Remo Pulcini Blogger Dissidente IL GIORNALE DELLA POLITICA : 03/2012 - 04/2012

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Cerca nel Motore Semantico

venerdì 30 marzo 2012

Sicilia: su Tgweb Regione i cinesi alla scoperta dell'isola

Sicilia: su Tgweb Regione i cinesi alla scoperta dell'isola

Giappone ordini SDF per intercettare razzo RPDC se necessario

Il ministro della Difesa giapponese Naoki Tanaka ufficialmente ordinato alle Forze di autodifesa (SDF) di intercettare una Repubblica democratica popolare di Corea (DPRK) lancio di un razzo, se necessario, il Venerdì.

 Tanaka ha emesso l'ordine dopo aver detto SDF Martedì a prendere misure preparatorie contro il lancio di un missile Corea del Nord.
Giappone e altri paesi vedere il lancio di un razzo come copertura per una lunga serie di test missile balistico, Xinhua segnalato.
L'ordine, che prepara scudo missilistico della SDF contro la rucola o il suo detriti, è stato dato dopo Tanaka e altri membri del gabinetto hanno confermato la loro politica durante il Consiglio di Sicurezza del Giappone presieduta dal Primo Ministro Yoshihiko Noda.
Nel frattempo, a terra del Giappone Self-Defense Force implementerà il proprio personale di soccorso in elicottero, che sono addestrati a gestire catastrofi, alle aree in cui il razzo può deviare fuori rotta e volare sopra, ha detto i media locali.
La Corea del Nord ha annunciato in precedenza che lancerà una "osservazione della Terra" satellite, o il Kwangmyongsong-3, con un razzo a lungo raggio in occasione del 100 ° compleanno del leader Kim Il-Sung in ritardo. Il satellite è programmato per essere lanciato da una stazione in provincia nord di Phyongan tra aprile 12 e 16.

Delegazione cinese dice summit BRICS un successo

I leader di Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa (BRICS) hanno raggiunto un consenso importante in un appena concluso vertice a Nuova Delhi, il portavoce della delegazione cinese Qin Gang ha detto Giovedi.

 Qin ha detto che il summit è un successo ", come ha di nuovo presentato il partenariato di cooperazione tra i paesi BRICS, consegnato un messaggio positivo al mondo che BRICS è un gruppo unito volto a win-win cooperazione, e l'incontro ha successo cooperazione avanzata tra i paesi membri . "
Ha detto che i leader BRICS hanno raggiunto un consenso in quattro aspetti.
In primo luogo, sulla governance globale. I paesi hanno riaffermato il loro sostegno al gruppo di 20 in rafforzare il coordinamento internazionale delle politiche macroeconomiche e promuovere la ripresa economica mondiale e la crescita.
Hanno inoltre chiesto che le riforme del sistema monetario e finanziario internazionale e per aumentare la voce e la rappresentanza delle economie emergenti e paesi in via di sviluppo. Vedono che l'urgente necessità di accelerare le quote e le riforme della governance del Fondo Monetario Internazionale al fine di costruire un quadro istituzionale migliore per la crescita economica mondiale.
"Questo dimostra gli sforzi BRICS ha fatto aumentare la fiducia nel mondo, la stabilità e la ripresa economica, e dare impulso alla governance economica mondiale", ha detto Qin.
In secondo luogo, sui temi dello sviluppo del mondo. Tutti e cinque i paesi del blocco si sono impegnati a facilitare l'attuazione degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio delle Nazioni Unite nella comunità internazionale, lavorare per una conclusione positiva del Doha Round di negoziati commerciali, aiutare i paesi in via di sviluppo ad alleviare la povertà, la salvaguardia energetica e la sicurezza alimentare, e il supporto l'hosting della Conferenza delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile e la Conferenza delle Nazioni Unite sulla diversità biologica da parte dei paesi BRICS quest'anno.
I leader dei cinque paesi hanno discusso anche della possibile istituzione di una banca di sviluppo nuovo per finanziare progetti infrastrutturali e programmi di sviluppo sostenibile nei paesi BRICS e in altri paesi in via di sviluppo. Hanno chiesto i ministri delle finanze dei paesi membri per studiare la possibilità e ha istituito un gruppo di lavoro congiunto per condurre ulteriori ricerche.
"E 'un tentativo importante per i paesi BRICS a cercare la prosperità per i paesi in via di sviluppo e dare un contributo allo sviluppo mondiale", ha detto Qin.
In terzo luogo, la riunione ha realizzato nuovi progressi nel rafforzamento della cooperazione pratica tra i paesi BRICS in vari campi. Ha approvato un piano d'azione che copre una vasta gamma di settori, tra cui finanza, il commercio e l'economia, l'agricoltura, la tecnologia e la salute pubblica. Questi sforzi di cooperazione sono gli interessi comuni dei popoli BRICS e rafforzerà la base di sostegno e diventare potente per la cooperazione economica e sociale tra i paesi BRICS.
In quarto luogo, sulle questioni hotspot. I cinque Paesi hanno concordato che le nazioni in tutto il mondo deve affrontare diverse sfide, in conformità al diritto internazionale e nello spirito del multilateralismo.
Credevano questioni internazionali di hotspot dovrebbero essere risolte in linea con le pertinenti risoluzioni delle Nazioni Unite e attraverso mezzi pacifici, mentre le Nazioni Unite debbano svolgere un ruolo centrale nella lotta al terrorismo.
La parte cinese è convinta che un più alto livello di cooperazione dei paesi BRICS avrebbe giocato un ruolo costruttivo nel promuovere la crescita economica mondiale, migliorare la governance globale e il rafforzamento del multilateralismo e della democrazia nelle relazioni internazionali, ha detto Qin.
Nel suo discorso al vertice, il presidente cinese Hu Jintao ha detto che il BRICS nazioni, come le principali economie emergenti e parte del mondo in via di sviluppo, costituiscono una forza positiva per preservare la pace nel mondo e promuovere lo sviluppo comune.
Hu ha inoltre proposto una serie di suggerimenti su come le cinque nazioni potrebbe meglio cooperare in futuro.
In aggiunta ai loro impegni per migliorare ulteriormente la cooperazione finanziaria e studiare la fattibilità della costituzione di una banca di sviluppo del blocco, i paesi BRICS hanno raggiunto un accordo di cooperazione finanziaria e ha tenuto una serie di incontri e seminari sulla finanza e degli affari.
Essi hanno inoltre concordato di tenere le riunioni dei ministri delle finanze ei governatori delle banche centrali.

Fli: Briguglio, Polo Nazione progetto oltre le amministrative

Fli: Briguglio, Polo Nazione progetto oltre le amministrative

Udc: Casini, oggi c'e' una coalizione di pacificazione nazionale

Udc: Casini, oggi c'e' una coalizione di pacificazione nazionale

Sicilia: Lombardo chiede a Cascio seduta Ars per comunicazioni

(ASCA) - Palermo, 30 mar - Con una lettera inviata al Presidente dell'Assemblea regionale siciliana, Francesco Cascio, il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, ha chiesto la convocazione di una seduta dell'aula parlamentare per comunicazioni relative alla vicenda giudiziaria che lo riguarda.

Nella lettera inviata a Cascio, il presidente Lombardo scrive che ''la vicenda di carattere giudiziario, alla cronaca degli ultimi giorni, consegna all'opinione pubblica l'esigenza che il Presidente della Regione riferisca al Parlamento siciliano.

Ritengo, infatti, doveroso rendere in Aula le mie comunicazioni ed, in tal senso, la invito a concordare una data per il relativo intervento''.

TMNews - Giustizia/ Passa linea Pd-Pdl, ministro vedrà partiti uno a uno

TMNews - Giustizia/ Passa linea Pd-Pdl, ministro vedrà partiti uno a uno

Sicilia: è la regione meno «riciclona» d'Italia e con il servizio più caro - Corriere del Mezzogiorno

Sicilia: è la regione meno «riciclona» d'Italia e con il servizio più caro - Corriere del Mezzogiorno

TMNews - Mafia, Lombardo: se rinviato a giudizio mi dimetterò -VideoDoc

TMNews - Mafia, Lombardo: se rinviato a giudizio mi dimetterò -VideoDoc

TMNews - Per metà degli italiani reddito sotto i 15mila euro

TMNews - Per metà degli italiani reddito sotto i 15mila euro

TMNews - Gas ed elettricità, è stangata sulle bollette

TMNews - Gas ed elettricità, è stangata sulle bollette

La Triplice Alleanza PD,UDC,PDL ispirata dalla Commissione Trilatera di Monti

Parliamoci chiaramente e' in atto una strategia studiata a tavolino che vede seduti al tavolo del banchetto la triplice alleanza UDC, PD E PDL atta a salvare proteggere e rendere intoccabile questa Oligarchia.

Che non solo salvera' la pelle politica ormai superata, ma che non paghera' un centesimo della loro incapacita' politica di gestire la crisi da loro stessa creata, regalandoci una legge elettorale truffa dove i cittadini alla fine non sceglieranno un bel nulla.

Palermo sacrificata al patibolo del Sindaco Pdl, per salvare l'Oligarchia romana. Remo Pulcini

Palermo sacrificata al patibolo del Sindaco Pdl, per salvare l'Oligarchia romana.

Parliamoci chiaramente e' in atto una strategia studiata a tavolino che vede seduti al tavolo del banchetto la triplice alleanza UDC, PD E PDL atta a salvare proteggere e rendere intoccabile questa Oligarchia.

Che non solo salvera' la pelle politica ormai superata, ma che non paghera' un centesimo della loro incapacita' politica di gestire la crisi da loro stessa creata, regalandoci una legge elettorale truffa dove i cittadini alla fine non sceglieranno un bel nulla.

In tutto questo gioco si inserisce Palermo che rappresenta la testa sacrificale voluta dal PDL al PD Nazionale (non regionale).

I Palermitani si subiranno per motivi Nazionali un nuovo governo Pdl disastroso come quello di Cammarata e a quel punto non si azzardino piu' a lamentarsi e piangano i propri mali.

Ognuno e' artefice del proprio destino

Remo Pulcini
Politico
Marketing Politico
Presidente Associazione Compagnia del Mezzogiorno

Imputazione coatta per Raffaele Lombardo, il Governatore non deve lasciare. Di Remo Pulcini



Questa storia sulle imputazioni a Raffaele Lombardo sono diciamo quanto meno sui generis.

Il gip di Catania, Luigi Barone, ha disposto ieri l'imputazione coatta per il governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo

Da oltre due anni ce in corso un indagine su Raffaele Lombardo a cui si affianca un azione atta a demolire, distruggere il nemico politico da parte di quella Oligarchia di partiti romani che hanno distrutto la nostra terra e che vogliono tornare ad impossessarsene.

Questi partiti, la "triplice alleanza", quella che si sta "fottendo" il paese e che ci darà una leggina elettorale truffa vuole avere il campo libero sulla Sicilia, vogliono mettere liberamente le mani sulla nostra terra.

Lombardo non e' uno stinco di santo ma basta guardare verso la Lombardia per capire che forse e' un dilettante rispetto ai politici del nord.

Qui si parla di voto di scambio tutto da dimostrare mente c'c' gente che da Roma in su si e' pappato milioni di euro dei contribuenti.

Il Movimento per le Autonomie di Raffaele Lombardo di fatto e' l'unico soggetto politico con una dimensione tale da creare una barriera contro questa Oligarchia ed io Remo Pulcini intendo difendere, dopo di questo movimento ce il vuoto e si aprirebbe una prateria per i barbari conquistatori.

Lombardo rimanga al suo posto fino a quando non sara' dimostrato il contrario.

L'invasione dei Barbari e' in atto.

Remo Pulcini
Politico
Marketing Politico
Presidente Associazione Compagnia del Mezzogiorno

SiciliaInformazioni | E fu così che a Raffaele Lombardo diedero la "malapasqua" L?inchiesta a geometria variabile ed i suoi protagonisti

SiciliaInformazioni | E fu così che a Raffaele Lombardo diedero la "malapasqua" L?inchiesta a geometria variabile ed i suoi protagonisti

Udc Sicilia: Venerdì congresso regionale a Palermo con Casini

(ANSA) - Palermo, 28 MAR - Venerdi', con inizio alle 9, si svolgera' il congresso regionale dell'Udc nell'Astoria palace a Palermo. Uscire dalla grave crisi economica e sociale che rischia di affossare la Sicilia e i suoi principali Comuni con una proposta politica nuova che rimetta al centro i cittadini e i loro bisogni: sara' questo il filo conduttore dei lavori del congresso.
L'assise del partito sara' divisa in due parti: la mattina verra' dedicata al dibattito congressuale mentre nel corso del pomeriggio interverranno il presidente dei senatori e coordinatore regionale siciliano, Gianpiero D'Alia, e il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini.
(ANSA).

Poll: Santorum, Romney neck-and-neck in Pennsylvania - News - The Times-Tribune

Poll: Santorum, Romney neck-and-neck in Pennsylvania - News - The Times-Tribune

Intenzioni di voto il PD dilaga anche se molti non votano

Fonte You Trend

FIDUCIA NEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO MARIO MONTI.

Committente/ Acquirente: Istituto Piepoli Spa/Sky TG24, del 28 marzo 2012.

La Casta non si tocca perche' Monti e' al suo servizio. Remo Pulcini

La Casta non si tocca perche' Monti e' al suo servizio. Diciamola tutta questo Governo Monti, questa Europa, questa Casta Politica e delle Corporazioni non sono in grado di portare l'Italia fuori dal Default come invece viaggiano benissimo nazioni come la Cina.

Sciopero generale in Spagna

Corrado Passera: "Metà Paese vive disagio sociale"

Perche' Casini e Formigoni non posso essere leader del partito dei moderati e dei cattolici.

Casini è divorziato e non può ricevere il sacramento, Formigoni governa una Regione dove ci sono ben 12 indagati di cui alcuni fanno di riferimento al sul partito.

Sicilia: in corso perquisizioni Nas Palermo su truffa a Ssn

Sicilia: in corso perquisizioni Nas Palermo su truffa a Ssn

Il 31 Marzo torna L'Ora della Terra, il più grande evento globale del WWF

Facebook, da maggio in Borsa

Facebook, da maggio in Borsa

Casini divorziato devoto resta senza Comunione (Fonte la Repubblica)

giovedì 29 marzo 2012

Programma delle infrastrutture strategiche Cipe

Approvato il progetto definitivo di ammodernamento del secondo lotto del tratto Palermo -
Lercara Friddi dell’itinerario Palermo-Agrigento;

Autorizzato, nell’ambito del piano per le opere piccole e medie nel Mezzogiorno, l’utilizzo di
47,3 milioni di euro rinvenienti dalle economie di gara maturate sugli interventi di competenza
dei Provveditorati interregionali delle opere pubbliche di Campania-Molise, Abruzzo-Lazio-
Sardegna e Puglia-Basilicata.

Il Governo Forte con i Deboli e Debole con i Forti. Remo Pulcini

Una sola parola per un Governo Monti al servizio dei poteri oligarchici :

Un paese che fa bruciare onesti lavoratori non e' un paese con dignita':


Un paese che non garantisce protezione ai sui cittadini non merita rispetto:


Palermo in ginocchio mentre la Politica inciucia

Italia: Gurria dell'OCSE accoglie le riforme del mercato del lavoro

Segretario generale dell'OCSE Angel Gurria si congratula con il governo italiano per l'avvio di discussioni parlamentari su un ampio pacchetto di riforme del mercato del lavoro.

Il signor Gurria ha detto che il lavoro, riforma del mercato del disegno di legge, presentata lo scorso Venerdì 23 marzo 2012, affronterà problemi tradizionali nel mercato del lavoro italiano, compresi i tassi di partecipazione persistentemente bassi per le donne e la disoccupazione cronica, soprattutto per i giovani che sono stati particolarmente duro colpiti dalla crisi.

"Il nuovo pacchetto di riforme è un passo decisivo per affrontare i problemi principali del mercato del lavoro italiano in modo coerente", ha detto Gurria. "Le riforme del lavoro andrà ad integrare altre iniziative, tra cui la revisione già approvato del sistema pensionistico, e le riforme pro-concorrenziali, e dovrebbe autorizzare l'Italia a promuovere la creazione di posti di lavoro, ridurre la disoccupazione e rafforzare la crescita a lungo termine".

L'OCSE ha da tempo raccomandato che l'Italia chiarire e semplificare le procedure di licenziamento severe per i lavoratori a tempo indeterminato, rafforzare il ruolo di rete di sicurezza del sistema di assicurazione contro la disoccupazione, attuazione di politiche di attivazione efficaci, ostacolare il ricorso ai contratti di lavoro a tempo determinato o temporaneo e migliorare il passaggio dalla scuola al lavoro per i giovani.

L'OCSE è pronta a continuare a sostenere le autorità italiane nella loro ambizioso programma di riforme economiche.

Passera,recessione durera' tutto l'anno

(ANSA) - ROMA, 29 MAR - ''Siamo nel pieno di una seconda recessione e questo trend, se dobbiamo prendere per buone le previsioni, durera' tutto l'anno''. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, in audizione alla commissione Bilancio della Camera, aggiungendo che ''siamo in una situazione di non crescita da molto tempo''

mercoledì 28 marzo 2012

La battaglia sui metalli delle terre rare. Remo Pulcini

Una controversia tra Cina e Stati Uniti, l'UE e il Giappone sulle esportazioni di terre rare ha cotto per qualche tempo, e il feudo è aumentato con il recente coinvolgimento del WTO.

Gli Stati Uniti, Unione europea e Giappone hanno presentato una denuncia congiunta davanti al WTO, accusando la Cina di soffocare le esportazioni di tre materie prime, compresi metalli delle terre rare.


Il caso WTO potrebbe richiedere anni per risolvere e non può effettivamente aiutare ad aumentare le forniture dei metalli, che vengono utilizzati per la fabbricazione di una serie di beni ad alta tecnologia, tra cui lettori di musica portatili, batterie per auto elettriche, turbine eoliche e missili.
La Cina ha circa il 36 per cento dei depositi noti al mondo delle terre rare, ma il suo export rappresenta il 90 per cento della domanda mondiale per i metalli.
Drawn-out caso
Il primo passo nel caso WTO sarà un periodo di 60 giorni per le due parti per cercare di risolvere la controversia, ha detto Tu Xinquan, direttore associato dell'Istituto di Studi della Cina al WTO con sede a Pechino University of International Business and Economics.


Tuttavia, Tu ha detto che è molto probabile che entrambe le parti non sarà in grado di raggiungere un accordo durante il periodo, dicendo che il prossimo passo sarà per gli Stati Uniti, l'UE e il Giappone per chiedere al WTO di stabilire un quadro di risoluzione delle controversie di decidere il caso.


Una volta che appelli vengono presentate e sentito, il processo potrebbe richiedere fino a due anni e mezzo per essere completata, ha detto.
Gli Stati Uniti, l'UE e il Messico ha vinto una causa analoga contro la Cina nel mese di gennaio relativo nove altre materie prime.
Tuttavia, le questioni contingenti di esportazione della Cina per i metalli delle terre rare, mentre tappatura produzione interna e il consumo, consentendo al paese di utilizzare la clausola di eccezione generale per giustificare le sue quote di esportazione per motivi di tutela ambientale, Tu ha detto.


L'OMC, all'articolo XX dell'Accordo generale sulle tariffe doganali e sul commercio, permette ai suoi membri ad attuare misure di restrizione alle esportazioni che sono "necessarie per proteggere la vita umana, animale o vegetale o la salute" o "relative alla conservazione delle risorse naturali esauribili".


Se la Cina può passare un test di necessità, dimostrando che l'attuale sistema delle quote di esportazione è stato implementato in collaborazione con le restrizioni di produzione nazionali, si può ricorrere all'articolo XX, ha detto Zuo Haicong, preside della Facoltà di Giurisprudenza presso l'Università Nankai.


Esportazioni di terre rare rappresentano solo il 60 per cento delle quote di Cina 2011, suggerendo che le politiche del Paese non hanno limitato la domanda globale, ha detto Tu.
Anche se l'incertezza resta, la Cina ha ancora una possibilità di vincere la causa, ha detto.
Posizione dominante sul mercato abdicato
I paesi occidentali hanno a lungo ritenuto che la Cina ha usato la sua posizione dominante sul mercato dei metalli delle terre rare come merce di scambio geopolitico. Tuttavia, posizione dominante sul mercato è stato abdicato alla Cina da parte delle nazioni occidentali, in una certa misura.


Gli Stati Uniti, una volta che il più grande fornitore di metalli delle terre rare, ha permesso la sua industria mineraria a decadere molti anni fa a causa delle preoccupazioni ambientali e ai cambiamenti del mercato. Si arresta il passo rara Mountain mia terra, il più grande deposito di fuori della Cina noto, nel 2002 e rivolto alle importazioni per mantenere le sue forniture di terre rare.


Altri paesi, come il Canada e l'Australia, hanno anche smesso di data mining per i metalli.
Nel frattempo, lassista delle norme ambientali hanno permesso minatori cinesi e le raffinerie di trasformare i metalli a prezzi estremamente bassi e sostituire gli Stati Uniti come il più grande fornitore.


Ciò, tuttavia, ha creato gravi minacce per l'ambiente e la salute pubblica in Cina, con acqua potabile e colture avvelenati da acido e scorte di scorie radioattive residenti nelle vicinanze ammalare.


La Cina ha annunciato massimali di produzione, le più severe norme ambientali e un sistema di quote di esportazione per i metalli delle terre rare in questi ultimi anni per proteggere l'ambiente e preservare la risorsa esauribile.


Cina i funzionari del commercio hanno ripetutamente affermato che la Cina "non ha alcuna intenzione di falsare la concorrenza in minerali di terre rare per proteggere la propria industria nazionale" e che i regolamenti del paese mirano a controllare il danno ambientale e garantire uno sviluppo sostenibile.


Sebbene aumento dei prezzi delle terre rare hanno portato alcune nazioni a riaprire le miniere di inattività, sarà politicamente difficile per loro di operare in pieno svolgimento, dicono gli analisti.


Il Ministero degli Affari Esteri detto che la Cina continuerà a fornire metalli delle terre rare per il mercato globale secondo le regole dell'OMC, ma spera che altri paesi con depositi di terre rare attivamente sviluppare le proprie risorse.

Riforma elettorale. Bersani: “I parlamentari e gli indirizzi del governo devono essere scelti dagli elettori”

Situazione italiana. “O politici e tecnici convincono insieme il paese o sotto la pelle del paese ce ne e' abbastanza per prendere a cazzotti politici e tecnici”. È con una metafora che Bersani ha ribadito a Lisbona quanto già detto due giorni fa in Direzione e venerdì scorso durante l'Assemblea nazionale degli amministratori locali del PD. Non c'è nessuna differenza tra il compito dei tecnici e quello dei politici in questo momento d'emergenza: ognuno deve fare la sua parte ed entrambi devono andare nella stessa direzione per evitare che dalle divergenze possa nascere un nuovo populismo che abbagli il Paese senza risolvere i suoi problemi.

“Quando sento la parola partiti – ha continuato Bersani - non mi trovo. Io ho un nome e un cognome e mi chiamo PD e sto cercando, correndo rischi seri, di collegare il sostegno al governo con la sensibilità verso un paese ammaccato e profondamente segnato dalla crisi e dagli effetti delle politiche di risanamento”. La gente “viene da noi, io sono fermato per strada e mi si chiede conto dell'azione di governo”. Il PD sostiene con forza e senso di responsabilità il governo Monti e collabora lealmente per il bene dell'Italia.

Riforma elettorale. “Girano stravaganze sull'esito del vertice di ieri. E' infondato dire che i partiti con la riforma avranno mani libere, abbiamo fissato vincoli perché gli elettori scelgano i parlamentari e gli indirizzi del governo”. Così Pier Luigi Bersani ha negato gli esiti della nuova riforma.
“Nessuno mette in discussione il bipolarismo, il problema è come farlo: con le ammucchiate per un voto in più del porcellum una volta si è interrotta la legislatura e ora siamo in una situazione singolare che non può essere messa a regime”.

La linea del PD sull'Articolo 18. “Cerchiamo di essere ragionevoli, ora sull'articolo 18 abbiamo norme che ci differenziano da paesi europei come la Germania e la Danimarca che vengono ritenuti i migliori nel mercato del lavoro. Andiamo verso questi paesi e non facciamo come gli Stati Uniti. Su questa posizione ragionevole intendiamo discutere in Parlamento”.

Andrea Draghetti fonte PD

Riforme: Buttiglione, avvoltoi e sciacalli sono stati battuti

Roma, 28 mar. (Adnkronos) - "L'accordo sulla riforma elettorale e su quelle istituzionali mi sembra molto ragionevole. La coalizione c'e'. Il senso di responsabilita' prevale. Per una volta gli avvoltoi e gli sciacalli sono stati battuti". Lo dice il presidente dell'Udc Rocco Buttiglione in un'intervista a 'Il Tempo'.

L'Italia che gronda sangue.No a questa Europa, No al Governo Monti. Elenco Suicidi per la Crisi.

Articolo Fonte Ufficiale Affari Italiani it 





L'ultimo lavoro è stato quello di calzolaio, finito due anni fa. E dopo una serie di altre occupazioni precarie. Ma quando anche l'indennità di mobilità non è stata più erogata, Giuseppe Pignataro, un 48enne di Trani, non ce l'ha più fatta: 'schiacciato' dalla depressione ha deciso di gettarsi dal balcone di casa mentre la moglie e i due figli dormivano.

-23 MARZO 2012: Un imprenditore di 44 anni si impicca con una corda legata a un carrello elevatore nel capannone dell'azienda di cui era socio. Succede a Cepagatti, nel pescarese. Il suo corpo viene trovato dai dipendenti. Il gesto dell'uomo sarebbe legato a motivi economici: sembra che la ditta avesse problemi finanziari.
- 21 MARZO 2012: A Crispiano, in provincia di Taranto, un uomo di 60 anni, disoccupato da due anni e invalido civile, a causa dello sconforto per le precarie condizioni economiche, si rinchiude nello sgabuzzino della propria abitazione e tenta il suicidio impiccandosi. La moglie, non vedendolo più in casa e notando la porta del ripostiglio chiusa a chiave, si preoccupa e telefona ai carabinieri e tra grida e lacrime chiede il loro aiuto. Grazie all'intervento dei carabinieri e del personale del 118 l'uomo viene salvato.
- 20 MARZO 2012: Un uomo di 53 anni, residente in provincia di Belluno, a Sospirolo, viene trovato senza vita, impiccato, in una baracca dietro alla sua abitazione. Il 53enne, imprenditore edile, sarebbe un ennesima vittima della crisi: da qualche tempo infatti era in difficoltà economiche non riuscendo a incassare alcuni crediti. Il gesto estremo è maturato dopo che l'uomo è stato multato e si è visto sequestrare l'auto per guida senza patente.
- 15 MARZO 2012: Una donna di 37 anni tenta il suicidio per aver perso il lavoro in provincia di Lucca. La vittima ingerisce del liquido per sgorgare gli scarichi, un prodotto fortemente tossico, e finisce in ospedale. - 9 MARZO 2012: Un commerciante di 60 anni, in provincia di Taranto, durante la notte si toglie la vita impiccandosi in contrada 'Ciaurrò, nella Marina della cittadina jonica. La causa del gesto è da attribuirsi a problemi di natura economica.
- 9 MARZO 2012: Un falegname di 60 anni si toglie la vita a Noventa di Piave (Venezia) per motivazioni riconducibili a problemi di carattere sia economico che personale. L'uomo lascia una lettera prima di compiere il folle gesto con una corda recuperata in azienda.
- 27 FEBBRAIO 2012: A Verona un piccolo imprenditore edile, dicendo di vantare crediti con vari clienti per circa 34mila euro, si presenta in banca chiedendo un prestito di 4mila euro. L'uomo, un 50enne titolare di un'impresa edile, vistosi negare il prestito dalla sua banca, verso cui era già debitore, esce dalla filiale e si cosparge di alcol tentando il suicidio. I carabinieri della Compagnia di Verona, intervenuti sul posto lo salvano.
- 26 FEBBRAIO 2012: Un imprenditore si toglie la vita impiccandosi nel capannone della sua ditta, in provincia di Firenze. Il cadavere viene trovato dai famigliari. All'origine del gesto le preoccupazioni dell'uomo, 64 anni, per la crisi economica che aveva investito la sua azienda: questo il senso del messaggio lasciato dall'imprenditore in un biglietto ritrovato accanto al corpo. L'uomo si impicca con una corda a una trave del capannone.
- 21 FEBBRAIO 2012: Un piccolo imprenditore trentino, oppresso dai debiti, cerca di suicida rsi gettandosi sotto un treno merci, nei pressi della stazione ferroviaria di Trento. Viene salvato dal tempestivo intervento di agenti.
- 15 FEBBRAIO 2012: A Paternò, in provincia di Catania, un imprenditore 57enne si uccide impiccandosi in preda alla disperazione a causa dei debiti della sua azienda. Il cadavere viene rinvenuto in un capannone in un deposito di proprietà della ditta della quale era titolare.
- 12 DICEMBRE 2011: Un imprenditore si suicida per problemi economici a Vigonza, nel padovano. Prima di uccidersi con un colpo di pistola nel suo ufficio lascia un biglietto sulla scrivania con scritto: «Perdonatemi non ce la faccio più». Soffriva perchè costretto ad accettare la cassa integrazione per i suoi dipendenti a causa di mancanza di liquidità.
- 10 FEBBRAIO 2011: Un commerciante si toglie la vita impiccandosi nel suo negozio situato al centralissimo corso Umberto a Napoli. È il figlio a fare la tragica scoperta. Prima di suicida rsi l'uomo lascia un biglietto ai suoi famigliari: «Perdonatemi, non ce la faccio più».
- 13 SETTEMBRE 2010: Troppi debiti. Questa la motivazione che spinge un imprenditore 57enne a bruciare nella notte, a Firenze, il ristorante che gestiva da tre anni, e poi a togliersi la vita impiccandosi nel gazebo esterno al locale. L'uomo, secondo quanto emerso, aveva uno scoperto di 18mila euro in banca. Prima di compiere il tragico gesto, invia degli sms ai suoi collaboratori, scrivendo: «Mi avete ammazzato con le vostre pretese, non riceverete più una lira, addio, arrangiatevi». L'imprenditore doveva ai suoi dipendenti degli stipendi arretrati.
- 2 MARZO 2010 - Un imprenditore si suicida a Camposampiero, nel padovano, per le difficoltà della sua azienda.


martedì 27 marzo 2012

Sicilia con l'Elezione Sindaco a Palermo si delinea il vero volto della Sicilia e dei Siciliani attuali . Remo Pulcini

Sicilia con l'Elezione Sindaco a Palermo si delinea il vero volto  della Sicilia e dei Siciliani attuali .



Remo Pulcini
Presidente Associazione Compagnia del Mezzogiorno

Alfano, Bersani e Casini parlano di 500 deputati e 250 senatori l'accordo prevede poi uno "sbarramento" che potrebbe collocarsi tra il 4% e il 5%. Remo Pulcini

Alfano, Bersani e Casini parlano di:

500 deputati e 250 senatori

L'accordo prevede poi uno "sbarramento" che potrebbe collocarsi tra il 4% e il 5%.

Legge elettorale, stop all'obbligo di coalizione e ritorno alla preferenza

Purged in China for political reasons (war of succession to power passes from Chongqing). Remo Pulcini


What's going on in Beijing?

It highlights the difficulties of the process of succession to the summit, the Chinese Communist Party has removed from office today 's ambitious Bo Xilai, Party Secretary in the southern metropolis of Chongqing.

Everything stems from a power struggle that sees Hu Jintao and Wen Jiabao, is easy: President and Prime Minister of the Republic of China Zhou Yongkang is against the powerful head of the security apparatus of the country allied with hard Bo Xilai.

From this struggle for power and strength here is in the middle Chongqing dell'eurazione because 'city' Bo Xilai.

Zhang Dejiang replaces Chongqing Party chief Bo Xilai like.

Zhang Dejiang was appointed Party chief of Chongqing, to replace Bo Xilai, according to a decision of the Chinese Communist Party (CPC) Central Committee announced Thursday.
Bo will no longer serve as secretary, or member of the Standing Committee of CPC Chongqing Municipal Committee member.

Chinese Premier Wen Jiabao said here Wednesday the Chongqing authorities must reflect on and learn from the incident Lijun Wang

Wang entered the U.S. consulate in southwestern China and stayed there for a day, according to the Office of the Spokesman of the Foreign Ministry on February 9.

Ting He was appointed deputy mayor of southwest China's Chongqing Municipality and head of the Municipal Public Security at the 30th session of the Standing Committee of Chongqing Municipal People's Congress, the third Friday.

Wang has been under investigation after being entered without the permission of the United States Consulate General in Chengdu City on February 6 and left after one day, according to the Office of the Chinese Foreign Ministry.

Soon new detections Remo Pulcini

Epurati in Cina per motivi politici (Guerra di successione al potere passa da Chongqing ) . Remo Pulcini


Cosa sta succedendo a Pechino?

Si mette in luce le difficoltà del processo di successione al vertice, il Partito Comunista Cinese ha rimosso oggi dalla sua carica l’ ambizioso Bo Xilai, segretario del Partito nella metropoli meridionale di Chongqing.

Tutto nasce da una guerra di potere che vede Hu Jintao e Wen Jiabao, è facile: presidente e primo ministro della Repubblica Popolare Cinese contro Zhou Yongkang è il potente capo degli apparati di sicurezza del paese alleato con il duro Bo Xilai.

Da questa lotta di potere e di forza ecco Chongging al centro dell'eurazione perche' citta' di Bo Xilai.

Zhang Dejiang sostituisce Chongqing Bo Xilai come capo del Partito.

Zhang Dejiang è stato nominato capo del Partito di Chongqing, in sostituzione di Bo Xilai, secondo una decisione del Partito Comunista Cinese (CPC) del Comitato Centrale ha annunciato Giovedi.
Bo non sarà più servire come segretario, membro del comitato permanente o di membro del comitato CPC Chongqing comunale.

Il premier cinese Wen Jiabao ha detto qui Mercoledì le autorità Chongqing deve riflettere e trarre insegnamento dalla incidente Lijun Wang

Wang è entrato il consolato degli Stati Uniti in Cina sud-occidentale e vi rimase per un giorno, secondo l'ufficio dei portavoce del ministero degli Esteri il 9 febbraio.

Egli Ting è stato nominato vice sindaco del sud-ovest della Cina Chongqing Comune e capo dell'Ufficio comunale Pubblica Sicurezza presso il 30a sessione del Comitato permanente della Chongqing terzo Congresso popolare municipale di Venerdì.

Wang è stato sotto inchiesta dopo essere entrato senza l'autorizzazione del Consolato Generale degli Stati Uniti nella città di Chengdu il 6 febbraio e ha lasciato dopo un giorno, secondo l'ufficio cinese del ministero degli Esteri .

Presto nuove rilevazioni Remo Pulcini

TMNews - Riforme, Terzo Polo: legge elettorale con sbarramento -VideoDoc

TMNews - Riforme, Terzo Polo: legge elettorale con sbarramento -VideoDoc

TMNews - Legge elettorale: c'è l'intesa Pdl-Pd-Udc, soddisfazione del Colle

TMNews - Legge elettorale: c'è l'intesa Pdl-Pd-Udc, soddisfazione del Colle

Cappellacci su vertenza dell'Alcoa

(regioni.it) Mentre i lavoratori dell'Alcoa manifestano a Roma, davanti al Ministero dello Sviluppo Economico per il vertice sul futuro dello stabilimento di Portovesme che rischia la chiusura, il ministro Passera sottolinea il massimo impegno del Governo ''per facilitare le trattative, ma sappiamo bene che non e' garantito il risultato''.
Il presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, ha ribadito che bisogna scongiurare i licenziamenti.Cappellacci ha pertanto illustrato la posizione condivisa con i sindacati, i parlamentari e le istituzioni locali.
''Abbiamo individuato alcuni punti per noi essenziali – ha spiegato il presidente della Regione Sardegna - Il primo attiene alla scadenza che porterebbe al licenziamento dei dipendenti che avrebbe conseguenze devastanti sul territorio''.
''Occorre eliminare tale scadenza - ha chiarito Cappellacci - per consentire una discussione serena finalizzata a un esito positivo. Abbiamo valutato con positivita' l'esistenza di una serie di manifestazioni di interesse per lo stabilimento di Portovesme, ma queste - ha sottolineato il presidente della Regione - devono essere assecondate da interventi sulle condizioni di contesto e in particolare su quelle attinenti alla questione energetica''.
''Con riferimento al costo dell'energia - ha detto Cappellacci - si deve ragionare su soluzioni strutturali che consentano di andare a soluzioni definitive per quel sito. Se e' vero, come e' vero, che e' un sito strategico, occorre intervenire e assicurare il massimo livello di attenzione. Le possibilita' di intervento sono due: la prima e' costituita dall'accordo bilaterale per la fornitura di energia, la seconda e' dalla proroga del regime dell'interrompibilita', che consentirebbe di realizzare un arco temporale fondamentale per dare luogo agli interventi che il caso richiede. L'auspicio e' che si possa creare questo arco temporale ed esaminare gli strumenti''.

Emilio Fede e la valigetta con 2,5 milioni di euro. "E' tutto falso" - AgoraVox Italia

Emilio Fede e la valigetta con 2,5 milioni di euro. "E' tutto falso" - AgoraVox Italia

La Cina non ha auto-interessi in questione siriana, rispettando la domanda democrazia popolo arabo popolare

La Cina non ha auto-interessi in questione siriana e sarà imparziale verso tutte le parti interessate, compreso il governo siriano a fare il suo giudizio correttamente in base ai diritti e torti.

Epurati in Cina per motivi politici. Remo Pulcini

Zhang Dejiang sostituisce Chongqing Bo Xilai come capo del Partito.

Zhang Dejiang è stato nominato capo del Partito di Chongqing, in sostituzione di Bo Xilai, secondo una decisione del Partito Comunista Cinese (CPC) del Comitato Centrale ha annunciato Giovedi.
Bo non sarà più servire come segretario, membro del comitato permanente o di membro del comitato CPC Chongqing comunale.

Il premier cinese Wen Jiabao ha detto qui Mercoledì le autorità Chongqing deve riflettere e trarre insegnamento dalla incidente Lijun Wang

Wang è entrato il consolato degli Stati Uniti in Cina sud-occidentale e vi rimase per un giorno, secondo l'ufficio dei portavoce del ministero degli Esteri il 9 febbraio.

Egli Ting è stato nominato vice sindaco del sud-ovest della Cina Chongqing Comune e capo dell'Ufficio comunale Pubblica Sicurezza presso il 30a sessione del Comitato permanente della Chongqing terzo Congresso popolare municipale di Venerdì.

Wang è stato sotto inchiesta dopo essere entrato senza l'autorizzazione del Consolato Generale degli Stati Uniti nella città di Chengdu il 6 febbraio e ha lasciato dopo un giorno, secondo l'ufficio cinese del ministero degli Esteri .

Le imprese statunitensi si aspettano una crescita più lenta in Cina

Aziende americane in Cina si aspettano una crescita più lenta reveue nel paese quest'anno, tra le crescenti preoccupazioni per un rallentamento macroeconomico e dei costi operativi impennata, secondo un sondaggio condotto dalla Camera di Commercio Americana in Cina.
Un totale di 390 aziende nei settori, compresi i servizi, manifatturiero e high-tech hanno partecipato al sondaggio d'affari annuo della Camera clima.
Più di tre quarti delle imprese intervistate continuano a prevedere la crescita dei ricavi di quest'anno, ma ad un ritmo più lento rispetto al 2011. 43 per cento delle aziende prevede un aumento delle vendite di oltre il 11 per cento, in calo di 15 punti percentuali rispetto all'anno precedente.
Questo è il risultato di ridimensionamento delle aziende recupereranno il loro investimento e piani di crescita in Cina, il sondaggio rivela. Solo il 20 per cento delle aziende intervistate si aspettano la Cina sia la loro destinazione per gli investimenti top di quest'anno, rispetto al 31 per cento nel 2011.
L'ambiente economico incerto, sia in Cina che a livello mondiale, sono stati i primi due fattori che hanno indebolito la fiducia imprese ", mentre il 46 per cento cita un rallentamento economico in Cina come loro preoccupazione principale, fino a 15 punti percentuali rispetto al 2011.
E contro uno sfondo incerto globale dominato dalla crisi dell'euro e un downgrade del rating degli Stati Uniti, il 40 per cento considerato la Cina come meno immune da instabilità economica globale.
Tuttavia, le imprese degli Stati Uniti restano impegnati alla Cina, con il 78 per cento elencando la nazione tra le prime tre priorità nel loro portafoglio di investimenti.
Inoltre, la tendenza "in Cina per la Cina" continua ad essere forte tra le imprese statunitensi. Quasi i due terzi delle aziende hanno dichiarato di produrre beni o servizi per il mercato cinese.
"L'indagine di quest'anno indica che dopo diversi anni di distacco prestazioni eccezionalmente forte in Cina, le nostre aziende associate sono preoccupati per la prospettiva di una relativamente più lenta crescita economica. Margini di profitto in Cina sono sotto pressione, anche se rimanere in salute", ha detto AmCham Cina Chairman Ted Dean.
Fra le tante sfide, il 39 per cento citato crescenti costi come un problema critico. La diminuzione popolazione in età lavorativa, l'inflazione dei salari e nuove misure di previdenza sociale hanno notevolmente incrementato i costi operativi in ​​Cina.
Come risultato, 82 per cento degli intervistati ha costi crescenti hanno impedito loro attività e l'89 per cento ritiene che ciò sia ottundimento vantaggio competitivo della Cina.
I risultati eco un recente studio condotto dalla Camera di Commercio Americana a Shanghai, in cui i costi crescenti sfollati di risorse umane come il più grande sfida per le imprese.
Il reclutamento e il mantenimento di personale qualificato è sempre stato un mal di testa per le imprese straniere. Quest'anno, il 43 per cento delle imprese intervistate classificato vincoli a livello di gestione delle risorse umane, le loro difficoltà delle migliori business.
Per le imprese straniere, investire in Cina non è più un'opzione ma una necessità, secondo Sarah Butler, managing director di consulenza per Booz and Company in Cina.
"Anche se rallentata, la crescita prevista economica della Cina è ancora senza precedenti rispetto a quello del resto del mondo. Si tratta di un elemento critico nella maggior parte delle imprese 'strategia globale di oggi," ha detto.
E mentre la Cina sale la catena di valore globale, le aziende non sono più trattare la Cina come un "mercato di attingere a" o una "base produttiva", ha aggiunto.
A fronte di costi crescenti e la concorrenza di competenze, Butler ha detto che è fondamentale per i giocatori stranieri per stabilire il giusto modello di funzionamento con il giusto equilibrio di coinvolgimento e responsabilizzazione sede delegata in modo che il business cinese in grado di rispondere al mercato con velocità e agilità.

lunedì 26 marzo 2012

Sicilia Bilancio 2012 per evitare Default, licenziamenti, spese pazze e sanita' troppo costosa. Remo Pulcini

Analisi sul Bilancio Regionale a rischio Default:

Fra minori entrate e l'aumento delle addizionali incide molto ancora una politica Sanitaria non adeguata ad opera dell'Assessore Massimo Russo.

Tanti sperchi uno dei settori  per esempio sono le esternalizzazioni di settori che potrebbero benissimo avvalersi delle risorse siciliane. 

Servono 341 milioni di euro di risorse regionali devono essere  destinati al finanziamento della suddetta quota di compartecipazione regionale alla spesa sanitaria e non alle spese Infrastrutturali ormai disastrate delle Sicilia.

Il bilancio sostanzialmente in questa direzione non affronta alcuno di questi problemi per nostra incapacità, si mettono solo toppe dove conviene.

14 milioni in piu' di spese per le Partecipate che invece sono il vero buco di Bilancio che con la Sanita' del sistema la fanno capire lunga sulla politica dell'Assessore Armao.

Perché Presidente? Perché Presidente dell’Assemblea, chiediamoci, ad esempio, sulla forestazione abbiamo - nella sostanza - trovato una riduzione nel bozzone del bilancio che da 140 prevedeva 102 milioni di euro, quindi pensavamo ad una riduzione di 38 milioni di euro, ma nella parte dell’emendamento del Governo ne troviamo un incremento di 61 milioni.

Bene il Bilancio lo chiuderemo sicuramente ma attuando questa politica Finanziaria la Sicilia non ha futuro.

Guarda queste Buste Paga ! Italia Vergognati. Remo Pulcini

Addizionali in Busta Paga ecco come Monti "servo" della casta "fotte" il Popolo. No al Governo Monti. Remo Pulcini

Oltre le manovre che sono state caricate sulle spalle del ceto medio Italiano e non su chi corrompe ed evade ecco come vi fregano direttamente alla fonte altri soldi per ripianare i debiti delle Banche e del sistema fallito Europeo.

Non sarà un salasso, ma poco ci manca. I lavoratori e i pensionati italiani troveranno una brutta sorpresa nella prossima busta paga. L'assegno di marzo sarà più leggero. Fanno eccezione soltanto i redditi bassissimi, sotto i 7.700 euro di pensione o di 8.000 euro di redditi da lavoro.


Pagamento delle tasse
Ingrandisci immagine
Per tutti gli altri il nuovo balzello oscillerà tra i 51 euro per chi guadagna 1.200 euro lordi al mese e i 137 per chi ha un reddito di 3.200 euro. Come se non bastassero i continui rincari sui prezzi dei beni comuni, guidati dall’impennata della benzina, che viaggia inesorabilmente verso i 2 euro al litro, adesso i cittadini dovranno infatti fare i conti anche con lo sblocco delle addizionali regionali e comunali.

FONTE UFFICIALE ARTICOLO IL GIORNALE.IT

Irpef regionale: stangatina per tutti

L'aumento del prelievo, che scatterà sulle addizionali regionali, sarà dello 0,33 per cento con un effetto che varierà dai 51 euro per un salario da 1.200 euro al mese ai 137 per uno stipendio da 3.200 euro per l’Irpef Regionale. Pagheranno, invece, 73 euro i contribuenti con 1.700 euro di stipendio e 94 euro quelli che con una busta paga mensile di 2.200 euro.

Irpef comunale (per chi ha deliberato)

Resta ancora aperta l'incognita dell'Irpef comunale. In questo caso l'aumento verrà deciso dalle singole amministrazioni comunali che, se non lo hanno ancora deliberato, farà scattare l’eventuale aumento solo dopo. Qualche Comune ha però già deciso di utilizzare questa leva per aumentare i propri introiti tanto che, in questo caso, l’impatto annuale sulle buste paga potrà salire - è il caso di Chieti - fino a a 193 euro.

Pochi i Comuni che hanno già deliberato

Fortunatamente i Comuni che hanno deliberato aumenti allo stato non sono molti. La manovra di Ferragosto firmata dall'ex ministro dell'Economia Giulio Tremonti ha riconosciuto ai Comuni la possibilità di deliberare, a partire dal 2012, aumenti dell’addizionale comunale fino a raggiungere un'aliquota massima complessiva pari allo 0,8%, possibilità che era stata "congelata" nel 2008 dallo stesso Tremonti. Ma nei casi in cui l’aumento sia già stato deliberato il conto arriverà martedì prossimo (altrimenti scatterà successivamente): si andrà, ad esempio, da un aumento (comunale) di 47 euro a Catanzaro (+51 euro per l’addizionale regionale, in tutto 98 euro in più) per un pensionato o lavoratore dipendente con 1.200 euro mensili (lordi) fino ad arrivare ai 193 euro di un pensionato o dipendente con 3.200 euro lordi mensili di Chieti (+137 euro di addizionale regionale e 56 euro per quella comunale). Insomma non un vero e proprio salasso ma una mini-stangata che si aggiungerà a tutte le altre in attesa del temuto arrivo dell’Imu a giugno e del "temutissimo" rincaro di due punti delle aliquota Iva da ottobre prossimo, anche se in quest’ultimo caso il Governo sembra stia cercando vie alternative.

Niente prelievo per i redditi bassissimi

Ad essere salvaguardati saranno solo i pensionati e i dipendenti con i redditi più bassi perché hanno salari talmente sottili da non dover pagare nemmeno l’Irpef principale. In particolare non dovranno alcuna addizionale i pensionati fino a 75 anni che guadagnano fino a 7.535 euro l’anno e quelli oltre 75 anni che guadagnano fino a 7.785 euro. I lavoratori, invece, saranno esenti fino a 8.030 euro.

Imu e Iva: stangate in arrivo

Il vero salasso per le tasche degli italiani arriverà a giugno con l’Imu. La nuova imposta municipale è una nuova Ici che si pagherà anche sulle prime case e che sarà ancora più alta sulle seconde. La chiamata alla cassa, per il debutto di questa nuova tassa, è per il 20 di giugno. Ad ottobre, poi, è in arrivo l’aumento dell’Iva dal 21 al 23 per cento. Introdotto come norma di "salvaguardia" per raggiungere il pareggio di bilancio potrà essere sostituito da altre fonti di entrata come la riduzione delle agevolazioni o il taglio delle spese con la spending review.
PENSIONATO LAVORATORE REDDITO BASSO LAVORATORE REDDITO MEDIO LAVORATORE REDDITO MEDIO-ALTO
Importo lordo Mensile 1.200 €
Annuo 15.600 €
Mensile 1.700 €
Annuo 22.100 €
Mensile 2.200 €
Annuo 28.600 €
Mensile 3.200 €
Annuo 41.600 €
Addizionale regionale 0,33% 51€ 73€ 94€ 137€
Irpef comunale +0 51€ 73€ 94€ 137€
Irpef comunale +0,135% +21€ = 72€ +30€ = 103€ +39€ = 133€ +56€ = 193€
Irpef comunale +0,30% +47€ = 98€ +66€ = 139€ +86€ = 180€ +125€ = 262€

Lavoratori dei treni notte in presidio all'Inps da 6 mesi abbandonati da tutti come la Sicilia. Remo Pulcini

Lavoratori dei treni notte in presidio all'Inps da 6 mesi abbandonati da tutti come la Sicilia.

In pratica  i lavoratori della RSI Italia SpA (Rail Service Italia, ex Wagons Lits) da 8 mesi in cassa integrazione straordinaria, dopo 12 mesi di ordinaria. Da 240 giorni però i lavoratori non percepiscono il loro stipendio.

Sono 59 operai (33 metalmeccanici, 26 dei trasporti), addetti alla manutenzione dei treni notte che a settembre perderanno definitivamente il lavoro

Una provocazione ! I lavoratori della Gesip siano candidati in ogni lista a Sindaco di Palermo. Remo Pulcini

Una provocazione ! I lavoratori della Gesip siano candidati in ogni lista a Sindaco di Palermo.

Si avete sentito bene ! visto che i lavoratori della Gesip rischiano seriamente il posto si candidi in ognuna delle 13 liste Palermitane un lavoratore della Gesip in modo da vigilare come garante sulle prossime scelte Palermitane e Regionali.

TMNews - Palermo, lavoratori Gesip in piazza: a rischio 1.800 posti

TMNews - Palermo, lavoratori Gesip in piazza: a rischio 1.800 posti

Fiducia dei consumatori

L'indice del clima di fiducia dei consumatori aumenta a marzo da 94,4 a 96,8.
Il miglioramento è diffuso a tutte le componenti. Sale l'indice relativo alla componente economica generale (da 86,8 a 87,4) e, in misura più marcata, quello riferito alla situazione personale degli intervistati (da 97,5 a 100,1).
Migliora lievemente l'indicatore riferito alle attese a breve termine (da 85,9 a 86,3) e, in maniera accentuata, quello relativo alla situazione corrente (da 100,3 a 102,6).
Le aspettative sull'andamento generale dell'economia italiana sono quasi stabili (il saldo diminuisce da -46 a -47) e peggiorano quelle relative alla disoccupazione (da 82 a 87).
Restano stabili i giudizi sulla situazione economica della famiglia (-53) e migliorano le valutazioni prospettiche sul risparmio (il saldo sale da -79 a -71). In netto miglioramento sono anche i giudizi sulla convenienza all'acquisto di beni durevoli (da -98 a -82 il relativo saldo).
Riguardo all'evoluzione recente dei prezzi si diffondono ulteriormente i giudizi di crescita (il saldo sale da 76 a 89); le valutazioni prospettiche sull'evoluzione nei prossimi dodici mesi confermano, invece, l'attesa di una attenuazione della dinamica inflazionistica (il saldo diminuisce da 39 a 33).
A livello territoriale il clima di fiducia migliora in tutte le ripartizioni, con un incremento più significativo nel Mezzogiorno, dove passa da 92,7 a 96,6.

La manovra di bilancio della Regione Sicilia permane un elemento di forte criticità. Remo Pulcini

Tale elemento è rappresentato dalla compartecipazione regionale alla spesa sanitaria, prevista dal comma 830 dell’articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (Finanziaria dello Stato per l’anno 2007), non sostenibile con i livelli di risorse ordinariamente acquisibili all’erario regionale, sia per il suo elevato ammontare sia per l’incidenza sulle entrate tributarie (47,8 per cento).

La costruzione dei documenti finanziari della Regione per l’esercizio 2012 e per il triennio 2012- 2014 risente, come già accennato, di stringenti vincoli quali le risorse effettivamente acquisibili all’Erario regionale,  insufficienti rispetto all’attuale livello di spese consolidate.

La Regione, inoltre, non potrà beneficiare della maggiore pressione fiscale dovuta, in particolare, all’aumento dell’aliquota IVA, in quanto espressamente riservata all’erario nazionale per il miglioramento dei saldi del bilancio.

Va, inoltre, sottolineato che il progetto di bilancio per l’esercizio finanziario 2012 risente di alcune criticità già presenti nel bilancio dell’esercizio finanziario 2011, con il conseguente peggioramento dei principali saldi, quali:

a) il rallentamento della dinamica delle entrate tributarie, strettamente legata all’attuale andamento non positivo dell’economia;
b) l’elevata compartecipazione regionale alla spesa sanitaria, prevista dal comma 830 dell’articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (finanziaria dello Stato per l’anno 2007);
c) gli elevati livelli di spesa non in linea con le entrate acquisibili all’erario regionale;
d) il mancato sviluppo di politiche di sostegno per attrarre investimenti esterni nell’isola.

Tale scenario ha reso difficile elaborare un documento contabile in equilibrio che preveda la corretta copertura di tutte le spese necessarie per l’adempimento degli obblighi legislativi, nonché per mantenere invariate le politiche finora adottate dai Governi regionali.

In tale ambito si evidenzia che, per la salvaguardia degli equilibri di bilancio si è operato un ridimensionamento complessivo soprattutto della spesa di parte corrente che, va ricondotta a livelli sostenibili. Trattasi, in particolare, della spesa riconducibile ai settori della formazione professionale, del trasporto pubblico locale, con l’adeguamento del fondo per le autonomie locali ai livelli di
previsione del 2011.

Un quadro così critico sotto il profilo del reperimento delle necessarie risorse per attivare proficui meccanismi di sviluppo risulta maggiormente penalizzato dal dato riferito alla assai elevata compartecipazione regionale alla spesa sanitariaper il 2012 è pari al 49,11%, determinando un fabbisogno di risorse aggiuntive pari a 612 milioni di euro.

Per l’esercizio finanziario 2012, ad integrazione delle somme derivanti dai gettiti delle maggiorazione delle aliquote IRAP ed IRPEF, elevate automaticamente, un importo pari a 341 milioni di euro di risorse regionali sia destinato al finanziamento della suddetta quota di compartecipazione regionale alla spesa sanitaria, con successivo reintegro della stessa somma a seguito della definizione dei nuovi assetti finanziari derivanti dall’applicazione in Sicilia della normativa statuale sul federalismo fiscale.

Il disegno di legge ha altresì assicurato la necessaria continuità occupazionale, per l’intero anno finanziario 2012, nelle more dei processi di stabilizzazione, ai soggetti, altamente specializzati, operanti nell’ambito dell’amministrazione regionale, già destinatari di apposita disposizione nella legge regionale n. 7 del 10 gennaio 2012, al fine di non interrompere improrogabili e necessari servizi resi in materia di protezione civile, ambientale, della salvaguardia del territorio, delle acque e dei rifiuti.

Bene, il bilancio sostanzialmente in questa direzione non affronta alcuno di questi problemi, e questo è un fatto grave che va evidenziato e che deve essere oggetto di riflessione.

Su alcuni aspetti particolari, su alcune voci che troviamo nella bozza di bilancio, abbiamo un incremento che anche in Commissione bilancio abbiamo contestato, vale a dire: ‘ma perché pensare a questo investimento sulle partecipate, dove probabilmente deve invertirsi la logica, dalle partecipate noi dobbiamo avere risultati economici positivi di gestione, entrate finanziarie e non
investire 14 milioni!

Perché Presidente? Perché Presidente dell’Assemblea, chiediamoci, ad esempio, sulla forestazione abbiamo - nella sostanza - trovato una riduzione nel bozzone del bilancio che da 140 prevedeva 102 milioni di euro, quindi pensavamo ad una riduzione di 38 milioni di euro, ma nella parte dell’emendamento del Governo ne troviamo un incremento di 61 milioni? Sostanzialmente quindi andiamo ad avere su questo settore 23 milioni in più di intervento! Dico soltanto alcune cifre per
rilevare quale sia stata la logica.

Assessore per il bilancio, anche Lei deve essere convinto in maniera determinata a dare un impulso su come recuperare risorse, non come impegnare 14 milioni per le partecipate, perché probabilmente quelle risorse dovevamo destinarle ad un momento produttivo diverso.

Un Resoconto Assemblea Regione Sicilia sul Bilancio. Stasera un mio articolo duro.

San Raffaele vediamo come si sta salvando. Velco s.p.a. ? Remo Pulcini

Documento Offerta salvataggio "San Raffaele" 

Offerta Velca S.P.A

Alla fine l'ha spuntata Giuseppe Rotelli. Il San Raffaele passa all'imprenditore pavese proprietario del Gruppo ospedaliero San Donato per 405 milioni di euro cash e l'accollo di 320 milioni di passività. La cordata Ior-Malacalza, che aveva offerto 250 milioni si è vista spiazzata dal rilancio di Rotelli arrivato il 5 gennaio e non è stata in grado di aumentare la propria offerta. Angelo Mincuzzi.


Il Gruppo Ospedaliero San Donato è un gruppo privato di ospedali italiano, con un fatturato di circa 770 milioni di euro nel 2009, 18 ospedali di cui 17 in Lombardia e uno in Emilia Romagna a Bologna.
Il Gruppo conta 9.033 addetti e cura circa 2,3 milioni di pazienti all'anno.

Una domanda me la pongo e cioe' , questa Velca s.p.a. come e' strutturata ? Chi sono i Componenti ?
se il curatore fallimentare rendesse pubbliche queste notizie sarebbe anche un esempio di trasparenza.

La Riforma del Lavoro di Monti - Remo Pulcini

Presentata dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali con delega alle Pari Opportunità, Prof.ssa Elsa Fornero, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Prof. Mario Monti, al Consiglio dei Ministri del 23 marzo 2012 e approvata dallo stesso nella medesima seduta.

La riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita

Cinese, S. presidenti coreani si incontrano su legami

Il presidente Hu Jintao ha incontrato il presidente sudcoreano Lee Myung-bak il Lunedi a Seul, a margine del vertice sulla sicurezza nucleare in programma Lunedi e Martedì a Seoul.

Quando si discute delle relazioni bilaterali e altre questioni di interesse comune, Hu ha osservato che dal momento che i due paesi stabilire relazioni diplomatiche 20 anni fa, due parti hanno svolto le comunicazioni e gli scambi regolari. 

Negli ultimi 20 anni, la cooperazione bilaterale economica e commerciale sono stati continuamente ampliato, people-to-people scambi e la cooperazione in altri settori sono sempre più fiorente, e le due parti hanno mantenuto uno stretto coordinamento e la comunicazione sulle questioni multilaterali, ha detto Hu.

Questo è il decimo incontro tra i due leader nel corso degli ultimi quattro anni e la seconda tra di loro quest'anno. Nel mese di gennaio, il presidente sudcoreano visitò la Cina e ha avuto colloqui con il presidente Hu sullo sviluppo dei legami bilaterali.


Hu ha anche detto la visita gennaio il presidente Lee in Cina è stato un buon inizio per le relazioni sino-coreani del sud quest'anno.


Da parte sua, Lee ha espresso il suo ringraziamento al presidente Hu per la sua partecipazione al vertice sulla sicurezza nucleare, dicendo che la Cina aveva svolto un ruolo importante nel rendere il vertice un grande successo.


Ha detto che le relazioni tra i due paesi hanno notevolmente migliorato in quanto hanno stabilito relazioni diplomatiche 20 anni fa.


Poiché i due lati stabilito il partenariato strategico per una collaborazione nel 2008, la cooperazione bilaterale in economia, il commercio e vari altri ambiti si è rapidamente sviluppato, ha osservato.


Pur sottolineando che non vi era un enorme potenziale per la cooperazione bilaterale in aree più pragmatica, il leader sudcoreano ha detto che l'ulteriore sviluppo delle relazioni tra Corea del Sud e Cina contribuiscono notevolmente al mantenimento della pace nell'Asia nord-orientale e nel mondo intero.


Lee ha anche espresso la sua convinzione che le questioni in sospeso e le dispute tra le due parti potrebbero essere superati attraverso la cooperazione.


Gli ultimi 20 anni hanno visto l'espansione della cooperazione e gli scambi tra la Cina e la Corea del Sud in settori quali politica, commercio e cultura, così come una buona comunicazione e il coordinamento sugli affari internazionali e regionali.


Nel 2011, gli scambi bilaterali tra i due paesi è stato registrato a 245,6 miliardi di dollari, un incremento del 18 per cento rispetto all'anno precedente.


I due paesi stanno facendo sforzi comuni per la realizzazione di scambi bilaterali di 300 miliardi di dollari nel 2015.