domenica 19 maggio 2013

Il ventennio dell'ascesa fascista ha delle similitudini al ventennio odierno se non fosse per il diverso periodo storico. Ecco come i Liberaldemocratici e Comunisti hanno lasciato strada al dittatore di turno. (Grillo, Berlusconi?)

Analizziamo la situazione anteguerra in Italia, perche' ci servira' per fare un ragionamento piu' tardi:

All'indomani della Grande Guerra l'Italia si trovò in una situazione economica, politica e sociale precaria e difficile.

Alla situazione politica internazionale difficile, faceva da contraltare una situazione economica interna drammatica:

In breve, inoltre, l'Italia si trovò ad affrontare il problema dell'assorbimento di centinaia di migliaia di disoccupati dell'industria di guerra e di milioni di soldati smobilitati. Molte delle promesse fatte durante la guerra a costoro (come l'espropriazione di terre ai latifondisti e la loro distribuzione in lotti ai reduci di guerra) non furono rispettate, provocando malcontento e delusione. L'attrito fra le masse di ex combattenti e quelle operaie si delineò immediatamente, con l'accusa nei confronti dei secondi di essersi "imboscati" e nei primi di essere stati "servi della guerra borghese".

In questo quadro generale si inserì il  movimento fascista, oltre ad arditi, futuristi, nazionalisti, sindacalisti rivoluzionari ed ex combattenti d'ogni arma confluirono successivamente anche elementi di dubbia moralità ed avventurieri.

 I risultati elettorali non garantirono al paese la stabilità necessaria e il PSI, che aveva il maggior peso, continuò a rifiutare alleanze con i partiti "borghesi.

Così, mentre i socialisti erano dilaniati dalle diatribe interne e dalla concorrenza sindacale delle leghe bianche dei Popolari sturziani, schiere di appartenenti alla piccola borghesia agraria, artigiana o del commercio, allarmati dalle occupazioni e dai disordini, confluirono nel movimento guidato da Mussolini.

In vista delle elezioni del 6 aprile 1924 Mussolini fece approvare una nuova legge elettorale (legge Acerbo) che avrebbe dato i due terzi dei seggi alla lista che avesse ottenuto la maggioranza con almeno il 25% dei voti.

Nel biennio 1925-1926 vennero emanati una serie di provvedimenti liberticidi: vennero sciolti tutti i partiti e le associazioni sindacali non fasciste, venne soppressa ogni libertà di stampa, di riunione o di parola, venne ripristinata la pena di morte e venne creato un Tribunale speciale con amplissimi poteri, in grado di mandare al confino con un semplice provvedimento amministrativo le persone sgradite al regime.

Da primo ministro, i primi anni di Mussolini (1922-1925) furono caratterizzati da un governo di coalizione, composto da nazionalisti, liberali e popolari, che non assunse fino al delitto Matteotti veri e propri connotati dittatoriali.

Tutto questo riepilogo ci serve per evidenziare che anche nel caso del Nazismo in Germania le forze social-popolari e comuniste lasciarono anzi abdicarono ad Hitler sottovalutandolo.

 « "Voi - Signor Presidente della Repubblica -, Voi avete consegnato questo nostro amato Paese ad uno dei massimi demagoghi, ed al peggior mestatore di tutti i tempi ! Vi profetizzo che quest'uomo fatale sarà la causa della nostra rovina ! Egli trascinerà il nostro Reich nell'abisso e sarà la fonte di inimmaginabili miserie per questa nostra nazione ! Ebbene, Esimio Signor Presidente, le generazioni future Vi malediranno nella tomba per questa Vostra scellerata decisione ! »

E' chiaro che queste storie che hanno causato la morte di milioni di persone non sono oggi piu' ripetibili in questi termini proprio perche' il periodo storico e' cambiato.

Sopra ogni Stato oggi esiste l'influenza geopolitica degli Stati Uniti e dell'Europa che esercitano sotto forma di controllo in Italia.

Tuttavia la parte che interessa e' quella dei partiti ed in particolare del Centro Democristiano e della Sinistra.

Spesso la visione limitata e la frammentazione di queste ideologie che vengono stuprate da interessi personali dagli uomini hanno lasciato campo aperto a un panico sociale pericoloso.

In Italia abbiamo sicuramente una situazione di alto rischio sociale ed economico che alimenta sotto sotto un bubbone che non trova valvola di sfogo nelle comuni ideologie di Destra, Centro e Sinistra e che rischia di esplodere in qualcosa di pericoloso.

Non pensate che quel pericolo possa essere il terrorismo che pur essendo inconcepibile sarebbe pur sempre una valvola di sfogo.

Dovete pensare ad una pentola a pressione sociale a cui e' stata tolta la valvola di sicurezza e che accumula , accumula e da un momento all'altro potrebbe esplodere.

Siamo ancora un po lontani da tale situazione per fortuna ma dice bene Grillo quando parla che fra 4 mesi non ci saranno piu' Partiti. Non tanto struttura fisica ma come contenitori vuoti privi di partecipazione sociale.

Insomma sono saltate le ideologie, stanno saltando i partiti per interessi personali e di poteri forti senza accorgersi che la situazione potrebbe scappare di mano.

Proprio i Democristiani e la Sinistra saranno i colpevoli di questa sottovalutazione della situazione sociale che pensano di poter tenere sotto controllo.

 Il PD rappresenta l'elemento finale di questo percorso dove la componente catto-comunista ha ceduto all'inciucio con il vero tappo della situazione Italiana che e' rappresentata da Berlusconi e le sue questioni personali.

Il culmine di tale situazione si e' raggiunta con Letta, Fassina e Franceschini che fino ad ieri sputavano peste e corna contro Berlusconi ed oggi sono “Ostaggio” nonche' i veri salvatori di Berlusconi e del suo Ventennio distruttivo.

Tutto questo ha lasciato completamente spaesati ed incazzati la base del partito di sinistra che si sente tradita e che presto presentera' il conto. Il PD attuale passa dal 35% come coalizione a meno del 25% attuale.

La ciliegina sulla torta e' stata poi fatta in questi giorni dove il Segretario di partito Epifani (non eletto dalla base) rinnega 40 anni di attività sindacale per non infastidire Berlusconi.

Il culmine dell'ipocrisia e degli uomini di parola, in Sicilia si chiamerebbero qua qua ra qua.

Ha ragione Landini quando si incazza perche' ha una visione lontana ed e' consapevole che questi gesti sono spruzzi di fuoco su una situazione esplosiva.

Di contro abbiamo il vero fulcro del problema Italiano da 20 anni il ciclo Berlusconiano che tenta di risolvere le questioni personali prendendo per il culo il popolo Italiano che tutto sommato considera le Berlusconate come questioni minoritarie rispetto ai problemi del Paese, non intuendo che tutti i loro problemi nascono proprio dalla sua questione e' come il gatto che si morde la coda.

Paradossalmente sarebbe stato meglio fare subito Berlusconi Senatore a vita o dargli un salvacondotto per avere un Italia libera di recuperare il terreno sociale ed economico perso in questi anni dal punto di vista dello sviluppo e della sicurezza sociale.

Tutta questa situazione cosa potrebbe produrre ? se analizziamo il passato e lo trasposizioniamo al presente e' evidente che non non avremo un nuovo Fascismo o Nazismo anche perche' sappiamo tutti noi che quanto avviene in Italia e' approvato dal Colonialista principe e cioe' gli Stati Uniti  per la parte strategica, mentre per la parte economica dall'Europa delle Banche, tuttavia a ragione Grillo si potrebbe avere a breve uno sconvolgimento del pianeta Italia.

Basta attendere il fallimento di questo artificioso Governo di Unita' (non si capisce di cosa) per vederne delle belle. Purtroppo gente come Napolitano, Letta e Alfano che si ergono a Statisti non hanno idea di cosa stanno realizzando con il consenso di tutta la stampa che non vede piu' in la di qualche settimana.
Con il PD che scompare e il potere assoluto del PDL o del M5S. In tutto questa situazione e dopo i gravi errori commessi da Casini, la Chiesa Romana sta cercando di arginare la questione con un nuovo tentativo di Centro Democratico che possa difendere i valori cattolici non negoziabili come il matrimonio fra gay.

Occhio Italia

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora