venerdì 16 agosto 2013

"La Francia è un kazako"

La velocità con cui l'Italia e la Francia erano pronti a soddisfare le esigenze del dittatore kazako illustra l'indulgenza verso gli autoritari regimi dell'Asia centrale.

Francia, come gli Stati Uniti, fa parte di un gruppo di paesi che conducono il discorso politico dei diritti umani. Ma la Francia utilizza anche «realpolitik». Lei ritiene che il Kazakistan un paese con cui costruire un rapporto geo-politici, geo-strategici ed economici. Vi è la questione dell'accesso al gas naturale e di tutto ciò che è in questo paese può essere costruito. Sulla scena geopolitica, la Francia ha sostenuto la candidatura del Kazakhstan per la presidenza dell'OSCE. Inoltre, il Kazakistan è attualmente il presidente di turno dell'OSCE, anche se molti si chiesero se egli è in grado di mantenere questa posizione. Così, la Francia è in una posizione contraddittoria: da un lato, i suoi obiettivi economici e strategici, e dall'altro - le sue preoccupazioni per la democrazia.

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora