mercoledì 25 dicembre 2013

VI SPIEGO IL SUDAN E LA GUERRA

Quando il presidente del Sud Sudan Salva Kiir ha utilizzato un decreto presidenziale nel luglio di quest'anno a licenziare il suo gabinetto , tra cui il vice -presidente Riek Machar , molti preoccupati che segnò troppo chiaramente la mancanza di volontà politica a cercare compromessi su crescenti differenze politiche all'interno della sentenza Sudan del Popolo Liberation Movement ( SPLM ) partito . Quando il presidente è apparso alla televisione di stato il 16 dicembre , con indosso una divisa completa esercito in cambio di vestito di nero familiare e cappello da cowboy , denunciando Machar per aver presumibilmente messo in scena un colpo di stato , il paese sembrava essersi spostato pericolosamente vicino alla guerra civile.

Da allora , centinaia di persone sono morte a Juba e in altre capitali statali a seguito dei combattimenti tra opposte Esercito di liberazione popolare del Sudan (SPLA ), fazioni e di altri gruppi armati , con nuove prove ora emergente di presunti omicidi etnici. Più di 30.000 sudanesi del Sud sono segnalati per aver cercato rifugio nei composti delle Nazioni Unite , mentre migliaia di altri sono sfollati in fuga dalla violenza in tutto il paese . Come del 21 dicembre , il portavoce dell'esercito Philip Aguer ha confermato che i comandanti della quarta e l'ottava divisione dell'esercito aveva disertato e che il governo aveva perso il controllo su gran parte del Jonglei e lo stato di Unity .

Il 15 dicembre , scontri scoppiati a Juba che si è rapidamente diffuso al di là della capitale , lungo linee di faglia etniche , esponendo il fallimento degli sforzi di riconciliazione nazionale , l'influenza limitato di generosi sponsor stranieri e la riluttanza dei ribelli - statisti - combattenti rivolti ad abbandonare la tattica del cespuglio conflitto.

Rivalità etnica tra i Dinka e Nuer svolge un ruolo importante in questa crisi , ma gli avvenimenti in corso sono sintomi di una spaccatura politica profonda all'interno del governo . 

La produzione di petrolio del Sud Sudan può anche essere a rischio se continua a combattere . Dato che il 98 per cento delle entrate del governo proviene dal settore petrolifero , tutte le parti comprendano che il controllo dei giacimenti petroliferi nelle zone di confine con il Sudan è di importanza strategica .
Che consigli Sud Sudan in una guerra etnica più ampia o si tira indietro dal baratro dipende in gran parte due uomini che hanno a lungo tussled per il potere : il presidente della Dinka tribù dominante e il vice ambizioso ha licenziato nel mese di luglio , Riek Machar , un Nuer.

Sudan può essere redatto in caso vi sia una minaccia ai campi petroliferi da cui deriva tasse vitali da pompare greggio attraverso il suo territorio . E altri vicini si preoccupano per una discesa nel caos . L'Uganda ha già inviato truppe a Juba .

La comunità internazionale ha riversato in miliardi di dollari di aiuti e inviato in una miriade di consulenti per costruire il nuovo stato .

Le Nazioni Unite prevede di rinforzare la sua forza di pace in Sud Sudan , dove la base Akobo Nazioni Unite è stata invasa e saccheggiata dai Nuer , che sono incolpati di aver ucciso 11 Dinka riparo lì .
  
 Lottare ha già raggiunto giacimenti di petrolio , vicino al confine del Sudan , tagliando uscita da 45.000 barili al giorno ( bpd ) a 200.000 barili al giorno . Che fa male flussi che sono la fonte del 98 per cento dei ricavi del Sud Sudan senza sbocco .

Il ministro degli Esteri israeliano Avigdor Lieberman ha chiamato il suo omologo del Sud Sudan Barnaba Marial Benjamin il Martedì per discutere del violento conflitto che affligge il Sud Sudan , esprimendo la sua speranza che una soluzione pacifica potrebbe essere raggiunto per diffondere i combattimenti crescenti .

Sottolineando che Israele si vede come un amico del Sud Sudan , Lieberman ha aggiunto che farà approvare la distribuzione di aiuti umanitari , comprese le attrezzature mediche e medicinali. Benjamin , da parte sua , ha espresso gratitudine per la disponibilità di Lieberman per dare sostegno .

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora