venerdì 25 ottobre 2013

Nella Primavera araba la rivoluzione fatta con i social network per far cadere il dittatore di turno ha invece dimostrato come questi mezzi si prestano e si piegano alla Potenza di turno

Tutti i giovani hanno sperato che la Primavera Araba fosse l'inizio di una nuova era, fatta attraverso l'uso delle nuove tecnologie che inchiodavano il dittatore di turno facendolo deporre senza spargimento di sangue.

I social network inchiodavano questi despoti ai loro crimini.

Ed invece viene fuori che le rivoluzioni utopiche non si possono fare con le nuove tecnologie e senza spargimento di sangue.

Anzi l'uso di queste tecnologie come i social network sono mezzi ideali per le Potenze Mondiali di turno per fare attraverso i servizi segreti e i militari info e controinformazione, facendo credere che quello che e' bianco e' nero e viceversa.

Oggi chi non e' esperto come me si sveglia dal sonno in cui era immerso e si accorge che la Primavera Araba e' una realtà ben diversa da quella immaginata dai pacifisti e illusi della pace.

I social network sono i migliori mezzi per piegare il consenso a favore dei potenti.

Miei Social di Marketing Politico , Blogger, Influencer

Ultima Ora