mercoledì 30 marzo 2016

Siria lo scenario mondiale attuale e futuro, con la Russia vincitrice in Geopolitica e gli Stati Unititi nemici dell'Europa.


L'ombelico del mondo e di tutte le traumatiche problematiche attuali che influenzano l'Europa ed il mondo intero risiedono in Siria.

La Siria e' il Point di riferimento per gli equilibri geopolitici mondiali, dell'immigrazione, del terrorismo.

La politica estera di Obama disastrosa per il mondo intero aveva come obiettivo finale nelle varie rivoluzioni del mediterraneo la Siria, se fosse caduto Assad oggi non ci sarebbe stato lo scenario attuale ma uno scenario diverso con un grande stato pseudo islamico sunnita dell'ISIS pronto a dare filo da torcere all'Iran, ai palestinesi e all'Europa.

L'obiettivo di Obama e degli Usa era di portare la questione terrorismo fuori dagli Usa come di fatto e' avvenuto parzialmente, isolare la minaccia Russa e far saltare l'Iran.

Lo scenario costruito a tavolino tuttavia si e' scontrato contro il muro di Assad e della popolazione Siriana nonche' con le magistrali e convincenti strategie di geopolitica della Russia e di Putin.

La discesa in campo della Russia nel cuore dell'Ombelico del mondo ha di fatto reso attore principale nello scacchiere geopolitico mondiale la stessa Russia e Putin.

Gli Usa, l'Europa sono di fatto fuori dal terreno di battaglia relegate su zone ormai secondarie come Iraq e l'Afghanistan.

La Russia ha saputo geopoliticamente ribattere colpo su colpo alle provocazioni Usa sin dalla Crimea, passando per Ucraina e finendo con la guerra senza frontiere per i corridoi energetici Russi.

In tutto questo scenario a uscire sconfitta per mani Usa e' l'Europa che ha perso la possibilita' di rifornirsi a poco prezzo dell'energia Russa e nel fare affari per le povere bilance commerciali dei vari paesi Nazionali.

Conseguenza di questa geopolitca Usa e' stata pure quella di dover subire per mani di Obama l'invasione degl'Immigrati e gli attentati terroristici nonche' lo spionaggio dell'Nsa sui vari capi di stato Europei.

Se l'Europa non fosse disunita sicuramente gli Usa non avrebbero potuto comportarsi in questo modo con gli alleati Europei.

L'Europa di oggi deve considerare alla luce della geopolitica Usa e di Obama come nemico proprio gli Stati Uniti almeno fino a quando non avremo il nuovo Presidente degli Stati Uniti.

In Siria la Russia di Putin di fatto ha salvato Assad e la popolazione ma e' chiaro che non bisogna illudersi nel senso che proprio gli Usa e i servi Europei non hanno permesso alla stessa Russia di riconquistare tutto il Paese e quindi appare chiaro che la tregua deve portare necessariamente ad un piano di riordino dei territori Siriani.

L'Europa e' consapevole che la Turchia oggi serve un unico padrone da un lato l'Isis che viene usato come arma contro l'Europa degli Immigrati e contro i Curdi ma che mal digerisce la discesa in campo geopolitico dell'Arabia Saudita.

La stessa Turchia che se da un lato strizza gli occhi agli USA per necessità ma digerisce le scelte di geopolitica di questa perche' si ritrova a dover affrontare un serio problema d'integrità territoriale rappresentato dalla presenza Russa che sta ricambiando il favore di aver abbattuto un aereo Russo e rotto anch'essa i rapporti energetici creando uno stato Curdo.

Turchia che finanzia Isis vendendogli il petrolio in ordine di circa 80.000 mila barili al giorno.

Si cari lettori la Russia sta cercando di conquistare territori vicino alla frontiera Turca nelle zone Curde in modo da inginocchiare la stessa Turchia perche' presto si trovera' ad affrontare uno stato Turco che passa dalla Siria alla Turchia con continuita' territoriale.

Riunire la zona controllada da Assad con quella Curda eliminando le forze ribelli e mettendo sotto scacco la Turchia.

Russia che sta ben giocando le carte estendendosi fino alla Giordania e all'Iran creando essa stessa un grande Stato fedele Islamico Sciita fino ad accerchiare le forze Isis che rimarebbero intrappolate se non per il lato con l'Iraq.

La Russia sta diventando padrona del Medioriente con uno stato islamico che passa dalla Giordania, alla Siria di Assad, dall'Iran fino ai Curdi con buona pace per gli Usa e l'Europa.

In questo scenario generale Europa dovrebbe guardare i propri interessi come di fatto sta facendo Israele letteralmente incazzata con le scelte Usa di rendere Arabia Saudita ed il Qatar referenti strategici della geopolitica Usa.

L'Europa anziche' gridare alla liberta' ogni volta che accade un attentato in Europa dovrebbe iniziare a chiudere i rapporti con gli Usa e con i finanziatori del terrorismo quali Arabia Saudita, Qatar minacciando di uscire dalla Nato.

La dilettantesca politica estera di Obama di fatto ha incrinato i rapporti con i propri alleati e non e' piu' possibile accettarli in modo incondizionato permettendo alla Turchia di ricattarci sul fronte Immigrazione.

A parte l'Italia che da sempre e' colonia Usa e che presti si ritrovera' nel pantano Libico che dobbiamo difendere per la questione energetica la Germania e la Francia devono aprire gli occhi e stipulare un accordo bilaterale con la Russia.

Sia chiaro io sono sempre stato filo Usa ma non quando essi sbagliano la politica estera mettendo a rischio la sicurezza e la pace dell'Europa.

La speranza rimane ancorata al prossimo Presidente Usa che possa cambiare definitivamente rotta mettendo fuori dal Governo tutti gli attori finora presenti al Congresso il cui unico risultato portato a casa e' quello di aver spostato il problema Terrorismo in Europa dagli Usa ma con conseguenze che potrebbero essere disastrose sullo scenario Europeo e Asiatico.

Basti pensare che la Russia con la discesa in campo sta vendendo armamenti per circa 80 miliardi di rubli sostituendo in molti Paesi esport Usa ed Europeo di Armi come per esempio con il Marocco.

Per adesso dovremo attenderci ancora attentati visto che non solo in Europa sono entrate diverse cellule terroristiche ma che circolano tanti molti passaporti Siriani falsi.

L'unica cosa certa e' la tipologia del kamikaze in genere mediorientale ed nord africano, giovane 20 30 anni colto con diploma o laurea e senza figli.

Nei prossimi giorni potrebbe esserci anche una campagna mediatica contro Putin in Europa ad e per opera dei grandi Tv e Giornali di Francia, Gran Bretagna, Italia.

Scenario attuale:






Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora