mercoledì 18 dicembre 2013

Italia di oggi : Una Democrazia Confusa sotto una Oligarchia a listino bloccato e sotto un Protettorato Europeo Presidenziale

Italia è una democrazia, nel senso che non viviamo in un paese paragonabile alla Corea del Nord, Cuba e altri paesi di questa tipologia. Direi tuttavia che viviamo in una democrazia minima.

Vi è una tendenza più preoccupante, di nominare persone vicine al governo all'interno delle istituzioni per il controllo di esse nel tentativo di fare riforme che riducano i poteri della Corte Costituzionale e delle Istituzioni del potere politico. 

Certo non posso dire che non c'è libertà di stampa, ma c'è ancora un confine di complicità e di modifica della realtà tra il media pubblici e privati. 

Per quanto riguarda i media in generale sono spesso sotto l'influenza del governo è ciò appare evidente tutti i santi giorni. 

La Pressione e il controllo mai erano stati così forti come oggi. L'Italia ormai e' una Democrazia confusa sotto la gestione Oligarchica della Legge Elettorale a listino bloccato che la Corte Costituzionale ha dichiarato illeggittima. 

E' un protettorato Presidenziale (Napolitano) dove tutto e' stato bloccato affinche' si possa ripartire come nel caso della falsa rivoluzione giudiziale della Seconda Repubblica con un vestito nuovo dal nome Renzi e Alfano. 

L'unico ostacolo e' Grillo anche lui di dubbia nascita che viaggia ora al 20% ora al 40%.

La situazione economica di crisi e' stata contenuta con il sacrificio di tanti Italiani ma ad un prezzo assurdo per il nostro Paese.

Nella situazione attuale abbiamo ridotto il deficit di bilancio, ma con il rischio di perdere il suo potenziale di crescita a fronte di un debito accumulato mostruoso.

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora