venerdì 1 novembre 2013

Il presidente americano Barack Obama e la sua amministrazione devono ancora comprendere la portata e la gravità del danno causato alla credibilità dell'America tra i suoi alleati europei sul caso NSA intercettazioni

Purtroppo il presidente americano Barack Obama e la sua amministrazione devono ancora comprendere la portata e la gravità del danno causato alla credibilità dell'America tra i suoi alleati europei. Il problema non è che i paesi spiano a vicenda (lo fanno tutti). Piuttosto, è l'estensione della raccolta di intelligence degli Stati Uniti e l'atteggiamento dell'America verso gli alleati che è più dannoso DEI DATI RACCOLTI.

Un Autogol


Nulla a che vedere con i precedenti scontri transatlantici su questioni diverse, come il cambiamento climatico, i detenuti di Guantanamo Bay, e la guerra in Iraq sottoposti a volte divergenzema pur sempre appianabili.

Ma la crisi intercettazioni e le altre rivelazioni inquietanti dalla ex spia Edward J. Snowden e un problema più profondo: una crisi di sfiducia reciproca che rischia di diventare una grave frattura transatlantica in un momento più politico, economico, dove  la cooperazione sulla sicurezza tra l'Europa e negli Stati Uniti è più necessario più che mai.

Sarebbe stata diverso se lo scandalo avesse colpito nazioni meno amiche come Russia e Cina, ma questa operarizone non solo ha generato sfiducia negli americani ma portera' l'Europa in braccio al potente Putin che gode si un grande sex appeal ed alla Cina.

Il Giappone di fatto sta stipulando un accordo di coperazione sotto banco con la Russia per mancanza di fiducia con gli Usa ed in ottica scontro con la Cina.

 
E 'difficile ricordare un altro presidente degli Stati Uniti che è stato cosi' scollegato con gli altri capi di stato amici.

A questo si uniscono le scelte errate nella politica estera del Medioriente che ha destabilizzato Europa e tutta l'area del Mediterraneo ed e' chiaro che se anche non si dice palesamente ma i rapporti con gli Usa sono tornati indietro con Europa di almeno 30 anni.

 Infine, come può spiegare Obama all''Unione europea che è di fondamentale importanza per concludere un accordo commerciale transatlantico e Investment Partnership?

Oggi l'Europa non e' piu' d'accordo ad accordi commerciali sapendo che lo spionaggio e la competizione del libero mercato e' drogato dagli Usa.

Il potenziale costo economico di un ritardo o di un mancato raggiungimento di una più stretta integrazione economica transatlantica potrebbe ammontare a centinaia di miliardi di dollari - in aggiunta al danno incalcolabile fatto alla credibilità degli Stati Uniti in Europa.

Si parla molto oggi sui rischi di una nuova era di isolazionismo americano e di una mancanza di leadership degli Stati Uniti nel mondo.

Fermo restando che questo scandalo ha portato le altre due super potenze cme Russia e Cina a potenziare ancora la guerra di spionaggio telematico.

Insomma confermo aconra una volta Obama un dilettante allo sbaraglio, sarebbe meglio passare la mano in USA ai Repubblicani per ricucire i rapporti con tutto il mondo. 

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora