giovedì 27 agosto 2015

IN ARRIVO IL MIO NUOVO LIBRO DAL TITOLO : #PUTTANISSIMAITALIA - PUBBLICO LA PREFAZIONE

Le Istituzioni sono fatte da uomini nel maggior parte dei casi composta da classe dirigente apicale nazionale ed in parte da politici che dovrebbero agire secondo criteri dell'agire con onestà, lealtà, rettitudine, sincerità, in base a principî morali ritenuti universalmente validi, astenendosi da azioni riprovevoli nei confronti del prossimo, sia in modo assoluto, sia in rapporto alla propria condizione, alla professione che esercita, all’ambiente in cui vive.

Chi occupa le istituzioni ed in particolare il politico dovrebbe agire secondo morale mettendo il suo ruolo al servizio della comunita' per il bene comune inteso come soluzione dei problemi reali delle famiglie: lavoro, salute, casa, giovani, scuola, sanità, anziani.

 In Italia questa condizione e venuta meno con il passare degli anni tanto da utilizzare come spartiacque il termine numerico di Respublica.

Attualmente siamo passati dalla terza republica alla quarta con una progressiva infiltrazione nelle istituzioni di persone che agiscono secondo criteri di egoismo ed interessi personali o di lobby. Dalla prima repubblica in poi si sono avuti casi eclatanti in cui l'agire politico del bene comune e' venuto meno per interessi e profitti personali.

Questo vizio morale che fa agire in modo disonesto e contro il proprio dovere ha indebolito le stesse istituzioni italiane anche dal punto di vista non solo del profitto illecito ma peggio da quello morale facendo diventare la nostra società immorale ed egoista.

L'evoluzione di questo scenario sociale associato all'indebolimento dell'Ordinamento Giuridico in termini di precetti e sanzioni certe ha creato la Puttanissima quarta Respublica dove l'illecito inteso come genericamente si definiscie "Mafia" non si serve piu' delle Istituzioni e dei suo rappresentanti ma essa stessa e' Istituzione.
Paradossalmente la parola Mafia una volta ad uso esclusivo siciliano deriva dalla Regione di provenienza dell'attuale nominato Renzi, infatti la parola siciliana mafia non deriva né dall'arabo nè da questi fantasiosi acrònimi, perchè deriva dal toscano, dove esiste da secoli nella forma con due effe, maffia: e così fu introdotta in Sicilia subito dopo l'Unità.

Fino alla terza Repubblica la mafia era secondo le analisi moderne del fenomeno prima ancora che un'organizzazione criminale, un "sistema di potere" fondato sul consenso sociale della popolazione e sul controllo sociale che ne consegue; ciò evidenzia come la sua principale garanzia di esistenza non stia tanto nei proventi delle attività illegali, quanto nel consenso della popolazione e nelle collaborazioni con funzionari pubblici, istituzioni dello Stato e politici, e soprattutto nel supporto sociale.

Nella attuale quarta Repubblica come diceva Falcone la Mafia evolme perche' e' un organismo vivo e come tale si e' trasformato emigrando al Nord e nella Capitale e non servendosi più delle Istizuioni perchè essa stessa e' diventata istituzione.

Questo libro non fara' nomi ne tentera' di spiegare nulla se non un elenco infinito di fatti che partendo solamente dalla terza Repubblica (perche' troppi) arrivera' ad oggi 4 Repubblica.

Scandali, corruzione, comportamenti istituzionali incoprensibili che da soli saranno la testimonianza di questa sventurata 4 Puttanissima Italia.

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora