giovedì 8 agosto 2013

Forze speciali statunitensi nelle steppe del Kazakistan, e forse anche Italiane. Perche' il Kazakistan e' il fulcro di tutto. Gli Usa vogliono creare la regione Centro Asiatica scacciando Russia e Cina

Alla fine di luglio di quest'anno, parte delle forze armate kazake sono state trasferite in un campo di addestramento, costruito da una divisione di US Army "Sea Bees" ("Sea Bees") progettato per il test delle operazioni militari in condizioni vicine al combattimento.

Il Kazakihstan ha capacità di combattimento limitate, l'equipaggiamento militare vecchio.

Attualmente con l'esempio delle forze armate georgiane si può dire che, nonostante gli americani abbiano mandati  istruttori militari  e fornito attrezzature moderne, i risultati dei programmi militari hanno messo in dubbio la loro utilità in termini di potenziale di combattimento.

Anzi sembra che sia in corso anche una spedizione di Esperti militari Italiani per operazioni che vanno da Kazakistan a Kirghizistan.

Il Minsitro della difesa del Kazakistan Adilbek Jaksybekov e il portavoce militare degli Stati Uniti Peter Levoy hanno firmato a Washington  un nuovo piano di cooperazione militare per il periodo 2013-2017 anno

Rafforzare la cooperazione militare tra gli Stati Uniti e il Kazakistan, e vista dalla Russia come un tentativo del Pentagono e della NATO di creare un avamposto militare permanente nella regione asiatica, fondamentale in Occidente al fine di monitorare la Russia e la Cina.


Il Kazakistan è membro della Shanghai Cooperation Organization (SCO), e il paese, insieme con la Russia e altri cinque ex repubbliche sovietiche, ha firmato il trattato di sicurezza collettiva (CSTO).

Il  Kazakistan e' importante nel mondo e fa gola a tutte le super potenze per questi validi motivi: 

Riserve stimate di petrolio nel paese sono ad un livello di 100 miliardi di barili, che mette al terzo posto tra i fornitori di energia. Le riserve stimate di quantità di gas naturale a 5.000 miliardi di metri cubi. Kazakistan detiene le maggiori riserve mondiali di barite, uranio, tungsteno e piombo. Inoltre, nella regione asiatica, che è al secondo posto per i giacimenti di argento, cromite, zinco, al terzo posto - per l'estrazione di manganese, ha trovato giacimenti di oro, minerale di ferro e di rame.

Nel Kazakistan esiste anche una delle piu' grandi Basi Spaziali Russe.

Il piano segreto (non tanto) degli Usa consiste nel far rivedere gli accordi tra il Kazakistan e la Russia in modo da far sloggiare anche la Cina.

A questo punto gli Usa avrebbero campo libero per avere una Grande regione Centro Asiatica che si estende  dall'Afghanistan attraverso i paesi dell'Asia centrale fino al Medio Oriente.

 In particolare, le tattiche per la ratifica degli accordi militari precedentemente menzionati permette agli americani in coalizione con le forze della NATO di utilizzare l'aeroporto di Almaty come un campo di volo alternativo per aerei da caccia, in volo verso l'Afghanistan,  con la capacità di osservare e raccogliere informazioni sugli impianti nucleari cinesi.

 La "guerra al terrorismo" è una comoda copertura, attraverso il quale gli Stati Uniti proteggono il loro soggiorno permanente in Asia centrale e nel Caucaso ridimensionando le ambizioni strategiche  della Russia, India e Cina.

Washington sostiene con forza "indipendenza energetica" nella regione e vede la distribuzione del gasdotto del Caspio come un contro-attacco al predominio russo dell'energia. US ha favorito infatti l'accordo tra la Repubblica del Kazakistan e l'Azerbaigian, che ha permesso ad Astana di pompare petrolio attraverso l'oleodotto Baku-Tbilisi-Ceyhan, compensando la dipendenza da Mosca.

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora