sabato 23 novembre 2013

Berlusconi ed Alfano strategia da Alta Politica capace di infinocchiare i Peones, il PD e M5s. Vediamo la strategia di Berlusconi per i prossimi giorni


Allo stato sembra che Silvio sia riuscito in un'impresa unica nel suo genere: avere un partito di lotta ed uno di governo! Strategia perfetta! Lui passa da martire poichè tradito dal suo delfino Alfano e così prenderà tutti i voti degli estremisti che per natura non sopportano i tradimenti. Tutti i moderati delusi da Berlusconi ma non attratti dal PD (specialmente se sarà guidato da Cuperlo) voteranno il partito di Alfano, la Lega attaccherà il caroccio a traino e la SINISTRA sarà DI NUOVO FRITTA! Ed intanto ritirerà la fiducia al governo prima del 29 novembre (data della votazione sulla decadenza) per non dare l'impressione di agire per i propri interessi. Poi, anzi prima del 29, non voterà la legge di stabilità e criticherà i molti aspetti negativi. Dall'opposizione potrà competere in demagogia con il movimento 5 stelle. Dall'altra parte c'è un Pd che è perennemente in crisi d'identità e che quando scioglierà la questione della nomina del segretario...rischierà anche la scissione o una conflittualità interna (a una parte del partito Renzi non piace) ed esterna (diade Renzi Letta) che sfibrerà il partito. Il rischio è che i partiti, populisti, riescano a coagulare ulteriori consensii. Nel mezzo c'è una pericolosa crisi che mangia lembi di carne alla classe media e la stessa democrazia soffrirà questa situazione. E' fra una leccata di coglioni e l'altra che Berlusconi si faceva fare si e' fottuto il Paese. Remo

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora