mercoledì 10 febbraio 2016

Il Progetto Usa di un Grande Stato Islamico in Siria potrebbe diventare Realtà ma passando in mano Russa e di Putin. La Germania rischia un invasione di migranti Siriani.

Uno dei progetti della fallimentare politica estera di Obama e dello Staff McCain e oggi Kerry era quello di destabilizzare tutta l'area Mediorientale, destituendo anche Assad al fine di creare una vasta area sotto controllo Musulmano di stampo sunnita.


Una mega nazione che si estendesse dal Mediterraneo, alla Turchia fino ad arrivare in Arabia Saudita.


Una vasta area geografica che consentisse da un lato il controllo dell'Iran e la sottrazione dell'area dall'influenza Russa, dall'altro i Palestinesi Hezbollah.


Un area dove Turchia e Israele non solo sarebbero state al sicuro da attacchi terroristici ma avrebbero fatto affari energetici, un area dove Arabia Saudita e Turchia avrebbero potuto spartirsi la loro influenza sottomettendo sciiti Iraniani.


Un area estesa dalla Siria Mediterranea fino all'Iraq per toccare le zone libanesi spingendosi in fino in Libia.


Questo nuovo stato non poteva che essere l'ISIS i cui finanziamenti ottenuti dalla vendita del Petrolio Siriano attraverso la Turchia potesse finanziarlo e con un valida strategia Mediatica e di Mercenari così gli Usa avrebbero potuto facilmente controllare in un sol colpo tutto il Medioriente,


Questo scenario stabilito a tavolino invece sta evolvendo proprio in senso opposto, addirittura e' possibile una simile soluzione passi in mano sciita sotto controllo Russo.


La discesa in campo della Russia causata dalle continue provocazioni Usa: vedi la Crimea e l'Ucraina e' diventato un clamoroso autogol perche' non solo ha risvegliato una nuova Super Potenza moderna, efficiente ed efficacie dal punto di vista militare, ma ha rinsaldato l'asse Russia, Iran, Cina.


Il grande Orso si e' risvegliato e anche se si e' tentato di metterlo in seria difficoltà lo Zar Putin ne sempre uscito bene dalle continue provocazioni Ucraine/Crimea, poi con l'aereo abbattuto sui cieli Egiziani per finire al vile attacco Turco. Ha trasformato un potenziale disastro di politica estera in un grande successo frutto di uno staff sicuramente piu' abile rispetto a quello di Obama.


Adesso la Russia ha scelto di scendere in campo militarmente in Siria, di salvare Assad e di vincere la guerra in poco piu' di 3 mesi, dimostrando al mondo una efficienza e strategia geopolitica forte e vincente.


Paradossalmente quello che Obama aveva previsto di fare in Medioriente gli e' stato proprio regalato in mano a Putin per valutazioni geopolitiche errate, che hanno fatto irritare l'Europa e Israele.


Questo nuovo Stato Musulmano dell'Isis Sunnita sta diventando uno Stato Sciita di Assad sotto controllo Russo.
Lo scenario di rifugiati e immigrati che scappando da questi paesi hanno invaso l'Europa attraverso la Spagna e l'Italia oggi cambia e diventa lo scenario Turco/Tedesco.


Perche' la vittoria Russa in Siria culminata nella vittoria simbolo con la conquista di Aleppo ha trasformato lo scenario fino a minacciare Turchia e Israele.


Infatti i rifugiati che scappano dalla Siria vogliono entrare in Turchia e non certo in Arabia Saudita e da qui invadere attraverso la Grecia appunto la Germania.


La Merkell che ha un ottimo rapporto di fatto con Putin, comprendendo il pericolo lancia proprio in questi giorni l'allarme allo Zar.


Se prima gli Immigrati invadevano Europa meridionale attraverso paesi come Italia e la Spagna senza che questo importasse troppo ai Tedeschi e senza mai stanziare dei soldi per affrontare il problema oggi per i Tedeschi la musica cambia.


Loro hanno sempre pensato che tanto si sa gli Italiani sono sciocchi e poco patrioti e sentendo la minaccia molto seria obbligano quelli stronzi e coglioni come il nostro Premier Renzi a pagare la Turchia al fine di bloccare tale immigrazione che a noi Italiano proprio non importa nulla.


All'Italia non solo non deve importare nulla di tali rifugiati, ma anzi se avesse una strategia di politica estera dovrebbe incentivarla affinchè si possa mettere sotto pressione la Germania e l'Europa del Nord che ci hanno sempre trattato di merda.


A parte questo mio sfogo sull'Italia e la sua politica estera servile allo straniero, devo dire che questo scenario sta iniziando a preoccupare anche Israele che si sente attorniata dall'Isis Sunnita che si spinge in Libia e da un futuro potenziamento di Hezbollah tramite l'Iran.

Paradossalmente oggi e la Russia che puo' con Assad e l'Iran controllare tutto il Medioriente, minacciando economicamente Arabia Saudita e politicamente la Turchia, spingendo i Curdi ad un alleanza contro la stessa Turchia.

La Turchia non reda che quell'abbattimento dell'aereo  non avra' un prezzo futuro da pagare.


Insomma ormai i Russi sono al centro dell'ombelico Mediorientale e ricacciarli fuori sara' difficile se non pagando un prezzo di un accordo.


Oggi serve una politica estera Usa nuova e diversa ed un presidente Repubblicano che possa creare uno staff capace di gestire in modo completamente diverso questo scenario.


Putin corre veloce con nuovi settori segreti dedicati alla geopolitica supportato dalla Cina.


Se da un lato abbiamo Turchia, Arabia Saudita e Israele con in capo gli Usa che progettavano uno scenario preciso oggi ci ritroviamo con uno scenario completamente diverso e rafforzato, quello Russo, Iraniano, Cinese, Curdo ed Hezbollah.


Mentre la Russia deve solo preoccuparsi di sviluppare lo stesso progetto Usa, gli Usa non solo stanno perdendo questo scenario ma si trovano con Europa Tedesca innervosita, Israele che guarda con attenzione e la Turchia/Arabia Saudita che non comprendono bene la gestione della politica Usa.


Aggiungiamoci che si apre un altro fronte quello Libico che parliamoci chiaro gli Italiani non sono e non posso gestire militarmente e se gli Usa pensando di demandare a noi la Libia, rischiano di fallire nuovamente facendo rientrare a gamba tesa i Francesi che gia' hanno rotto in coglioni a noi Italiani.


Insomma lo scenario risulta essere fluido e meno caotico di quanto si pensi ma le cui conseguenze potrebbero essere disastrose per economia mondiale e per la geopolitica Usa.


In tutto questo naturalmente i milioni di uomini , donne e bambini che muoio non se ne fotte nessuno.




Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora