giovedì 23 aprile 2015

#RENZI come #Mussolini sull'Italicum. Il Pd da partito di sinistra diventa un partito Fascista passando per la Democrazia Cristiana. E' Democrazia ? Legge autoritaria

Le elezioni del 24 marzo 1929, per il rinnovo della Camera dei Deputati, si risolsero in un plebiscito a favore di Mussolini. Gli elettori vennero chiamati a votare "sì" o "no" per approvare un "listone" di deputati deciso dal Gran Consiglio del Fascismo. La consultazione si tenne in un clima intimidatorio; la scheda con il "sì" è tricolore, e quella con il "no" semplicemente bianca, rendendo così riconoscibile il voto espresso. La partecipazione al voto fu del 90% e i voti favorevoli al "listone" furono pari al 98,4%.

 Le elezioni del 25 marzo 1934, per il rinnovo della Camera dei Deputati - tenute con lo stesso schema del "listone" unico già adottato nel '24, con scheda tricolore per il "sì" e bianca per il "no" - si risolsero in un nuovo plebiscito: aumentò il numero dei partecipanti, e i voti contrari risultarono 15.201 (lo 0,15%).

 Inoltre ogni forma di dissenso sgradita a Mussolini venne repressa attraverso l'OVRA, il Tribunale speciale per la sicurezza dello Stato, e l'uso massiccio del confino politico. Tuttavia Mussolini tollerò - e costrinse i suoi a tollerare - alcune "voci fuori dal coro" (come ad esempio Salvemini, Croce, Bombacci) tanto per alimentare la propria immagine di uomo forte ma non di tiranno, quanto per mantenere aperti canali di dialogo anche con l'antifascismo militante.

Andiamo ai giorni d'oggi Berlusconi dopo averla appoggiata ne dice peste e corna, la minoranza di sinistra viene epurata con metodo non staliniano ma fascista da Renzi, M5S e minoranza sono contrati ma intanto la democrazia vacilla sotto i colpi di #Renzi e del #PD.

Dopo i Cinque Stelle, Sel anche Forza Italia e Lega abbandonano i lavori. Brunetta: «Si approvino la legge da soli».

Naturalmente chi da sempre ha individuato nell’Italicum abbinato al Senato dei non eletti una grave involuzione del sistema democratico si augura che non sia approvato, si tratta di una pessima pagina.

La sostituzione d’imperio dei dieci dissidenti in Commissione, la richiesta di voto segreto e la mancanza della maggioranza assente e contraria dell'Italicum fa diventare Italia un paese privo di Democrazia partecipativa-

Mi fa specie osservare che l'Europa peraltro anchessa una Istituzione priva di demcorazia partecipativa possa sollevare qualche dubbio su quella ITALIANA.

Insomma i centri sociali di sinistra se anno a cuore ancora la sinistra anziche' assaltare Salvini e la Lega DOVREBBERO rivolgere le loro attenzioni a Renzi che si e' fottuto il partito che tutto e' tranne che democratico e di sinistra.

La minoranza fra l'altro o fa la sceneggiata napoletana oppure non ha le palle per scindersi.

La verita' e' che la Oligarchia ha vinto in Italia e quindi inutile parlare e discutere tutto e' perso ormai.

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora