sabato 6 febbraio 2016

Riflessioni di Geopolitica Europea e Mondiale. E' in atto una guerra non dichiarata tra Russia/Cina e Usa, con in mezzo l'Europa che si sta sfaldando in due blocchi.L'Italia e' perdente

Lo scenario Europeo sta passando ad una nuova e finale fase, la fase che e' quella dello sfaldamento o nel caso migliore dell'Europa a due velocità.

 La Germania dopo aver spremuto per bene tutti quei Paesi l'Italia passando per la Grecia adesso non ha più interesse a tenere all'interno della sua Europa questi Stati.

Anche altri Paesi del Nord Europa meno importanti si stanno rendendo conto che l'Europa attuale non serve a nessuno e se ne stanno piano piano sfilando via.

 Il mutamento e' già in atto ad iniziare dallo stato di deflazione attuale provocato consapevolmente dalla Germania fino ad arrivare alla chiusura delle frontiere e di Schenghen.

Anche in questo caso la Germania come e' stata per le Banche ha fatto il proprio interesse prendendo manodopera a basso costo per le sue industrie, tanto quanto basta per poi chiudere il rubinetto a paesi come Italia e la Grecia.

Lo stesso ha fatto con le sue Banche salvando Deutsche Bank che e' sta peggio di come stava Lehman Brothers salvo poi chiudere le porte in faccia all'Italia anche perche' non ci tiene a salvare i ladri finanziati ed autorizzati dalla finanza Usa.

La Germania adesso guarda con interesse all'asse Russo/Cinese e per far questo deve espellere i Virus inutili come i Paesi del Sud Europa vera palla al piede a questo progetto.

Per comprendere meglio questo scenario Europeo attuale bisogna allargare la visione Geopolitica al resto del Mondo.

Quelli che erano fino a ieri i veri Leader del Pianeta cioe' gli Usa da tempo hanno fiutato il pericolo del progetto Europeo Tedesco e sentono il fiato sul collo di Paesi nuovamente emergenti, come la Russia e la Cina.

Gli Usa temono che quest'asse possa passare dall'Europa verso Oriente saltando il mercato Americano, generando un mercato unico capace di autogestire l'economia mondiale e relegando gli Usa su un piano secondario.

Un evento difficile ma non impossibile che e' molto pericoloso.

Questo asse e' già in costruzione, Putin vuole essere il ponte di passaggio dell'Economia Mondiale tra Cina e l' Europa Tedesca.

La Germania ha gia in atto messo in cantiere questo scenario ed i motivi sono diversi, vediamoli:

1) Gli Stati del Sud Europa come l'Italia sono stati spremuti a dovere e non servono più alla Germania.

2) Chiudendo le frontiere e abolendo Schenghen, credono di bloccare l'Immigrazione e di lasciare i problemi generati all'Italia e alla Grecia mettendoli ancora piu' in Crisi economica.

3) Isolare l'Italia e' un modo fondamentale per tenere gli Usa fuori dai progetti Germanici/Russi. La Germania e' consapevole che Italia di Renzi come quella di Mussolini e' traditrice e rappresenta gli interessi Usa in Europa.

In questo quadro, abbiamo la Gran Bretagna che ormai e' fuori dal concetto Europa e la Francia che vorrebbe entrare nel club dell'Europa di serie A,inserendosi nello scenario Tedesco per arrivare alla Russia piuttosto che farsi trascinare nel baratro dell'Europa dei perdenti.

Renzi e quel che resta della Politica Italiana asservita agli Usa, hanno intuito il pericolo e stanno puntando i piedi contro i Tedeschi ma ormai e' troppo tardi.

Renzi sta cercando anche di vendere fumo al Mondo con una nuova politica estera, ma in Europa e nel Mondo sanno che siamo una colonia misera ed asservita agli Usa .

Basta pensare che gli Usa stanno tentato di tutto per rompere quel filo conduttore che puo' mettere in ginocchio la loro economia nel Mondo.

Quell'asse che passa dall'Europa e tramite la Russia arriverebbe fino in Cina.

Hanno tentato portando via l' l'Ucraina alla Russia tentando di farla entrare in Europa proprio per provocare la Russia di Putin e spezzare l'intesa dell'Europa di serie A senza tuttavia riuscirci.

In questa guerra non dichiarata a farne le spese e' sempre l'Italia per il semplice motivo che gli Usa ci hanno fatto abbandonare per esempio il progetto “South Stream” il gasdotto che portava il il gas dalla Russia all'Italia tramite Eni.

Un progetto avanzatocostato una barca di soldi in tangenti e spese da noi abbandonato su pressione Usa come ritorsione alla Russia.

Salvo poi vedere riapparire lo stesso progetto in Germania e nel Nord Europa.

Si cari lettori questo e' l'esempio eclatante di chi e' una Grande Nazione Libera come quella Tedesca e chi invece e' una comparsa in mano agli Usa.

Eppure tutte e due Nazioni anno perso la Guerra ma il carattere e il senso dello Stato tra un Tedesco paradossalmente e' piu' vicinoa quello Inglese che a quello Italiano.

Il progetto riappare in Germania che si e' presa l'intesa con altri paesi del Nord per portarlo appunto dalla Russia all'Europa dal nome che sembra una presa per il culo degli Italiano come “Nord Stream”.

Renzi in Italia, fa credere di essere il nuovo messia mentre in Europa tutti ci vedono come ridicoli ed asserviti agli Usa.

Fra l'altro non solo fra non molto penso al massimo 24 mesi saremo abbandonati, ma mentre noi abbiamo accolto gli Immigrati non avendo ricevuto un solo finanziamento o sostegno come i vari e mirabolanti progetti di controllo dei flussi in mare dai nomi altisonanti come Triton, Frontex, Poseidon mai attuati pienamente gli stessi Tedeschi e paesi Nord Europa impongono al nostro Paese di finanziare la Turchia al fine di stimolare Erdogan verso il blocco dei migranti.

Posizione e soldi dei cittadini Italiani che Renzi e il Pd consegneranno ai Tedeschi perche0' in questo istante gli Obiettivi Tedeschi e Usa coincidono.

Per gli Usa e' importante bloccare il progetto Tedesco/Russo ma e' anche fondamentale sostenere la non simpatica Turchia per bloccare la stessa Russia.

Renzi alza la voce ma sa benissimo che consegnera' i soldi ai Tedeschi perche' lo vogliono gli Usa, almeno avesse le palle di farseli consegnare dai contribuenti Usa no lui li prendera' ai cittadini Italiani stuprati due volte.

Bisogna rendersi conto che l'Italia e' come una pallina leggera messa in sacco che viene agitata ora dagli Usa, ora dai Tedeschi e talvolta da tutti e due per interessi personali ed essendo leggeri non possiamo far altro che tentare di fare rumore ma purtroppo saranno sempre gli altri a muoverci.

Questo e' dunque lo scenario finale di un Europa ormai sfaldata che ha breve potrebbe essere a due velocità, ma nel caso peggiore dividersi e costituire un asse Franco-Tedesco-Russo-Cinese e un asse debole formato da Italia-Grecia-Spagna-Turcchia.

Renzi potra' agitarsi quanto vuole ma e' una vittima sacrificale in mani Usa, non potra' fare nulla contro la Germania ed i segnali sono così evidenti che mentre Draghi fino ad oggi rappresentava l'Equilibrio dinamico tra gli interessi Usa e Tedeschi, adesso non serve piu' e sara' sostituito da un altro filo Franco-Tedesco.

Non per nulla l'ex cancelliere Gerhard Schröder e' oggi il miglior Consulente di Putin e datempo lavora al progetto.

Ed ecco perche' Berlusconi e' saltato in Italia, troppo filo Russo mica per le puttane che si faceva.
Berlusconi forse consapevolmente oppure per stupidita' non lo sapremo mai, aveva preso una strada utile all'Italia quello filo Russa ed e' stato disarcionato dagli usa stessi da Renzi e in seconda ipotesi sarebbe stato Grillo ed il suo movimento.

Il tempo della storia sta gia' facendo scadere Renzi il cui compito sta per terminare per tutti.
L'Italia fra l'altro ha un altro grandissimo problema che quello Libico, infatti se ad Oriente la Russia e' scesa a gamba tesa nello scenario Medio-Orientale assieme all'Iran spiazzando gli Usa, questa per correre ai ripari da un lato devono sostenere i non amati Turchi e scendere in campo ad Occidente tramite l'Italia.

L'Italia corre il rischio di dirigere una campagna militare in Libia non per bravura ma perche' assegnata dagli Usa che non possono farlo personalmente.

L'Italia avra' il peso della guerra e degli Immigrati Libici dopo aver concesso come utile idiota le basi di Trapani Birgi ai Francesi, che con la loro mania di giocare a fare i grandeur hanno solo rovinato gli interessi Italiani in Libia pensa quanto idioti sono questi Italiani che pensano di essere i piu' furbi.
Lo scenario Libico e' cosi importante che lo sanno anche all'Isis.

Oggi la diminuzione dei proventi della vendita di petrolio attraverso la Turchia per mano Russia e la stessa presenza Russa ha generato nella mente non sprovveduta dell'Isis l'idea che e' meglio spostarsi da Oriente ad Occidente trovando meno pericoli e lo stesso petrolio in Libia.

Gli Usa non possono permetterlo anche questo caotico e dilettantesco scenario di politica estera e' causa propria Usa nel nome di Obama e del Repubblicano McCain.

Paradossalmente se in Sicilia si trovassero 10 persona capaci di interpretare questi segnali si aprirebbe sicuramente il periodo piu' florido della sua storia.

Il motivo e presto detto la Sicilia torna ad essere la vera piattaforma d' interessi strategici Usa nel Mediterraneo e siccome l'Europa stessa tendera' a regionalizzarsi con l'Indipendenza della Catalogna e di altre simili situazioni ecco che per la Sicilia esiste una grande opportunita' d'Indipendenza o fortissima autonomia.

Certo questa indipendenza non potrà essere portata avanti dai politici Siciliani attuali dai nomi impresentabili come Miccichè, D'Alia, Faraone, Genovese, Crocetta, Lumia o altri del PD non perche' si fanno i cazzi propri ma perche' non capiscono lo scenario internazionale.

Agli Usa serve un nuovo movimento politico Siciliano e nuovi politici che possano abbracciare pienamente questo progetto.

Io sarei pronto a sostenere tale idea con il supporto finanziario Usa che e' l'unico che possa in questo momento essere utile agli interessi della Sicilia e del suo sviluppo, in cambio della piena disponibilita' allo scenario Geopolitico Usa.

Come potete intuire lo scenario sembra molto ingarbugliato perche' spesso interessi distanti e contrastanti per alcuni momenti storici possono anche coincidere  con quelli degli avversari, ma tutto va messo a posto come in un puzzle e si vedra' apparire il futuro geopolitico Mondiale.

In questa caotica fase ecco che non ci si spiega perche' il Petrolio scende di prezzo e l'Economia va male, per il semplice motivo che alcune societa' finanziarie sono abituate a interpretare segnali futuri e vedono molto nero.

Vediamo le possibili cause:

1) L'Arabia Saudita abbassa il prezzo per non favorire la vendita dell'Iran.

2) L'Arabia Saudita su pressione Usa fa abbassare le stime di sviluppo Russo e della Cina che avendo un economia che cresce meno, chiede meno gas Russo che gia' costa meno il tutto in un circolo virtuoso.

3) Gli Usa vogliono tenere il costo sui 30-40 dollari perche' seppur basso viene favorita la sua vendita a costi intermedi perche' riesce ad ammortizzare il trasporto Navi.

4) L'Arabia Saudita attua il piano Usa ma ad un prezzo ancora piu' basso favorendo il prezzo del suo petrolio e non le esportazioni Usa che ha costi bassissimi non regge il costo trasporto.

Come vedete tutte queste variabili influiscono sul sistema Finanziario che presto potrebbe mutare finendo in deflazionare facendo ripiombare l'economia mondiale in recessione.

Lo scenario futuro e' tutto da decifrare ma un dato e' certo il risultato finale dipenderà da questa guerra non dichiarata e molto dipenderà dal nuovo Presidente Usa, che se sara' come mi auspico Repubblicano (Trump) seppur maggiormente guerrafondaio ha una politica estera aggressiva ma migliore rispetto al disastro dei Democratici.

In tutto questo per l'Italia e' Renzi il tempo sta per scadere e servirà un nuova entità politica che possa guardare all'Italia come centro del Mediterraneo come filo Usa, piuttosto che un Italia povera e serva della Germania.

Putin a me piace e' un verso statista, ma sono consapevole che l'Italia non e' la Germania e non puo' staccare la spina agli Usa, ma almeno puo' diventare il centro nevralgico del Mediterraneo con la Sicilia Autonoma forte, filo Usa in capo ad un Economia moderna e mediterranea.

Credetemi Renzi non si rende conto che e' gia' fuori dalla storia.

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora