mercoledì 13 novembre 2013

IL KOSOVO DIVENTA UNA NUOVA BASE PER AL-QUAEDA

La polizia ha arrestato un Kosovo a Pristina e Gnjilane sei albanesi sospettati di preparare attentati terroristici.  Ci sono rapporti che il Kosovo è convertita in una base per la formazione combattente.  
 
Al-Qaeda si è affermata nella Repubblica autoproclamata del Kosovo, dove l'ordine è sostenuto da forze NATO, composto, tra l'altro, delle forze armate statunitensi.

La speciale missione dell'Unione europea in Kosovo (EULEX) sta indagando su otto casi di terrorismo nella repubblica separatista, di cui quattro sono in fase preliminare, e nei confronti di due persone incriminate. Albani - di etnia albanese, è andato in Siria di un anno fa, dove ha combattuto con centinaia di altri albanesi sul lato di jihadisti. Al suo ritorno, ha iniziato a preparare atti di terrorismo.

I dipendenti di agenzie di intelligence occidentali sono preoccupati che i musulmani occidentali radicalizzato in Siria e reclutati ISIS o Al Nusra tornare, pronti ad agire. "Le agenzie di sicurezza stimano che circa 1.000 volontari jihadisti provenienti da tutta Europa stanno ora combattendo in Siria, rispetto a solo 250 alla fine del 2012 - dice, per esempio, Der Spiegel -. Circa 90 - dal Regno Unito, 120 - dal Belgio, 50 - dalla Danimarca e 150 - del Kosovo "  

Il problema e' che gli Inglesi e gli Usa hanno addestrato i ribelli alle tecniche della SAS per andare a combattere in Siria contro Assad il problema e' che questi gli si sono rivoltati contro e appena torneranno specie quelli realtivi al gruppo islamico Al Nur sarnno pronti a colpire in Europa ed i paesei sensibili saranno la Francia e la Gran Bretagna che hanno cercato di far fallire l'accordo Ginevra 2 

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora