mercoledì 27 agosto 2014

Cinese Surveillance Aircraft viola spazio aereo di Taiwan

La taiwanese Air Force intercetta aerei da combattimento di sorveglianza cinese che ha fatto quattro intrusioni nello spazio aereo di Taiwan in meno di 12 ore, un alto funzionario militare di Taiwan ha confermato il 26 agosto.

Secondo le informazioni fornite da Taiwan Ministero della Difesa Nazionale, la prima intrusione si è verificato alle 8:33, quando una singola Y-8 Maritime Patrol Aircraft che era decollato da Chenghai, provincia del Guangdong, passato attraverso il margine sud-occidentale di Taiwan Air Defense Identification Zone (ADIZ). Il velivolo ha volatoo attraverso la zona per circa 10 minuti ad una altitudine di circa 22.000 piedi prima di uscire la zona e la direzione per le Filippine, uno dei principali avversari della Cina in escalation dispute territoriali sulle aree del Mar Cinese Meridionale (Taiwan è anche un attore) .

 La Y-8 passa attraverso la stessa area alle 10:56 nel suo viaggio di ritorno alla Cina, spendendo ancora circa 10 minuti nella zona. In entrambe le occasioni, Taiwan inviato Mirage 2000-5 aeromobili .

Un secondo incidente, che coinvolge un diverso Y-8 da Chenghai, avvenuto alle 14:31 quando l'aereo si diresse verso il Mar Cinese Meridionale e alle 16:57 come ritorno alla base in Cina.

Questa volta, Taiwan ha intercettato F-CK-1 "Ching Kuo" Fighters. La taiwanese Air Force non ha confermato il numero di aerei che sono state utilizzate per le due incidenti. "Li abbiamo seguiti attentamente per assicurarsi che hanno lasciato il nostro ADIZ", ha detto Taiwan Air Force Maggiore Generale Hsiung Hou-chi ai giornalisti il ​​26 agosto.

In passato,  aereo militare ha sempre evitato di invadere le aree contese nel Mar Cinese Meridionale e lo spazio aereo di Taiwan. Come ci sono stati due incidenti separati nello stesso giorno, probabilmente possiamo escludere un errore del pilota, che sembra essere stato il caso nel giugno 2011, quando due cinesi Su-27 aerei da combattimento "inavvertitamente" attraversato nel lato di Taiwan della linea mediana in Stretto di Taiwan durante una missione per scacciare un aereo spia americano U2.

Da quello che sappiamo, possiamo concludere che i 25 ago intrusioni erano intenzionali. Una possibilità è che l'Esercito di Liberazione del Popolo (PLA) stava cercando di valutare Taiwan capacità di sorveglianza e di meccanismo di risposta. Velivoli di sorveglianza elettronica cinese lo scorso anno impegnata intrusioni simili nei pressi di Okinawa e vicino alle contese isole Senkaku / Diaoyu nel Mar Cinese orientale a - si ipotizza - valutare la capacità di Tokyo di rispondere (la risposta del Giappone è stato quello di rimescolare F-15 aerei).

Poco dopo, la Cina ha dichiarato la sua ADIZ controversa sul Mar Cinese orientale. Alcuni analisti ritengono che la Cina sta elaborando piani per stabilire un ADIZ nel Mar Cinese Meridionale , anche se Pechino deve ancora dare alcuna indicazione concreta che intende farlo. In alternativa, le intrusioni possono essere stati più politico, fatto in reazione ad un recente confronto tra un aereo J-11 combattente dal PLA e un piano di sorveglianza US Navy P-8 Poseidon vicino Hainan.

Dopo quell'incidente, Pechino ha chiesto che l'esercito statunitense cessare la conduzione stretti operazioni di sorveglianza aerea in acque internazionali lungo la sua costa. Se fossero davvero intenzionale, le ultime intrusioni potrebbero segnalano un ulteriore denigrazione della sovranità di Taiwan, forse guidato da imperativi più pressanti di Pechino nella regione (ad esempio, le controversie Mar Cinese Meridionale). Finora questo rimane un caso isolato. Molto più preoccupante sarebbe se tali intrusioni a far parte di un disegno.

L'incidente richiede vigilanza da parte di Taiwan, e serve a ricordare che, nonostante la distensione corrente nello stretto di Taiwan, l'isola deve mantenere la capacità di controllare e difendere il suo spazio aereo.

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora