martedì 12 novembre 2013

Italia - Israele un bilaterale a Torino - Top Secret per i nuovi asset strategici nonche' compagni d'armi e di esercitazioni sulle teste degli Italiani inconsapevoli. Italia guadagna 600 milioni di dollari in comesse (Finmeccanica) ma ne spende 1 miliardo in comesse e nessun Italiano sa nulla !!!


Si terrà il prossimo 2 dicembre l’incontro bilaterale Italia-Israele a Torino.

La sede scelta non e' casuale visto la vicinanza della Scuola Universitaria di Studi e Scienze Strategiche, da cui partono diverse conoscenze.

Le ricadute di questi accordi previsti coinvolgono anche il nostro territorio, con l'importazione di sistemi di sorveglianza, test di nuove armi da guerra e una perdita di credibilità all'interno dei contatti privilegiati che i nostri servizi hanno in seno ai palestinesi.

Tali accordi commerciali in ambito militare riguardono forniture di Finmeccanica sempre piu' internazionale e sempre più oggetto d'interesse, in questo caso in ambito di aviazione.

Infatti e' in programma anche una esercitazione tra forze aeree Italiane e Israeliane.

Stretti rapporti tra forze aeree di Italia e Israele, Il capo di stato maggiore dell'aeronautica Preziosa a Tel Aviv in vista delle esercitazioni Bandiera Blu.  Un nuovo piano dell'aeronautica israeliana mira ad aumentare di 10 volte il numero di obiettivi che è in grado di rilevare e distruggere.

È quanto ha dichiarato il capo delle Operazioni Aeree della Israel Air Force (IAF), Brigadier Generale Amikam Norkin, in un intervista esclusiva con Defense News. Il nuovo piano, Expanding Attack Capacity (EAC), punta ad un uso "massiccio, persistente e punitivo" della cosiddetta "forza aerea di precisione" per ridurre la durata delle guerre future e evitare l'uso di forze di terra, considerato costoso e dannoso in termini diplomatici.  Secondo Norkin, la potenza della "macchina" deve essere tale da "sostenere un aumento enorme nella quantità di bersagli" che l'IAF rileva e distrugge.

Per sostenere quanto previsto dal programma EAC, è in atto una ristrutturazione detta storica, la più importante negli ultimi 40 anni, dell'aeronautica israeliana che verrà attuata in modo graduale nei prossimi mesi."

È proprio in questo contesto che atterra il Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare Italiana, Pasquale Preziosa, ospite personale del Generale Amir Eshel, Comandante dell'IAF e padre del piano EAC. Preziosa è arrivato in Israele nei giorni scorsi, in vista della partecipazione dell'Italia nelle prossime esercitazione aeree "Bandiera Blu", la prima esercitazione multinazionale di Israele, che prende spunto da "Bandiera Rossa" dell'aviazione statunitense.

Per due settimane, oltre 100 aerei e circa 1000 ufficiali, soldati e piloti provenienti da altre tre nazioni parteciperanno nelle esercitazioni alla base IAF di Ovda vicino a Eilat nel sud di Israele. Bandiera Blu prevede esercitazioni aeree aria-aria e aria-terra, il tutto pianificato da Israele, nelle quali le forze partecipanti saranno in azione contro il "Drago Volante", lo squadrone aggressore di Israele.

In attesa dell'inizio delle esercitazioni, Preziosa ha visitato le basi israeliane e ha fatto un giro in un F-16 commentando: "Tutto è vicino qui, quindi per qualsiasi tipo di minaccia allo stato, l'IAF deve essere pronta in tempi rapidi e preparare una risposta veloce.

Sono impressionato dalle capacità dell'IAF di rispondere rapidamente ed efficacemente a qualsiasi minaccia".

"E' anche vero che già in Sardegna vi erano state esercitazioni tra le due aereonauti che nell’esercitazione aerea italo-israeliana, chiamata in codice ”Vega 2010”, hanno partecipato oltre 600 militari e 38 velivoli di vario tipo che si sono rischierati nella Base aerea di Decimomannu, sede del Reparto sperimentale e di standardizzazione al tiro aereo. La  cooperazione militare che si sta sviluppando con floridi risultati per i produttori di armi e sistemi di sorveglianza sara oggetto nascosto ma importante dei colloqui del 2 Dicembre di Torino.

Tale processo investirà anche le alleanze con l'Italia naturalmente questa iniziativa filo Usa appoggiata dal nuovo fedele e fido servitore Letta metterà definitivamente a rischio i rapporti con alcune forze filo palestinesi come Hezbollah.

Di contro esiste una seria possibilità di scontri nella giornata dell'incontro anche in vista della manifestazione nazionale contro il vertice Italia-Israele in programma il 2 dicembre alla Reggia di Venaria. L' annuncio, comparso su Infoaut, voce degli autonomi, convoca manifestanti per boicottare l'incontro tra i premier Enrico Letta e Benjamin Netanyahu.

L'accordo investirà quest’ imprese importanti : Finmeccanica, Selex e Global Services

Veramente tale collaborazione era gia' stato stabilita il Luglio scorso per Nell'ambito di un accordo di collaborazione tra il governo italiano ed il governo israeliano, Finmeccanica ha sottoscritto contratti per un valore pari a circa 850 milioni di dollari attraverso le società operative Alenia Aermacchi, Telespazio e Selex Elsag.

E con 473 milioni di euro, Israele si è aggiudicato il primo posto fra gli acquirenti di armi italiane, merito soprattutto dell'acquisto di 30 caccia da addestramento M-346

1) I contratti prevedono da parte di Alenia Aermacchi, la fornitura di 30 velivoli da addestramento avanzato M-346. L'accordo ha un valore complessivo - che include velivoli, motori, manutenzione, logistica, simulatori e addestramento - pari a circa 1 miliardo di dollari, di cui circa 600 milioni di dollari di pertinenza di Alenia Aermacchi. I nuovi aerei andranno a sostituire gli A-4 Skyhawks oggi in servizio presso la Forza Aerea israeliana. La consegna del primo esemplare è prevista per la metà del 2014.

2) Da parte di Telespazio, la fornitura, in qualità di prime contractor, al Ministero della Difesa italiano di un sistema satellitare militare ottico ad alta risoluzione per l'osservazione della Terra, denominato OPTSAT-3000, per un valore superiore a 200 milioni di dollari. La realizzazione del satellite, la cui consegna è prevista nel 2015, sarà affidata alla società Israel Aerospace Industries/MBT Space Division.

3) Da parte di Selex Elsag, la fornitura dei sistemi di identificazione, comunicazione e dei computer per il controllo di volo dei 30 velivoli da addestramento avanzato M-346 e la fornitura, per un valore di circa 41 milioni di dollari, attraverso la società ELTA Systems Ltd, dei sottosistemi a standard NATO di comunicazione, link tattici e identificazione per due velivoli CAEW (Conformal Airborne Early Warning) destinati alla Forza Aerea italiana.

Nel pacchetto che vede l'Italia impegnata ad acquistare due velivoli AWACS Gulfstream, c'è anche un satellite ottico ad alta risoluzione, nonostante il fatto che l'Italia ha già accesso ai dati tramite le strutture satellitari francesi a collaborare nello sviluppo di veicoli a pilotaggio remoto e dell’aereo multi-sessione e multi-missione Jamms. In cambio Israele fornirà all’Italia importanti componenti militari strategiche per un miliardo di dollari, valore corrispondente alla spesa sostenuta dal governo italiano.


Di fatto ormai Finmeccanica e' una multinazionale della guerra che fa gola a tutti e che e' sotto diretta influenza Usa, il problema e' che questi affari che paesi in guerra a mio modo di vedere sono leciti visto che ogni paese industrializzato li fa il vero problema e che questi soldi che in realtà Fimeccanica incassa con Israele pari a 600 miliardi di dollari non sono altro che una partita di giro visto che l'Italia ne spenderà 1000 miliardi di dollari non considerando che esistono anche giochi di guerra sulle teste degli Italiani disoccupati inconsapevoli !

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora