uno stimolo dovrebbe essere data maggior peso rispetto al 2008. Tuttavia, nel complesso le condizioni globali sono al momento negativi per gli investimenti e, quindi, per precauzione, alcune misure limitate per sostenere gli investimenti sono necessari.
Oggettivamente, la Cina non ora richiedono misure di tale portata e complessità, come quelle che sono state richieste nel 2008. Tali misure erano necessarie a causa della peggiore crisi economica globale per ottanta anni 2008, e in quanto tale una scala di misure non sono necessarie ora, non grandi problemi economici dovrebbero sviluppare. Purtroppo, però, i principali errori elementari economiche hanno recentemente apparso nelle analisi in alcuni quartieri in materia di politica economica della Cina. Se tali analisi sono stati messi in pratica, inutili problemi economici potrebbe derivare.
Alcune affermazioni derivanti da tali analisi hanno commesso l'errore elementare economica di confondere un alto tasso di crescita dei consumi, che è necessario aumentare il tenore di vita, con l'innalzamento della percentuale di consumo del PIL - che, se riduce gli investimenti - rallenterà la crescita economica nel lungo termine e quindi portare ad abbassare gli standard di vita che sono possibili.
Politiche contraddittorie che richiedono una maggiore protezione ambientale, anche abbassando il livello degli investimenti è stato raccomandato anche. In effetti, la protezione ambientale richiedono un maggiore livello di investimenti. Per esempio, non inquinanti centrali elettriche e l'approvvigionamento energetico sono più costosi di quelli inquinanti fonti energetiche, mentre le necessarie misure ambientali, quali il rimboschimento richiedono grandi investimenti e hanno lunghi periodi di payback.
Idee confuse sono state espresse che ciò che deve essere focalizzata sui è il micro-efficienza degli investimenti. Tuttavia, la teoria economica, esperienza internazionale nelle economie di maggior successo in Asia, e l'aritmetica di base mostrano tutti che mantenere il livello degli investimenti può essere più importante per gli standard di vita più elevati rispetto a micro-efficienza - se il rendimento degli investimenti è aumentato del 10 per cento ma il suo livello si abbassa di 20 persone per cento sarà peggio, non meglio!
I tentativi di attuazione della politica sulla base di tali errori elementari economiche porterebbe inevitabilmente ad un peggioramento della performance economica della Cina, che danneggerebbe sia la Cina e l'economia globale.
Trentaquattro anni fa la Cina ha avviato politiche economiche modellati da uno dei più grandi geni economiche della storia umana - Deng Xiaoping. Alla fine, codificata come una "economia socialista di mercato", queste politiche hanno prodotto la più grande crescita economica e l'aumento più rapido del tenore di vita mai sperimentato da un numero così elevato di persone nella storia umana. Durante questo periodo queste politiche hanno più volte visto i tentativi di rovesciare loro da coloro che desideravano tornare Cina per i suoi pre-riforma delle politiche. Dato il carattere elementare degli errori economici fatti da coloro che vogliono la Cina ad adottare le politiche che sono attualmente non in modo spettacolare sia in Europa e negli Stati Uniti, è da sperare che Deng Xiaoping le teorie sono ugualmente riusciti a vedere i tentativi di rovesciare loro da un'altra direzione.
Gestione macroeconomica della Cina negli ultimi quattro anni, come nei precedenti 30 anni, ha dimostrato di essere facilmente al mondo di maggior successo. Crescita economica della Cina durante la crisi finanziaria internazionale ha fortemente aiutato sia la stessa Cina e il resto del mondo. E 'nell'interesse di tutti, non solo della Cina, che continua.
L'autore è un giornalista con China.org.cn. Per maggiori informazioni visitare il sito: http://www.china.org.cn/opinion/johnross.htm
Articoli di opinione riflettono le opinioni dei loro autori, non necessariamente quelle China.org.cn.

Esodati: Consulenti lavoro, non sono meno di 370 mila. LA VERGOGNA ITALIANA NUMERI DA BARZELLETTA E NON DA PAESE CIVILE

Esodati: Consulenti lavoro, non sono meno di 370 mila

 IL PAESE DELLE BARZELLETTE, GUARDATE CHE ARTICOLI E CHE NUMERI SPARANO FORNERO, INPS E GOVERNO

VERGOGNA GIOCARE CON LA VITA DELLE PERSONE, QUESTO E' IL PAESE DELLE BANANE ....

 Fornero: "Gli esodati sono 120 mila" Attacco all'Inps: "Dati fuorivianti"

Consulenti del Lavoro 370.000 

VEGOGNATEVI

Regionale Sicilia- Lomontiani Messina accordo con UDC ?

Sembra che On. Lo Monte e alcuni importanti politici di Messina appena epurati dall'MPA possano essere interessati a questa posizione UDC-IDV.

Vedremo, seguira' un video articolo mio Remo

Elezioni Sicilia, Clamoroso: Accordo Idv-Udc. Orlando con D'alia ?

Sembra da informazioni ed in forma ufficiosa che Orlando consapevole di essere l'unico a poter spadroneggiare in Sicilia, stanco di aspettare il PD stia lavorando per un accordo dell'ultima ora con UDC gruppo moderato.

Un accordo tra Italia dei Valori e Unione Democratica di Centro che possa lanciare On. Giampero D'alia alla presidenza della Regione.

Questa eventuale possibilita' potrebbe essere effettivamente un colpo decisivo che metterebbe nella mani dei due partiti l'intera Regione con buona pace di tutti, non essendo esclusa la possibilita' di avvicinarsi a liste con candidati Magistrati come Grasso o Ingroia.

Impossibile ? Fantasie ? vedremo, ormai Orlando ci ha insegnato a stare attenti.

Remo Pulcini

Regione, il Codacons lancia Pietro Grasso candidato alla presidenza (Attenzione dietro potrebbe esserci la sorpresona Leoluca Orlando)

Il procuratore nazionale Antimafia Pietro Grasso come candidato alla presidenza della Regione Sicilia. È la proposta di 27 associazioni, guidate dal Codacons, che invitano il magistrato a scendere in campo, ritenendolo «personaggio autorevolissimo e di riconosciute capacità organizzative».

Da fonti Ufficiose mie posso affermare che all'ultimo minuto come fu' per il caso Elezioni Sindaco di Palermo Potrebbe scendere in campo a supporto di  questa tesi Leoluca Orlando con IDV o Altro (LA RETE PER LA SICILIA).

Staremo a vedere

LA PAGINA DELLA VERGOGNA ITALIANA: ACCORDO STATO MAFIA. ECCO COME SI SONO CALATE LE BRAGHE

 L’inchiesta sulla presunta trattativa tra Stato e mafia, degli anni ’92-93, si è conclusa con il rinvio a giudizio di esponenti politici e uomini d’onore. Si tratta dell’ex ministro Conso, dell’ex ministro Mancino, di Dell’Utri, del generale Mori, dell’ex capo della Polizia Parisi e di altri personaggi.

Stiamo parlando di persone morte ammazzate, di braghe calate rispetto ai mafiosi, di annullamento del carcere duro a circa 200 detenuti'.

L'Italia Repubblica della Banane (non il popolo ma questi politici)

NUOVO POLO PER LA SICILIA (VEDIAMO COME SI COMPONE) REMO PULCINI

Nuovo Polo che all’Ars assumerà la fisionomia di una federazione di gruppi parlamentari. Si tratta di quattro partiti (Mpa, Fli, Api e Movimento popolare siciliano).

Il Nuovo Polo conterà 24 parlamentari all’Ars e comprende tutti  quei partiti che si trovano al di fuori di Pd e Pdl che in questi ultimi tempi hanno subito scissioni, defezioni e crisi elettorali, visti i risultati delle  ultime amministrative.

lunedì 18 giugno 2012

SPENDING REVIEW DI MONTI: In arrivo una "Inchiappettata enorme" contro i Dipendenti Pubblici. Remo Pulcini

Speding Review

Questa parola cosa dovrebbe ricordarvi immediatamente ? Lotta agli sprechi della Casta, lotta alla Corruzione ed invece per il Professo Monti significa una cosa diversa.

Una delle prime operazioni che si sta preparando e' una "inchiappettata enorme" agli Statali nonche' Dipendenti Pubblici.

Dipendenti pubblici, 276mila posti a rischio

Si avete capito bene, non si colpisce chi ha un potere forte in mano ma i deboli quelli che stanno pagando il debito dell'Italia, fatto da faccendieri, amici della Casta e Casta.

Questo e' il signor Monti ed i suoi Ministri, Killer al soldo della politica obsoleta.

"Secondo quanto riferiscono due fonti governative, il governo vuole agire attraverso il regime di cassa integrazione per i dipendenti pubblici previsto dalla Legge di stabilità del 2012, l'ultimo atto del governo di Silvio Berlusconi e Giulio Tremonti.
Quella legge prevede per i dipendenti pubblici in esubero che non possono essere impiegati in altra sede o mansione la cosiddetta messa "in disponibilità", con un assegno pari all'80% dello stipendio nei successivi 24 mesi.
"Se anche alla fine della disponibilità il lavoratore non può essere ricollocato si procederà con la fine del rapporto di lavoro", dice una delle fonti, per la quale l'intervento riguarderà i dirigenti e i dipendenti oltre i 60 anni che, al termine dei 24 mesi, avranno raggiunto i requisiti per l'accesso alla pensione secondo la riforma targata Elsa Fornero.
L'obiettivo è ottenere una prima riduzione della pianta organica."

Se invece pensate agli sprechi delle Province che con la loro inutilita' econ la chiusura totale potrebbero garantire soldi per assunzioni, state pensando invano perche' il Ministro Fornero vule ridurle solo del 10% accorpando quelle piu' sfigate... come dire operazione di Marketing...

Ricordatelo quando andrete a votare, ricordate i vecchi partiti ed il Governo Monti sono quelli che vi hanno spellato.

MOVIMENTO 5 STELLE DILAGA, CROLLO DEI PARTITI TRADIZIONALI


IL VOTO IN GRECIA


domenica 17 giugno 2012

Grecia, vince la destra pro-euro (PECCATO)

Atene (Grecia), 17 giu. (LaPresse) -  Le proiezioni ufficiali del voto in Grecia mostrano che il partito conservatore Nea Democratia (Nd) è in vantaggio rispetto alla coalizione di sinistra radicale Syriza. Nd si attesta infatti al 29,5% con 128 seggi, mentre Syriza è al 27,1% e otterrebbe 72 seggi. Terzo posto per Pasok con il 12,3% e 33 seggi, ma un'alleanza dei socialisti con Nea Democratia potrebbe avere comunque la maggioranza in Parlamento. Per formare un governo di maggioranza, una coalizione ha bisogno di almeno 151 seggi sui 300 dai quali è composto il Parlamento.
Il leader di Nea Democratia, Antonis Samaras, ha proposto di formare una coalizione di governo pro-euro e ha detto che gli elettori hanno scelto "politiche che porteranno lavoro, crescita, giustizia e sicurezza". Alexis Tsipras, leader di Syriza, ha ammesso la vittoria dei conservatori  e ha detto di essersi congratulato con Samaras.

Una governance economica capace di creare crescita


La prossima legislazione sulla governance economica deve essere rivolta alla crescita e il nuovo potere di veto della Commissione europea sui bilanci nazionali sottoposto a un controllo democratico più stringente, secondo quanto approvato mercoledì dal Parlamento nella sua posizione sul cosiddetto "two-pack". Le modifiche più rilevanti alla proposta della Commissione sono un nuovo capitolo sul coordinamento delle politiche economiche, una parziale condivisione del debito della zona euro e la tutela giuridica per i paesi a forte rischio default.

Il voto di mercoledì arriva dopo che la commissione per gli affari economici e monetari aveva approvato i due testi con una maggioranza non abbastanza ampia per offrire un mandato politico chiaro per cominciare i negoziati con il Consiglio. Con il mandato della Plenaria approvato mercoledì, i negoziatori del Parlamento possono ora cominciare il loro lavoro.

Jean-Paul Gauzes (PPE, FR), relatore per la legislazione sui paesi in forti difficoltà finanziarie, ha dichiarato che "se tali regole fossero state in vigore già due anni fa, si sarebbero potuti evitare i problemi che oggi alcuni paesi stanno sperimentando, poiché sarebbero state intraprese rapidamente delle azioni chiare".

Elisa Ferreira (S&D, PT), relatrice sul testo legislativo che rafforza gli obblighi d'informazione sui bilanci per tutti i governi della zona euro, ha sostenuto che le nuove regole devono riflettere un contesto politico più ampio. "La disciplina fiscale non può essere l'alfa e l'omega della nostra strategia. Abbiamo bisogno di riequilibrare i nostri obiettivi a breve termine e affrontare anche le questioni della crescita e il circolo vizioso degli alti tassi d'interesse sul finanziamento del debito".

Fondo di redenzione, eurobond e investimenti in infrastrutture

La posizione del Parlamento sul pacchetto legislativo prevede alcuni strumenti per un'immediata risposta alla crisi del debito. Il più importante è probabilmente il Fondo europeo di redenzione che dovrebbe essere creato per condividere la frazione di debito dei paesi della zona euro che supera il 60% dei rispettivi PIL. Il debito complessivo, che oggi ammonta a 2,3 trilioni di euro, sarebbe poi ripagato su un periodo di 25 anni a un tasso d'interesse medio più basso. Questo sistema darebbe un po' di respiro alle finanze dei paesi che devono affrontare forti riforme strutturali e contribuirebbe a interrompere la spirale: aumento tassi d'interesse, maggior debito, minor crescita.

Inoltre, come soluzioni a più lungo termine, i deputati propongono che, un mese dopo l'entrata in vigore della legislazione, la Commissione presenti una tabella di marcia per l'introduzione degli eurobond e una proposta per uno strumento di crescita capace di mobilitare l'1% del PIL l'anno, su 10 anni, per investimenti in infrastrutture.

Sì ai nuovi poteri di sorveglianza della Commissione, ma con maggior controllo

L'esercizio dei nuovi poteri di sorveglianza della Commissione dovrebbe essere monitorato più da vicino dagli Stati membri e dal Parlamento europeo per garantire un maggior controllo democratico. A tal fine, i deputati propongono che questi nuovi poteri siano rivisti ogni 3 anni e che il Parlamento e il Consiglio abbiano la possibilità di revocarli.

Il testo che riguarda i poteri della Commissione sui paesi che rischiano il fallimento, così come emendato dal Parlamento, pone l'Esecutivo europeo in una posizione più forte rispetto a quella prevista dalla proposta legislativa originaria, in particolare prevedendo un uso più frequente della maggioranza qualificata "inversa" per le votazioni in Consiglio.

Per esempio, tale regola si applicherebbe alle raccomandazioni della Commissione su misure correttive da intraprendere da parte di un paese in difficoltà o nel caso della presentazione di un piano di riduzione del debito. Tali decisioni sarebbero ritenute adottate in mancanza di un voto contrario del Consiglio.

La crescita è l'obiettivo finale

Entrambe le posizioni del Parlamento sui due testi in esame sottolineano la necessità di evitare che la disciplina fiscale costituisca un ostacolo alla crescita. Pertanto, la valutazione del bilancio paese per paese della Commissione dovrebbe evitare che i tagli ai bilanci blocchino investimenti che potrebbero creare crescita.

Infatti, il Parlamento propone di escludere tagli su istruzione e sanità per i paesi ai quali sono richieste forti diminuzioni della spesa, in particolare per quelli in gravi difficoltà finanziarie. La Commissione dovrebbe inoltre monitorare possibili effetti a catena per evitare che le difficoltà di un paese abbiano ripercussioni su altri.

Il Parlamento propone anche che gli Stati membri siano obbligati a dettagliare i propri investimenti con un potenziale occupazionale e di crescita e che le scadenze per la riduzione del debito siano applicate in maniera più flessibile, tenendo conto cioè di circostanze eccezionali o di una grave recessione economica.

Infine, i deputati auspicano che sia data la possibilità ai partner sociali e alla società civile di esprimere il proprio parere pubblicamente sulle raccomandazioni della Commissione.

Tutela giuridica per i paesi sull'orlo del fallimento

I deputati propongono una nuova regola che darebbe alla Commissione il potere di sottoporre a tutela giuridica un paese sull'orlo del default per assicurare maggiore chiarezza giuridica, stabilità e prevedibilità al percorso da intraprendere per risolvere le criticità. Una volta sotto protezione, il paese non potrebbe essere dichiarato in fallimento, i creditori dovrebbero palesarsi entro due mesi e gli interessi sui prestiti sarebbero congelati.

La relazione Gauzès è stata approvata con 471 voti a favore, 97 contrari e 78 astensioni. La relazione Ferreira è stata approva con 501 voti a favore, 138 contrari e 36 astensioni.

Parlamento: investire in occupazione



I deputati chiedono investimenti che creino posti di lavoro e crescita, in economia "verde", servizi sociali e sanitari e nelle nuove tecnologie, in una risoluzione approvata giovedì. Il Parlamento accoglie con favore la proposta della Commissione di introdurre un salario minimo per aiutare le fasce più povere.

"Ciò che gli europei vogliono sono posti di lavoro. Ecco cosa li preoccupa maggiormente ed è in questo campo che dobbiamo agire. In particolare, ci sono due proposte importanti nel pacchetto per l'occupazione della Commissione: l'introduzione di salari minimi dignitosi per lottare contro la povertà e il dumping sociale e la creazione di una "garanzia europea per i giovani" per avvicinare i giovani al mondo del lavoro", ha affermato Pervenche Berès (S & D, FR), relatrice, durante il dibattito.

Più di 6 milioni di posti di lavoro sono andati persi nell'UE dall'inizio della crisi finanziaria e economica nel 2008, mentre sono necessari 17,6 milioni di nuovi posti di lavoro per conseguire gli obiettivi occupazionali fissati nella strategia Europa 2020, come sottolinea il Parlamento nel testo approvato.
I deputati chiedono investimenti mirati alla crescita nei settori dell'economia verde dei servizi sociali e sanitari, e delle tecnologie della comunicazione. Il testo chiede ai governi nazionali dell'Unione di impegnarsi a favore di un "pacchetto europeo di investimento" entro la fine del 2012 per "fornire all'Europa un nuovo impulso per uscire dalla crisi".

Sì al salario minimo
I deputati hanno espresso un parere positivo sulla comunicazione della Commissione del 18 aprile 2012 che sottolinea i benefici di un'introduzione di salari minimi a livello nazionale per combattere la povertà e il dumping sociale.
Le PMI e le microimprese assicurano oltre due terzi dei posti di lavoro dell'UE nel settore privato, sostengono i deputati, che invitano la Commissione e gli Stati membri ad aumentare gli investimenti in questi ambiti, in particolare attraverso gli appalti pubblici e l'accesso ai finanziamenti.
Per affrontare l'alto livello di disoccupazione giovanile, il Parlamento rinnova la sua richiesta di un sistema di garanzia europea per i giovani, che fornirebbe un lavoro o un tirocinio a ogni giovane che è stato disoccupato per oltre quattro mesi. Chiede inoltre un quadro di qualità per i tirocini che garantisca che i tirocinanti imparino dalla loro esperienza e non siano sfruttati.
La risoluzione è stata approvata con 394 voti favorevoli, 94 contrari e 114 astensioni.

venerdì 15 giugno 2012

Attenzione al nome ! Un Progetto per le Regionali Siciliane dal nome "SICILIA LIBERA" rischia di essere perdente prima di partire

Alla fine del 1993, Provenzano butta a mare il progetto politico di “Sicilia libera” (sponsorizzato dal boss Leoluca Bagarella) e stringe un patto di ferro con Dell’Utri per sostenere Forza Italia in vista delle “cose buone” che, secondo il pentito Nino Giuffrè, sarebbero state promesse ai picciotti.

Ddl corruzione, Brunetta dorme in aula


Clamoroso M5S Primo Partito in Italia, PDL 4 partito si squaglia



mercoledì 13 giugno 2012

LE ULTIME FESTE DI BERLUSCONI ESCUSIVA OGGI

Governo, Idv e Lega Nord annunciano mozione comune contro ministro Fornero

ROMA (Reuters) - L'Italia dei valori e la Lega Nord depositeranno insieme una mozione di sfiducia contro il ministro del Lavoro Elsa Fornero, dopo la guerra di cifre sul reale numero dei cosiddetti esodati.
Lo ha riferito un funzionario parlamentare dell'Idv.
In una bozza di mozione, che Reuters ha potuto visionare, si afferma che la gestione della vicenda degli esodati "merita disapprovazione e biasimo" e si accusa il ministro "di non assumersi alcuna responsabilità per aver cambiato le regole 'in corsa' per voler limitare la salvaguardia delle nuove regole pensionistiche solo ad alcuni soggetti".
Una relazione dell'Inps diffusa da alcuni media indica in oltre 390.000 il numero effettivo di lavoratori da salvaguardare per evitare che rimangano senza salario, rispetto ai 65.000 indicati dal governo.
Secondo Idv e Lega "grave è il comportamento del ministro per aver taciuto il contenuto di quel documento...".
L'Inps, in una dichiarazione successiva alla diffusione della relazione "incriminata", ha ribadito che il numero effettivo di esodati è 65.000, mentre la cifra maggiore sarebbe quella di tutti i lavoratori che da qui ai prossimi anni saranno esodati, rispetto a quelli che il governo è stato in grado di salvaguardare col decreto del primo giugno.
Il ministro Fornero ha attaccato l'Inps sulla questione delle cifre, affermando ieri che se l'istituto fosse stato privato i suoi vertici sarebbero stati subito sostituiti.

martedì 12 giugno 2012

La Sicilia e il voto anticipato che salva le poltrone

Puzza di marcio, la decisione della giunta siciliana di andare, tra gli evviva della destra, alle elezioni anticipate.
Il guadagno di pochi mesi sulla scadenza naturale, infatti, farebbe saltare l'unica vera riforma della legislatura: il taglio, sbandierato come una svolta epocale, dei parlamentari all'Ars. A rileggere oggi i commenti del 7 dicembre 2011, quando l'Assemblea regionale approvò la riduzione da 90 a 70 seggi, c'è da ridere.

La Cina per aumentare le risorse del FMI

Cina adempiere ai propri obblighi nel dare impulso Fondo monetario internazionale (FMI) risorse in conformità con il consenso della comunità internazionale, i funzionari cinesi detto qui Lunedi.
Zhu Jun, vice-direttore del Dipartimento Internazionale della Banca Popolare di Cina , banca centrale del paese, ha fatto queste osservazioni in una conferenza stampa il Summit dei leader del G20 che si terrà la prossima settimana a Los Cabos, in Messico.
La Cina ha costantemente sostenuto l'FMI nel giocare un ruolo importante nell'affrontare la questione del debito europeo, Zhu ha detto ai giornalisti.
Incrementare le risorse dell'FMI e affrontare la crisi del debito sono inseparabili, Zhu ha detto, sottolineando che la Cina ha aiutato l'Europa a risolvere i suoi problemi di debito attraverso una serie di canali bilaterali e multilaterali.

lunedì 11 giugno 2012

La Cina esorta il Giappone a smettere di fare nuovi guai

Cina Lunedi esortato il Giappone per fermare causando nuovi problemi sulle Isole Diaoyu i rapporti dicono decine di giapponesi tra cui diversi parlamentari erano sbarcati sulle isole.
Cina Lunedi esortato il Giappone per fermare causando nuovi problemi sulle Isole Diaoyu i rapporti dicono decine di giapponesi tra cui diversi parlamentari erano sbarcati sulle isole. [MAE]
"Le isole Diaoyu e le isolette adiacenti sono stati parti integranti del territorio cinese fin dai tempi antichi, e la Cina ha sovranità indiscutibile su di loro," il portavoce del ministero degli Esteri Liu Weimin ha detto in una conferenza stampa.
"Qualsiasi azione unilaterale da parte del Giappone che coinvolge le isole Diaoyu è illegale e non valida", ha detto il portavoce.
"La parte cinese ha presentato dichiarazioni solenni verso il lato giapponese", ha detto il portavoce, "che richiedono la fermata giapponese lato fare nuovi guai e fare la sua parte per mantenere la situazione generale delle relazioni tra Cina e Giappone."


IOR, tra denaro e paradiso fiscale


Nigel Farage Europa al fallimento e senza democrazia


ALMIRANTE: La Destra o è coraggio o non è

sabato 9 giugno 2012

Live Sicilia Arma contro Raffaele Lombardo ?

Live Sicilia Arma contro Raffaele Lombardo ? non lo so giudicate voi dal numero di articoli fatti, basta una ricerca su Google News

Ecco Elenco

Mpa, Lombardo apre alle forze moderate

Raffaele Lombardo leader dell'Mpa e governatore della Sicilia torna a parlare delle sue dimissioni, confermandole per il 28 o 29 luglio, affinchè entro 90 giorni la Sicilia vada al voto.
"Ci uniamo e saremo più forti, dice Lombardo,entro 15 giorni dobbiamo fare una nostra assemblea congressuale regionale in cui dobbiamo scegliere un nuovo segretario ed aprire alle altre forze nuove".
Lombardo abbraccia anche il progetto dell'alleanza dei moderati proposto da Leontini e Maira dicendo: "Quella di Leontini "credo sia una posizione rispettabile e da prendere in grande considerazione".
"Ho raccolto elementi molto positivi nei confronti del Mpa e questo non può che compiacermi".
il capogruppo del Pdl all'Ars Leontini insieme al capogruppo del Pid-Cantiere popolare, Rudy Maira, hanno avviato un percorso per l'unità dei moderati.
Per la giunta regionale e il via vai degli assessori il governatore conferma che il momento è difficile ma dice: "Per uno che va c'è ne sono due che vengono, vediamo se la settimana prossima non arriveranno da noi un paio, se non tre, deputati regionali".

Hercole It

Modifiche Costituzionali Parlamento di Remo Pulcini

Il numero dei deputati è di cinquecentootto, otto dei quali eletti nella circoscrizione Estero.

Sono eleggibili a deputati tutti gli elettori che nel giorno delle elezioni hanno compiuto i ventuno anni di età.

Il numero dei senatori elettivi è di duecentocinquantaquattro, quattro dei quali eletti nella circoscrizione Estero.
Nessuna Regione può avere un numero di senatori inferiore a sei; il Molise ne ha due, la Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste uno.

I senatori sono eletti a suffragio universale e diretto. Sono eleggibili a senatori gli elettori che hanno compiuto il trentacinquesimo anno».

Anonymous attacca il blog di Beppe Grillo ! (io ho dei dubbi) Remo


Vatican allegations in full

Pope Benedict XVI is apparently unable to prevent poisonous feuds and vendettas between rival groups of cardinals, according to "His Holiness - The Secret Papers of Benedict XVI".
Several of the documents cast in a particularly bad light Tarcisio Bertone, who as secretary of state is the Pope's right-hand man and effectively the prime minister of the world's smallest state.
1 The most sensational allegation is Cardinal Bertone conspired with the editor of the Vatican's daily newspaper in a dirty tricks campaign against a rival.
Gian Maria Vian, the editor of L'Osservatore Romano, allegedly leaked false documents which purported to show that Dino Boffo, the editor of another Catholic newspaper, L'Avvenire, had had a homosexual affair, forcing Mr Boffo to resign from the editorship.
The Vatican has jumped to Mr Vian's defence and that of Cardinal Bertone, saying they had nothing to do with the saga.

IOR E LA LISTA DEI POLITICI.I segreti di Gotti Tedeschi: «Allo Ior mi volevano morto». Raccolta News

Due pagine, il memoriale. E una risma di allegati. Di copie di mail, lettere, documentazione ritenuta importante per difendersi dai nemici interni e delle Sacre Stanze, e dalle contestazioni che il «tribunale» dello Ior, il cda, gli aveva rivolto nel processo che poi si è concluso con la sua destituzione.

Ettore Gotti Tedeschi, l’ex numero uno dello Ior defenestrato il 24 maggio, aveva paura di essere ucciso e per questo aveva consegnato una copia del memoriale alla sua segretaria, dandole indicazioni precise che nel caso in cui gli fosse accaduto qualcosa avrebbe dovuto far recapitare il materiale completo degli allegati a tre precisi indirizzi che corrispondono a quello di un giornalista, di un avvocato e di un suo amico personale. Un’altra copia, invece, era indirizzata al Pontefice attraverso il suo segretario particolare Padre Georg Gänswein.

Un voto per l'Autonomia e la Sicilia


Grandi Manovre per le Regionali Sicilia entro il 15/6 riunione di molti coordinamenti di Partiti

La Direzione Regionale del Partito democratico si terrà sabato 9 giugno ore 10.30, all'Hotel San Paolo Palace Via Messina Marine, 91 Palermo.


All'ordine del giorno:
- Situazione politica.

La riunione è riservata ai soli componenti della Direzione Regionale. 

Convocato a Roma il Comitato Federale il 12/06 MPA


12/06/2012
Il Comitato Federale è convocato per martedì 12 giugno alle ore 15:00 e alle ore 16:00 in seconda convocazione.
La riunione si terrà presso la sede federale dell'MPA via del'Oca, 27 ­ Roma (traversa di Piazza del Popolo).
Sarà discusso il seguente O.d.G.:
  1. Esame della situazione politica;
  2. Approvazione rendiconto economico-finanziario anno 2011, nota integrativa e relazione del Tesoriere federale sulla gestione;
  3. Preparazione Congresso federale;
  4. Varie ed eventuali.

Convocato Giovedì 14 giugno ore 18,30 coordinamento regionale Fli 


Il Coordinatore regionale di Fli Carmelo Briguglio ha convocato il coordinamento regionale del partito per giovedi 14 giugno alle ore 18,30 a Palermo (via Archimede 19, angolo via Libertà, ex comitato Aricò).
All'odg del parlamentino dei finiani situazione politica e Nuovo Polo, elezioni regionali e risultati delle amministrative.

 

Sicilia: da Pdl e Pid nasce nuovo movimento. Maira, oltre i partiti

(ASCA) - Palermo, 7 giu - Nasce un movimento ''al di la' delle sigle di partito, che non vuole dividere, e con l'obiettivo di rimettere insieme i moderati coinvolgendo chi in questi ultimi quattro anni ha fatto opposizione a Raffaele Lombardo, non certo pero' il Pd''. Lo presenta cosi', Rudy Maira, capogruppo all'Ars del Pid, il nuovo progetto politico in vista delle annunciate elezioni regionali di ottobre. Sono otto i deputati che danno vita al progetto: 4 del Pdl, Innocenzo Leontini, Nino Beninati, Edoardo Leanza e Fabio Mancuso; 4 del Pid, Rudy Maira, Toto' Cordaro, Marianna Caronia, Toto' Cascio. L'iniziativa e' stata presentata a Palazzo dei Normanni.

Un parterre d'accellenza, alla manifestazione: Roberto Di Mauro (Mpa), il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli (Pdl), il parlamentare del Pid Pippo Gianni, l'eurodeputato del Pid Antonello Antinoro. Non trapela alcun nome sul neo sogetto politico, ma di certo, afferma Maira, ''il candidato alla presidenza della Regione dovra' essere scelto da tutti quelli che appartengono al progetto''.

Non manca la bordata al Partito Democratico. ''E' inutile che il Pd ora prende la distanze da un governo regionale che se e' esistito fino a oggi, lo deve proprio al Partito Democratico, o meglio a una parte del Pd - chiosa Maira -.

Una scelta fallimentare come le riforme che sostiene di aver realizzato in questi anni''.

Lombardo: “Pdl? pochi supererebbero la prova urne”

Giornata di battute caustiche per il governatore siciliano Raffaele Lombardo. Bersagli dell’ironia di Lombardo sono stati il Pdl e il Presidente dell’Ars Francesco Cascio. Il presidente della Regione siciliana e leader del Mpa commentando con i giornalisti l’invito rivolto da Silvio Berlusconi ai dirigenti del Pdl a candidarsi alle regionali in Sicilia ha quasi profetizzato: ‘‘Ai nominati non si chiede questo sforzo. Pochi penso supererebbero la prova delle urne”.

SICILIA: FAVA, MI CANDIDO ALLA PRESIDENZA FUORI DA APPARATI

(AGI) - Palermo, 9 giu. - "Amici che ascolto e che stimo mi hanno chiesto di candidarmi per la Sicilia, senza passare dagli apparati di partito. Diro' di si'". Lo annuncia su twitter il coordinatore della segreteria di Sel Claudio Fava, a poche ore dalla conferenza stampa, a Palermo (alle 11.30 all'Ars), nella quale ufficializzera' le sue intenzioni per la corsa alla presidenza della Regione siciliana. L'appello alla candidatura del politico e giornalista, e' stato lanciato da intellettuali e uomini della cultura e dello spettacolo. Tra gli altri, da Gustavo Zagrebelsky, Dacia Maraini, Franco Battiato, Moni Ovadia, Leo Gullotta e Giuseppe Fiorello. (AGI) Mrg

venerdì 8 giugno 2012

Grecia botte da Orbi tra Deputati ! Eslusiva Remo


mercoledì 6 giugno 2012

Mpa: Leanza lascia movimento, all'Ars passa al gruppo misto

(ANSA) - PALERMO, 6 GIU - Il deputato regionale Lino Leanza lascia il movimento per l'autonomia di cui era uno degli esponenti storici. La decisione di Leanza e' stata comunicata dal presidente dell'Ars Francesco Cascio, ad apertura dei lavori dell'assemblea regionale siciliana, che ha reso nota la lettera di dimissioni dal gruppo del Mpa e il passaggio al gruppo misto. I rapporti tra Leanza e il leader del movimento Raffaele Lombardo erano tesi da tempo. Qualche settimana fa anche l'ex capogruppo del Mpa all'Ars, Francesco Musotto, aveva lasciato il partito.(ANSA).

SPENDING REVIEW PAROLE PAROLE



LA CASTA NON SI TOCCA E NON SI ARRESTA



Agcom: Grillo, solita spartizione partiti, Monti la chiuda

Roma, 6 giu. (Adnkronos) - "L'Agcom e' uno spreco di soldi pubblici, una copertura per il controllo dei media da parte dei partiti. Una presa per i fondelli. Va chiusa. Monti la tagli". Lo scrive Beppe Grillo sul suo blog.

"L'Agcom -prosegue- e' nata per (non rotolatevi dalle risate) assicurare la corretta competizione degli operatori sul mercato e tutelare il pluralismo e le liberta' fondamentali dei cittadini nel settore delle comunicazioni e radiotelevisivo. Chi elegge il consiglio di 5 membri dell'Agcom? I partiti, nella fattispecie i segretari di partito che dettano la linea ai parlamentari. Nella migliore tradizione inciucista Pdl e Pdmenoelle con la mosca cocchiera dell'Udc, decidono di spartirsi le poltrone del nuovo consiglio. Fin qui tutto nella norma della Seconda Repubblica"

"Il tutto si complica con l'annuncio della auto candidatura a presidente di Stefano Quintarelli, un informatico molto noto e stimato nel settore. Scatta da parte dei partiti la ricerca di persone fidate di chiara fama da contrapporre a Quintarelli come consiglieri per salvarsi la faccia. Tra questi spunta Posteraro, 'homo novus' caldeggiato da Bersani e Casini, laureatosi nel lontano 1973 con una tesi che fa curriculum per l'Agcom 'Imputabilita' e vizio parziale di mente', e funzionario della Camera dei deputati dal 1979. Un giovane virgulto! Un esperto! Una garanzia! La classifica del 2012 per la liberta' di informazione del'associazione 'Freedom House' colloca l'Italia al 70esimo posto, tra i Paesi "parzialmente liberi", dopo, tra gli altri, Tonga, Samoa, Nuaru, Capo Verde e Grecia, ma prima del Benin (che soddisfazione)!", conclude.

PD-PDL-UDC CHE SCANDALO SU AGCOM

Resta un dibattito aperto su social network e blog dopo l'elezione dei commissari dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, AgCom. Il Senato ha scelto Antonio Preto (94 voti) e Francesco Posteraro (91). La Camera ha votato per Maurizio Dècina (163 voti) e Antonio Martusciello (148). Nei giorni scorsi le notizie di accordi già raggiunti tra i partiti sulle nomine dei candidati da votare aveva sollevato malcontento nel web. In mattinata, dopo l'apertura delle consultazioni, il gruppo dell'Idv al Senato decide di non partecipare. Annunciano il rifiuto di prendere parte al voto anche i parlamentari Radicali e il vicecoordinatore di Fli, Fabio Granata.

Durante gli ultimi mesi è iniziata nei social network, e in particolare su twitter, una discussione sulle nomine per i commissari e il presidente di AgCom. Avviene sulla scia di un dibattito di lungo corso, quello sul progetto di Agenda digitale che ha diffuso la consapevolezza dei ritardi strutturali e culturali dell'Italia rispetto ad altre nazioni europee. A partire, ad esempio, dal divario delle aree periferiche del Paese che non hanno accesso alla banda larga e dalla lentezza delle piccole e medie imprese italiane per l'ingresso nell'ecommerce. È stata un'iniziativa, partita un piccolo gruppo di professionisti delle telecomunicazioni e di internet, che ha ispirato anche il governo Monti.

Il mese scorso su twitter viene proposta la candidatura di Stefano Quintarelli, pioniere dell'internet commerciale in Italia e direttore (dimissionario) dell'area digitale del Sole 24 Ore. In poche ore "quinta4president" diventa uno degli argomenti più discussi nel social network, dove le persone possono condividere messaggi più brevi di un sms. Inizia una campagna online. Anche il New York Times cita Quintarelli in un articolo intitolato "In Italia la tecnologia apre la strada a una trasformazione della televisione". Dalle reti sociali online arriva la richiesta di trasparenza sulle consultazioni e sulla competenza delle figure professionali per AgCom. Alla presidenza della Camera vengono inviati per la prima volta circa novanta curriculum di candidati.

In giornata i riflettori sono stati puntati soprattutto sulla politica. Beppe Grillo tuona sul suo blog che "l'Agcom è uno spreco di soldi pubblici". Invia un messaggio su twitter Roberto Saviano: "I partiti scelgono i 4 di Agcom e Privacy senza trasparenza. Ora che la priorità sarebbe la fiducia degli elettori...". Twitter batte sul tempo anche l'annuncio dei risultati definitivi: vengono pubblicati in diretta nel social network.

FONTE SOLE 24 ORE

Tagli alla spesa pubblica, Governo ko in Senato

La spending review, la revisione dei tagli possibili da fare al bilancio dello stato e più in generale delle amministrazioni pubbliche, comincia a trovare le prime difficoltà. Il Governo è stato infatti battuto al Senato su un emendamento della senatrice Adriana Poli Bortone (Coesione nazionale), che abroga un comma del secondo articolo del decreto sulla spending review. L'emendamento è stato approvato con 136 voti a favore, 122 contrari e sette astenuti.

FONTE CORRIERE DELLA SERA

COME SI VOLEVA DIMOSTRARE TANTE BELLE PAROLE PER NON FARE NULLA

Sondaggio Elettorale Italia. NON SI POSSO FARE RIFORME COSTITUZIONALI SENZA BEPPE GRILLO E M5S

APPARE EVIDENTE CHE NON SI POSSONO FARE RIFORME COSTITUZIONALI E CAMBI DI LEGGE ELETTORALE SENZA CHE PARTECIPI LA VOLONTA' DEL CITTADINO E LA 2 FORZA DEL PAESE M5S DI GRILLO.





NO AL SEMIPRESIDENZIALISMO IL PDL E' ORMAI 4 FORZA NEL PAESE. QUALSIASI RIFORMA VA FATTA CON GRILLO ED IL M5S, VI SPIEGO PERCHE'.

In una Democrazia si dovrebbe rispettare sempre il volere del popolo e del cittadino.

Dichiarazione spessa invocata dal Capo dello Stato e dai partiti di Governo.

Sulla base di queste considerazioni nessuna Riforma Costituzionale puo' essere fatta in pochi mesi ne tanto meno da forze minoritarie come il PDL.

Dalle Amministrative e dai vari sondaggi e' emerso uno scenario diverso, chi attualemente invoca la modifica Costituionale e blocca la legge elettorale non puo piu' avanzare Riforme perche' OGGI IL POPOLO ITALIANO ha detto che il primo partito in Italia e':

IL PD ED IL MOVIMENTO CINQUE STELLE DI BEBBE GRILLO, POI SEGUE IDV E SEL e solamente al 3/4 posto il PDL.

Quindi una minoranza non puo' fare alcuna riforma SENZA IL M5S E GRILLO.

Il PDL ne prenda atto e il Capo dello Stato pure

Giannini: ''Dal Porcellum al macellum''


NO ALLA RIFORMA PRESIDENZIALE - NO AL BIPOLARISMO COME LEGGE ELETTORALE

No ad un sistema semipresidenziale con l'elezione diretta del presidente della Repubblica, cambiando le istituzioni appena in tempo per il voto della primavera 2013.

No ad una Legge Elettorale Truffa che mantenga in vita questo Bipolarismo morto e sepolto causa di tutti i mali Italiani.

Occhio all'inciucio tra PD E PDL.

Su Termini Imerese metteteci una pietra sopra e' deceduta per colpa di questa politica

Lo dico sin dal primo giorno TERMINI IMERESE e morta e con buona pace di tutti i poverilavoratori.

Chi ringraziare ? Il governo Centrale la Politica SICILIANA ED I sINDACATI.

all'incontro di ieri a Roma sul futuro dell'area industriale di Termini Imerese nel dopo Fiat ci si aspettava un tantino di chiarezza o di coraggio in più. Se lo aspettavano lavoratori e cittadini. Se lo aspettavano i tanti piccoli imprenditori che qui sono presenti da quarant'anni. Un pezzo di Sicilia in trincea e ormai da due anni in attesa di una soluzione industriale di lunga durata per una zona industriale.
Qui la chiusura dello stabilimento Fiat ha determinato, secondo stime della Svimez, la perdita di un punto di Pil siciliano (circa 395 milioni di euro) e la crescita dei disoccupati di tremila unità.

Fonte Sole 24 ore

ABOLIRE LE PROVINCE MA CHE SHERZIAMO ? A MESSINA SI AUMENTANO LO STIPENDIO

Abolire le Province ma che scherziamo ? in tempi di magra la Provincia di Messina si aumenta lo stipendio per sbaglio e dopo aver dichiarato di rinunciare all'aumento di fattosi dimenticano di porre in atto lo stesso.

ECCO CHI VOTATE !!! E MANTENETE

Rinuncia aumento indennità di funzione: solo Ricevuto ha fatto parzialmente seguito ai proclami.

"La buona volontà di rinunciare all’aumento del dieci per cento dell’indennità di funzione, però è rimasta solo nelle note e nei giornali. Consiglieri ed assessori provinciali non hanno ancora fatto seguito con in fatti alle dichiarazioni di intenti spiattellate nelle scorse settimane. Un modo deludente per concludere la fuga dalla mannaia dell’antipolitica. Solo il presidente Nanni Ricevuto, ad oggi, risulta infatti aver deciso di dar seguito ai proclami, sebbene scontandosi la somma da devolvere alle casse dell’Ente dal 10% al 5,9 %, ovvero € 513,14.

Non vi è traccia, almeno così appare dalla consultazione delle buste paga per le spettanze istituzionali del mese di maggio dei consiglieri provinciali e degli assessori, di alcuna rinunzia né per l’adeguamento contabile del 10%, né tantomeno per differente percentuale economica. I componenti della giunta hanno tentato, attraverso una nota inviata agli uffici finanziari, di promuovere un azione di rinunzia all’adeguamento, rigettato dagli uffici finanziari dell’Ente per “impossibilità tecnica di rinunziare ad un adeguamento di legge”. L’unico sistema per potere impiegare diversamente tali risorse è devolverne parte ad onlus che operano nel territorio, magari secondo una strategia comune concordata da giunta e consiglio. (ER)"

Fonte TEMPO STRETTO IT

 

E se la Germania uscisse dall'Euro?

Speding Review parola difficile per dire Risparmiare. Dato per disperso dal Governo Monti

Il Governo Monti e' il piu' grande "pacco" populista fra i vari governi Italiani.



Basti pensare all'allarmismo terrorismo, basta pensare ai proclami e promesse mai mantenute, basti pensare alla lotta all'evasione fiscale con scenata degne di un film da 007.

L'ultima sparata e' la parola difficile SPENGING REVIEW, una parola che andrebbe detta in Italiano per rispetto degli Italiani e che significa.

Analisi dei capitoli di spesa da attuare da parteal fine di individuare le voci passibili di taglio, per evitare inefficienze e sprechi di denaro.

Secondo voi il Governo Monti il Governo dei Professori ci e' riuscito ma quando mai !!!

L'Agenzia delle Entrate e la Corte dei Conti, quindi enti Governativi gli indicano dove tagliare ma il Governo Monti fa orecchio da mercante.

1)  Secondo la banca dati della Corte (che non comprende tutte le regioni a statuto speciale), sono oltre 5.000 gli organismi partecipati (aziende, consorzi, fondazioni, istituzioni, società) nei 7.200 enti locali censiti. Si tratta, in gran parte, di organismi costituiti in forme societarie, di cui quasi la metà operante nel settore delle local utilities. Le società hanno in media circa 80 addetti e 30 gli organismi non societari. Oltre un terzo delle società rilevate ha chiuso in perdita uno degli esercizi compresi nel triennio 2008/2010.

2) Il confronto tra entrate e previsioni relativo ai primi quattro mesi dell'anno evidenzia uno scostamento negativo di 3,5 miliardi di euro. Lo stesso confronto relativo ai primi tre mesi evidenziava uno scostamento ancora maggiore, pari a 4 miliardi di euro. (Evasione Iva e Fiscale)

3) Quello che ne emerge e' che l'Italia si situa ampiamente al comando della classifica del numero di auto-blu, con la bellezza di 574.215 mezzi; al secondo posto, ben distanziati, gli USA con 73.000, poi la Francia con 65.000, il Regno Unito con 58.000, la Germania con 54.000, la Turchia con 51.000, la Spagna con 44.000, il Giappone, con 35.000, la Grecia con 34. 000 ed infine il Portogallo con 23.000.

 L'Italia e' di gran lunga il Paese con piu' "auto blu" 

4) Abolizione province inutili (province superiori ai 500.000 abitanti con poteri reali);  

Province, sprechi e doppi incarichi Province, Titanic da 18 miliardi tenuto a galla dai doppi incarichi
Protette dal Parlamento, accumulano spese. E sprechiI numeri Le province italiane sono 110. I capoluoghi sono 117, perché esistono 5 province che ne hanno due e una che ne ha tre
I bilanci Le prime 4 Province con i debiti più alti sono in Calabria La classifica vede in testa quella di Cosenza, con un debito pro capite di 591,1 euro La legge Il decreto Salva Italia ha stabilito che entro l' anno venga varata una legge che porti alla sparizione delle Province 9 33 591 I presidenti di Provincia seduti in Parlamento.
La legge vieta il doppio incarico, ma due mesi fa la giunta per le elezioni della Camera ha stabilito la «non incompatibilità» delle due cariche

 5)  Dimezzare parlamentari;

A che servono 945 deputati e senatori? A che serve il gruppo di rappresentanti del popolo proporzionalmente più nutrito del mondo? Perché dobbiamo continuare a pagare questo cifra stratosferica di stipendi, benefit e privilegi? È stato calcolato che ogni deputato, complessivamente, costa alle tasche degli italiani 1,5 milioni di euro l’anno.

SI POTREBBE CONTINUARE ALL'INFINITO ED INVECE IL GOVERNO MONTI CHE DOVREBBE SALVARE L'ITALIA CI PROVA A SALVARLA FACENDO PAGARE I SOLITI NOTI
"COGLIONI"

CON IMU

Speriamo che venga fatta una legge Elettorale vera non falsa che consenta di scegliere chi mandare al Parlamento

Movimento Italiano Antipolitica
Remo Pulcini

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora