Post in evidenza

Riparte la mia attività politica e informativa sul blog di remo pulcini seguitemi

Riparte la mia attività politica e informativa sul blog di remo pulcini seguitemi

lunedì 4 marzo 2013

Interpretare la seconda ondata di cyber minacce alla sicurezza in Cina

PECHINO, 4 marzo (Reuters) - Gli Stati Uniti hanno due volte sfidato la Cina nel settore della governance di Internet. La prima sfida è venuto sotto forma di un discorso pronunciato dall'ex Segretario di Stato americano Hillary Clinton sulla libertà di Internet dopo il ritiro di Google dalla Cina continentale. Il secondo è venuto all'inizio di questo mese, come una società di sicurezza privata, MANDIANT, ha pubblicato un rapporto accusa l'esercito cinese di rubare la proprietà intellettuale degli Stati Uniti.
Ho discusso il primo attacco in una precedente pubblicazione. Come dare un senso a questa nuova offensiva - una escalation apparentemente programmato - l'ostilità precedente sia in termini di retorica e di sostanza? Gli osservatori si sentono riluttanti a commentare la relazione MANDIANT perché non riescono a capire i dettagli tecnici. Tuttavia, è abbastanza facile dare un senso a questa disputa leggendo la relazione stessa e da un po 'di pensiero creativo
Un punto importante da considerare è che la Cina-USA conflitto sulla governance di Internet può essere fatta risalire al primo Vertice mondiale sulla società dell'informazione (WSIS) di Ginevra, 2003. Cina ha insistito sul ruolo di leadership in stato governance di Internet, mentre gli Stati Uniti ha proposto la leadership di mercato. Entrambi i paesi hanno le loro ragioni. Per la Cina, lo Stato svolge un ruolo importante in materia di sviluppo e di mercato. Autorità dello Stato anche gestire i media per mantenere la stabilità sociale. Gli Stati Uniti non allentare la presa sulle risorse Internet di base, perché è un luogo di ritrovo per una miriade di interessi commerciali.
L'UE ha quindi offerto di mediare un accordo tra le due parti. Nel giugno 2005, il Consiglio dei ministri dell'Unione europea ha definito la sua posizione sulla governance di Internet, proponendo un nuovo modello di cooperazione per risolvere i conflitti sulla gestione delle risorse di base di Internet, vale a dire i sistemi di nomi di dominio, gli indirizzi IP e il sistema di root server. Questo nuovo modello di cooperazione ha dichiarato che "gli attuali meccanismi di governance di Internet deve essere fondata su una base più solida democratica, trasparente e multilaterale, con una maggiore enfasi sulle politiche di interesse pubblico di tutti i governi", e dovrebbe basarsi su due principi che vanno da " non dovrebbe sostituire i meccanismi o le istituzioni esistenti "a" dovrebbe contribuire alla stabilità sostenibile e alla solidità di Internet. " Secondo i miei colleghi europei, la presente proposta è stata portata a superare le divergenze tra Cina e Stati Uniti
Quando ho letto di questo, nel 2005, non sono riuscito a vedere il valore della proposta stessa e l'importanza del ruolo dell'UE in questa disputa grande perché non mi piaceva l'interferenza dello Stato. Col senno di poi, sia la proposta dell'Unione europea e il ruolo dell'Unione europea fosse una soluzione praticabile che riflette esattamente il principio di multi-stakeholder nella governance di internet. Ci si aspetterebbe che gli Stati Uniti avrebbe risposto positivamente alla posizione dell'UE in quanto chiaramente affermato che il nuovo modello non dovrebbe sostituire i meccanismi esistenti, ma semplicemente degli Stati Uniti ha detto di no.
Perché è stato di US tanta paura di un ruolo europeo? Nel 2005, i ricercatori dei criteri di Internet non ha pienamente capire il motivo per cui gli Stati Uniti preferito un G-2 meccanismo quando più di 170 paesi e più di 600 gruppi della società civile che hanno voluto condividere le loro preoccupazioni. A quel tempo, i ricercatori dei criteri di Internet ritiene gli Stati Uniti non ha approvato la parola "pubblico" della proposta. Dopo tutto, i valori europei della media di servizio pubblico sono in contrasto con la visione americana di media privati. Col senno di poi, credo che gli Stati Uniti ha respinto la proposta dell'Unione europea, perché contribuirà a limitare il potere di manipolare l'opinione pubblica.
Questo meccanismo psicologico funziona particolarmente bene per quanto riguarda la libertà di parola e di attacchi informatici. Tenendo leva rende facile per gli Stati Uniti di trovare un accordo con la Cina da sola. Microsoft, Cisco, Yahoo, Skype, Sun Microsystems sono tutti grandi giocatori. Quando non c'è un accordo, la Cina sfida è altrettanto semplice, facile ed economico. Cina può essere fatto a guardare come qualunque capro espiatorio il pubblico americano vuole, può essere un risparmio di un'economia mondiale eroe o può essere un aggressore venire a mangiarsi gli Stati Uniti in su. E 'una delle poche nazioni che gli Stati Uniti consiglieri di politica estera possono ancora applicare le loro abilità animosità pubblici. Tuttavia, con l'atto UE come intermediario complicherebbe questo gioco, quindi gli Stati Uniti ha respinto l'idea
L'unica soluzione per l'US-Cina disputa sulla governance di Internet in generale, e la sicurezza informatica, in particolare, è per gli Stati Uniti responsabili delle politiche per rendersi conto che non si tratta di una questione bilaterale. Controversie di questo tipo sono di natura transnazionale e coinvolgono numerosi gruppi interessati. Il fallimento in occasione dei vertici del WSIS ha creato complicazioni duraturi. Il Google / USA-Cina riga è solo una frazione molto piccola delle controversie globali, e questa frazione è resa visibile da funzionari americani, perché ha giocato nei loro bisogni domestici.
Dopo i fallimenti dei negoziati per il periodo 2003-05 WSIS, il mondo è stato sempre guidato da Stati Uniti i responsabili di politica estera e commerciale media company. 2010 in poi è stato particolarmente disastroso. Nel gennaio 2010, Hillary Clinton ha pronunciato un noto discorso al Newseum chiedono libertà di Internet più. Nel marzo 2010, Google ha presentato il suo ritiro formale dalla Cina citando attacchi informatici. Nel maggio 2010, il Pentagono ha lanciato il Comando US Cyber, e nel maggio 2010, il Dipartimento di Stato ha dato 1,5 milioni di dollari per la cosiddetta globale Internet Freedom Consortium direttamente affiliati con il Falun Gong. Nel giugno del 2010, computer di malware Stuxnet - ampiamente creduto di essere creato da Stati Uniti e Israele - è stato scoperto nel computer iraniani e indonesiani. Nel maggio 2011, il presidente Barack Obama ha firmato un ordine esecutivo che colloca cyber-guerra le linee guida, e due settimane fa, Obama ha firmato un nuovo ordine esecutivo per rafforzare le difese informatiche. Più di recente, MANDIANT pubblicato il suo rapporto dal titolo "APT1: Esposizione di una delle unità della Cina spionaggio informatico".
Motivato da tentativi degli Stati Uniti di militarizzare Internet, le nazioni come il Regno Unito, Corea del Sud, Germania e l'Iran ha seguito l'esempio per aumentare le capacità di guerra informatica. L'energia più i rifiuti USA su accusare e attaccare gli altri, tanto più la comunità mondiale si sente minacciato dal monopolio statunitense sulla governance di Internet. Le nazioni più altri sfidare gli Stati Uniti in forum come ITU, più le autorità statali degli Stati Uniti e le imprese ritengono necessario per creare un capro espiatorio. USA riguarda che vanno dalla creazione di posti di lavoro al Pentagono di portare posti di lavoro a casa attraverso guerre commerciali solo male la crescita economica globale. Non è il modo in cui il mondo funziona. E 'molto rumore per nulla.

Nota Traduzione con Software Automatico 

Miei Social di Marketing Politico , Blogger, Influencer