lunedì 14 marzo 2016

Gli Usa in difficolta' con Europa, Russia e Medioriente; vediamo perche' rischiano di perdere il controllo geopolitico del Mondo.

Una delle maggiori attivita' degli Usa e dei vari Presidenti degli Stati Uniti e' la Geopolitica Mondiale, questa attività e' prioritaria perche' deve consentire agli Usa di mantenere l'egemonia ed il controllo dell'economia mondiale senza perdere la Leadership.

La geopolitica Usa e' relativamente semplice e consiste nel “divide et impera”.

L'importante  non consentire lo sviluppo dell'area Euro-Asiatica-Mediorientale, ogni impegno deve essere fatto affinche' questo enorme continente con potenze economiche e militari non si amalgami, non stringa rapporti di alleanza perche' potrebbe diventare una catastrofe per l'economia Usa e per il peso militare nel mondo.

In questa ottica si sono mossi idurante i due mandati Usa i Democratici ed Obama, tuttavia i risultati ad oggi sono ancora piu' nebbiosi del periodo Bush e Clinton.

Gli Usa nel vecchio meccanismo del divide et impera avevano tre forti alleati: in Europa la Gran Bretagna fedele padre di famiglia, il Giappone nella parta Asiatica e Israele in Medioriente.

Attualmente questi tre Paesi hanno un peso internazionale secondario rispetto allo scenario Mondiale nuovo con potenze mondiali emergenti militari ed economiche, quali Cina, Russia, Europa intesa come Euro e Nord Korea.

Lo scenario geopolitico attuale e' il risultato sempre della visione Usa del mondo che durante gli anni 80/90 hanno frammentato l'impero Russo destrutturando lo scenario consolidato del muro di Berlino e l'ingenua considerazione che il mondo sarebbe stato meglio rispetto a prima.

In realtà questo ha portato alcune conseguenze pericolose e meno stabilità mondiale, quale: considerare la Russia ormai un Paese relegato ad un ruolo secondario e la nascita del terrorismo internazionale con i Paesi Asiatici dell'ex Russia in prima fila.

Tutto questo scenario ha portato gli Usa a dove porre rimedio al nuovo commettendo alcuni errori fondamentali:

Considerare la Orso Russo ormai in mano al potere Capitalistico-Mafioso e quindi lontano dallo scenario di grande Super Potenza (dimenticare Stalingrado e' un errore madornale per tutti sempre), l'orso si risveglia sempre e bisogna farci sempre i conti, ed infatti viene fuori lo Zar Russo Putin ma se non fosse stato lui, ne sarebbe arrivato un altro. I periodi dell'ubriacone Eltsin sono finiti.

Stesso errore che gli Usa stanno commettendo con la Cina, che sulla base dell'esperienza Russa post Gorbaciov hanno cercato di integrarla nel sistema capitalistico Usa sottraendola al pericolo del Continente Euro-Russo-Cinese.
Il sistema Cinese e' stato cosi' integrato che ampie porzioni del debito Usa e' stato comprato dagli stessi Cinesi.
Breve divagazione: I mediocri politici Italiani al servizio degli Usa e della Germania dovevano avere lo stesso coraggio di vendere il debito pubblico alla Cina, concedendo loro Aziende Italiane anche pubbliche piuttosto che darle ai nemici Francesi o Tedeschi.

Il problema vero e' che la Cina non sara' mai la Russia ma sicuramente questo intreccio politico-economico con gli Usa presto diventerà il vero incubo degli Usa, sara' il nuovo 1929 della depressione ma centuplicato.

Preparatevi che non appena il mercato Cinese non riuscirà ad autoalimentarsi e non sara' piu' capace di crescere, al massimo nei prossimi 5/10 anni il crollo Mondiale dell'Economia sara' cosi grande che l'avvisaglia avuta nelle borse azionarie ad inizio 2016 sara' solamente uno scherzo a qual punto gli Usa non potranno sostenere il salvataggio di nessuno.

Inoltre questo nuovo scenario a portato la Cina ad avanzare pretese prima su Hong Kong ed oggi sulle isole Senkaku contese proprio tra Cina e Giappone.

Gli Usa non potendo piu' bloccare tali pretese Cinesi per i rapporti che esistono ormai tentacolari con lo stesso paese ha messo seriamente a rischio quelli con il Giappone, che di fatto non rappresentera' piu' la nazione di riferimento Usa nell'area Asiatica.

Ricordiamoci che in questa area esiste anche la grana Nord Korea che sebbene subisca l'influenza Cinese e Russa, rappresenta una mina nucleare vacante per tutta l'area, che potrebbe essere sconvolta da un eventuale azione militare pazza.

Poi abbiamo il post 11 Settembre che indipendentemente dalle teorie del complotto ha provocato il disfacimento del vecchio sistema Mediorientale.

Per Obama e la Clinton (Candidata a nuovo Prediente degli Usa) la nuova riorganizzazione Mediorientale doveva sottrarre ai Russi e ai Cinesi il mercato Mediorientale.

Si doveva costruire una vasta area Mediorientale governata dalla Violenza e con uno stato arcaico e preistorico pseudo-terroristico dei montanari Afgani trasformati prima in Bin Laden ed oggi in Daesh.

Lo scenario previsto non e' stato e non sara' piu' attuato per il semplice motivo che la Russia e' scesa in campo a gamba tesa e nel cuore del problema formando un asse di ferro con l' Iran ed i Curdi.

Questo attuale scenario ha spiazzato gli Usa che hanno dovuto stringere rapporti sempre piu' forti con Arabia Saudita, che e' mal vista nel suo sviluppo esterno economico e militare da Israele che di fatto non appoggia piu' le scelte geopolitiche in Medioriente degli Usa.

Badate bene che il dissapore d'Israele non e' di poco conto perche' puo' agire all'interno degli Stati Uniti con una pressione massonica-politica pressante.

Poi esiste la grana meno difficile che e' quella Europea che sebbene integrata nel sistema Capitalistico del Dollaro viene influenzata dalla grana Tedesca e dalla situazione Mediorientale.

La Germania e' tutt'altro che un alleato Usa, tanto che Obama si preoccupa subito della potenziale alleanza con Putin ed allora si affretta a far spiare la Merkell da Nsa non tralasciando neppure i Francesi per fini sia di spionaggio commerciale sia per fini di geopolitica. I Francesi fanno alleanze economiche con la Russia costruendogli anche portaerei dato insopportabile per gli Usa.

La Germania e la Francia non sarebbero contrari all'asse Euro-Russo-Cinese che metterebbe fuori dai giochi definitivamente gli Usa relegando la Super Potenza ad un lento declino tale che potrebbe giustificare una Guerra Nucleare preventiva.

In Europa esiste anche la grana Italia che sebbene servo sciocco degli Usa, con politici e Leader da cortile all'interno del sistema Euro non farebbero mai una guerra per motivi geopolitici o per interessi energetici.

Gli Italiani sono troppo impegnati a fottersi l'uno con l'altro il Paese, per fargli capire che esiste una Geopolitica ed un interesse strategico Energetico.

L'unico Italiano che lo aveva capito e che gli Usa potevano usare e' stato ucciso da loro stessi ed era Matteotti dell'Eni.

Pensare che un Governo Renzi possa far scendere nel pantano Libico l'Italia con la conseguenza di far scoppiare il Paese come non e' mai accaduto nelle tre Repubbliche e' pura illusione.

Agli Italiani fagli tutto ma non dirgli di fare la Guerra per un interesse Nazionale ! non lo capirebbero mai, cosi' come non lo capisco gli Usa che hanno un concetto di Geopolitica diversa.

Non mettere piedi in Libia per gli USA e' comunque un grave rischio per tutti Egitto, Tunisia, Israele ma non tanto per timore dell'Isis, ma per il semplice fatto che un paese frammentato in guerre tribali rendera' inutilizzabili le grandi risorse Energetiche e rendera tuta l'area Occidentale Mediorientale instabile e sotto possibile rischio Russo e Cinese.

Considerate che gli Usa di Obama volevano un Medioriente pluriframmentato e tribale, con una vasta area sotto controllo Isis ma oggi questo scenario non e' piu' conveniente.

D'Altronde in un momento in cui gli Usa dovevano combattere i terroristi nel Mondo dopo 11 Settembre invece si sono occupati di ridisegnare il mondo considerando come vero nemico la Russia piuttosto che i Terroristi.

Il motivo e' semplice si sono accorti in ritardo che Putin e la Russia non erano finiti, che stava risorgendo una Nuova Superpotenza moderna, capitalista e militarmente decisa, capace di intrecciare rapporti con l'Europa e la Cina realizzando quello che da sempre gli Usa hanno combattuto e di cui hanno paura, il continente Economico e Superpotenza mondiale Euro-Asiatico.

Obama e la Clinton hanno capito che il pericolo non erano i 4 montanari di terroristi ma la Russia e cosi hanno prima cercato di bloccare la vendita del Gas Russo imponendo all'Italia (era fondamentale per il nostro paese) di annullare il South Stream, che poi i Russi hanno dirottato verso la Germania ed anche qui con lo scoppio provocato dagli Usa stessi della guerra in Ucraina hanno costretto la Germania a fare un passo indietro costringendo ancora una volta i Russi ha dirottare il gas nel Nord Stream.

Poi la stessa Russia ha tentato di venderlo in Medioriente alla Turchia ed anche li il Turkish Stream e' saltato, perche' gli Usa hanno concesso alla Turchia un rapporto piu' importante in seno alla Nato, denaro e la possibilita' di vendere il Petrolio Siriano dell'Isis incassando in nero il denaro che gli avrebbe consentito di diventare il nuovo Impero Ottomano Mediorientale.

La Discesa in campo della Russia il salvataggio di Assad e il rifornimento militare ai Curdi Siriani ha di fatto incrinato i rapporti anche con Erdogan che ogni tanto apre il rubinetto dell'Immigrazione mettendo sotto pressione Grecia ed Europa.

Cari lettori dovete sapere che il problema Immigrazione Nord Africana e' si una conseguenza della politica estera della Clinton e di Obama ma e' stato voluto al fine d'indebolire il sistema Euro con il risultato di distruggere un paese come la Grecia culla della nostra civiltà, che di fatto è caduta sotto i colpi Tedeschi e Turchi.

Oggi Erdogan paga il prezzo del voltagabbana con la Russia nonché l'abbattimento dell'aereo russo.

Erdogan non ha capito che toccare la Russia e come toccare gli Usa, una Super Potenza che la Nato non puo' toccare, ed infatti oggi la Russia attivando le proprie cellule dormienti filo-curde sta creando le condizioni affinchè la stessa Turchia cada in una guerra civile e terroristica che la travolgerà.

Sarebbe meglio che lasciasse i Curdi andare in una Siria Curda perche' rischierebbe meno all'interno del paese piuttosto che lasciare la situazione attuale.

Concludendo quello che dovete capire che per il Mondo non sara' un periodo sereno in considerazione che per Obama e la Clinton il problema non sono mai stati i Terroristi o 11 Settembre ma la Russia perche' potrebbe realizzare il Continente Euro-Asiatico spodestando definitivamente dal ruolo centrale di padrone del Mondo gli Usa.

Ecco perche' io sostengo con i Social Network Donald Trump ed i Repubblicani perche' i Democristiani non sanno realizzare una Geopolitica efficacie e sebbene i Repubblicani e Trump sono sulla carta dei guerrafondai in realta' sono esperti anche di guerre ed economia ed sicuramente realizzerebbero dei rapporti diversi con la Russia e una Geopolitica piu' equilibrata e meno schizofrenica.

Remo Pulcini



Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora