giovedì 7 agosto 2014

La Russia ha colpito "delicatamente ma con fermezza"

La Russia ha vietato importazione di molte cose. Il primo ministro Dmitry Medvedev ha detto che un divieto totale sulla fornitura di carne di manzo, carne di maiale, verdure, frutta, carne, pollame, pesce, formaggi, latte e prodotti lattiero-caseari dell'UE, gli Stati Uniti, l'Australia, il Canada e la Norvegia.

"Siamo pronti a introdurre una misura potenzialmente protettive nel settore aeronautico, navale, automobilistico e in altri settori," - ha detto il primo ministro. Come capo del governo, sarà fatto in modo intelligente e con attenzione.

Ha deciso di interrompere i voli di transito ucraino compagnie aeree attraverso il suo territorio. "La Russia interrompe transito compagnie aeree ucraine volare attraverso lo spazio aereo della Federazione russa in Georgia, Azerbaijan, Armenia e Turchia", - Dmitry Medvedev ha detto il Giovedi in una riunione del governo. Inoltre, la possibilità di chiudere le rotte sopra la Siberia a compagnie aeree europee.

Raiffeisen Research ha detto che il volume delle importazioni dall'UE nei prodotti alimentari e agricoli russi è stimato a circa 10-12 miliardi di euro all'anno.
 
In Belgio, stimato che la fornitura di prodotti agricoli e alimentari russi per un importo di 400 milioni di euro all'anno, pari al sette per cento del volume totale delle sue esportazioni verso il gruppo appropriato. Ad esempio, circa il 40 per cento delle pere coltivate in questo paese viene venduto in Russia. Produttori agricoli belgi ritengono che sarà molto difficile trovare nuovi acquirenti. In Grecia, il principale partito di opposizione Coalizione della Sinistra Radicale Alliance (SYRIZA) ha chiesto al governo di desistere immediatamente da sanzioni economiche contro la Russia.

Notevolmente infastidito e produttori di carne di maiale in Canada, per il quale il nostro Paese è il terzo mercato dopo gli Stati Uniti e il Giappone. Secondo l'anno 2012 nel nostro Paese sono stati venduti prodotti di carne di maiale a 492 milioni di dollari.

 In Argentina, Brasile, Cile, Ecuador, hanno già detto che sono disposti ad aumentare l'offerta di cibo alla Russia con nuovi accordi commerciali che sostituiranno per sempre quelli in atto con l'Europa.
 

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora