mercoledì 8 luglio 2015

la Borsellino si dimette per il caso Tutino, Crocetta no prendendo ad interim l'Assessorato alla Sanita' il paradosso di chi fa dell'Antimafia la sua politica


L'Assessore alla Sanità della Regione Sicilia On. Borsellino si dimette perche' per il  caso Tutino indipendentemente dagli sviluppi giudiziari  la sua presenza lede l'immagine della Sicilia.

Non riesco a capire il motivo per cui il Presidente Crocetta interessato anche dal caso Tutino  non solo non si dimette ma prende di fatto ad interim attraverso un comitato dei saggi (in Italia ed in Sicilia quando si nominano commissari o saggi di fatto si creano solo artefatti della mala politica).

Crocetta infatti riferisce da fonti giornalistiche, che : "comprede il disagio della Borsellino per questioni etico morali" evidentemente questo disagio non vale per luiche non solo non si dimette ma prende in mano la gestione di tale assessorato.

Crocetta e' interessato dal caso titino ma non comprende su di lui il disagio della Borsellino.

Questo e' il modo con cui Crocetta fa la politica anzi l'antipolitica della lotta al malaffare.

Le leggi, l'opportunita' politica, il disagio, l'etica valgono per gli altri mentre per lui non valgono che quindi si prende la gestione della Sanita'.

Nonostante l'addio dell'assessore sia legato alla vicenda dei medici di Villa Sofia che chiamano in causa lo stesso presidente.

In pratica lui stesso gestisce la Sanita' con una cabina di regia identica a quella attuale in cui l'opportunita' politica direbbe dimissioni.

In questo scenario di responsabilita' hanno complicita' politica anche tutti quelli che lo sostengono e che non tolgono la spina per tenere la poltrona contro gli interessi del popolo Siciliano, dal M5S al PD.

Nel frattempo le indagini si allargano: nel mirino altri affari della Sanità.

Ecco cosa scrive Buttafuoco: Più che Gomorra, Sodoma. In merito alle recenti vicende siciliane, l’arresto di Matteo Tutino, il medico personale di Rosario Crocetta, c’è un dettaglio rimasto appeso: lo sbiancamento anale. Tutino, mago del body jet, il trattamento estetico che a Palermo – secondo la Procura – veniva messo in conto al Servizio Sanitario pubblico, con questa rifinitura destinata alla clientela vip aggiorna l’immaginario dei retrogradi, apre le finestre della mente e scava profonde prigioni al pregiudizio. Un dettaglio utile questo – e lo è – non certo per le indagini dei Nas ma per l’evoluzione dei costumi. Trattasi di un intervento a colpi di bisturi e suture per ingentilire l’orifizio d’evacuazione – al punto di farne un fodero di candida porcellana – e pare sia molto richiesto dai pazienti più scavallati a conferma di ciò che nei frastornati anni ’80 suonava ancora come profezia: “Il culo diventerà la fica del 2000!”. (…) Dopo Gomorra dunque, è l’epoca di Sodoma. 

FALSO ? ALLORA SAREBBE DA QUERELA , VERO ? ALLORA SAREBBE DA DIMISSIONI.

Leggetevi l'articolo intero:

http://ilmattinodisicilia.it/13392-crocetta-bottana-il-vero-caso-politico-dellestate-povera-sicilia/

IO RITENGO COME TUTTI VOI CHE L'OPPORTUNITA' POLITICA SIA TALE CHE IL PRESIDENTE DELLA FINTA RIVOLUZIONE E DEGLI SLOGAN MANCATI DOVREBBE CONSEGNARE LE DIMISSIONI AMMETTENDO DI AVER FALLITO IN MODO DA CONSENTIRE ALLA SICILIA DI CORREVERE VERSO UN FUTURO DIVERSO DA QUELLO CHE OGGI E' LA GRECIA DEL PAESE E COLORO CHE LO SOSTENGONO FOSSERO PD O M5S SONO COLPEVILI DI FRONTE AL POPOLO SICILIANO.

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora