giovedì 6 giugno 2013

Crocetta come il miglior Lombardo, presto arriva il rinpasto imposto dal PD.

Dalle iniziative che in queste ultime settimane sono stata attuate dal Governo Regionale Siciliano emerge in modo evidente come da me più volte annunciato che la Rivoluzione Siciliana non e' mai iniziata, fermandosi solo a qualche slogan degno delle migliori campagne pubblicitarie.

Crocetta sotto assedio e' arroccato nel Palazzo dei Leoni, deve tornare indietro su tutto dalla formazione alla tabella H, per passare su molte altre tematiche.

Il motivo e' semplice il pressing del PD e dell' Udc isolano hanno imposto subito dopo queste amministrative un rimpasto politico al Governo Siciliano, sulla falsa riga di quello nazionale senza che lo stesso Governatore possa fare nulla per opporsi.

Aveva tentato con il suo gioiellino politico "Il Megafono" di fare un partito Nazionale non facendo tesoro dell'esperienza di altre precedenti esperienze e precisamente dell'Mpa Siciliano che proprio quando era al massimo del suo splendore fece la "cazzata" di voler diventare partito nazionale, iniziativa che diventò un vero e proprio Boomerang.

Il Megafono e' un partito morto e il PD con Udc lo sanno bene e sono pronti a riscuotere il premio del ricatto politico, subito dopo queste amministrative.
Crocetta vive di politica e potete stare sicuri che si ridimensionerà di molto cedendo alle richieste della palude romana, piuttosto che andare al voto nuovamente.

Forse cari lettori adesso potete capire cosa significa in Sicilia la frase celebre del principe di Salina nel Gattopardo: ‘tutto cambia affinché nulla cambi.

Siamo tornati al Lombardo Tris.

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora