giovedì 24 dicembre 2015

RESPINTA LA PRIMA PETIZIONE EUROPEA CONTRO LA SICILIA E LA QUESTIONE INFRASTRUTTURE PER DIRITTO MA NON PER RAGIONE MORALE , NON MI ARRENDO (LEGGI LA PETIZIONE)

In una Sicilia piena di Merde politiche, non tutte ma sicuramente per quelli che fanno i solo i cazzi propri senza rispetto per i Siciliani e per questa terra e bene combattere per altre strade.

Come disse Kennedy non guardare quello che non fanno gli altri, cerca di fare tu qualcosa per il tuo paese: sulla base di questo ragionamento ho inserito una serie di Petizioni Europee che riguardano questioni “Sicilia” e non solo.

Pur sapendo che in alcuni casi la competenza esula da quella del diritto Europeo ho presentato lo stesso la Petizione per sollevare il caso almeno a livello di Commissioni Europee e per dimostrare che in Sicilia non esiste solo menefreghismo e struzzi, ma che  anche Siciliani per quanto in loro potere si battono per i loro diritti.

La prima Petizione da me fatta ed accettata dalla Commissione Europea e' stata respinta per motivi di Diritto Europeo.

In pratica avevo chiesto di condannare la Sicilia nella Persona del Governatore e la sua Giunta nonche' il Governo Renzi per le colpe che hanno riguardo il crollo del ponte Himera che ha diviso la Sicilia in due e per lo stato in cui si trovano tutte le infrastrutture Siciliane la cui situazione di fatto impediva pari dignita' e libera circolazione dei cittadini Siciliani rispetto al resto dei cittadini Europei.

I Siciliani rispetto ai Francesi o altri non erano messi nelle medesime situazioni di libera circolazione in Europa per le difficolta’ ed i pericoli e per i costi maggiore da sopportare

La Commissione ha giustamente (lo sapevo gia'; ma era importante sollevare il caso) ha respinto per due motivi:
1)      Primo motivo e' che la petizione deve riguardare un singola situazione di fatto e non tutte le infrastrutture,
2)      Secondo motivo che questa situazione "crollo ponte" non era stato finanziato con i soldi Europei e che la libera circolazione dei cittadini non deve riguardare i Siciliani ma tutto il resto dei cittadini Europei che vengono in Sicilia.

Se dal punto di vista giuridico nulla da eccepire e' pur vero che il problema per i Siciliani esiste !

Comunque sia ho ottenuto dall'Europa che il caso fosse posto appunto dalla Commissione Europea all’ istituzione Siciliane e Italiane, facendo capire che non tutti i Siciliani sono fermi mentre chi ci governa continua a fottersi la nostra terra.

Remo Pulcini




Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora