venerdì 29 agosto 2014

ANALISI DI REMO PULCINI GEOPOLITICA MONDIALE: RUSSIA/UCRAINA, ISIS/MEDIORIENTE, CINA/GIAPPONE

EU Russia Vladimir Putin Ukraine Israel United States Syria Gaza UN Barack Obama Iraq Europe sanctions humanitarian aid economy violence military operation Islamic State in Iraq and the Levant (ISIS) military conflict Islamic State.

Analiziamo al Geopolitica mondiale facendo il quadro della situazione senza addentrarci nei particolari perche' questo potrebbe sviarci da analisi che riguardano un semplice quadro generale.

Non e' il caso per gli esperti di precisare che i fattori in campo sono tanti e spesso non chiari.

Quello che emerge e' che il Mondo oggi e avviato verso una fase peggiore di quello di prima dell' 11 Settembre.

Gli Usa che dovrebbero essere i garanti ed i controllori del mondo di fatto hanno peggiorato la situazione tanto che potrebbe ritorcergli contro.

Obama che all'interno del proprio Paese ha ottenuto dei successi indiscutibili come la riforma della Sanita' ed e' riuscito a far uscire il Paese da una fase di crisi economica di fatto e' stato un pessimo Presidente in Politica estera.

Sia chiaro che lui e' il Presidente e quindi su di lui ricadono le colpe di una politica estera spesso troppo confusa ma e' anche vero che parte della colpa sarebbe dei Repubblicani perche' chi si occupa di intervenire nel mondo per conto degli Usa e' il senatore Repubblicano McCain che di fatto e' un eroe, un militare ma forse non troppo capace in politica estera.

Da esperto di Politica estera comunque propenso per un prossimo Presidente Repubblicano prima che Democratico e mi piace Marco Rubio.

Veniamo alle Aree di Geopolitica:

Russia/Ucraina

La Russia di Putin e' ancora una grande potenza mondiale e certamente non e' stato saggio destabilizzare l'area del Caucaso ed in particolare dell'Ucraina qualsiasi strategia fosse stata impostata per interessi energetici o militari.

Il risultato di questa strategia politica e' stata quella di allontanare la Russia dagli Usa e dall'Europa che paghera in termini di problemi Energetici facendola avvicinare di molto alla Cina.

Inoltre quel famoso programma che prevedeva una provocazione come l'Invasione da parte della Russia dell'Arabia Saudita perche' finanziava i ribelli islamisti del caucaso non sara' attuata ma di certo Putin non stara' a guardare destabilizzando Arabia Saudita forse anche con un occhio di approvazione di Israele.

ISIS/Medioriente

Qui la situazione e' molto ingarbugliata e gli Usa che hanno progettato le Rivoluzioni del Mediterraneo sicuramnte avevano un piano preciso come quello che prevede la suddivisione del Medioriente che comprende Siria ed Iraq in areee etniche piuttosto che con Nazioni.

Tuttavia non so chi ha avuto questa brillante idea ma mi sembra che la ciambella non sta riuscendo bene.

Intanto perche' questi sviluppi stanno creando milioni di morti ma anche perche' Israele non vede per nulla bene che da un lato ci sia uno stato Islamico (indipendentemente da chi e' fautore) e da un Arabia Saudita che simpatizza con Egitto anche se per servire la causa Usa. Insomma non e' facile stare con due piedi in una scarpa.

Hamas e la guerra con Israele di fatto non ha concluso una guerra ma solo una battaglia perche' di fatto la pace fatta e' stata considerata dalle popolazioni come un successo di Hamas che si sta rafforzando grazie a soldi ed armi che provengono dall'area Siriana.

Certo a parte Italia che e' una sottospecie di Nazione indipendente, Francia ed Gran Bretagna i loro interessi economici li tutelano il Petrolio e le Terre Rare escono tranquillamente anche con ISIS grazie ad un benestare della Turchia e la stessa Cina fa affari vendendo armi.

Insomma un popolo variegato che diventa una sorta di esercitazione per mercenari, criminali e quanto di peggio esiste al mondo.

Cina/Giappone

La Cina vedendo in difficolta' gli Usa impegnata su piu' fronti e con una spesa militare enorme gode del gran lavoro fatto nelle retrovie avanzando interessi e pressioni nel mar Cinese ed in particolare con il Giappone per la questione isole contese e con Taiwan.

Varie

Forte anche della forte alleanza fatta con la Russia da cui fa seguito un accordo militare ed economico per la fornitura di Petrolio in cambio di tecnologia.

In tutto questo Europa va in ordine sparso e solo la Francia e la Gran Bretagna possono essere considerati paesi con politica estera forte, Italia e' una specie di servitu'.

La Corea del Nord per il momento stabilizzato la situazione visti i grandi impegni Usa

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora