giovedì 31 ottobre 2013

I dipendenti della Camera guadagnano più dei parlamentari


DIMISSIONI CANCELLIERI


Disoccupazione record dal 1977. Per i giovani a settembre è salita al 40,4%

La disoccupazione raggiunge un nuovo record, con i dati peggiori dal 1977 a oggi. Se il tasso generale sale al 12,5%, a soffrire di più sono ancora una volta i giovani che arrivano al 40,4%. Lo rivelano i dati provvisori dell’Istat.

Vola la disoccupazione anche nell’Eurozona, attestandosi al livello record del 12,2% a settembre. Lo rileva Eurostat, che ha rivisto il dato di agosto al rialzo, portandolo a sua volta al 12,2% dal precedente 12%. Nei due mesi il tasso risulta dunque stabile. La disoccupazione giovanile nell’area della moneta unica è salita al 24,1% a settembre, rispetto al 23,6% dello stesso mese del 2012.

Il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) a settembre registra un altro record, salendo al 40,4%, in aumento di 0,2 punti percentuali su agosto e di 4,4 su base annua. Anche in questo caso si tratta del valore più alto dall’inizio sia delle serie mensili, gennaio 2004, sia delle trimestrali, primo trimestre 1977. Sono 654 mila i giovani disoccupati, in calo dell’1,5% su agosto (-10 mila) ma in aumento del 5,4% rispetto a dodici mesi prima (+34 mila).

DISOCCUPATI ITALIA TRAGEDIA



mercoledì 30 ottobre 2013

Daniele Zumbo nominato nuovo Sottosegretario alla Difesa? Sembra di si ! entra a pieno titolo nel Governo Letta

Sembra che al Ministero della Difesa ci sara' un nuovo Sottosegretario alla Difesa che con la Senatrice Pinotti e l’onorevole Gioacchino Alfano dara' un contributo pratico agl'impegni Italiani nel panorama internazionale questo nuovo Sottosegretario di Stato alla Difesa e' Daniele Zumbo anno 1987, in area Centro Destra nonche' esperto di strategie militari.

Il nuovo Sottosegretario sembra che si renda necessario per inserire all'interno della funzione politica forze giovani e competenti nel panorama internazionale che l'Italia sta affrontando.

La notizia per adesso non e' ufficiale ma sembra che all' operazione politica manchi solo la firma del Ministro che sara' posta alla presenza di Daniele Zumbo entro le prossime ore

ITALIA LA BASE NSA IN ITALIA E A CERVETERI. Italia, Marina di Cerveteri - 41°58'26.82"N 12° 3'58.10". UNA BASE CIVILE FATTA DA ESPERTI INFORMATICI, FBI, CIA E AISE

Cerveteri sarebbe il centro di ascolto italiano di un sistema planetario di intercettazioni e spionaggio.  Italia, Marina di Cerveteri - 41°58'26.82"N 12° 3'58.10"

In pratica nella struttura ci lavorano circa 200 persone circa 100 Usa fra (NSA,FBI, CIA) e in parte Italiani (Esperti Informatica e Aise)

Il centro di ascolto e raccolta dati si trova nel grande campo militare sull’Aurelia, in cui da alcuni punti rialzati all’esterno delle lunghe mura è possibile scorgere gli enormi radar bianchi del centro.

La funzione di tale sistema – spiega il settimanale – è bypassare le normali procedure d’intercettazione previste dalla legge italiana

Proprio a Cerveteri sarebbero state intercettate le comunicazioni privatedi tanti.

I servizi Italiani Aise dovrebbe avere il controllo della situazione ed invece i dati criptati vengono spediti alla NSA centrale Usa; che si trova presso la sede principale della N.S.A., denominata Fort Meade, si trova in Maryland

Visualizzazione ingrandita della mappa

martedì 29 ottobre 2013

Hezbollah resta minaccia per Israele - vediamo chi sono oggi

Dopo la seconda guerra del Libano, gruppo sciita ricostruito la sua forza, arsenale, oggi costituisce una minaccia grave per Stato di Israele.

"Hezbollah ha migliaia e migliaia di razzi e missili puntati su Israele, e questo è un problema",

 Durante la guerra del 2006 tra Israele e Hezbollah, il gruppo ha sparato circa 4000 missili a corto e medio a Israele uccidendo 44 civili israeliani. Israele ha usato attacchi aerei per distruggere molti dei razzi e dispositivi di lancio, uccidendo più di 1.000 libanesi, sia civili e combattenti. Da allora, Hezbollah ha più ricostruito la sua capacità di armi e ha circa 100.000 missili puntati contro lo Stato ebraico, secondo il capo di Israele di comando settentrionale Generale Maggiore Noam Tibon.

 "Hezbollah è stato in grado di assumere ed eseguire tutta una serie di agenti all'interno di Israele --- alcuni di loro ben collegati all'interno dell'esercito e della polizia e l'accesso a informazioni classificate"

Il numero di combattenti di Hezbollah non ci è chiara. Il Times di Londra ha riferito che ora ci sono solo 3500 combattenti là, rispetto ai 10.000 precedentemente. Centinaia di combattenti di Hezbollah sono stati uccisi in Libano.

Hezbollah è anche visto come l'unica potenza regionale, con l'eccezione del suo patrono Iran , che può resistere a Israele.

L'unico modo che potrebbe cambiare, dice, è che se Israele decide di lanciare un attacco militare contro l'Iran. In quel caso, Hezbollah avrebbe lanciato centinaia di razzi contro Israele, e Israele sarebbe molto probabilmente risponderà con attacchi aerei.

Altrimenti il pericolo e' virtuale visto che non puo' impegnarsi su piu' fronti, solo gli USA hanno una simile possibilita'-e gli Hezbollah sono gia' impegnati in Libano.
 

Ecco quanto ci sono costati alcuni dei tantissimi


NSA spionaggio 'portato avanti praticamente senza controllo' dal 11/9. GLI USA HANNO SPIATO TUTTI e tutti si indignano tranne l'Italia "una banda di coglioni"

La Spagna è l'ultimo paese in Europa ad asserire essere stato spiato dall'agenzia statunitense per la sicurezza nazionale, la NSA. L'ambasciatore degli Stati Uniti a Madrid è stato convocato al ministero degli Esteri spagnolo di fornire dettagli sulle accuse. Il ministro degli Esteri spagnolo dice che se la spia è confermato, potrebbe risultare in un "crollo nella fiducia" tra i due paesi.

Insomma sono stati tutti intercettati, Germania, Francia, Brasile, Spagna, etc, etc e l'Italia e' immune ammazza quanto siamo bravi.

E pensare che chi richiama l'ambasciatore per protestare, chi chiama Obama per minacciare ritorsioni e Letta invece gli fa il sorriso dello schiavo.

Vergognatevi non siete degni di questo paese.

Quotidiano spagnolo El Mundo ha pubblicato un documento che mostra la US National Security Agency spiato più di 60 milioni di telefonate in Spagna più di un mese.
 
Il rapporto è venuto come la Spagna ha convocato l'ambasciatore degli Stati Uniti a Madrid per chiedere risposte oltre le accuse.

La Cina mette in guardia il Giappone contro minacce militari. Venti di Guerra soffiano ?

Il ministero degli Esteri cinese il Martedì esortato il Giappone per fermare pubblicizzando le minacce esterne e spiegare il vero intento del suo rafforzamento militare.
 
Portavoce Hua Chunying ha fatto i commenti in una conferenza stampa di routine, rispondendo alla domanda di un giornalista sui media riportano che il ministro della Difesa giapponese Onodera Itsunori accusato la Cina di aver invaso le acque delle isole Diaoyu , chiamata isole Senkaku dal Giappone.
 
La posizione della Cina sulle questioni è chiara, Hua ha risposto, dicendo che la Cina persegue la strada dello sviluppo pacifico, che è la sua scelta strategica basata sul trend di sviluppo.

Ha esortato il Giappone per fermare intenzionalmente o le minacce esterne e spiegare alla comunità internazionale il vero intento del suo rafforzamento militare.
 
Ha sottolineato che la Cina ha sempre insistito sul dialogo e la consultazione per risolvere le controversie con i paesi confinanti.  
"Nel frattempo, la Cina sarà fermamente rispondere violazione della sua sovranità territoriale."
 
Hua ha esortato il Giappone a fare sforzi "tangibili" per salvaguardare la pace e la stabilità regionale.
Commento: "minaccia cinese" brutto scusa per il rafforzamento militare del Giappone 

Sulla questione delle isole Diaoyu, che sono parte integrante del territorio cinese, è il Giappone che sta cercando di sconvolgere lo status quo regionale. Tokyo impegnata nella farsa di acquistare la terra cinese da mani private alla fine dell'anno scorso, scatenando frizioni tra le due maggiori economie dell'Asia.

Tutto questo finira' per portare a una destabilizzazione della zona con conseguente corsa al riarmo militare, al sospetto e non si esclude un intervento militare cinese a tutela della propria sovranita.
Sarebbe un grave errore per il Giappone insistere su questa strada dalle conseguenze imprevedibili. 

FUKUSHIMA - I documenti mostrano che il governo Giapponese accetta tacitamente il rifiuto di TEPCO a pagare per la decontaminazione. Mezzo Oceano Pacifico Radiattivo

Tokyo Electric Power Co. ha detto che ha trovato i più alti livelli di radiazioni registrati da quando ha iniziato controllando l'acqua in canali di scolo nel mese di agosto al suo Fukushima n ° 1 centrale nucleare.

L'utility ha annunciato 24 ottobre che aveva rilevato stronzio radioattivo e di altre sostanze che emettono raggi beta misura 140.000 becquerel per litro in acqua campionata in uno dei canali di drenaggio della struttura.
 
La norma giuridica per le emissioni di stronzio è di 30 becquerel per litro.

Funzionari TEPCO ha detto che il livello di radiazione ad alta è stata rilevata in acqua raccolta sul 23 ottobre I livelli di acqua prelevati il ​​22 ottobre sono stati 59.000 becquerel per litro. 

 Il governo su TEPCO, apparentemente accetta il rifiuto, in un tacito accordo per evitare chela societa' a corto di liquidi vada in fallimento.

lunedì 28 ottobre 2013

Che tipo di dati sono raccolti dalle NSA?

Ci sono tre area elementare. Il primo è quello che abbiamo chiamato ELINT, intelligenza elettronica. Ciò comporta l'intercettazione e l'analisi di qualsiasi segnale dell'elettronica. Non vi è necessariamente nessun messaggio in quel segnale. E 'solo il segnale, ed è utilizzata principalmente dai tecnici. L'unica volta che ricordo con ELINT era quando stavamo inseguendo un caccia russo. Alcuni di loro ha un particolare tipo di sistema radar. Per quanto mi ricordo, abbiamo chiamato questo sistema MANDRAKE. Comunque, ogni volta che questo sistema segnalato, un particolare tipo di emissione elettronica sarebbe verificato. La nostra gente ELINT sarebbe in cerca di esso, e ogni volta che è venuto, sarebbe far loro identificare positivamente questo tipo di caccia.

Il secondo tipo di segnale è legata a questo. E 'l'intelligenza da radar, chiamato RADINT. Questo coinvolge anche i tecnici. Lasciate che vi faccia un esempio. Vi è un particolare tipo di sistema radar sovietico conosciuto in NSA con un nome in codice che chiameremo palude. PALUDE è utilizzato dalle forze aeree sovietiche tecnici, per la loro difesa aerea, dal KGB e alcune forze civili. È il loro modo di localizzare qualsiasi entità volare mentre è in aria. Aveva una visuale del display read-out, in modo che, ogni volta che un tecnico radar in Unione Sovietica voleva tracciare qualcosa sulla sua mappa, poteva farlo sparando un fascio di luce su un campo di applicazione e poi inviarlo a chi voleva trovare le informazioni su quel velivolo. La nostra gente RADINT intercettati segnali palude in nostri post ascolto europei. Dai dati che hanno ottenuto, gli analisti della NSA sono stati in grado di tornare al quartier generale a Fort Meade e in meno di otto settimane ricostruire completamente palude. Abbiamo duplicato di esso. Questo significa che siamo stati in grado di vedere esattamente ciò che gli operatori sovietici stavano vedendo quando hanno usato palude. Quindi, per quanto riguarda questo radar è stato interessato, il risultato è stato che stavano facendo il nostro inseguimento per noi. Sapevamo tutto ciò che sapevano, e sapevamo quello che erano in grado di tracciare sul proprio spazio aereo, e ciò che non lo erano.

Questo è di gran lunga il più importante. E 'l'intelligenza delle comunicazioni. COMINT. Esso comporta la raccolta di comunicazioni radio di una entità mirata. NSA li intercetta, li riproduce nella sua attrezzatura e si rompe qualsiasi codice utilizzato per cifrare il segnale. Devo dire che quello che io chiamo una "entità mirata" potrebbe significare qualsiasi paese - NSA raccoglie dati su tutti - ma in termini pratici è quasi sinonimo con l'Unione Sovietica.
COMINT è la funzione importante. E 'quello che mi trovavo, e rappresenta probabilmente il 95 per cento della relativa intelligenza SIGINT. È un dato di fatto, l'intera comunità di intelligence è anche conosciuta come la comunità COMINT.

Il Pdl si scioglie e la Sicilia mette le le lancette indietro di 20 anni. I Leader sono Micciche', Prestigiacomo e Romano. Alfano definito vile ! Forza Italia nasce morta.

Una nuova Forza Italia trainata in Sicilia da Gianfranco Micciché e Stefania Prestigiacomo ma anche, perché no, dall’ex ministro del Pid Saverio Romano. Tre lealisti nei confronti del gran capo Silvio Berlusconi,

Lealisti o meglio fedeli fido che vogliono far nascere la nuova Forza Italia portando le lancette indietro come se nulla fosse accaduto di ben 20 anni.

In questa guerra chi lascia il culo in Sicilia sono tante colombe prima fra tutti Alfano definito da Micccihe' nel suo Blog:

“IL TRADIMENTO DI ALFANO E’ UN ATTO DI PROFONDA VILTA’”

Certamente non vi aderirà l’ex presidente dell’Ars Francesco Cascio e nemmeno Nino D’Asero, il primo legato ad Alfano il secondo a Giuseppe Castiglione. “Nemmeno io entrerò in Forza Italia, un progetto perdente”, dice il deputato regionale Vincenzo Vinciullo.

 

SPY STATION F83 (ecco da dove gli USA intercettano l'Europa e la Cina)

Menwith Hill, vicino a Harrogate

Menwith Hill è gestito dalla National Security Agency USA (NSA). E 'l'agenzia di intelligence più grande, più sofisticato e più segretA del mondo.

In mezzo all nebbia del North Yorkshire Moorsci si sono  una serie di enormi cupole, che guardando come palle giganti di golf in mezzo a campi, muri a secco e greggi di pecore. Di notte, dallla base delle luci tradiscono le stanze di funzionamento e le attrezzature di ascolto ad alta tecnologia. La recinzione perimetrale è punteggiata da torri di guardia e sorvegliata da cani da guardia. 

Essi operano decine di sistemi di raccolta di dati, tra cui il sistema di satelliti spia principale per il monitoraggio Europa e Asia, nome in codice Vortex. In qualsiasi momento tre satelliti Vortex, posizionati sopra l'equatore, sono in funzione. Più recenti, i satelliti più grandi nome in codice Magnum e Orion sono anche eseguite da Menwith, e la sua stazione sorella, F91, a Bad Aibling in Germania.

"In Europa, tutte le comunicazioni e-mail, telefono e fax sono regolarmente intercettate dalla NSA, il trasferimento di tutte le informazioni di destinazione a Fort Meade nel Maryland [il quartier generale della NSA] attraverso l'hub cruciale di Menwith Hill, nel North Yorkshire lande del Regno Unito. 

La NSA ammette che, anche se l'impianto è gestito congiuntamente con una minoranza di personale britannico, GCHQ non è automaticamente al corrente le informazioni raccolte.

Che cosa succede dietro il filo spinato è così segreto che molto meno si sa su di esso che il funzionamento di MI5 e MI6. Ministri britannici in governi successivi hanno persistentemente schivato l'argomento quando in discussione sul perché la base continua ad espandersi.

Ecco alcune delle operazioni passate scorrette di spionaggio industriale fatto dagli USA a danno delle Nazioni amiche:

Un esempio tra Volkswagen e General Motors sopra spionaggio commerciale, è stato suggerito che le conversazioni di dirigenti di Volkswagen erano stati intercettati dagli americani.
 
I francesi hanno sostenuto che Thomson-CSF, una società francese di elettronica, ha perso un affare 1,4 miliardi dollari (£ 858m) di fornire il Brasile con un sistema radar, perché gli americani intercettato dettagli dei negoziati e li passò a Raytheon, la società americana che fa la Patriot missile; 

Raytheon successivamente ha vinto l'appalto.  

Un'altra affermazione è che Airbus Industrie perso un contratto del valore di £ 1 miliardo per Boeing e McDonnell Douglas, perché le informazioni è stato intercettato da American spionaggio.

Accordo UKUSA
Protocollo redatto tra il Regno Unito, Stati Uniti, Canada, Nuova Zelanda e Australia individuare gli obiettivi e le operazioni di sicurezza comuni.  

Tutti gli altri sono spiati senza possibilita' di poter far nulla.

L'Italia non e' nemmeno presa in considerazione in questa battaglia tra servizi. 

NSA HA SPESO PER INTERCETTARE 124 MILIARDI, ECCO LA MAPPA. PER L'ITALIA HA SPESO 46 MILIONI

In qualche modo la NSA è il proprio nemico peggiore per dire che i rapporti di 70 milioni di chiamate in Francia vengono registrate al mese è imprecisa senza spiegare nulla di tutto questo. Tuttavia, in realtà non è meglio dire che ogni chiamata in media ha generato 3 record di metadati che erano, in media, raccolti due volte a testa (per esempio: "E 'solo 11,7 milioni di chiamate abbiamo spiati").

Il totale di chiamate intercettate e' pari a 540 milioni al mese.


So the Real bottom line is:
Pakistan: 12.76 Billion
Afghanistan: 21.98 Billion
India: 6.28 billion
Iraq: 7.8 billion? (blurry image)
Saudi Arabia: 7.8 billion ? (blurry image)
United States: 3 Billion? (blurry image)
Egypt: 1.9 Billion ? (blurry image)
Iran: 1.73 Billion
Jordan: 1.6 Billion
Germany: 361 Million
France: 70.2 Million
Spain: 61 Million
Italy: 46 Million
Netherlands: 1.8 Million
The rest of the world: Lots and Lots
Total: 124.8 billion.

sabato 26 ottobre 2013

Verdetto su Bo Xilai

Bo è stato accusato di corruzione, appropriazione indebita e abuso di potere in un processo tenutosi presso il Tribunale Intermedio del Popolo di Jinan da agosto 22 a 26.
Bo è l'ex segretario della Chongqing Comitato Municipale del Partito Comunista Cinese (CPC) e un ex membro del Comitato Centrale CPC Ufficio Politico.
E 'stato trovato colpevole di prendere 20.440.000 di yuan (circa 3,3 milioni di dollari) in tangenti tra il 1999 e il 2012.
E 'stato anche condannato per aver rubato cinque milioni di yuan di fondi pubblici e di abuso di potere nella gestione l'omicidio di cittadino britannico Neil Heywood dalla moglie, Bogu Kailai, e un assistente, così come la defezione di Wang Lijun, ex capo della polizia di Chongqing e il sindaco vizio.
Bo ha presentato ricorso dopo la sentenza è stata emessa. Corte maggiore è popolare Shandong ha presentato l'appello di Bo e formato un pannello collegiale per la seconda prova.
Secondo l'articolo 1 della clausola 1 dell'articolo 225 del codice di procedura penale cinese, la Corte Superiore del Popolo di Shandong ha deciso di respingere il ricorso e confermare la sentenza originale. La decisione di oggi è anche l'ordine finale.

Nel paese dilaniato dalla guerra, professione principale è combattente

Più di 115.000 persone sono morte nel corso della guerra civile in Siria,

L'Osservatorio siriano per i diritti umani ha detto che più di 41.000 civili - tra cui 6.000 bambini e 4.000 donne - sono stati uccisi durante il conflitto in  due anni e mezzo.

 Circa 41.000 combattenti fedeli al governo sono morti, ei  combattenti ribelli costituiscono circa 23.000  morti.
 
Con 5.000 morti nel solo mese di settembre, i tentativi internazionali per eliminare le armi chimiche della Siria dal mese scorso non hanno rallentato lo spargimento di sangue.

في ثورة الربيع العربي المصنوع من الشبكات الاجتماعية. In the Arab Spring revolution made with social networks to bring down the dictator of the moment however, has shown how these means are suitable and bend the power shift

All young people have hoped that the Arab Spring was the beginning of a new era , made ​​through the use of new technologies that nailed the dictator of the moment making him testify without bloodshed.

Social networks nailed these despots to their crimes.And instead it turns out that the utopian revolutions can not be done with new technology and without shedding of blood.Indeed the use of these technologies such as social networks are ideal means to the Powers World turn to make it through the intelligence services and the military information and counter-information , making believe that what ' white ' black and vice versa.Today those who are not ' expert like me wakes from sleep in which he was immersed and realizes that the Arab Spring and ' a very different reality from the one imagined by deluded pacifists and peace.Social networks are the best means to bend the consensus in favor of the powerful.

-------
في ثورة الربيع العربي جعلت مع الشبكات الاجتماعية لاسقاط الدكتاتور من لحظة ومع ذلك ، أظهرت كيف يمكن لهذه الوسائل هي مناسبة و ثني تحول السلطةو أعرب عن أمله جميع الشباب أن الربيع العربي كان بداية لحقبة جديدة ، التي تتم من خلال استخدام التكنولوجيات الجديدة التي مسمر الدكتاتور لحظة مما يجعل منه الشهادة دون إراقة دماء .الشبكات الاجتماعية مسمر هذه الطغاة ل جرائمهم .و بدلا من ذلك اتضح أن الثورات طوباوية لا يمكن القيام به مع التكنولوجيا الجديدة و بدون سفك دم .والواقع أن استخدام هذه التكنولوجيات مثل الشبكات الاجتماعية وسيلة مثالية لل القوى العالمية تتحول لجعله من خلال أجهزة المخابرات و المعلومات العسكرية ومكافحة المعلومات ، مما يجعل الاعتقاد بأن ما ' البيضاء' و العكس بالعكس أسود .اليوم أولئك الذين ليسوا ' خبير مثلي يستيقظ من النوم التي كانت مغمورة انه و يدرك أن الربيع العربي و " واقعا مختلفا جدا من يتصور أحد من قبل دعاة السلام مخدوع والسلام.

الشبكات الاجتماعية هي أفضل وسيلة لثني الآراء لصالح الأقوياء .

venerdì 25 ottobre 2013

Nella Primavera araba la rivoluzione fatta con i social network per far cadere il dittatore di turno ha invece dimostrato come questi mezzi si prestano e si piegano alla Potenza di turno

Tutti i giovani hanno sperato che la Primavera Araba fosse l'inizio di una nuova era, fatta attraverso l'uso delle nuove tecnologie che inchiodavano il dittatore di turno facendolo deporre senza spargimento di sangue.

I social network inchiodavano questi despoti ai loro crimini.

Ed invece viene fuori che le rivoluzioni utopiche non si possono fare con le nuove tecnologie e senza spargimento di sangue.

Anzi l'uso di queste tecnologie come i social network sono mezzi ideali per le Potenze Mondiali di turno per fare attraverso i servizi segreti e i militari info e controinformazione, facendo credere che quello che e' bianco e' nero e viceversa.

Oggi chi non e' esperto come me si sveglia dal sonno in cui era immerso e si accorge che la Primavera Araba e' una realtà ben diversa da quella immaginata dai pacifisti e illusi della pace.

I social network sono i migliori mezzi per piegare il consenso a favore dei potenti.

Partito dei Cattolici - Popolari Italiani - Terzo Polo (MIA INIZIATIVA MEDIATICA- REMO PULCINI)

E' un iniziativa mediatica che vuole spingere per la creazione del partito politico italiano di ispirazione democratico-cristiana e ispirato alla dottrina sociale della Chiesa.

 Di fatto anche laico (partito di cattolici e non cattolico), interclassista, che trae la sua ispirazione dalla dottrina sociale cristiana.

Il PPI ricalca sostanzialmente i principi-cardine della Dottrina sociale della Chiesa Cattolica sostenendo, fra l'altro:

Si adopera per un'Europa democratica, trasparente ed efficiente e vicina ai cittadini.

Si adopera per i cittadini ed il diritto al lavoro. "i singoli per il diritto alla realizzazione dello scopo fondamentale della loro vita" 

L'integrità della famiglia. 

Per una Politica che deve fare il bene del cittadino. 

Perseguire il bene comune, dell'intera comunità e non di un gruppo a detrimento delle legittime esigenze degli altri 

Vuole il sostegno della Chiesa Cattolica e dei suoi Movimenti ed in cambio tutela il centro della Cristianità mondiale con mezzi pacifici ma efficaci

Garantire la giustizia e la sicurezza dei cittadini con applicazione rigida delle sanzioni per legge.

Il PPI rappresenta per i cattolici italiani il ritorno organizzato alla vita politica attiva dopo lunghi decenni di assenza e di prigionia nelle mani del PD-PDL-UDC

Vuole far parte del PPE

 Il PPE è il più grande e più influente partito politico a livello europeo, del centro-destra, che comprende attualmente 74 partiti membri provenienti da 40 paesi, i Presidenti della Commissione europea e del Consiglio europeo, 13 UE e 6 non capi-UE di Stato e di governo, 13 membri della Commissione europea e il più grande gruppo al Parlamento europeo.

http://partitodeicattolici.blogspot.it/ La rete si sviluppa nei Social Network principali

M5S DIVENTA IL SECONDO PARTITO ITALIANO ULTIMI SONDAGGI


NAPOLITANOGATE - impeachment per abuso di potere il M5S ai suoi legali. Non siamo ne in Monarchia assoluta, né in una Repubblica Presidenziale. Modificare entro il 3/12 la Legge Elettorale a loro vantaggio

«Chiederemo l'impeachment per il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano» ha detto Beppe Grillo

Aver convocato un vertice con la sola maggioranza su un tema parlamentare è sintomo di partigianeria inaccettabile.

Bisogna modificare il Porcellum entro il 3 dicembre, prima che sia la Corte Costituzionale a pronunciarsi sulla legittimità del sistema attualmente in vigore

Fanno parte della cricca, riducendo l'Italia ad una sorta di salotto personale Napolitano che convoga gli amichetti al Quirinale insieme al presidente della prima Commissione Anna Finocchiaro (Pd) e ai ministri competenti, Quagliariello (Riforme) e Franceschini (Rapporti con il Parlamento).

Sembra che Napolitano possa dare il via libera alla riforma della legge elettorale tramite decreto, giustificando la 'necessità' e 'l'urgenza' del provvedimento proprio con la scadenza del 3 dicembre. Se così fosse sarebbe una violazione delle regole, precisamente della cosiddetta legge Spadolini

Il sistema individuato per la elezioni per la Camera prevede l’80 per cento dei seggi assegnati in collegi plurinominali e il 20 nelle attuali circoscrizioni. Si tratta in sostanza di un sistema non lontano dal modello spagnolo, in cui la base essenzialmente proporzionale viene corretta dai piccoli collegi e da soglie di sbarramento. Su questo sistema, il Pd chiede di innestare un doppio turno di coalizione; il Pdl un premio di maggioranza per chi supera il 35 per cento.

Ci sarebbe accordo sui premi di maggioranza (340 seggi alla Camera, 170 al Senato) alla coalizione che raggiunge il 40% dei voti, soglie di sbarramento 'alte' per i partiti non coalizzati. Ma rimangono insoluti i nodi principali: le liste bloccate e il metodo di assegnazione dei seggi in caso di mancato raggiungimento del 40% (altamente probabile, per non dire certo). In sostanza si vuole superare il Porcellum, proponendo fin qui un Porcellum 2 per istituzionalizzare le larghe intese. Semplicemente geniale.

Il tentativo e di blindare il Bipolarismo facendo fuori il m5s non sapendo che i Sondaggi veri danno il M5S come prossimo ad essere il ptimo partito Italiano con buona pace di Napolitano.

NAPOLITANOGATE 


 

giovedì 24 ottobre 2013

Italia Spiata dagli Usa, Berlusconi e Letta in Primis e poi anche tutti gli altri partiti

La questione delicata dalle intercettazioni degli Usa investe in modo spropositato anche l'Italia ed in particolare persone che essendo vicine agli Usa pensavono di essere immuni.

Tuttavia le intercettazione che l'Italia ha subito non sono solo quelle della NSA Usa ma anche quelle avvenute da patner Europei in particolare Usa e Francia.

Ho analizzato i vecchi documenti di Wikileakes ed emerge chiaramente che gia' da qualche anno i Servizi stranieri spiavano l'Italia ed in particolare questa attivita' si svolgeva su piu' profili:

1) Francia (Spionaggio Industriale)
2) Gran Bretagna GCHQ La Gran Bretagna si prepara a monitorare e archiviare tutte le comunicazioni elettroniche in nome della lotta al terrorismo questo accadeva nel 2007
3) Canada CBNRC
4) Germania impegnata in spionaggio interno

Ed Usa gli usa a sua volta spiavano nella seguente modalità:

1) Politici amici (Letta Zio), De Gregorio, etc, etc

2) Politici e Partiti tutti in particolare Berlusconi e Prodi

3) Spionaggio Industriale

4) Monitoraggio sui nostri Servizi e loro strutture anche altri Servizi di Sicurezza presenti sul Web.

Vediamo alcune delle vecchie rilevazioni sulle nuove per adesso non trapela nulla ma presto avremo rilevazioni:


 Una trentina di km a nord est di quartier generale della CIA a Langley, in Virginia, a ridosso della superstrada Baltimore-Washington, che domina la campagna Maryland piatto, sorge un grande edificio a tre piani noto informalmente come "fabbrica di biscotti." E 'ufficialmente conosciuta come Ft. George G. Meade, quartier generale della National Security Agency.

 Governo Prodi in Italia è stato rovesciato da tali rivelazioni e nel dicembre 2007, Silvio Berlusconi, che era allora leader dell'opposizione, è stato lui stesso esposto su una telefonata trapelato da una indagine anti-corruzione.


Il materiale presenta circa tre ore di registrazioni telefoniche italiane tra anziani e le donne più giovani, che sembra provenire da metà aprile a metà maggio 2008.

In qualche modo, è comprensibile, dato il volume delle puntate della Guerra Fredda, che un'agenzia come la NSA avrebbe controllare le chiamate telefoniche transatlantiche 'cittadini degli Stati Uniti. (Nsa) piu' grande e piu' segreta della Cia era nata per far fronte alla guerra fredda penetrando le difese Russe)
 

Oggi gli Usa hanno in mano sulla Politica Italiana una Bomba ad Orologeria, nel senso che hanno in mano parecchi scandali ed intrecci che possono far uscire periodicamente al bisogno.

I nostri Servizi sono indietro e comunque pagano il problema che la compagnia telefonica Nazionale e' in mano private ed in particolare presto in mani straniere. 




Il Sabotaggio Europeo con il programma di Deindustrializzazione Italiano a cui alcuni politici Italiani traditori della Repubblica si sono prestati

Adesso Basta ! Essere lo zerbino dell'Europa

Adesso Basta! Prestare il deretano agli Usa e all'Europa dei Francesi e Tedeschi

Adesso Basta ! Politici Italiani che per arricchirsi loro e i loro amici distruggono l'Italia

Adesso Basta ! Traditori della Repubblica Italiana che andrebbero arrestati ed espulsi dopo aver sequestrato i beni a tutta la famiglia

Ecco un Partito Vero, un Partito Cattolico Popolare Italiano ed un Terzo Polo che deve guardare alla  tutela dell'Italia dai nemici della Repubblica sia all'interno del Paese che all'esterno.

Voglio presentare un articolo interessante che spiega con dovizia di particolari attraverso un excursus storico il Tradimento della Repubblica ad opera di Italiani venduti allo straniero:

Il link all'articolo e' questo : Articolo e Fonte libreidee.org


Il primo colpo storico contro l’Italia lo mette a segno Carlo Azeglio Ciampi, futuro presidente della Repubblica, incalzato dall’allora ministro Beniamino Andreatta, maestro di Enrico Letta e “nonno” della Grande Privatizzazione che ha smantellato l’industria statale italiana, temutissima da Germania e Francia. E’ il 1981: Andreatta propone di sganciare la Banca d’Italia dal Tesoro, e Ciampi esegue. Obiettivo: impedire alla banca centrale di continuare a finanziare lo Stato, come fanno le altre banche centrali sovrane del mondo, a cominciare da quella inglese. Il secondo colpo, quello del ko, arriva otto anno dopo, quando crolla il Muro di Berlino. La Germania si gioca la riunificazione, a spese della sopravvivenza dell’Italia come potenza industriale: ricattati dai francesi, per riconquistare l’Est i tedeschi accettano di rinunciare al marco e aderire all’euro, a patto che il nuovo assetto europeo elimini dalla scena il loro concorrente più pericoloso: noi. A Roma non mancano complici: pur di togliere ilpotere sovrano dalle mani della “casta” corrotta della Prima Repubblica, c’è chi è pronto a sacrificare l’Italia all’Europa “tedesca”, naturalmente all’insaputa degli italiani.
E’ la drammatica ricostruzione che Nino Galloni, già docente universitario, manager pubblico e alto dirigente di Stato, fornisce a Claudio Messora per il Nino Galloniblog “Byoblu”. All’epoca, nel fatidico 1989, Galloni era consulente del governo su invito dell’eterno Giulio Andreotti, il primo statista europeo che ebbe la prontezza di affermare di temere la riunificazione tedesca. Non era “provincialismo storico”: Andreotti era al corrente del piano contro l’Italia e tentò di opporvisi, fin che potè. Poi a Roma arrivò una telefonata del cancelliere Helmut Kohl, che si lamentò col ministro Guido Carli: qualcuno “remava contro” il piano franco-tedesco. Galloni si era appena scontrato con Mario Monti alla Bocconi e il suo gruppo aveva ricevuto pressioni da Bankitalia, dalla Fondazione Agnelli e da Confindustria. La telefonata di Kohl fu decisiva per indurre il governo a metterlo fuori gioco. «Ottenni dal ministro la verità», racconta l’ex super-consulente, ridottosi a comunicare con l’aiuto di pezzi di carta perché il ministro «temeva ci fossero dei microfoni». Sul “pizzino”, scrisse la domanda decisiva: “Ci sono state pressioni anche dalla Germania sul ministro Carli perché io smetta di fare quello che stiamo facendo?”. AndreottiEccome: «Lui mi fece di sì con la testa».
Questa, riassume Galloni, è l’origine della “inspiegabile” tragedia nazionale nella quale stiamo sprofondando. I super-poteri egemonici, prima atlantici e poi europei, hanno sempre temuto l’Italia. Lo dimostrano due episodi chiave. Il primo è l’omicidio di Enrico Mattei, stratega del boom industriale italiano grazie alla leva energetica propiziata dalla sua politica filo-araba, in competizione con le “Sette Sorelle”. E il secondo è l’eliminazione di Aldo Moro, l’uomo del compromesso storico col Pci di Berlinguer assassinato dalle “seconde Br”: non più l’organizzazione eversiva fondata da Renato Curcio ma le Br di Mario Moretti, «fortemente collegate con i servizi, con deviazioni dei servizi, con i servizi americani e israeliani». Il leader della Dc era nel mirino di killer molto più potenti dei neo-brigatisti: «Kissinger gliel’aveva giurata, aveva minacciato Moro di morte poco tempo prima». Tragico preambolo, la strana uccisione di Pier Paolo Pasolini, che nel romanzo “Petrolio” aveva denunciato i mandanti dell’omicidio Mattei, a lungo presentato come incidente aereo. Recenti inchieste collegano alla morte del fondatore dell’Eni quella del giornalista siciliano Mauro De Mauro. Probabilmente, De Mauro aveva scoperto una pista “francese”: agenti dell’ex Oas inquadrati dalla Cia nell’organizzazione terroristica “Stay Behind” (in Italia, “Gladio”) avrebbero sabotato l’aereo di Mattei con l’aiuto di manovalanza mafiosa. Poi, su tutto, a congelare la democrazia italiana Ciampiavrebbe provveduto la strategia della tensione, quella delle stragi nelle piazze.
Alla fine degli anni ‘80, la vera partita dietro le quinte è la liquidazione definitiva dell’Italia come competitor strategico: Ciampi, Andreatta e De Mita, secondo Galloni, lavorano per cedere la sovranità nazionale pur di sottrarre potere alla classe politica più corrotta d’Europa. Col divorzio tra Bankitalia e Tesoro, per la prima volta il paese è in crisi finanziaria: prima, infatti, era la Banca d’Italia a fare da “prestatrice di ultima istanza” comprando titoli di Stato e, di fatto, emettendo moneta destinata all’investimento pubblico. Chiuso il rubinetto della lira, la situazione precipita: con l’impennarsi degli interessi (da pagare a quel punto ai nuovi “investitori” privati) il debito pubblico esploderà fino a superare il Pil. Non è un “problema”, ma esattamente l’obiettivo voluto: mettere in crisi lo Stato, disabilitando la sua funzione strategica di spesa pubblica a costo zero per i cittadini, a favore dell’industria e dell’occupazione. Degli investimenti pubblici da colpire, «la componente più importante era sicuramente quella riguardante le partecipazioni statali, l’energia e i trasporti, dove l’Italia stava primeggiando a livello mondiale».
Al piano anti-italiano partecipa anche la grande industria privata, a partire dalla Fiat, che di colpo smette di investire nella produzione e preferisce comprare titoli di Stato: da quando la Banca d’Italia non li acquista più, i tassi sono saliti e la finanza pubblica si trasforma in un ghiottissimo business privato. L’industria passa in secondo piano e – da lì in poi – dovrà costare il meno possibile. «In quegli anni la Confindustria era solo presa dall’idea di introdurre forme di flessibilizzazione sempre più forti, che poi avrebbero prodotto la precarizzazione». Aumentare i profitti: «Una visione poco profonda di quello che è lo sviluppo industriale». Risultato: «Perdita di valore delle imprese, perché le imprese acquistano valore se hanno prospettive di profitto». Dati che parlano da soli. E spiegano tutto: «Negli anni ’80 – racconta Galloni – feci una ricerca che dimostrava che i 50 gruppi più importanti pubblici e i 50 gruppi più importanti privati facevano la stessa politica, cioè investivano la metà dei loro profitti non in attività produttive ma nell’acquisto di titoli di Stato, per la semplice ragione che i titoli di Stato italiani rendevano tantissimo e quindi si guadagnava di più Agnellifacendo investimenti finanziari invece che facendo investimenti produttivi. Questo è stato l’inizio della nostra deindustrializzazione».
Alla caduta del Muro, il potenziale italiano è già duramente compromesso dal sabotaggio della finanza pubblica, ma non tutto è perduto: il nostro paese – “promosso” nel club del G7 – era ancora in una posizione di dominio nel panorama manifatturiero internazionale. Eravamo ancora «qualcosa di grosso dal punto di vista industriale e manifatturiero», ricorda Galloni: «Bastavano alcuni interventi, bisognava riprendere degli investimenti pubblici». E invece, si corre nella direzione opposta: con le grandi privatizzazioni strategiche, negli anni ’90 «quasi scompare la nostra industria a partecipazione statale», il “motore” di sviluppo tanto temuto da tedeschi e francesi. Deindustrializzazione: «Significa che non si fanno più politiche industriali». Galloni cita Pierluigi Bersani: quando era ministro dell’industria «teorizzò che le strategie industriali non servivano». Si avvicinava la fine dell’Iri, gestita da Prodi in collaborazione col solito Andreatta e Giuliano Amato. Lo smembramento di un colosso mondiale: Finsider-Ilva, Finmeccanica, Fincantieri, Italstat, Stet e Telecom, Alfa Romeo, Alitalia, Sme (alimentare), nonché la BancaAndreattaCommerciale Italiana, il Banco di Roma, il Credito Italiano.
Le banche, altro passaggio decisivo: con la fine del “Glass-Steagall Act” nasce la “banca universale”, cioè si consente alle banche di occuparsi di meno del credito all’economia reale, e le si autorizza a concentrarsi sulle attività finanziarie peculative. Denaro ricavato da denaro, con scommesse a rischio sulla perdita. E’ il preludio al disastro planetario di oggi. In confronto, dice Galloni, i debiti pubblici sono bruscolini: nel caso delle perdite delle banche stiamo parlando di tre-quattromila trilioni. Un trilione sono mille miliardi: «Grandezze stratosferiche», pari a 6 volte il Pil mondiale. «Sono cose spaventose». La frana è cominciata nel 2001, con il crollo della new-economy digitale e la fuga della finanza che l’aveva sostenuta, puntando sul boom dell’e-commerce. Per sostenere gli investitori, le banche allora si tuffano nel mercato-truffa dei derivati: raccolgono denaro per garantire i rendimenti, ma senza copertura per gli ultimi sottoscrittori della “catena di Sant’Antonio”, tenuti buoni con la storiella della “fiducia” nell’imminente “ripresa”, sempre data per certa, ogni tre mesi, da «centri studi, economisti, osservatori, studiosi e ricercatori, tutti sui loro libri paga».
Quindi, aggiunge Galloni, siamo andati avanti per anni con queste operazioni di derivazione e con l’emissione di altri titoli tossici. Finché nel 2007 si è scoperto che il sistema bancario era saltato: nessuna banca prestava liquidità all’altra, sapendo che l’altra faceva le stesse cose, cioè speculazioni in perdita. Per la prima volta, spiega Galloni, la massa dei valori persi dalle banche sui mercati finanziari superava la somma che l’economia reale – famiglie e imprese, più la stessa mafia – riusciva ad immettere nel sistema bancario. «Di qui la crisi di liquidità, che deriva da questo: le perdite superavano i depositi e i conti correnti». Come sappiamo, la falla è stata provvisoriamente tamponata dalla Fed, che dal 2008 al 2011 ha trasferito nelle banche – americane ed europee – qualcosa come 17.000 miliardi di Draghidollari, cioè «più del Pil americano e più di tutto il debito pubblico americano».
Va nella stessa direzione – liquidità per le sole banche, non per gli Stati – il “quantitative easing” della Bce di Draghi, che ovviamente non risolve la crisi economica perché «chi è ai vertici delle banche, e lo abbiamo visto anche al Monte dei Paschi, guadagna sulle perdite». Il profitto non deriva dalle performance economiche, come sarebbe logico, ma dal numero delle operazioni finanziarie speculative: «Questa gente si porta a casa i 50, i 60 milioni di dollari e di euro, scompare nei paradisi fiscali e poi le banche possono andare a ramengo». Non falliscono solo perché poi le banche centrali, controllate dalle stesse banche-canaglia, le riforniscono di nuova liquidità. A monte: a soffrire è l’intero sistema-Italia, da quando – nel lontano 1981 – la finanzia pubblica è stata “disabilitata” col divorzio tra Tesoro e Bankitalia. Un percorso suicida, completato in modo disastroso dalla tragedia finale dell’ingresso nell’Eurozona, che toglie allo Stato la moneta ma anche il potere sovrano della spesa pubblica, attraverso dispositivi come il Fiscal Compact e il pareggio di bilancio.
Per l’Europa “lacrime e sangue”, il risanamento dei conti pubblici viene prima dello sviluppo. «Questa strada si sa che è impossibile, perché tu non puoi fare il pareggio di bilancio o perseguire obiettivi ancora più ambiziosi se non c’è la ripresa». E in piena recessione, ridurre la spesa pubblica significa solo arrivare alla depressione irreversibile. Vie d’uscita? Archiviare subito gli specialisti del disastro – da Angela Merkel a Mario Monti – ribaltando la politica europea: bisogna tornare alla sovranità monetaria, dice Galloni, e cancellare il debito pubblico come problema. Basta puntare sulla ricchezza nazionale, che vale 10 volte il Pil. Non è vero che non riusciremmo a ripagarlo, il debito. Il problema è che il debito, semplicemente, non va ripagato: «L’importante è ridurre i tassi di interesse», che devono essere «più bassi dei tassi di crescita». A quel punto, il debito non è più un problema: «Questo è il modo sano di affrontare il tema del debito pubblico». A meno che, ovviamente, non si proceda come in Merkel e MontiGrecia, dove «per 300 miseri miliardi di euro» se ne sono persi 3.000 nelle Borse europee, gettando sul lastrico il popolo greco.
Domanda: «Questa gente si rende conto che agisce non solo contro la Grecia ma anche contro gli altri popoli e paesi europei? Chi comanda effettivamente in questaEuropa se ne rende conto?». Oppure, conclude Galloni, vogliono davvero «raggiungere una sorta di asservimento dei popoli, di perdita ulteriore di sovranità degli Stati» per obiettivi inconfessabili, come avvenuto in Italia: privatizzazioni a prezzi stracciati, depredazione del patrimonio nazionale, conquista di guadagni senza lavoro. Un piano criminale: il grande complotto dell’élite mondiale. «Bilderberg, Britannia, il Gruppo dei 30, dei 10, gli “Illuminati di Baviera”: sono tutte cose vere», ammette l’ex consulente di Andreotti. «Gente che si riunisce, come certi club massonici, e decide delle cose». Ma il problema vero è che «non trovano resistenza da parte degli Stati». L’obiettivo è sempre lo stesso: «Togliere di mezzo gli Stati nazionali allo scopo di poter aumentare il potere di tutto ciò che è sovranazionale, multinazionale e internazionale». Gli Stati sono stati indeboliti e poi addirittura infiltrati, con la penetrazione nei governi da parte dei super-lobbysti, dal Bilderberg agli “Illuminati”. «Negli Usa c’era la “Confraternita dei Teschi”, di cui facevano parte i Bush, padre e figlio, che sono diventati presidenti degli Stati Uniti: è chiaro che, dopo, questa gente risponde a questi gruppi che li hanno agevolati nella loro ascesa».
Non abbiamo amici. L’America avrebbe inutilmente cercato nell’Italia una sponda forte dopo la caduta del Muro, prima di dare via libera (con Clinton) allo strapotere di Wall Street. Dall’omicidio di Kennedy, secondo Galloni, gliUsa «sono sempre più risultati preda dei britannici», che hanno interesse «ad aumentare i conflitti, il disordine», mentre la componente “ambientalista”, più vicina alla Corona, punta «a una riduzione drastica della popolazione del pianeta» e quindi ostacola lo sviluppo, di cui l’Italia è stata una straordinaria protagonista. L’odiata Germania? Non diventerà mai leader, aggiunge Galloni, se non accetterà di importare più di quanto esporta. Unico futuro possibile: la Cina, ora che Pechino ha ribaltato il suo orizzonte, preferendo il mercato interno a quello dell’export. L’Italia potrebbe cedere ai cinesi interi settori della propria manifattura, puntando ad affermare il made in Italy d’eccellenza in quel mercato, 60 volte più grande. Armi strategiche potenziali: il settore della green economy e quello Xi Jinping, nuovo leader cinesedella trasformazione dei rifiuti, grazie a brevetti di peso mondiale come quelli detenuti da Ansaldo e Italgas.
Prima, però, bisogna mandare casa i sicari dell’Italia – da Monti alla Merkel – e rivoluzionare l’Europa, tornando alla necessaria sovranità monetaria. Senza dimenticare che le controriforme suicide di stampo neoliberista che hanno azzoppato il paese sono state subite in silenzio anche dalle organizzazioni sindacali. Meno moneta circolante e salari più bassi per contenere l’inflazione? Falso: gli Usa hanno appena creato trilioni di dollari dal nulla, senza generare spinte inflattive. Eppure, anche i sindacati sono stati attratti «in un’area di consenso per quelle riforme sbagliate che si sono fatte a partire dal 1981». Passo fondamentale, da attuare subito: una riforma della finanza, pubblica e privata, che torni a sostenere l’economia. Stop al dominio antidemocratico di Bruxelles, funzionale solo alle multinazionali globalizzate. Attenzione: la scelta della Cina di puntare sul mercato interno può essere l’inizio della fine della globalizzazione, che è «il sistema che premia il produttore peggiore, quello che paga di meno il lavoro, quello che fa lavorare i bambini, quello che non rispetta l’ambiente né la salute». E naturalmente, prima di tutto serve il ritorno in campo, immediato, della vittima numero uno: lo Stato democratico sovrano. Imperativo categorico: sovranità finanziaria per sostenere la spesa pubblica, senza la quale il paese muore. «A me interessa che ci siano spese in disavanzo – insiste Galloni – perché se c’è crisi, se c’è disoccupazione, puntare al pareggio di bilancio è un crimine».


mercoledì 23 ottobre 2013

Partito Popolare Italiano solo dalla base



Italia e la Politica Delinquenziale ed ecco il risultato.


ERANO TUTTI D'ACCORDO E TUTTI AL SERVIZIO DI BERLUSCONI. NAPOLITANO, CASINI E TUTTO IL PD

E' ormai evidente che a pensare male ci si azzecca spesso, sempre attuale la celebre frase di Andreotti.

Di fatto emerge nello squallore del quadro politico decadente Italiano che le Istituzioni si sono piegate e messe al servizio di Silvio Berlusconi.

Un patto con il diavolo e' stato fatto in modo evidente e spudorato nella consapevolezza che il sistema e' blindato e che gli Italiani ormai si fanno passare di tutto.

Napolitano accetta il secondo mandato promettendo la salvezza a Berlusconi un po come il patto Mafia-Stato ormai questo presidente non ci meraviglia piu' di nulla.

Il Pd di Letta si rende disponibile a salvare Berlusconi , vedrete nelle prossime settimane il colpo di scena e tutto organizzato basta qualche telefonatina allo zietto e tutto il gioco e' compiuto.

In barba anche al M5S e a Rodota'.

In tutto questo meccanismo si infilano quelli che vivono di luce riflessa e per un pugno di molliche sono disponibili a piegare il culo, ed ecco che scoppia il caso Casini-Monti rompendo l'accordo.

Monti si sente tradito dal patto segreto tra Casini e il PDL per il famoso Partito Popolare Italiano che nasce morto prima del tempo.

Questo e' l'unico caso che Monti ha ragione.

Quello che non sa Berlusconi e' che piu' tenta di salvarsi piu' la Magistratura lo inchiodera' facendo finire la storia in un modo inglorioso e precisamente con l'arresto di Berlusconi.

STOP AGREEMENT COUNTER-TERRORISM. RETALIATION FRANCE AND GERMANY AGAINST OBAMA AND USA. ITALY MINNITI EXPLAIN ITALY NOT SPIED

No retaliation EU cooperation with the U.S. on Terrorism.

Stop passing information the U.S. and Obama do it yourself.

France and Germany raged for interceptions Use Hollande and also to Chancellor Merkell.

As usual, Italy is the figure of a nation now second series with the absurd statements of Minniti.

According to his information the'' Italy is not 'been intercepted, we are more' good degl'altri.

STOP ACCORDO ANTITERRORISMO. RITORSIONE FRANCIA E GERMANIA CONTRO OBAMA ED USA. ITALIA MINNITI SPIEGHI ITALIA NON SPIATA

Ritorsione dell'Unione Europea nessun collaborazione con gli Usa sul Terrorismo.

Stop passaggio informazioni gli Usa ed Obama facciano da soli.

Francia e Germania infuriate per le intercettazioni Usa anche ad Hollande e cancelliera Merkell.

Come al solito l'Italia fa la figura di una Nazione ormai di seconda serie con le dichiarazioni assurde di Minniti.

Secondo le sue informazioni l''Italia non e' stata intercettata, siamo piu' bravi degl'altri.

lunedì 21 ottobre 2013

La Casa dei Moderati Cattolici - Partito Popolare Italiano Ppi

Deve essere chiaro a tutti che, CHE qualora riuscissi a portare a termine questo progetto, questa Rete Mediatica riunendo tutte le anime moderate avendo nel PPE il proprio riferimento politico in Europa, ciò non significherà in alcun modo avere Silvio Berlusconi e il suo partito come punto di riferimento in Italia e neppure il PD di Epifani.

Questo Partito Popolare Italiano deve essere la casa dei valori morali in cui la politca e' al servizio del cittadino e dove il politico deve amare il suo popolo, diventando la terza forza politica del paese rompendo l'egemonia del bipolarismo che ormai e' diventato un uniporalismo ammucchiata.

Il Ppi deve essere la terza forza del paese moderata che parte da una legge elettorale nuova.

 http://partitodeicattolici.blogspot.it/


South Stream 'quattro linee di gas offshore s con una capacità di flusso totale di 63 miliardi di metri cub

Ai fini della diversificazione delle rotte di esportazione di gas naturale Gazprom sta costruendo un gasdotto attraverso il Mar Nero a sud e centro Europa - il progetto South Stream.
 
La sezione offshore del gasdotto South Stream correre sotto il Mar Nero dalla Russkaya stazione di compressione sulla costa russa a quella bulgara. La lunghezza totale del tratto del Mar Nero si supera 900 km, la sua profondità massima sarà più di due chilometri, la capacità di progettazione annuale - 63 miliardi di metri cubi.



 

RK Valutazione della libertà di Internet

Freedom House ha condiviso i risultati delle sue ricerche nel campo della libertà di Internet per il 2013. Questa è la quarta relazione dell'Organizzazione sul tema.
 
Kazakistan era sul 44 ° posto su 60 possibili nella classifica generale di libertà di Internet (in basso di una linea rispetto alla relazione precedente). Così, la Repubblica di Corea era su tre linee di seguito e la Russia ha mantenuto il (in ordine decrescente), Egitto, Thailandia, Birmania, Sudan, Emirati Arabi, Russia, Pakistan, Arabia Saudita, Bahrain, Vietnam, Uzbekistan, Etiopia, Siria, Cina, Cuba, Iran.
 
Il report viene visualizzato come il concetto di "libertà di Internet", che viene definito in tre categorie: le barriere di accesso (ostacoli economici e infrastrutturali tecnologia di blocco) le restrizioni di contenuto (il filtro e siti di blocco, la presenza o l'assenza di diversi media online e attivismo sociale nella rete ), e la violazione dei diritti degli utenti (soblyudnenie privacy). Nella classifica del paese sono divisi in libero (gratuito) - 0-30 punti, in parte gratuiti (in parte gratuito) - 30-60 punti e non liberi (non gratuito) - 61-100 punti.


Medio Oriente Combustibili Tensioni Cina-Stati Uniti

La Cina è un grande importatore di petrolio del Medio Oriente, proprio dietro gli Stati Uniti, e presto supererà gli Stati Uniti, ma che la Cina è dipendente dagli Stati Uniti per la sicurezza regionale e marittima.

Da fonti Cinesi sembra che gli Stati Uniti hanno provocato piu' problemi alla sicurezza del Medioriente che la risoluzione del terrorismo attraverso le sue due guerre in Medio Oriente.

La guerra in Afghanistan è stata autorizzata dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, ma la comunità internazionale ritiene che le misure militari abusato statunitensi in Afghanistan, dal momento che molti civili sono stati uccisi. La guerra in Iraq è illegale in quanto non è stata autorizzata dal Consiglio di sicurezza dell'ONU.
 
E 'più facile per rovesciare un regime di stabilire un nuovo ordine. Come risultato di due guerre, in Afghanistan e in Iraq sono diventati più insicuri, con aumento del numero di attentati suicidi e altri tipi di violenza, e le crisi umanitarie più hanno avuto luogo.
In realtà gli Stati Uniti sono in Medioriente solo per attuare una politica con molteplici obiettivi, tra cui la protezione degli alleati degli Stati Uniti come Israele, la lotta al terrorismo e la sicurezza del petrolio.
La Cina è una vittima piuttosto che beneficiario di aumento dei prezzi del petrolio. Ci sono molte ragioni per l'aumento dei prezzi, ma il motivo principale è l'instabilità del Medio Oriente a seguito delle due guerre.
 La Cina nel commercio di petrolio con l'Iran è stato minato dalla politica degli Stati Uniti.
 L'Iran ha usato essere una fonte importante per le importazioni di petrolio della Cina. Cina, una volta importato 600.000 barili al giorno dall'Iran. Ma a causa di sanzioni degli Stati Uniti, le importazioni dall'Iran sono diminuite di 400.000 barili al giorno nel 2012.
Critiche analoghe di mira anche la Cina le opportunità di business in Afghanistan e in Iraq.
La Cina ha istituito una zona economica speciale con l'Egitto, per promuovere lo sviluppo economico dell'Egitto e aumentare l'occupazione. La Cina ha fatto donazioni frequenti per le aree del Medio Oriente colpite da crisi umanitarie.
 

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora