sabato 11 luglio 2015

Il PD colonizzato dal complotto Renzi e Berlusconi, esiste forse un Dossier ricatto con un offerta irrifiutabile ? Letta contro Renzi:" "Enrico Letta è un incapace e Silvio Berlusconi è d'accordo con me". Renzi deve Dimettersi piu' che un rottamatore e' impresentabile

Le intercettazioni di colloqui tra il Presidente del Consiglio Matteo Renzi e il comandante interregionale della Guardia di finanza Matteo Adinolfi, relative all'inchiesta CPL Concordia, pubblicate oggi da 'Il Fatto Quotidiano'.

CPL Concordia riguarda il trasferimento degli atti dell'inchiesta sulla metanizzazione dell'isola d'Ischia (Napoli).

Renzi (R): Signor generale!
Adinolfi (A): Mi dicono fonti solitamente ben informate che ti stai avviando anche tu verso una fase di rottamazione.
R: È la disinformatia del partito…
A: Come stai amico mio? Tanti auguri, tanti auguri e complimenti. Matteo, spero di vederti in qualche occasione.
R: Con molto, molto piacere. La settimana prossima sarà un po’ decisiva perché vediamo se riusciamo a chiudere l’accordo sul governo. E…
A: Rimpastino?
R: Sì, sì. Rimpastino sicuro. Rimpastone, no rimpastino! Il problema è capire anche… se mettere qualcuno dei nostri…
A: È lì il punto! O stare fuori, va bene?
R:No, bisogna star dentro.
A: Oppure stare dentro.
R: Stare dentro però rimpastone.
A: Significa arrivare al 2015.
R: E sai, a questo punto, c’è prima l’Italia, non c’è niente da fare. Mettersi a discutere per buttare all’aria tutto, secondo me alla lunga sarebbe meglio per il Paese perché lui è proprio incapace, il nostro amico. Però…
A: È niente, Matteo, non c’è niente, dai, siamo onesti.
 R: Lui non è capace, non è cattivo, non è proprio capace. E quindi… però l’alternativa è governarlo da fuori…
A: Secondo me il taglio del Presidente della Repubblica.
R: Lui sarebbe perfetto, gliel’ho anche detto ieri.
A: E allora?
R: L’unico problema è che … bisogna aspettare agosto del 2016. Quell’altro non c’arriva, capito? Me l’ha già detto.
A: Sì sì, certo certo.
R: Quell’altro 2015 vuole andar via e … Michele mi sa che bisogna fare quelli che… che la prendono nel culo personalmente… poi vediamo magari mettiamo qualcuno di questi ragazzi dentro nella squadra… a sminestrare un po’ di roba.
A: Sì sì, ho capito.
R: Purtroppo si fa così.
A: Non ci sono alternative, perché quello, il numero uno non molla e quindi che fai?
 R: E poi il numero uno anche se mollasse… poi il numero uno ce l’ha a morte con Berlusconi per cui… e Berlusconi invece sarebbe più sensibile a fare un ragionamento diverso. Vediamo via, mi sembra complicata la vicenda.
A: Matteo, intanto t’ho mandato una bellissima cravatta.
R: Grazie.
A: (…) Se vuoi il colore lo puoi cambiare, ci sono dei rossi e dei neri, va bene? (ride)
R:No ma va bene, poi io amo il calcio minore per cui va bene.. un abbraccio forte.
A: Che stronzo! Ciao, ciao. Buon compleanno, buona giornata.

Queste intercettazioni pubblicate dal Fatto Quotidiano sollevano la Leggittimità Democratica del Governo Renzi per tanti motivi.

1) Renzi e' stato nominato e non e' masi stato votato dal Popolo Sovrano.

2) Il Patto del Nazzareno era stato gia' stabilito a tavolino tra Berlusconi e Renzi prima delle Elezioni.

3) Renzi conquista e si inpossessa del PD senza che nessuno dica nulla esitono forse motivazioni particolari come qualche Dossier che in mano all'avversario politico hanno consegnato il partito in mano a Renzi e Berlusconi.

 "Quello che appare dalle intercettazioni pubblicate oggi dal Fatto Quotidiano è una repubblica fondata sul ricatto, una situazione inaccettabile non degna di un Paese civile. Per questo chiediamo che il governo venga immediatamente a riferire in Parlamento davanti a una situazione densa di ombre", hanno affermato in una dichiarazione conngiunta icapigruppo M5s di Camera e Senato Francesca Businarolo e Bruno Marton.
La telefonata intercettata fra Renzi e Adinolfi e pubblicata dal quotidiano risale all' 11 gennaio 2014, un mese prima che l'allora segretario del Pd sostituì Enrico Letta a palazzo Chigi nel ruolo di premier.

Nelle parole di Renzi a Adinolfi pubblicate dal Fatto ci sono anche parole pesanti nei confronti dell’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e di suo figlio Giulio Napolitano che aggiungono luci inquietanti su Napolitano e famiglia

UN PREMIER NOMINATO DAGLI INTOCABBILI ED AL SERVIZIO DEGLI INTOCCABILI CHE OGGI DOVREBBE VERIFICARE CON IL VOTO DEL POPOLO SOVRANO SE HA MAI AVUTO IL MANDATO.


L’impresentabile De Luca eletto in Campania con i voti di De Mita. L’indagato Castiglione non si dimette da sottosegretario. E tanti altri che sostengono il governo. Così il sogno del premier si infrange contro il potere degli intoccabili.

Prossimo articolo bomba in attesa di informative posso dire che tutto ruota attorno ad una Bnaca e passa da Macerata

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora