giovedì 18 luglio 2013

Di seguito sono il principale gruppo militante in Asia centrale:

Di seguito sono il principale gruppo militante in Asia centrale:
 
• «Il Movimento Islamico dell'Uzbekistan" (IMU) e la sua propaggine, "Jihad islamica Unione" (IJU);
 
• «Il Partito Islamico del Turkestan" (IPT), che è stato precedentemente noto come la "East Turkestan Islamic Movement" (ETIM);
 
• «Jund al-Khilafah" ("Soldati del califfato") e
 
• «Hizb ut-Tahrir» (Hizb ut Tahrir, «Festa di Liberazione").
 
Nonostante il fatto che il analiticamente conveniente dividere la militanti islamici dell'Asia centrale in gruppi separati, molti dei combattenti non sono identificati con alcun gruppo particolare. Piuttosto, essi sono identificati con una rete più ampia, "mujaheddin" e possono combattere contemporaneamente in uno qualsiasi dei gruppi, squadre o cellule nel loro zona di operazioni.

"Il Movimento Islamico dell'Uzbekistan" (IMU) e la "Jihad islamica Unione" (IJU)
Alla fine del 1990 - inizio del 2000 IMU militanti sono stati estromessi dal potere in Uzbekistan a seguito dell'impatto di Islam Karimov su militanti islamici. Misure punitive contro l'Imu e gli altri ribelli hanno intensificato dopo il 1999 hanno cercato di assassinare il presidente Karimov, e nel 2004 ha effettuato una serie di attacchi contro obiettivi americani e israeliani in Uzbekistan. Tuttavia, a partire dalla metà degli anni 1990, i militanti sono stati in grado di mettere la base in Tagikistan, sfruttando l'instabilità del paese dopo la guerra civile del 1992-1997., E di stabilire una presenza nelle zone settentrionali dell'Afghanistan sotto il controllo dei "talebani".
Nell'ottobre del 2001, dopo l'invasione statunitense dell'Afghanistan al fine di eliminare "talebani" ed i loro alleati, l'IMU ha trovato rifugio in Pakistan. Dal 2001 al 2007. gruppo creato un campo di addestramento nel Waziristan meridionale sotto l'egida del Waziristan Talebani warlord Maulvi Nazir (Maulvi Nazir), i cui militanti hanno approfittato del terreno montagnoso, per portare riorganizzarsi e attaccare le forze statunitensi in Afghanistan.
Nel 2007, Maulvi Nazir IMU espulso dal Sud Waziristan ad altre parti delle aree tribali ad amministrazione federale del Pakistan, in parte a causa del fatto che i militanti uzbeki violati i costumi locali e hanno agito sui territori pashtun come forze di "occupazione". Quando qualche volta nel 2009, l'IMU è entrato nel gruppo talebano Baitullah Mehsud (Baitullah Mehsud), dovevano avere la priorità Mehsud, fondamentale, di cui ha combattuto lo stato pakistano.
Oggi, l'IMU e pakistani "talebani" rimangono nel partenariato, mentre uzbeki rendono l'attacco più audace delle forze di sicurezza pakistane e le operazioni, come ad esempio un attacco terroristico all'aeroporto di Peshawar, nel dicembre del 2012 e l'organizzazione di Bannu jailbreak nell'aprile 2012, che ha portato in è stato rilasciato Adnan Rashid (Adnan Rashid), nel braccio della morte per la preparazione dell'assassinio del presidente Pervez Musharraf (Pervez Musharraf) nel 2003. Dopo la fuga Rashid è dichiarato colpevole di aver cospirato per assassinare Musharraf, nonostante il fatto che per anni ha negato, mentre dietro le sbarre.
Raggruppamento LED, che in un primo momento è stato chiamato "Gruppo della Jihad islamica," è stata fondata nel 2002 in Sud Waziristan due etnia uzbeka - ex combattenti IMU, tra cui Abu Muhammad Fatih Yahyama (Abu Yahya Muhammad Fatih), conosciuto anche con il nome di Najmuddin Dzhalolov (Najmiddin Jalolov) . In contrasto con l'IMU, che ha le sue radici in Namangan nella Valle di Ferghana in Uzbekistan post-sovietica, LED formata sul confine afghano-pakistano in un ambiente multinazionale jihad dichiarato dopo l'attacco terroristico 9 settembre 2011, in cui l'America è definito come il nemico principale. Anche se Fatih, forse, vorrebbe vedere LED concentrata sul Uzbekistan, inizialmente, questo gruppo avrebbe fatto appello ai combattenti giovani e mentalità internazionale "stranieri", tra cui tagiki, kirghisi, kazaki, uiguri, tedeschi e turchi per ricostituire le loro ranghi.
Dopo la formazione di alcuni militanti uzbeki LED in Pakistan ha continuato a seguire Tahir Yuldashev (Tahir Yuldash, o Yoldosh) - IMU Leader sin dalla sua fondazione nel 1998 fino al 2009, quando è stato ucciso da un colpo inferto alla drone americano. Priorità Yuldash era quello di rovesciare il potere degli "apostati" in Uzbekistan e in altri regimi del "Turkestan" (questo è il nome degli islamisti preferiscono utilizzare per l'Asia centrale), ma i LED militanti erano troppo preoccupati per l'espulsione delle forze statunitensi dall'Afghanistan a concentrarsi su Asia centrale.
Nel corso degli anni 2000, l'ordine del giorno del LED internazionale ha guadagnato popolarità tra l'Imu, che alla fine ha smesso di essere una priorità assoluta per il rilascio della valle di Fergana. Dal momento che l'IMU è basato in Pakistan, il governo dell'Uzbekistan sotto il presidente Islam Karimov ha presentato meno di una minaccia per lui che l'esercito pakistano e le forze internazionali che portano i combattimenti nella regione.
Qualunque cosa fosse, Juldash è stato registrato il video, rilasciato poco dopo essere stato ucciso da un colpo inferto alla drone americano, in cui ha detto: "Il nostro obiettivo non è solo quello di catturare l'Afghanistan e l'Uzbekistan. Il nostro obiettivo è quello di conquistare il mondo. " Qui sorge la questione se la decisione è stata dettata Yuldash che l'attenzione sul Pakistan, il fatto che voleva ottenere il sostegno dei "talebani" e non mostrare il loro vero scopo, messa a fuoco che è rimasto l'Uzbekistan.
A partire dal 2013, l'IMU lavora mano nella mano con la pakistana "talebani", ma invia anche le persone a nord dell'Afghanistan per aiutare l'Afghanistan "talebani". L'impiego di diverse migliaia di membri di diverse nazionalità, il movimento è più di un piccolo esercito di un gruppo terroristico tipico, con la possibilità di attacchi terroristici a incursioni armate in città, e soprattutto nelle aree rurali, dove si può catturare territorio, come è avvenuto con la Valle Rasht Tagikistan alla fine del 1990. Il mandato della IMU - è più di una semplice Pakistan, Afghanistan e Uzbekistan, è l'intero scopo di "Turkestan". In realtà, a volte, come riferito, l'IMU è chiamata anche il "Movimento islamico del Turkestan".

"Il Partito islamico del Turkestan" (IPT) (precedentemente conosciuto come ETIM - "East Turkestan Islamic Movement")
Fin dalla sua istituzione nel 2008, incentrato sulle uiguri "Il Partito islamico del Turkestan" (IPT) ha promesso di portare a termine jihad contro "l'occupazione cinese comunista" del Xinjiang.
Xinjiang è una grande provincia occidentale della Cina, che confina con la Russia, Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan, Pakistan e Afghanistan, ed è noto a molti dei suoi abitanti musulmani come "Turkestan orientale" - un termine che è vietato in Cina per le sue connotazioni separatiste.
Nonostante il fatto che ci sia una piccola quantità di evidenze circa le operazioni effettive di IPT in Cina, e l'organizzazione stessa rimane chiusa per i limiti dei loro campi di addestramento nelle aree tribali del Pakistan, che sta cercando di raggiungere un sacco di mondo islamico attraverso l'autorevole patinata rivista online "islamico del Turkestan» (Islamic Turkistan) e un sofisticato multi-linguaggio video-propaganda volta a residenti di lingua russa dell'Asia centrale e combattenti provenienti dalla Turchia.
IPT era conosciuto prima come ETIM, che era allora il movimento più nazionalista nello Xinjiang. IPT ora supporta obiettivi internazionali più ampi al di fuori della provincia. Secondo il dodicesimo numero della rivista on-line "islamico del Turkestan" in arabo, che è stato pubblicato sul forum jihadista nel febbraio 2013 (ed era disponibile con un open source on line jihadology.net anche), IPT scopi sono:
Primo: creare una congregazione di musulmani nel Turkestan [il termine jihad è usato per riferirsi a Asia centrale] per la jihad per amore di Allah e per diffondere la sua parola.
Seconda: Preparare musulmani in Turkestan e tornare al modo islamico corretto, farli leggere solo Allah e soddisfano la Sharia di Allah. Questo aiuterà anche a unire i musulmani e l'ascesa del nome e il contenuto ideologico della loro religione.
Terzo: per lavorare e collaborare con altri gruppi jihadisti di tutto il mondo, al fine di aiutarli a proteggersi e battere gli infedeli.
Quarto: Cooperare con i musulmani fedeli e jihadisti in Turkestan e nel resto del mondo islamico al fine di proteggerlo dagli infedeli. Esso utilizza una varietà di mezzi, tra cui militari, culturali, economici, ecc
Quinto: Tenere guerrieri santi islamici, di sostenerli e di estendere una mano in tutto il mondo.
È interessante notare che i primi due leader di ETIM ed ex leader della IPT Abdul Shakoor al-Turkistan (Abdul Shakur al-Turkistani) sono stati fortemente integrato nella comunità, "Al-Qaeda", mentre al-Turkistan servito come comandante della "Al-Qaeda" nelle aree tribali del Pakistan.
La maggior parte dei principali attacchi sono stati commessi da IPT 30-31 luglio 2011 a Kashgar, Xinjiang, Cina. Gli attacchi sono iniziati la sera del 30 luglio, quando una strada piena di pedoni e negozi di alimentari frequentati dai cinesi Han, un'autobomba è esplosa. Poco dopo, due uiguri rubato un camion, uccidendo il suo autista, e poi inviato un camion sul marciapiede e cibo bancarelle e la gente ha cominciato a rendere casuale accoltellato.
31 luglio c'è stato un altro attacco a una popolare cinese Han in una strada ricca di caffetterie, ristoranti e negozi. Dopo due esplosioni in uno dei ristoranti, dieci uiguri hanno cominciato a sparare alla gente e causare irregolare pugnalato, tra cui i vigili del fuoco che sono venuti a salvare le vittime. Durante questi due giorni sono stati uccisi, per un totale di più di una dozzina di civili e otto attaccanti, e più di 40 persone sono rimaste ferite. Maggiori informazioni sono disponibili in un articolo intitolato "Nella provincia cinese di Xinjiang è una escalation di violenza", che ho scritto nel mese di settembre 2011 per il centro della lotta contro il terrorismo ", il Sentinel» (CTC Sentinel).
La Cina ha influenza notevole sulla Pakistan, perché è il più importante partner strategico, con entrambi i paesi si allearono per bilanciare l'India. E 'probabile che il Pakistan stava cercando di mantenere un coperchio su IPT, non per ottenere una condanna da parte della Cina per essere militanti anti-cinesi sono addestrati in Pakistan. Sembra che gli Stati Uniti non poteva applicare la stessa leva sul Pakistan, il Pakistan o era semplicemente in grado o non per distruggere i militanti anti-americani nelle aree tribali.

"Jund al-Khilafah"
Raggruppamento "Jund al-Khilafah", o "Soldati del califfato", ora con sede nelle aree tribali del Pakistan, ma ha riferito cellule nel Caucaso del Nord. "Jund al-Khilafah" entrato nella scena internazionale jihadista pochi mesi dopo, nell'aprile 2011, Nursultan Nazarbayev ha vinto le elezioni presidenziali in Kazakistan con il 95,5% dei voti, e dopo il Kazakistan ha approvato una controversa legge sulla religione.
In primo luogo, nel mese di settembre e ottobre 2011, il gruppo ha pubblicato un video di tre attacchi, che ha detto sono state effettuate da esso contro le forze Usa in Afghanistan durante l'estate del 2011. Contrariamente alla credenza popolare che "Jund al-Khilafah" sorto dal nulla, nel tardo 2000 nel Caucaso del Nord, ci sono stati segni di presenza del kazako gruppi militanti che operano in collaborazione con la "Jihad islamica Unione" e altri insorti. Russa del Caucaso settentrionale, che include tali regioni instabili come Daghestan e in Cecenia, è a soli 483 km di distanza dal Kazakhstan occidentale dall'altra parte del Mar Caspio.
Il flusso degli scambi commerciali, combattenti e salafita ideologia del Caucaso del Nord nel Kazakhstan occidentale ha causato l'ondata di militanza nella regione del paese negli ultimi anni.
Nel 2011, il gruppo "Jund al-Khilafah" effettuato da almeno tre attacchi in Atyrau, Taraz e Almaty, mentre nel 2012 il suo funzionamento principale è stata associata ad una serie di omicidi commessi da Mohammed misura in Francia. Altri attacchi sono stati condotti in Kazakistan salafiti-jihadisti nel 2011 e 2012., Ma i militanti non appartiene ad alcun gruppo particolare. Piuttosto, sono radicalizzate da ottenere salafita educazione.

"Hizb ut-Tahrir"
Raggruppamento "Hizb ut-Tahrir" era basato diaspora palestinese nel 1952 e ritiene che ogni musulmano deve lavorare necessariamente verso la restaurazione del Califfato islamico che nessun altro sistema di legge, ma la legge della Sharia non è valido, e che gli stati musulmani è haram (proibito) di cercare protezione da America o in altri "infedeli" (non-musulmani) paesi. L'attività di "Hizb ut-Tahrir" è stato fermato in Uzbekistan, nel 1990 divenne popolare prima in Asia centrale e la maggior parte del Kazakistan, e in seguito è apparso in Kirghizistan, con una media di circa 20 000 a 100 000 membri.
Inoltre, a seguito di scontri etnici tra kirghisi e uzbeki nel sud del Kirghizistan nel 2010, "Hizb ut-Tahrir" penetrò nel nord Kirghizistan, vicino al confine con il Kazakistan. Nonostante il fatto che i membri di "Hizb ut-Tahrir" professano la non violenza, alcuni di loro sono stati radicalizzati attraverso maggiori contatti con l'Afghanistan, ed è spesso riferito che immagazzinano le armi per "auto-difesa".
Prima di passare a questi gruppi militanti salafiti jihadisti come l'IMU, molti islamisti innanzitutto, partecipare a gruppi salafiti come "Hizb ut-Tahrir". Pertanto, essi sono il ponte per andare alla militanza. Al fine di reclutare nuovi membri e di promuovere l'introduzione di "Hizb ut-Tahrir" ha cominciato a utilizzare Internet, con particolare attenzione l'assunzione di giovani e donne in Asia centrale.
Mentre la maggior parte degli abitanti dell'Asia centrale non supportano il "Hizb ut-Tahrir," possono rispettare alcuni dei suoi obiettivi, come, ad esempio, l'opposizione alla politica estera degli Stati Uniti e ha chiesto una maggiore uguaglianza economica. Lo stesso vale per l'IMU e altri gruppi militanti. Mentre la maggior parte delle persone in Asia centrale non supportano l'Imu, essi possono essere in disaccordo con la sua condanna della corruzione del governo. Alcuni kazaki possono anche simpatizzare con il gruppo arrabbiato "Jund al-Khilafah" circa la nuova legge sulla religione, ma non è d'accordo con l'uso della violenza per raggiungere i loro obiettivi. Allo stesso modo, gli uiguri nello Xinjiang possono concordare con IPT è che la Cina non adeguato a proteggere i loro diritti culturali, linguistiche e religiose della provincia, ma non sono d'accordo con le uccisioni, che impegna l'organizzazione della popolazione civile a fronte di cinesi Han.
Infatti, tutti i militanti dell'Asia centrale disposti a tornare a un califfato islamico idealizzato, che, dal punto di vista dei salafiti, esisteva nel VII secolo, quando il profeta musulmano Maometto viveva. A livello regionale, la maggior parte, se non tutti i gruppi di centro-asiatiche vogliono stabilire un califfato islamico chiamato Turkestan, che avrebbe unito tutti i popoli dell'Asia centrale sotto il tetto di quello del sistema politico islamico.
Nel 1990, i gruppi militanti come l'IMU e il predecessore di IPT - ETIM, sono stati almeno in parte insurrezione nazionalista con entità islamista, ma si distingue non è più così. Ora, si tratta di un gruppo militante islamico con gli obiettivi nazionali, regionali e globali. IMU ha ancora voglia di rovesciare il governo di Karimov, e l'obiettivo di IPT - per "liberare" il Xinjiang dagli "oppressori comunisti cinesi", ma entrambi questi gruppi sono anche finalizzata alla jihad internazionale e cercare di "liberare" i loro fratelli in altre terre.
Per esempio, un IPT rivista online ha discusso i militanti uiguri lotta in Siria, e ha sostenuto i ribelli (presumibilmente dal gruppo "Dzhabat al-Nusra" e altri salafiti-jihadisti) per rovesciare il regime di Assad. Questo è doppiamente importante per l'IPT, perché due dei suo "nemico più vicino" - Russia e Cina - sono i maggiori sostenitori internazionali del regime di Assad, come IPT discusse nel suo diario online.
Raggruppamento "Jund al-Khilafah" ha anche ambizioni globali. Dovrebbe essere l'altro movimento jihadista dell'Asia centrale a sostegno della creazione di un califfato islamico in Asia centrale e il più grande del mondo islamico. Nel 2011, il "Jund al-Khilafah", ha dichiarato: "Questo titolo [" Jund al-Khilafah "] ricorda i musulmani del loro dovere di far rivivere il Califfato islamico come sistema. Questo sistema ... di controllo si basa sulla Sharia, che deve prevalere in ogni paese musulmano da est a ovest ... Noi crediamo che la regione dell'Asia centrale, oltre al Maghreb islamico [Nord Africa] e lo Yemen, è il candidato del fatto che in futuro a diventare un centro di per il ritorno dello stato Khilafah ".
La nuova generazione di militanti dell'Asia centrale a vista e dispone di buoni collegamenti con i "talebani" e "Al Qaeda", con il quale hanno combattuto fianco a fianco in Afghanistan. Questa generazione di militanti dell'Asia centrale che hanno combattuto contro le truppe lì USA e NATO. Dopo il 2013 saranno alla ricerca di un nuovo settore di attività - se non in Afghanistan e Pakistan, i paesi dell'Asia centrale, e se non c'è, in Kashmir, in Occidente o in Africa.
Molti dei leader dei gruppi militanti dell'Asia centrale, strettamente connessi con "Al-Qaeda", e si è trasferito all'interno della sua leadership di comunità come un ex leader della IPT Abdul Shakoor al-Turkistan (Abdul Shakur al-Turkistani), che è stato ucciso alla fine del 2012 a seguito dello sciopero drone nelle aree tribali del Pakistan, insieme con i membri della pakistana "talebani".
Infine, il "Al-Qaeda" e "talebani" svolgono un ruolo cruciale nel finanziamento e il sostegno di gruppi come l'Imu, "Jund al-Khilafah" e IPT. Uno dei principali modi in cui in cui farlo è il traffico di droga. IMU nel nord dell'Afghanistan sono spesso responsabili della fonderie di farmaci da sud dell'Afghanistan in Asia centrale e alla Russia ed Europa. Per fare un esempio, uno dei principali leader della IMU è Osman Gazi (Usman Ghazi), in sostituzione di Usman Adil (Osman Adil) ad agosto 2012 dopo che era stato ucciso in un attacco drone. Ghazi è un ex trafficante di droga e armi.
Un altro modo per finanziare questi gruppi sono le donazioni provenienti dalla regione del Golfo. Per questo motivo, molte delle pubblicazioni IPT pubblicato in arabo. Come riportato, il gruppo "Jund al-Khilafah" è stato finanziato organizzazioni salafiti base in Kazakistan occidentale.

Le tre aree più probabili in Asia centrale, che possono penetrare militanti islamici sono:
• La valle di Ferghana
• Gorno-Badakhshan Autonomous Oblast (GBAO) e Rasht Valley in Tagikistan
• Kazakistan occidentale
Numerosi problemi di confine di Fergana, se rimangono irrisolti, sarà una costante fonte di conflitto, che in futuro potrebbe trasformarsi in una guerra regionale. Ci sono anche i timori che, dopo il 2013 gonfio militarmente Uzbekistan può usare la forza militare per risolvere tali conflitti in Kirghizistan, in particolare se il successore del presidente Karimov sarà più che egli è incline a tale utilizzo.
Regione autonoma di Gorno-Badakhshan •, noto anche come provincia Gorno-Badakhshan confina con Afghanistan e nel 2012 è stato elencato negli scontri tra il governo tagiko e dei signori della guerra. La lunga e scarsamente protetti confine con l'Afghanistan Badakhshan attraversa terreno a distanza e robusto, che permette ai contrabbandieri, estremisti e terroristi politici e religiosi di muoversi dentro e fuori dall'Afghanistan, ed è il passaggio alla regione per i militanti dell'Asia centrale.
Rasht Valley nel centro di Tagikistan è anche un dominio di instabilità e di guerre politiche, religiose e di clan. Alla fine del 1990 in una città nella valle della IMU ha creato uno stato islamico di breve durata.
• Kazakistan occidentale - un settore in cui gli Stati Uniti e altri paesi occidentali hanno olio significativo e interessi energetici. Kazakistan agenzia di stampa "Tengri» (Tengri) ha riferito che il 90% dei 8.000 residenti della provincia, che sono musulmani per fede, sono, si pensa di essere di età compresa tra i 13 ei 30 anni, e il 70% dei giovani sono influenzate da salafismo. Raggruppamento "Jund al-Khilafah" venuto dal Kazakhstan occidentale, che è inferiore ai 483 x chilometri via mare dalla russa del Caucaso settentrionale. Kazakistan occidentale è anche una regione in cui nel 2011 nella città di Zhanaozen proteste sono stati fatali. Nel 2012, le forze di sicurezza kazake hanno avuto molto successo nel distruggere le cellule terroristiche nella regione occidentale.
 

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora