mercoledì 13 novembre 2013

L'Iran accusa Occidente per il fallimento colloqui in particolare Stati Uniti e Francia su pressione Israeliane

Il Ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif ha dichiarato che e' colpa di  John Kerry e degli Stati Uniti contro  la mancanza di un accordo sul suo programma nucleare della scorsa settimana, perche' incentivato al fallimento da Israele che non vuolo accordo.

Kerry ad Abu Dhabi ha fatto saltare l'accordo con l'Iran minando la fiducia nei negoziati di Ginevra, che riprendernno il 20 a novembre.

Gli Stati Uniti, Unione europea potenze e l'Iran ha lavorato duramente per mesi su una proposta per contribuire a porre fine alla situazione di stallo di 10 anni sulle attività nucleari dell'Iran.

Nel terzo giorno non in programma di negoziati, il ministro degli Esteri francese Laurent Fabius ha detto Paris non poteva accettare "gioco del pazzo" a - in altre parole, le concessioni unilaterali a Iran - ei negoziati hanno interrotto senza accordo.

Diplomatici di altre nazioni occidentali in un primo momento hanno reagito con rabbia e hanno accusato i francesi di cercare di eclissare gli altri poteri e causando problemi inutili per i colloqui.

Gli Stati Uniti e Israele hanno ripetutamente detto che riservano tutte le opzioni, un riferimento ad eventuali attacchi militari su siti nucleari iraniani, per raggiungere tale obiettivo.

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora