venerdì 2 agosto 2013

La Cina sfonda nell'Oceano Pacifico, i suoi commerci via mare sono prioritari ed e' pronta a tutto

La marina cinese ha raggiunto il suo sogno  le sue navi hanno guadagnato l'accesso al Pacifico.

Nel 1950, Washington a considerato le isole come l'arcipelago giapponese, Isole Ryukyu, di Cina, Taiwan e il nord delle Filippine come una barriera importante per contenere la Cina e altri paesi comunisti.

Il Giappone ha inviato fregate e aerei per monitorare la flotta cinese a breve distanza.

La Cina ha territorio marino di oltre 3 milioni di kmq, e il 97 per cento dei suoi scambi commerciali con gli altri paesi è trasportato via mare.
 
"Dovremmo vedere la Cina come uno stato marittimo."
 Pechino ha anche commissionato la sua prima portaerei.
Presidente Xi Jinping ha promesso dì  proteggere gli interessi marittimi della Cina e di essere pienamente preparati per i complessi problemi della regione.
 

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora