venerdì 11 dicembre 2015

Ecco L'Europa che salva le Banche ladre con aiuti di stato e poi liberalizza il lavoro che non c'e' del popolo sovrano

Il Fallimento di quell'Europa che i grandi uomini avevano immagginato e' sotto gli occhi di tutti, l'Europa dei Popoli non esiste.

Il successo dell'Europa dei Burocrati, dei Boiardi di Stato e della Massoneria bianca fatta di Banche e di finanza e' invece roba da premio Nobel.

E' chiaro a tutti che se da un lato l'Europa dei grandi Burocrati impone di liberalizzare il lavoro e impone ai popoli sovrani sofferenza , tasse, incertezza, globalizzazione perdita d'identita' sul principio del libero mercato d'altro lato si impone di salvare le Banche e la finanza drogando di fatto un mercato fatto spesso, non da incapaci ma da autentici assassini senza scrupoli.

Viene da chiedere alla Merkel o al nostro Renzi oppure ai grandi professori collusi con il sistema di potere economico-finanziario ' come mai per le Banche non esiste la possibilita' di fallire anche in presenza di atti criminali, come mai per le Banche non esiste il libero mercato e la concorrenza, come mai per le banche bisogna salvarle con i soldi di quegli stessi cittadini che spesso sono stati truffati proprio da tali banche e da tale sistema economico finanziario.

Per questa Europa che ha rubato il potere al Popolo Sovrano esiste il libero mercato solo per i popoli che devono soffrire mentre per i loro compari le Banche non esiste nessun rischio neppure penale.

Ecco questa e' l'Europa che il vento del Nazionalismo di Destra deve avere il coraggio di spazzare un Europa dove Massoneria-Finanza-Burocrati-Boiardi di Stato hanno rubato con una sorta d'imbroglio la libera scelta ed il potere la popolo Sovrano, se poi ci aggiungiamo che quando queste Banche siano esse piccole agiscono in un paese come Italia il gico e' tratto.

Prima cosa da fare in Italia e' arrestare molto ed eliminare tutti gli organi di controllo facendo rispermiare soldi agli Italiani perche' tanto non svolgono il loro larovo diventando solamente stipendifici.



Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora