sabato 16 febbraio 2013

Sicilia, cambia tutto e non cambia niente di Remo Pulcini (CHI DOVREBBE VINCERE AL SENATO ?)

“Se vogliamo che tutto cambi, bisogna che tutto rimanga com’è!”, recitava Tancredi nel Gattopardo, celebre romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa."

La questione e' cosi delicata che anche io devo utilizzare le opportune contromisure di sicurezza.

Qualcuno pensa che i Siciliani siano tutti "rincoglioniti", oppure si e' spudoratamente sicuri che nessuno potra' fare nulla perche' si e' sicuri.

Mi meraviglio anche del M5S Siciliano che di fatto o e' consapevolmente colpevole oppure naviga nella piu' oscura incapacità di fare politica per il cittadino.

In quest'ultimo caso sarebbe un disastro non in Sicilia ma in Italia in quanto la classe dirigente che passa per il M5S e' incapace di fare e conoscere la politica.

Ancora voi cittadini comuni non avete capito molto di quello che voglio dire, ma non importa molti capiranno.

La primavera Siciliana e' durata da poco piu' di qualche giorno, di fatto alla faccia della buona politica, vergine pulita e onesta. E’ l’ennesimo scempio di facce sempre uguali che in un passato anche abbastanza recente non si sono certo distinti per sobrietà e correttezza.

Qualcuno sta colpevolmente riciclando facce impresentabili dandogli una nuova verginità, al confronto il precedente Papa della Sicilia era un pivellino.

Sia chiaro in tutto questo discorso entra anche lui, mica sono cosi stupido da non capirlo.

Diciamo che cambiano i padroni come in una sorta di staffetta.

Un catalogo di politici a cui, a mio avviso, non interessa assolutamente nulla delle sorti della Sicilia che come sappiamo rischia un gravissimo collasso economico, buoni soltanto a scaldar la poltrona, portare a casa lo stipendio e sperare di durare tutto il tempo che serve per arrivare ad una pensione di tutto rispetto.

Gente che non ha voti materiali ma che di fatto condiziona il nostro futuro perche' ha un piede dentro il Palazzo Siciliano che conta.

Di fatto esiste un megalomane, irrefrenabile nella sua  sete di potere e presunzione , accecato dal desiderio di imporsi senza provare alcuna vergogna nel chiedere e ottenere il sostegno di un esercito dei peggiori riciclati della politica ,di mercenari e di trasformisti ,intenderebbe a suo presuntuoso dire restituire dignità alla Sicilia e costruire il suo riscatto.

Personalmente sono convinto che quel che potrà accadere alla nostra Sicilia sara' peggio del passato.

Per adesso non intendo infierire anche perche' non e' detto che qualcuno possa illuminarmi su questo cambiamento di rotta e farmi partecipe convincendomi che tutto e' per la Sicilia.

Di fatto sarebbe meglio in Sicilia ed al Senato che il PDL o il Centro Destra Vincesse per tutti noi.

Alfano che naviga come Berlusconi nel buio piu' completo non ha capito che le manifestazioni di protesta in ogni dove in Sicilia sono pilotate.

Che tristezza vedere un partito come il PDL senza testa.

CHE DIRE NELLA PROSSIMA SETTIMANA VI DIRO CHI FAR VINCERE AL SENATO IN SICILIA.

PER INTANTO i giornalisti liberi che navigano nel buio piu' completo possono iniziare a comporre questo Puzzle per capirci qualcosa vi do 5 indizi:

Paternò
Lombardia...
Campobello di Mazzara
Belle Donne
Amici 

Miei Social di Marketing Politico , Blogger, Influencer

Ultima Ora