giovedì 9 luglio 2015

L'Italia politica e' schiava degli Usa, la Russia annulla il South Stream Saipem perde contratto miliardario. Siamo una Colonia

I russi decidono di puntare sul North Stream e cancellano alla controllata dell’Eni una commessa da 2,4 miliardi. In Borsa il titolo cede fino al 6% e chiude a -2,3 per cento] russi decidono di puntare sul North Stream e cancellano alla controllata dell’Eni una commessa da 2,4 miliardi. In Borsa il titolo cede fino al 6% e chiude a -2,3 per cento.

 La controllata dell’Eni perde, così, una commessa da 2,4 miliardi e, in base alla clausole contrattuali, riceverà come indennizzo una somma che coprirà i costi di inattività delle navi (personale, manutenzione, ammortamenti).

Gli Italiani devono pero' sapere che il progetto South Stream era un progetto ormai quasi concluso che avrebbe reso la nostra Nazione praticamente autonoma energeticamente in caso di crisi con il medioriente facendo arrivare il gas dalla Russia.

Purtroppo i contrasti nati tra Russia e Usa hanno imposto a tutta la politica dal M5S che non ne parla fino a Renzi che subito si e' disposto come uno zerbino di annullare il contratto con la Russia venendo meno agli interessi strategici della Nazione.

Dobbiamo dire la verita' e chiamare le cose con il vero nome infatti questo progetto andava oltre i contrasti tra Russia ed Usa ed invece gli interessi della Nazione sono stati svenduti subito dalla politica altro che TSIPRAS qui parliamo di zerbini pronti ad ammiccarsi gli Usa anche Grillo non ha spesom una sola parola sulla questione.

Peccato che non si tirano le palle fuori ma si rimane colonia ed intanto la Russia trasferisce il progetto nel Nord Europa che accoglie a braccia aperte fottendosene degli Usa.

W L'ITALIA

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora