lunedì 13 aprile 2015

LA SICILIA DOPO ESSERE STUPRATA E' STATA RUBATA DELLA CONTINUITA' CON IL CONTINENTE, TORNA INDIETRO NEL TEMPO, TAGLIATA IN DUE E A MULO D'ASINO. IL REFERENDUM PER L'INDIPENDENZA E' UN DIRITTO

La Sicilia sin dal giorno in cui Garibaldi a messo piede in questa meravigliosa terra e' stata STUPRATA, DERUBATA, COLONIZZATA E TRATTATA DA LATRINA D' ITALIA.

La colpa ricade sul Popolo Siciliano che ha sempre subito e sopportato abituato a subire da secoli colonizzazione e  conquiste straniere rassegnandosi alla consapevolezza che niente potrà migliorare questa terra aspra, dura ma pur sempre bellissima.

La politica Siciliana e' la mano armata del declino e di questo sfracello che affligge l'Isola sin dai tempi in cui il Mis: Movimento Indipendentista Siciliano di Canepa a cercato di chiedere diritti venendo soffocato da Ascari venduti a Roma.

I Pretoriani dell 'Ars Siciliano da moltissimi anni sempre gli stessi votati da questo popolo a cui piace autoinfliggersi ferite e negare il futuro ai propri figli si sono sempre occupati dei cazzi propri !

Cuffaro, Lombardo, Crocetta, Genovese sono solo alcuni della stragarande maggioranza di Pretoriani che andrebbero espulsi dall'Isola per i disastri fatti non prima di avergli confiscati i beni.

Un Governo centrale e Romano che da sempre sputa sull'Isola da destra a sinistra passando per il centro, tutti da condannare.

Cosa vuole di piu' il Popolo Siciliano per svegliarsi e cosa vuole di piu' il despota Romano per fermare questo scempio il sangue dei Siciliani ?

L’Europa doveva essere un momento di riscatto per Isola ed invece hanno spiegato a tutti i burocrati del Parlamento straniero che Isola puo' essere usata come latrina per raccogliere i disperati come noi provenienti dal mondo mediterraneo, che vengono sfruttati dalla malavita internazionale e dalla malavita delle cooperative rosse che fanno affari a scapito dei Siciliani e dei disperati mediorientali.

I nostri pretoriani non sono in grado neppure come Crocetta che pur e' stato un deputato Europeo di spendere i soldi Europei per colmare un gap che ormai e' irrecuperabile ed insanabile.

Siamo ultimi in Italia e in Europa, con un Pil da terzo mondo e strutture da terzo mondo ed un Default Economico pauroso.

Berlusconi e Renzi, Destra, Centro e Sinistra degli ultimi anni non hanno fatto altro che umiliare questa terra comportandosi da Imperatori che utilizzano la nostra isola come uno scantinato del Paese.

Come volevate pretendere che Lombardo e Crocetta si imponessero sulla questione Muos ?

L’Isola ha infrastrutture, sanita' e lavoro da terzo mondo;  voglio ricordare che dopo la caduta del muro di Berlino la Germania e' stata capace in solo 10 anni di colmare il gap tra Land dell'est con Ovest facendone una risorsa non solo economica ma anche culturale.

Lo stupro di questi ultimi anni non ha precedenti, ad iniziare dalle perforazioni petrolifere regalate alle lobby estere del petrolio e a qualche famiglia politica siciliana senza che un solo beneficio ne venga al popolo siciliano proprio come una vera colonia. Royalty ridicole regalate cmq allo Stato, PERFORAZIONI CHE DETURPANO l'unica ricchezza dell'Isola il paesaggio ed il turismo (ricordo ancora l'intelligente di Passera che ha permesso di perforare sotto le 5 miglia, donando uno spettacolo fantastico ai turisti).

Poi siamo passati alla rottura della continuita' territoriale da parte prima Europea con l'allora governo Berlusconi che ha permesso la soppressione dell'asse Berlino – Palermo - Malta e relativa cancellazione del progetto Ponte dello Stretto dove  il responsabile di allora Ciucci 8sempre lui)  e Impregilo hanno fatto costare l'operazione 500 milioni di Euro a fondo perduto all’Italia

Poi siamo passati alla sottrazione maldestra dei fondi Fas destinati ad opere del Nord.

Fino ad arrivare a ieri con Renzi che con Treni-Italia ha di fatto realizzato l’antico progetto Indipendentista Siciliano e cioe’ rendere l'Isola priva di continuta' territoriale con la relativa soppressione dei traghetti e treni per il continente, costringendo da Giugno centinaia di Famiglie ad andare in questa merda di continente magari in piena notte passando a piedi da un treno Carro bestiame ad un traghetto magari con bimbi e valige a seguito.

Si perche i treni Siciliani sono lo scarto del Paese, sono come i carri bestiame che treni  Italia impiega anche controvoglia nell'Isola perche’ il popolo Siciliano puo’ andare a piedi, tanto che per fare con un treno la tratta Palermo- Messina- Catania nel 2000 ormai passato da tempo (i treni viaggiano ad un solo binario) servono ben 12 ore quanto ne serve per andare in Australia con l'aereo.

L'ultimo caso e' quello dell' Autostrata Siciliana costruita con cemento depotenziato e di conseguenza e per fortuna senza vittime con il crollo di un Pilone tra Palermo e Catania dividendo come nell’anno mille Isola in due (autostrada del 1975 con responsabile del’Anas sempre quel Ciucci a cui la Magistratura dovrebbe dedicare maggiore attenzione su molti casi).
Per non parlare ponte caduto nella tratta nuova Palermo- Agrigento inaugurato pochi mesi fa’ dopo collaudo anche questo per fortuna senza morti e dove  “Ditta e Anas sapevano”


L'Isola di fatto e tornata indietro nei secoli e’ divisa dall'Europa, dall'Italia e anche in due ! senza che nessun Pretoriano dell’Ars abbia da dire nulla per paura di perdere la poltrona visto che Renzi tiene tutti per le palle.

Spostarsi da ovest ad est e' impossibile a meno che non si faccia a mulo d'asino.

Non parliamo delle autostrade o di quello che rimane la Catania Messina e la Palermo Messsina sono ormai ad una corsia con gallerie spente e strada proibita per chi va in moto pena la morte.

Insomma siamo peggi di quando gli Americani sono sbarcati per liberarci.



Un Paese ed un isola se sono di merda, lo sono anche perche'  i suoi componenti si comportano all’interno delle Istituzioni di merda, certo non si puo' pretendere che un Lombardo o un Veneto sia solidale con una Regione Siciliana che e' in default da oltre 6 miliardi di euro, che non riesce a chiudere il bilancio se non dopo che Renzi abbia stretto i coglioni di Crocetta.

Un isola che ha il numero piu’ numeroso d’Impiegati e dirigenti Pubblici del Paese e che non ha saputo neppure nelle Province fare Spending Review (arma di battaglia di Crocetta che se avesse ancora senso di responsabilita’ darebbe le dimissioni)

E' pur vero che art. 37 dello Statuto disapplicato da Roma recita che chi produce nell'Isola anche se ha residenza fiscale altrove dovrebbe stornare le tasse ai Siciliani, cosa mai avvenuta ma non e’ una giustificazione.

Ma e' anche vero che lo Statuto Speciale e' stata la piu' grande furberia messa in atto da Roma dopo aver fatto fuori Canepa per affossare i Siciliani e consentire ad ascari come Alessi ed oggi a tanti Siciliani Parlamentari Italiani ed Europei di fottersene dei con regionali e farsi solo i cazzi propri.

Lo Statuto e' stato una iattura e va abolito immediatamente per non permettere ai Pretoriani dell’Ars di abusarne ancora.

Insomma cari Siciliani il Paese Italia e' defunto ma noi lo siamo peggio e chiedere un Referendum per l'Indipendenza dell'Isola non e' poi cosi' malvagia come idea, considerando anche gli  appigli costituzionali ed internazionali sul diritto autodeterminazione dei popolo sfruttati ed oppressi.

Non prima pero' di aver mandato democraticamente a casa quei Pretoriani che da decenni all'Ars fanno i cazzi propri non dopo avergli sequestrato i beni.

Certo  si potrebbe puntare a qualche Presidente di buona volontà ma in mezzo ai lupi di Roma e della Sicilia rischia di essere mangiato, tuttavia oggi l’UNICO CHE POTREBBE secondo quanto visto dalla mia persona e’ On. Nello Musumeci che io ho nella precedente candidatura osteggiato.


Che il Paese tutto sappia pero’ che i Siciliani sono Carnefici perche’ non hanno il coraggio di cambiare le cose ma sono anche anzi le sole vittime di questo scempio.


Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora