sabato 23 novembre 2013

Ribelli islamici conquistanola zona del più grande giacimento di petrolio siriano

Perdere il campo petrolifero di al-Omar significherebbe per le forze di Assad un serio guaio.

I ribelli islamici guidati da Al-Qaida combattenti hanno conquistato il giacimento di petrolio più grande nella parte orientale della Siria Sabato, un raid che avrebbe tagliato l'accesso del presidente Bashar Assad a quasi tutte le riserve di greggio locali. 

 "Ora, quasi tutti delle riserve di petrolio della Siria utilizzabili sono nelle mani del Fronte Nusra e le altre unità islamisti", ha detto Rami Abdelrahman, capo dell'Osservatorio. "Il collo del regime è ora nelle mani di Nusra."

"Siamo ora all'interno del campo di al-Omar, il più grande campo in Siria. Sette carri armati, due BMP (veicoli corazzati anfibi) e tutte le armi e veicoli all'interno del campo sono stati catturati"

I ribelli sono guidati dalla maggioranza musulmana sunnita in Siria e hanno attirato il sostegno di gruppi sunniti radicali come Al-Qaeda e altri militanti stranieri.

Paesi sciiti e le milizie sono con Assad, che è da minoranza setta alawita siriano, un ramo dell'Islam sciita. 

Remo 

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora