mercoledì 13 novembre 2013

Il Mozambico è sull'orlo della guerra civile.

Tutto è iniziato dopo che questo paese dell'Africa orientale sono stati scoperti giacimenti di gas naturale. Gli scontri tra i ribelli e le forze governative hanno già iniziato.

Firmato armistizio vedi miei precedenti articoli

Il motivo di tale riscoppio della guerra e' questo:

Mozambico rimane il paese più povero del continente africano, almeno il 54 per cento della popolazione vive con un dollaro al giorno, con una speranza di vita di 50 anni e l'80 per cento di alfabetizzazione tra la popolazione attiva. Recentemente, tuttavia, il paese ha mostrato successi impressionanti nell'economia. Gli investitori sono attivamente investito nell'estrazione di risorse naturali. In particolare, hanno preso vita dopo essere stato nel 2011 nel nord del paese sono stati scoperti giacimenti di gas naturali che promettono di portare il Paese fuori dei dieci maggiori produttori di lui (secondo l'ENI italiana, il reddito annuo sarà di oltre 10 miliardi di dollari). Anche in fase di sviluppo giacimenti di carbone (uno dei dieci più grandi produttori al mondo), petrolio greggio, bauxite, oro, minerali di ferro.

Alla testa dello sfruttamento delle risorse naturali sono i due colossi: la società brasiliana Vale e preoccupazione anglo-australiano Rio Tinto. In termini di investimenti diretti sono leader degli Emirati Arabi Uniti, Portogallo, Sud Africa, Mauritius, Cina, Gran Bretagna, Brasile, India, Italia, e Lesotho. Tuttavia, la "buona condizione economica del Mozambico ha non solo una fonte di materie prime di base, ma anche il successo del settore agricolo (che rappresenta oltre il 23 per cento del PIL), trasporti e comunicazioni (aumentando continuamente la loro quota del PIL), nella produzione e nel commercio, finanziario servizi, "- ha detto in una dichiarazione la Banca del Portogallo.

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora