mercoledì 12 giugno 2013

IL BALLOTTAGGIO PER IL SINDACO DI MESSINA COME FINIRA' ?

 IL VINCITORE MORALE DI QUESTO ELEZIONI E' RENATO ACCORINTI, CHE HA CREDUTO NELLA POSSIBILITA' DI CAMBIARE MESSINA E SENZA GRANDI PROCLAMI HA DEDICATO PARTE DEL SUO IMPEGNO CIVILE (che tutti dovremmo avere) ALLA CITTA'.

Questo riconoscimento gli spetta sebbene io non solo non abbia Votato ma comunque non mi riconosco nelle battaglie del NO PONTE.

Una delle condizioni che ha frenato la mia persona al suo sostegno con il mio  Marketing Politico è dovuto proprio alla mia ferma convinzione che il Ponte andava realizzato così come si fanno in tutte le parti del Mondo, dalla Turchia alla Cina passando per la Francia.

Aver tolto la realizzazione del Ponte non solo ha definitivamente eliminato la dorsale Berlino-Palermo che avrebbe consentito a spese Europee lo sviluppo infrastrutturale che la Sicilia necessità.

Si sono persi i soldi per costruire la Messina-Palermo-Catania e non solo.

Questi corridoi sono così importanti come quelli della Tav che rimanere fuori non si preoccupano nessuno anzi sono molto felici, visto che la nostra direttrice, soppressa nel silenzio di tutti è stata acquisita dal furbastro di Vendola ed adesso sarà: Berlino-Bari-Malta, ma questo nessuno lo dice.

E non parliamo di questione ambientale perché se un territorio devastato del demanio esiste è proprio quello del zona del Messinese, dove discariche, costruzioni abusive impediscono di scendere a mare e di fare il bagno, quindi non capisco QUALE AMBIENTE SI DEBBA PROTEGGERE.

Per non pensare che la penale che lo Stato deve pagare ad Impregilo (Colpa di Berlusconi) e pari a 700 milioni di euro una somma che avrebbe ripianato e portato in attivo i debiti di Messina.

Tuttavia auguro ad Accorinti tutto il successo possibile perché fare qualcosa per Messina e meglio che non fare nulla cadendo nell'oblio.

E' chiaro anche che sebbene ed ufficialmente Garofalo del PDL lascerà liberi i cittadini di scegliere sottobanco ci sono delle trattative a cui lo stesso Germanà ed Garofalo dovranno sottostare.

Queste direttive sono quelle nazionali del PDL che hanno stabilito che il PD dovesse vincere anzi stravincere quindi Accorinti non speri su questi numeri.

Calabro' sarà purtroppo il vincitore con buona pace per questa città che dal PD Messinese non ha visto neppure il 10% d'impegno.

La fortezza PD di Francantonio Genovese vincera' queste elezioni controllando nella tranquillità piu' assoluta gli interessi economici ed impreditoriali in mezzo ad una città devastata ed invivibile.

Quello che dispiace e che tutti possono farsi i "cazzi propri" ma un uomo politico che nutre un briciolo d'amore per la propria città, dovrebbe comunque dedicare almeno un 10% a favore del bene pubblico.

Accorinti anche se vincesse non avrebbe i numeri per poter cambiare questa citta', ma un merito comunque ce l'ha, quello di aver dato ai Cittadini Messinesi la possibilità di capire che si puo' cambiare e che molte persone vogliono cambiare.

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora