sabato 30 aprile 2016

"Zaman Al Wasl" Doumento elettronico segreto che rileva alcuni dati interessanti sull'Organizzazione Isis

I documenti hanno rivelato che la prigione dove i giornalisti languiscono sotto l'autorità di Abu Mohammed, il francese, che è in gran parte di origine marocchina che viveva in Francia, un ufficiale della prigione nella organizzazione statale.

I documenti "Zaman Al Wasl", suggerendo l'esistenza di giornalista mauritano Isaac Mukhtar corrispondente Sky News Arabia, e altri giornalisti nella organizzazione delle carceri dello stato islamico, come la prima prova diretta.

I documenti hanno dimostrato carattere per nome e di sicurezza identità funzionari e ordine che il carcere in cui si trova il giornalista mauritano Isaac Mokhtar, scomparso a metà ottobre 2013, accompagnato dal suo canale cameraman Sky News, il libanese Samir Kassab, e il conducente della macchina su cui viaggiavano, una nazionalità siriana.

I due giornalisti e il loro autista sono scomparsi nel corso di un servizio importante ad Aleppo, secondo il canale "Sky News".

La data dei documenti "Zaman Al Wasl" risalgono alla fine del 2014.
 
Dal documento emerge che ISIS ha stilato un vero proprio regolamento per l'uso di Facebook e in maggior parte Twitter attraverso tenere comunicazioni, ricavare finanziamenti e fare proselitismo la base di questo sistema sembrerebbe risiedere in Gran Bretagna presso la citta' di Birgman e cmq in ogni parte del mondo in cui si usa internet.

Dal documento emrege anche che i primi campi di addestramento ISIS sono stati in Azerbaigian ", Ilham Aliyev Presidente questo documento sembra essere stato trovato in questo paese in formato elettronico e rileverebbe i nomi di decine di migliaia di persone provenienti da tutte le parti del mondo.

Il Documento elettronico ha una mappa semi-dettagliata della regolamentazione statale per ottenere le centinaia di combattenti che hanno aderito al campo per l'addestramento militare nel mese di Ramadan nel 1435 AH (2014 dC), comprese le loro specialità e qualifiche, così come esperienza pubblica e militare e le lingue che parlano fuori.

Vediamo alcuni di loro: 

"Abu Amir russo", che mostra che "l'elicottero driver" e "cecchino", riconoscendo che elemento campo "competenza e lingue pubblica" come parla inglese, russo e norvegese, così come "pochi" di arabo. 

Dalla Tunisia  "Laith Abu Jihad" che ha vissuto in Canada tre anni, illustra il documento che si specializza in "Alaketromekanak" (Alkahromikhanykh Engineering), e ha studiato e preparato la meccanica di aviazione per 11 mesi, abile nel combattimento corpo a corpo. Il documento osserva che "Laith" parla cinque lingue sono: francese, inglese, spagnolo, tedesco e russ.

 "Abu Hamza al-Tamimi," un altro tunisino si è unito l'organizzazione, si è unito al campo di addestramento militare in Ramadan nel 1435, secondo il documento, che dice che ha conseguito un master in gestione dei dati scientifici, e parla francese, tedesco e inglese. 

Il documento rivela che "Abu Mohammed al-Shami," 33-year-old e di provenienza egiziana, comporta la giurisdizione del "Dati programmazione Analyst", e che "Abu Ismail Indonesia" (62 anni) funziona "ingegnere elettronico presso la società britannica", ed è stato uno dei suoi doveri ", il centro di comunicazione di follow-up" . 

La mostra, "Abu Bara tunisino" e "Abu libanese accreditato" due discipline estranei e lontano dall'atmosfera dell'organizzazione (Diploma in Tourism, Hotel Management), documento elettronico sottolinea che "Abu Eliseo," che ha vissuto in Canada 13 anni, ha studiato psicologia, e che "Abu Musa canadese "agire come un" ingegnere chimico ", che è la giurisdizione della più vitale per l'organizzazione e le sue attività.

E praticato alcuni dei loro dati sono stati documentati diversi tipi di sport, q "Mohammed" da Kyrgyzstan tiene E "Jalal al-Din" e "Abu Barrow" proveniente dalla Francia praticata Muay Thai e la boxe, mentre la carica "Saifullah ceceno" allenamento sportivo nobile arte. 

 Il wrestling è esercitata da ciascuno dei "David kazako," e "turco Saif al-Islam," e stint "Abu Jihad" proveniente dalla Germania Sport "Kickboxing" in cui il documento dice di essere stato "un livello alto", dove, dice che "Abu Abdullah" detiene il titolo "Tatarstan eroe" nello sport del karate. ra la consulenza militare notevole, il documento si riferisce a: Abu Omar al-Muhajir, Abu Saad, Abu volano Azadi che ha servito nell'esercito saudita per periodi di 10, 9 e 7 anni, rispettivamente. 

 E si è guadagnato "Abu suono ceceno" esperienza militare del suo servizio in artiglieria del Corpo dei Marines all'interno dell'esercito russo per due anni, ha lavorato come "Abu Salah al-Din uzbeki" 6 anni all'interno delle unità speciali (unità d'elite). 

E ha ricevuto "Zubair Turkestan" esperienza di combattimento di servizio nell'esercito cinese per due anni all'interno del corpo del serbatoio, mentre "Abu Thar Musli" 

Ha lasciato il suo servizio nel "esercito iracheno" e la sicurezza specificamente militari, per servire come allenatore per il "Tawhid e Jihad", che è stata fondata da "Abu Musab al-Zarqawi." , questo gruppo ha formato il primo seme per "Stato islamico dell'Iraq", che si trasformò in "uno stato islamico in Iraq e il Levante", prima che finalmente si dichiara come "Stato califfato". 

 Qualora il documento indica che "Abu Bakr," 33-year-old maturato la sua esperienza di servizio di combattimento nei ranghi delle forze NATO (NATO) per un periodo di 18 mesi, mentre redatto la "mafia russa" esperienza "Saifullah" (26 anni), mentre è stato membro dove, prima di entrare l'organizzazione di "stato".

giovedì 28 aprile 2016

Messina ecco perche' doveva essere Commissariata e dichiarata in Default, avevo ragione ed oggi il mancato Bilancio ed Eller ne sono la prova.

Messina non doveva andare ad Elezioni bisognava mettere una pietra sopra comprendo una volta per tutte le magagne delle precedenti Giunte e Sindaci, essere dichiarata fallita e affidata ad un commissario per un paio di anni per poi andare ad elezioni con un vestito nuovo.
Chi conosce Messina sa benissimo che la Citta' e' una continua storia di orrore e degrado sociale che dopo tanti stupri subiti ha dovuto sopportare anche l'ultimo ed ennesimo disastro del Sindaco Accorinti.
Un Sindaco ed una giunta assolutamente inadeguata per la gestione di condominio figuriamoci per un Comune come quello di Messina.
Messina se vuole salvarsi deve attuare tre fasi.
Default, Commissario, ed nuova etica sociale.
Ed invece per interessi politici miseri e non certo per il bene della citta' si e' cercato di salvare la Citta' dal Default senza un piano di salvataggio e con un Sindaco inesperto ed incapace di amministrarla, la scusa e' sempre stata che facendo andare in Default la Citta' non avremmo potuto accedere ai fondi di sviluppo che vengono riservati ai Comuni.
In realta con il Default i cittadini avrebbero pagato meno tasse e si sarebbe potuto ripartire da zero lavorando per un elezioni successiva al miglior Sindaco.
La prova del fallimento di tutta la politica Messinese sta prorpio in questi giornì in cui Renzi e' andato a Catania, Palermo e Reggio Calabria che avevano presentato un Master Plan per avere dei fondi su progetti concreti e che invece questa citta' con tutta la sua classe dirigente che spesso si autocelebra non e' stata mai capace di attuare.
A malincuore devo dire ben gli sta ai cittadini che hanno votato persone il cui unico scopo era quello di portare a casa la pagnotta e lo stipendio anche a forza di commissioni fantasma.
La prova principe che Messina non ha Cittadini, Classe Dirigente e Politici all'altezza e dimostrato non solo dal Patto per le Città Metropolitane approvato per tutte tranne che per Messina, ma anche dalla mancata gestione dell'emergenza idrica che ormai settimanalmente proprone guasti e blocchi e che il prossimo anno sara' endemica, con le magre figure televisive nazionali e con il semplice motivo che con tanti professionisti alla fine per capire i bilanci del Comune si e' chiamato un esperto Toscano come Eller che in questi giorni per aver dichiarato sul suo personale Facebook “TANFO di Mafia” ha risvegliato la messinesita che gli stessi messinesi non hanno mai durante e ogni santo giorno che la vivono. 
Eller sebbene abbia una cultura anni luce lontana dalla nostra sicuramente ha lanciato un messaggio sensato e non tanto un errore verbale.
Non e' l'unico caso in questa Citta' di dichiarazioni precise che non vengono mai raccolte da giornalisti spesso collusi con il sistema, ricordo ancora il Vescovo La Piana e le sue dichiarazioni contro il sistema Messina e le alzate di voci sempre contro chi osa dire la verità.
Gli uomini passano e vanno alle proprie case mentre Messina ed in Messinesi rimangono.
Serve un Default, un Commissario ed un Sindaco Onesto capace come potrebbe essere Ardizzone.
Catania e Palermo quando furono rovinate da gente come Scapagnini avevano dietro i 150 milioni di euro di Berlusconi, oggi dietro Accorinti non c'e' nessuno se non il Culo dei Messinesi, riflettete gente !
http://www.ilgiornaledellapolitica.com/2016/04/messina-ecco-perche-doveva-essere.html


La Guerra in corso tra Stati Uniti, Francia e Germania. Italia in mezzo come la storia insegna

Messina non doveva andare ad Elezioni bisognava mettere una pietra sopra comprendo una volta per tutte le magagne delle precedenti Giunte e Sindaci, essere dichiarata fallita e affidata ad un commissario per un paio di anni per poi andare ad elezioni con un vestito nuovo.
 
Chi conosce Messina sa benissimo che la Citta' e' una continua storia di orrore e degrado sociale che dopo tanti stupri subiti ha dovuto sopportare anche l'ultimo ed ennesimo disastro del Sindaco Accorinti.
 
Un Sindaco ed una giunta assolutamente inadeguata per la gestione di condominio figuriamoci per un Comune come quello di Messina.
 
Messina se vuole salvarsi deve attuare tre fasi.
 
Default, Commissario, ed nuova etica sociale.
 
Ed invece per interessi politici miseri e non certo per il bene della citta' si e' cercato di salvare la Citta' dal Default senza un piano di salvataggio e con un Sindaco inesperto ed incapace di amministrarla, la scusa e' sempre stata che facendo andare in Default la Citta' non avremmo potuto accedere ai fondi di sviluppo che vengono riservati ai Comuni.
 
In realta con il Default i cittadini avrebbero pagato meno tasse e si sarebbe potuto ripartire da zero lavorando per un elezioni successiva al miglior Sindaco.
 
La prova del fallimento di tutta la politica Messinese sta prorpio in questi giornì in cui Renzi e' andato a Catania, Palermo e Reggio Calabria che avevano presentato un Master Plan per avere dei fondi su progetti concreti e che invece questa citta' con tutta la sua classe dirigente che spesso si autocelebra non e' stata mai capace di attuare.
 
A malincuore devo dire ben gli sta ai cittadini che hanno votato persone il cui unico scopo era quello di portare a casa la pagnotta e lo stipendio anche a forza di commissioni fantasma.
 
La prova principe che Messina non ha Cittadini, Classe Dirigente e Politici all'altezza e dimostrato non solo dal Patto per le Città Metropolitane approvato per tutte tranne che per Messina, ma anche dalla mancata gestione dell'emergenza idrica che ormai settimanalmente proprone guasti e blocchi e che il prossimo anno sara' endemica, con le magre figure televisive nazionali e con il semplice motivo che con tanti professionisti alla fine per capire i bilanci del Comune si e' chiamato un esperto Toscano come Eller che in questi giorni per aver dichiarato sul suo personale Facebook “TANFO di Mafia” ha risvegliato la messinesita che gli stessi messinesi non hanno mai durante e ogni santo giorno che la vivono. 
 
Eller sebbene abbia una cultura anni luce lontana dalla nostra sicuramente ha lanciato un messaggio sensato e non tanto un errore verbale.
 
Non e' l'unico caso in questa Citta' di dichiarazioni precise che non vengono mai raccolte da giornalisti spesso collusi con il sistema, ricordo ancora il Vescovo La Piana e le sue dichiarazioni contro il sistema Messina e le alzate di voci sempre contro chi osa dire la verità.
 
Gli uomini passano e vanno alle proprie case mentre Messina ed in Messinesi rimangono.
Serve un Default, un Commissario ed un Sindaco Onesto capace come potrebbe essere Ardizzone.
Catania e Palermo quando furono rovinate da gente come Scapagnini avevano dietro i 150 milioni di euro di Berlusconi, oggi dietro Accorinti non c'e' nessuno se non il Culo dei Messinesi, riflettete gente !
 
http://www.ilgiornaledellapolitica.com/2016/04/messina-ecco-perche-doveva-essere.html


venerdì 22 aprile 2016

Il caso Regeni e se fosse stato un delitto legato ad una guerra in atto tra Francia e Usa/Italia

Effettivamente dire come stanno le cose sul caso Regeni specie per chi non ha informazioni specifiche e' difficile tuttavia un analisi geopolitica fantasiosa e' sempre possibile farla.

Il caso Regeni sicuramente interessa ed interseca il mondo dei servizi segreti e questo mondo a mio modo di vedere riguarda almeno 4 nazioni.

Italia, Gran Bretagna, Usa e Francia.

I Francesi da tempo stanno remando contro gli interessi ed il ruolo Italiano nel Mediterraneo.

I Francesi sono per Italia da considerare nemici degli interessi strategici Italiani e male ha fatto Berlusconi che tramite Putin ha concesso la base di Trapani Birgi agli stessi Francesi per invadere la Libia, come se voi ad un certo punto fareste entrare in casa un  ladro sapendo che vi freghera' argenteria.

L'Attivismo Francese in Libia e Medioriente sicuramente infastidisce gli Usa.

Io credo che da tempo i Servizi Francesi lavorano contro i Servizi Italiani ed Usa e non e' detto che nella questione Regeni e nel sequesto degli Italiani in Libia non ci sia stato lo zampino degli stessi Francesi al fine di indebolire i rapporti Egitto/Italia e Libia/Italia consentendo alla Francia di occupare nei rapporti commerciali ed energenti dei ruoli di competenza Italiana e degli Stati Uniti.

Secondo me e' una pista valida ed il tempo dira' se pura fantasia oppure reale.

giovedì 21 aprile 2016

Analisi di Geopolitica semplice aggiornata ad Aprile 2016 di Remo Pulcini

La situzione Geopolitica attuale ad un esame superficilae appare complicata ma di fatto seppur caotica e confusa e' in un momentaneo equilibrio dinamico.

Il mondo attuale e' diviso in area d'influenza di superpotenze che si dividono in due tipologie quelle militari, quelle economiche e quelle miste.

Gli Usa naturalmente sono al primo posto perche' ancora oggi hanno un primato militare e tecnologico nonche' un controllo finanziario e mediatico sul Mondo intero. Naturalemnte le scelte di geopolitica sebbene fatta dal Presidente eletto di fatto sono influenzate da una democrazia Lobbystica forte come quella delle armi e della finanza tanto che anche Obama che era partito per stravolgere alcuni aspetti interni ed esterni degli Stati Uniti non e' riuscito a realizzarli per la forte pressione delle Lobby.

Possiamo affermare che oggi gli Stati Uniti influenzano molto il mondo interno cercando di opporsi alle loro tre principali minacce: Russia, Cina e Germania. Lo sviluppo della Nazione poggia molto sulle tecnologie e la comunicazione e' importante capire questo perche' molto di quello che non interessa piu' agli Usa come l'Industria manifatturiera e parte del debito e' stato ceduto alla Cina. Il concetto geopolitico degli Usa e' dividi et impera.

La Russia per molti anni non e' stata una minaccia per gli Usa specie dopo la caduta del muro di Berlino. Il discorso e' molto cambiato da quando Putin ha ridato dignita' e attuato una politica di nuova Superpotenza militare ed in parte anche economica. Putin ha uno staff e un Ministro di politica estera di gran lunga superiore a quella americana e fino adesso non ha sbagliato un colpo.
Tuttavia la distanza con gli Usa e' ancora molta ma non abissale tanto da allertare gli Usa che subito si sono attivati per bloccare la politica di Putin energetica e finanziaria filo Europea o meglio filo Tedesca-Francese. Ucraina, la Crimea e la Siria con Iran sono solo alcune delle azioni di contrasto attivate dagli Usa per dividere e controllare la Russia di Putin. Da un lato si teme la minaccia filo Euro-Asiatica con Europa-Russia-Cina da un altro lato si teme nelle zone mediorientali con asse Siria-Russia-Iran. La minaccia e' stata cosi' sentita che gli Usa hanno tolto le sanzioni all'Iran facendo irritare gli israeliani. Certo dal punto di vista finanziario la Russia ancora soffre la supremazia Usa e la minaccia del blocco energetico del gas. Dal punto di vista militare si pensa che entro il 2020 la Russia sia in grado di competere con il Blocco occidentale della Nato e degli Usa. Insomma stalingrado insegna che la Russia non muore mai.

Per quanto riguarda la Cina bisogna dire che per gli Usa paradossalmente e allo stato attuale non presenta una minaccia immediata perche' la scelta di fare una democrazia comunista e' un ottima e riuscita soluzione e anche negli Usa sono consapevoli che per adesso il colosso Cinese pensa allo sviluppo interno del suo enorme mercato interno che li terra' occupati per almeno i prossimi 10 anni ed inoltre i Cinesi stanno occupando lo spazio Manifatturiero lasciato libero dagli usa ormai proiettati sulle tecnologie e il controllo mediatico superiore. La Cina ha sostituito gli Usa nel settore del manifatturiero e pur comprando pezzi di debito USA di fatto non ha indebolito o minacciato gli stessi perche' anzi ha liberato un settore ormai in crisi e fonte di debito. Tuttavia bisognerebbe ricordarsi che per i Cinesi vale il motto osserva ed imita in silenzio per cui sono molto pericolosi in prospettiva.

La Germania e' una superpotenza Economica ma non certo militare e sebbene detti il bello e il cattivo tempo e' un paese che sta sempre in mezzo pensado sempre ai propri interessi cercando di fagocitare i piu' deboli come Italia. La Germania sta un po con gli Usa ed un po con la Russia senza mai decidere da che parte stare sicuramente se avesse le palle straebbe con la Russia consentendo all'Europa lo sgancio parziale dagli Usa.

Sia chiaro questa situazione d'instabilita' compreso il Medioriente dovraì' comunque mutare velocemnte nei prossi anni e Trump potrebbe essere un cambiamento visto che la Clinton seguirebbe la stessa politica estera di Obama.

Un po' elementare ma sicuramente i profani apprezzeranno.

La mia Sicilia sviluppata e prospera, di Remo Pulcini


Se i politici Siciliani si dedicassero allo sviluppo della propria terra anziche' fotterla e spedire poi i loro figli all'estero si potrebbe vivere in una sorta di paradiso.

1) FILO USA - MENO EUROPA
2) INVESTIMENTI CINESI
3) ZONA MERIDIONALE DELL'ISOLA COME HUB PER PORTI ACCOGLIMENTO CONTAINER (COME GIOIA TAURO)
4) ZONA NORD ED ISOLE CROCERISTICA E DA DIPORTO.
5) HUB AEREOPORTUALE CENTRALE CON TRE DIRETTRICI VELOCI FERROVIARIE E STRADALI (PALERMO-CATANIA MESSINA)
6) PONTE DELLO STRETTO
7) ZONA MILITARE CON MUOS DA DONARE AGLI USA PER IL PERMESSO DEGLI INVESTIMENTI CINESI.
8) SICILIA CENTRO DEL MEDITERRANEO E NON SUD DEL SUD EUROPA.

Remo Pulcini

mercoledì 20 aprile 2016

IL PIANO KALERGI: IL GENOCIDIO DEI POPOLI EUROPEI (VEDIAMO DI COSA SI TRATTA) supportati da USA, E PAPA' FRANCESCO. MEGLIO TRUMP CHE CAMBIERA' LA POLITICA ESTERA USA ERRATA DI OBAMA

Il conte Richard Nikolaus di Coudenhove-Kalergi (Tokyo, 17 novembre 1894 – Schruns, Austria, 27 luglio 1972) è stato un politico e filosofo austriaco, fondatore dell'Unione Paneuropea e primo uomo politico a proporre un progetto di Europa unita. 

Kalergi era convinto che occorreva promuovere lo spirito europeo prima della convergenza di interessi materiali per ottenere la pace in Europa. Sul finire del primo conflitto mondiale, il cosmopolita Coudenhove-Kalergi iniziò a scrivere una serie di articoli nei quali indicava la necessità di addivenire ad un nuovo ordine europeo. Aveva previsto tutto con largo anticipo: Nel suo libro "Praktischer Idealismus", edito solo in tedesco e francese, scrisse riferito all'Europa a pagina 22-23:[3] « L'uomo del futuro sarà un incrocio multietnico (mescolanza razziale). 

Le razze e le caste di oggi gradualmente scompariranno a causa della scomparsa di spazio tempo e pregiudizio. La razza del futuro sarà euroasiatica-africana, esternamente simile agli antichi egiziani e sostituirà le varietà dei popoli attuali, con una varietà di individui. » Kalergi proclama l’abolizione del diritto di autodeterminazione dei popoli e, successivamente, l’eliminazione delle nazioni per mezzo dei movimenti etnici separatisti o l’immigrazione allogena di massa. Affinchè l’Europa sia dominabile dall‘elite, pretende di trasformare i popoli omogenei in una razza mescolata di bianchi, negri e asiatici. 

A questi meticci egli attribuisce crudeltà, infedeltà e altre caratteristiche che, secondo lui, devono essere create coscientemente perché sono indispensabili per conseguire la superiorità dell‘elite. Eliminando per prima la democrazia, ossia il governo del popolo, e poi il popolo medesimo attraverso la mescolanza razziale, la razza bianca deve essere sostituita da una razza meticcia facilmente dominabile. I politici del suo tempo diedero ascolto a Kalergi, le potenze occidentali si basarono sul suo piano e le banche, la stampa e i servizi segreti americani finanziarono i suoi progetti. 

I capi della politica europea sanno bene che è lui l’autore di questa Europa che si dirige a Bruxelles e a Maastricht. Kalergi, fondatore del movimento paneuropeo e pioniere dell’unità europea fra le due guerre, si era rifugiato negli Stati Uniti per sfuggire alla persecuzione nazista nel 1940. Stabilitosi a New York, dove insegnava alla New York University, svolse un’instancabile propaganda a favore dell’unità europea secondo quei principi.

 L’unica soluzione era una federazione europea che avrebbe consentito di controllare la potenza tedesca. "genocidio non significa necessariamente la distruzione immediata di una nazione...esso intende desig nare un piano coordinato di differenti azioni miranti a distruggere i fondamenti essenziali della vita dei gruppi nazionali. 

Obiettivi di un piano siffatto sarebbero la disintegrazione delle istituzioni politiche e sociali, della cultura, della lingua, dei sentimenti nazionali, della religione e della vita economica dei gruppi nazionali e la distruzione della sicurezza personale, della libertà, della salute, della dignità e persino delle vite degli individui...non a causa delle loro qualità individuali, ma in quanto membri del gruppo nazionale" (R. Lemkin, 1944).

 Immigrati, il Papa ai cristiani: "Dovete accogliere i forestieri" peccato che anche all'interno della chiesa le posizioni son o opposte infatti il segretario generale della Cei, monsignor Nunzio Galantino che tanto ha fatto discutere nei giorni scorsi. Ma arriva proprio quando anche l'Unione europea si è spinta ad ammettere che gli sbarchi e le richieste di asilo sono davvero troppe. Un alone di mistero circonda le relazioni tra Bergoglio e la giunta di Videla negli anni Settanta.

Il pontefice è accusato di non aver impedito l’arresto dei gesuiti Yorio e Jalics. Campagna diffamatoria o argomenti fondati? Per alcuni l’allora provinciale difese i diritti umani. In Argentina non tutti hanno brindato alla nomina del nuovo pontefice e un alone di mistero circonda i rapporti di Bergoglio con gli ambienti militari durante la presidenza di Videla. Diffamazioni gratuite o accuse documentabili? 

 Per molti la scelta del nome Francesco è già una certificazione di rinnovamento, per altri (pochi?) tornano alla mente antiche e pericolose relazioni tra Stato e Chiesa, imperatori e papi, dittatori e porporati. 

Per fortuna se vince TRUMP il papa non avra' il sostegno che adesso gode con Obama. 

 Trump contro il Papa: "Persona fantastica ma in Vaticano ci sono alte mura" Magdi Cristiano Allam contro Papa Francesco: “Prima gli italiani.

 La clandestinità è un reato”. Questo Papa se verra' eletto Trump non durera' tutto il periodo previsto e meno male perche' uno che pensa di convertire un solo Musulmano al Cristianesimo e' un pazzo.

martedì 19 aprile 2016

Seychelles Italia tutto quello che non vi anno detto, a mille miglia da qualsiasi luogo, è un rifugio per i riciclatori e evasori anche Italiani. Ecco tutti gli Italiani che gestivano i contatti e che gestiscono i piccioli illegali.


Seychelles, a mille miglia da qualsiasi luogo, è un magnete in mare aperto per i riciclatori e evasori. Uno sguardo a questo arcipelago corruzione infestato mostra come il sistema di segretezza offshore è cresciuto - e dove sta andando. 

Quanto possano essere cinici i legislatori delle piazze offshore, lo rivela l'esempio delle Seychelles, un'ex colonia britannica nell'oceano indiano. Per migliorare le condizioni economiche catastrofiche, il presidente Albert René presentò, all'inizio del 1996, una legge che concede assoluta immunità nei confronti di procedimenti penali internazionali agli uomini d'affari stranieri che investano per lo meno 10 milioni di dollari USA in progetti locali e non prevede l'estradizione dei rei. Punibili restano solo il narcotraffico e atti di violenza sul suolo delle Seychelles. Alle Seychelles, come descritto nel capitolo sulla bancarotta della Sasea, Florio Fiorini nel 1985 aveva fondato la Seychelles International Bank (SI Bank, con ufficio a Montecarlo).

I Clienti di questo paradiso fiscale sono tanti e tutti famosi da Mukhtar Ablyazov marito di quella donna che i servizi hanno consegnato al Kazakistan, o come Mitt Romney repubblicano che ha sfumato l'occasione delle presidenziali o come personaggi d'Istraele. Ma in questo sistema illegale esiste un tentativo di colpo di stato fatto 1981 di fatto fallito vede apparire una figura Italiana strana dal nome Giovanni Mario Ricci (Fonte Dagospia) il quale entra come uomo di fiducia e nelle grazie del governo e fonda diverse societa' offshore oltre a rapprresentare Ricci è stato inoltre accreditato presso Seychelles come diplomatico che rappresenta il Sovrano Ordine dei copti cattolici Cavalieri di Malta. 

Si è scoperto che l'ordine non aveva nulla al fai con venerabili Cavalieri di Malta ordine cavalleresco del Vaticano. Invece è stata una società commerciale con sede a New York City. Via questa manovra, Ricci intrappolò un passaporto diplomatico e l'uso di una valigia diplomatica, che gli ha permesso di spostare i documenti in tutto il mondo inosservato.

 Il padre di industria offshore Seychelles aveva, in effetti, è stato un criminale finanziario prima di trovare una casa nelle isole - e potrebbe essere stato collegato alla mafia italiana, un ambasciatore degli Stati Uniti alle Seychelles creduto. 

Ricci era stato condannato per frode in Italia nel 1958 e, successivamente, di possedere contraffazione di banconote in Svizzera, ed era venuto a Seychelles dopo essere stato espulso dalla Somalia in circostanze misteriose. René poi affermato di aver chiesto funzionari italiani se Ricci aveva precedenti penali, ma "ci hanno detto che non avevano niente su di lui. 

Domande sul ruolo di Ricci in intercettazioni leader dell'opposizione possono aver contribuito pronta Ricci a levare le tende da Seychelles, lasciando un vuoto nel settore off-shore delle isole '. (Ricci morì pochi anni dopo.) Sembra pero' che il Ricci costitui' una valida base per far pervenire nell'isola diversi capitali Italiani che sono ancor oggi gestiti tramite nuovi canali. 

Poco prima della Morte di Ricci entra in scena un altro Italiano  nell’agosto 1984 in quell’isola aveva fatto la sua comparsa tale sedicente Francesco Donati, italiano, il quale si era subito ben introdotto con le autorità locali e ciò grazie alla presentazione che a questa era stata fatta da un altro italiano, vera eminenza grigia dell'isola e legato da strettissimi rapporti di affari con le autorità politiche del luogo(principalmente France Albert Renè presidente della Repubblica , Ogilvy Berlouis ministro della Difesa, Jaques Hodoul Ministro degli Affari esteri) tramite il Ricci.

Tale Francesco Donati non era altro che un noto Latitante P. introdotto dal vescovato cattolico nell'Isola.

Di tutto questo scenario se ne occupo nel 1984 Di Pietro  e naturalemente gli Usa visto che Rene' di fatto era filo-Russo. Da qui potete capire l'evoluzione di Di Pietro anche dal punto di vista politico e i dubbi sui suoi rapporti con gli Usa,

Ecco cosa si scriveva allora "
"si provi a ricapitolare: un giovane signore ha lavorato negli ambientini dell'Aeronautica (Nato, Ufficio sicurezza, Aster, Ustaa o Uspa o Ruspa che fosse) per cinque anni; si è successivamente laureato in trentadue mesi; è divenuto poliziotto; avrebbe lavorato (il condizionale è d'obbligo) per un'intelligence antiterrorismo; è divenuto magistrato, e - con una doppia bocciatura e un imminente «processino» al Csm - è partito per i tropici stendendo poi un rapporto per Domenico Sica, per alcuni aspetti continuatore di Dalla Chiesa, e su chi?

Su uno come Francesco Pazienza, passando con disinvoltura dalla banda dei sardi a faccende di agenti sovietici e nordcoreani a tal punto convinti che egli sia un agente da volerlo ammazzare" 

La compagnia aerea nazionale, Air Seychelles, serve attualmente l'Italia due volte a settimana - un volo da Roma (Fiumicino) e uno da Milano (Malpensa) - il lunedì e il sabato. I voli non-stop consentono di lasciare l'Italia la sera e raggiungere le isole Seychelles nove ore più tardi, prima del sorgere del sole

lunedì 18 aprile 2016

VI SPIEGO PERCHE' HA VINTO IL SI AL REFERENDUM E PERCHE' RENZI HA POCO DA STARE SERENO

Come previsto il Quorum non e' sato raggiunto e il PD con Renzi e Napolitano non eletti dal popolo gioiscono assieme ai Petrolieri.

Petrolieri  a cui regaliamo territorio e Royalty in cambio di tangenti a go' go'.

Eppure Renzi ha poco da stare sereno perche' e' consapevole che le amministrative e il Referendum costituzionale rischiano di diventare la loro tomba politica e del sistema Lobbystico che lo sostiene.

Naturalemnte il sistema PD e Renzi non dicono che per timore di perdere il Referendum hanno bocciato l'accorpamento con le elezioni amministrative sprecando 300 milioni di euro che potevano essere impiegati a favore dei bisognosi Italiani.

Inoltre appare evidente che cosi' come è il sistema elettorale regala premi di maggioranza osceni senza che nessun politico gridi allo scandalo.

Il Referndum necessita di una revisione Costituzionale con un abbassamento del Quorum.

Gli Italiani non votano piu' la politica perche' ormai rassegnati e nauseati, figuriamoci se vanno a votare un Referendum.

Quello che emerge da una analisi attenta del Referendum sulle Trivelle  e che di fatto il SI ha vinto mettendo a rischio per le Lobby Politiche le Amministrative e il Referendum Costituzionale.

Renzi non eletto da nessuno si trovaa Governare un paese con arroganza perche' deve rispondere solamente ai poteri Sovranazionali e di sistema ma non certo agli Italiani.

La domanda da porsi e' chi "cazzo lo ha messo li" senza un voto ?

Il Referendum Trivelle di fatto e' una vittoria per il Si e contro il sistema Renzi lo vedremo al Referendum Costituzionale e alle prossime amministrative di fatto  il risultato dopo una campagna di insabbiamento mediatico e di consiglio al non voto lo stesso e' un successo terminando con l’affluenza al 31,2 per cento e i sì all’85,8.

Oltre 15 milioni di italiani hanno votato ed in Basilicata fulcro dello scempio il Quorum e' stato raggiunto.

Per non parlare dei contraccolpi all’interno del Partito democratico in vista delle amministrative, ma anche del referendum confermativo sulle riforme costituzionali. Infatti molti esponenti del Pd hanno deciso di andare contro la linea di non andare al voto e la possibilita' che Emiliano Governatore della Pugli possa fondare un partito da 10 milioni di voti piu' aderente al popolo che alle Lobby.

Italiano medio ormai non vota perche' consapevole dello scempio democratico e la politica abusiva consapevolo si e' attrezzata per supare il problema del Quorum altrimenti non potrebbe governare per mancato raggiungimeto della maggioranza.

Al Porcellum segue Italicum in una sorta di Democrazia artificale che possa consentire a Renzi  un premio di governabilità che assicura la maggioranza assoluta al partito o alla coalizione vincente. 

Per incassare il premio bisognerà aver superato la soglia del 37% dei voti. 

Ipotesi su una possibile incostituzionalità della legge erano state sollevate già durante la sua discussione in Parlamento, in particolare riguardo al premio di maggioranza, ritenuto irragionevole

Molti hanno la memoria corta e non ricordano che alle Elezioni del 2013 di fatto  alla Camera,  la coalizione di Centro-sinistra guidata da Pier Luigi Bersani, ottiene il premio di maggioranza (345 seggi su 630), assegnato grazie a uno scarto di poco più dello 0,30% del totale dei voti rispetto alla coalizione di centro-destra guidata da Silvio Berlusconi altrimenti non avrebbe potuto governare.

Al Senato invece, nessuna delle coalizioni raggiunge la maggioranza assoluta di 158 seggi.

Di fatto non solo il PD non avrebbe governato in un paese serio senza l'abominevole premio di Maggioranza ma sicuramente non sarebbe stato nominato un Renzi che viene fuori dal cilindro magico fottendo un Bersani come in un trucco da Mago Silvan.

Ricordo che oggi si Governa per nomina diretta e con una crisi democratica di astenzione al voto che ha raggiunto per poco il 50% degli aventi diritto e di questi solo il 20% e' il voto reale del PD.

Concludendo sebbene il PD e Renzi abbiano blindato questa Democrazia se fossi Renzi non starei proprio sereno.

Dimenticavo l'ultima considerazione la balla dei posti di lavoro persi in realtà in queste piattaforme gli Italiani sono pochi perche' e' tutto personale specializzato proveniente da ogni paese del mondo.

Renzi ha paura perche' il Referendum Costituzionale e' confermativo e non abrogativo non serve raggiungere il Quorum.

sabato 16 aprile 2016

CAPIRE LE ELEZIONI PRESIDENZIALI USA IN MODO FACILE - ATTENZIONE IL GOP NON VUOLE TRUMP PRESIDENT

UNDERSTAND THE PRESIDENTIAL ELECTIONS USA SO EASY - ATTENTION THE GOP DOES NOT WANT TO TRUMP PRESIDENT

REFERENDUM TRIVELLE VOTA SI - Vado a votare SI Primo, è un mio diritto. Secondo, è un mio dovere. Terzo, Renzi e Napolitano ha detto di non farlo

Vado a votare SI Primo, è un mio diritto. Secondo, è un mio dovere. Terzo, Renzi e Napolitano ha detto di non farlo

MESSINA COMUNE CRISI - ESCLUSIVO RELAZIONE DELLA CORTE DEI CONTI DEL 14/04/2016 DI REMO PULCINI


Corte dei conti | Sezioni Riunite per la Regione sicilian a Città metropolitana di Messina Situazione 2015

Dai dati di preconsuntivo 2015 si ricavano le segue nti informazioni principali sui risultati dell’eser cizio: un saldo di parte corrente negativo pari a euro 1 0.496.514,44; l’utilizzo di avanzo di amministrazione, per spes e correnti, per un importo di euro 11.589.691,78; il saldo di cassa e il fondo di cassa ammontano a 3 0.981.510,40; il risultato di amministrazione è negativo e pari a 880.030,44 euro.

Situazione 2014 Il Libero Consorzio comunale di Messina ha approvat o il rendiconto della gestione per l’esercizio 2014 riportando, al 31/12/2014, un risultato di amministrazione pari a 31.305.933,13 euro. Situazione a seguito del riaccertamento straordinar io dei residui Per effetto dell’art. 3, comma 7, del d.lgs 118/201 1, corretto ed integrato dal d.lgs. 126/2014, l’Ent e ha provveduto ad operare il riaccertamento straordinario dei residui attivi e passivi al fine di adeguare questi ultimi , risultanti al 1° gennaio 2015, al principio generale della competenza finanz iaria. La predetta operazione ha prodotto al 1/1/20 15 un nuovo risultato di amministrazione pari a 32.179.994,36 e uro.

Per effetto degli accantonamenti ai fondi e dei vin coli di varia specie, si è determinato un valore de lla parte disponibile pari a 8.910.857,54. Principali criticità rilevate nell’istruttoria sui rendiconti La situazione finanziaria dell’Ente è stata oggetto di controllo da parte di questa Sezione che, già i n relazione al rendiconto 2013, aveva rilevato:

1. la violazione di quattro parametri di deficitari età, che determinano una situazione di deficitariet à strutturale dell’ente, e segnatamente:

A) valore negativo del risultato contabile di ges tione superiore in termini di valore assoluto al 2, 5 per cento rispetto alle entrate correnti (€ 12.093.811,60 > € 1.443.055,06);

B) volume complessivo delle spese di personale a vario titolo superiore al 173,07 % del volume compl essivo delle entrate correnti desumibili dai titoli I, II e III (soglia del 38%);

C) consistenza dei debiti fuori bilancio riconosc iuti nel corso dell’esercizio superiore al 13,76 % rispetto ai valori di accertamento delle entrate correnti (soglia 1%);

 D) esistenza di procedimenti di esecuzione forzat a pari al 0,97% delle spese correnti (soglia 0,5 %);

2. in merito agli equilibri di bilancio:  

 A) disavanzo di competenza per un importo di € 16 .030.652,27, di cui € 13.526.905,56 riferito alla p arte corrente, dovuto, secondo quanto riferito dall’Organo di revi sione, ai minori accertamenti di entrata; 54 Corte dei conti | Sezioni Riunite per la Regione sicilian a

 B) disavanzo della parte corrente del bilancio pa ri a € 13.526.905,56, parzialmente coperto con l’ut ilizzo dell’avanzo di amministrazione (pari a € 13.507.20 4,69), con un tendenza in notevole aumento rispetto all’esercizio precedente in cui risultava un utilizzo pari a € 5. 092.326,98;


3. con riferimento alla gestione dei residui, assol uta mancanza di movimentazione con riguardo ai resi dui attivi vetusti dei titoli I e III ed un perdurante disall ineamento tra residui attivi e passivi precedenti a l 2009 allocati alle partite di giro;

4.con riguardo alla situazione debitoria:

 A) sussistenza di debiti fuori bilancio per un im porto pari a € 7.944.374,76, notevolmente aumentati rispetto al 2012 (in cui erano pari a € 1.286.750,25) di cui € 36.185,73 riferiti alla tipologia di cui alla lett. e) dell’art. 194 del TUEL;

 B) presenza di debiti fuori bilancio ancora da r iconoscere pari a € 4.343.977,29;

C) ammontare complessivo di contenzioso in cui l ’Ente è coinvolto (€ 18.246.092,94, di cui € 2.416. 282,00 per cause in cui l’Ente è convenuto in opposizione a de creto ingiuntivo);

D) sussistenza di pignoramenti subiti dall’Ente p er € 269.313,34; 5.in merito alle spese per il personale, mancata ad ozione del provvedimento di verifica degli effettiv i fabbisogni di personale e di quello di ricognizione del personal e ai sensi degli articoli 6, comma 1 e 33 del d.lg s. 165/2001; elevata percentuale di incidenza della spesa di personale s ulla spesa complessiva dell’Ente pari al 66,9% con una tendenza peraltro in aumento rispetto all’esercizio 2012; ma ncato rispetto dell’art. 9, comma 28, del d.l. n. 7 8/2010, atteso che risulta una percentuale d’incidenza del 199,84%. I profili di criticità sopracitati erano già stati oggetto di pronuncia di accertamento della Sezione in relazione al rendiconto 2012.

Segnalazioni ex art.153, comma 6, del Tuel La provincia di Messina, con nota n. 19010 del 1.6. 2015, ha trasmesso una segnalazione, rilevando che, nonostante l'Ente abbia intrapreso tutte le azioni volte alla riduzio ne delle spese correnti suscettibili di revisione ( fitti passivi, costo servizio assistenza e trasporto disabili, spese energetiche) , la gestione corrente presenta ancora difficoltà f inanziarie causate dai tagli ai trasferimenti sia regionali che nazionali, e per ultimo dalla legge di stabilità statale che impone alle Province e alle Città Metropolitane un contributo al contenime nto della spesa pubblica attraverso una corrisponde nte riduzione delle spese correnti di 1 miliardo di euro nel 2015 , di 2 miliardi di euro nel 2016 e di 3 miliardi di euro a decorrere dal 2017.

 La Direzione Centrale della Finanza Locale de l Ministero degli Interni con comunicato del 03/04/ 2015 ha reso noto l'ammontare del concorso delle Province e delle Cit tà metropolitane.

Il concorso al contenimento della spesa pubblica di cui all'art. l comma 418 della L.190/2014 richiest o alla ex Provincia Regionale di Messina, inteso come obbligo alla ridu zione della spesa corrente, ammonta ad € 8.844.596, 71 per l'esercizio 2015, ad € 17.406.709,82 per l'esercizio 2016 e ad € 25.968.822,83 per l'esercizio 2017.

Nella riferita segnalazione, si rappresenta come, d alle previsioni di spesa e di entrate per l'eserciz io 2015, si determina uno squilibrio pari ad € 10.788.622,87 ipotizzando un ammontare di trasferimenti ordinari regionali pa ri a quelli dell'armo precedente e limitando le previsioni di s pesa a quelle indispensabili per garantire il funzi onamento senza garantire pertanto l'assolvimento delle funzioni e dei servizi essenziali, in atto ancora assegnati al le ex province regionali 55 Corte dei conti | Sezioni Riunite per la Regione sicilian a siciliane e prevedendo una sanzione per il mancato rispetto degli obiettivi del patto di stabilità 201 4 pari al 20% dello sforamento.

mercoledì 13 aprile 2016

Ad un Oligarchia ormai bruciata si deve contrapporre una forza sana e pilotata, L'Italia intesa come ostaggio di Lobby e forse Sovranazionali

Antonio Di Pietro rivolge un grazie a Casaleggio: “Sentiremo tutti la sua mancanza, perché è stata la persona che insieme a Beppe Grillo, ha dato la possibilità ai cittadini italiani esasperati e che non condividono questa politica di avere un punto di riferimento nelle urne, ha riportato la delusione dei cittadini all’interno del sistema Costituzionale”.

Effettivamente questo concetto la dice lunga sul rapporto PD-PDL  e M5S non bisogna aggiungere altro, strategia del nemico che consente di controllare eventuali pulsioni eversive.

Il M5S serve a questo mentre le Lobby nel PD e PDL fanno i porci comodi.

Messina va Commissariata perche' la mancata chiusura del Bilancio dimostra il disastro della Giunta Accorinti adesso ci vuole Ardizzone

VERSO IL DISSESTO?

 «Debiti fuori controllo, deteriore stato di crisi e gravi irregolarità».

La dura “sentenza" della Corte dei conti Come disposto dal presidente Maurizio Graffeo, il prossimo 13 aprile la Sezione di Controllo si riunirà per deliberare le misure nei confronti di Palazzo Zanca.

Per la magistratura contabile, il Comune di Messina è in uno stato di crisi irreversibile.

Il nodo principale resta l’enorme mole di debiti, che – secondo la Corte dei conti - Palazzo Zanca non è in grado estinguere ma solo di rinviarne continuamente e reiteratamente il pagamento.

Debiti che assumono per volume ed incidenza, valori assolutamente fuori controllo (oltre il 100% degli accertarmenti di competenza dell'intero bilancio annuale)».

 « La Corte dei conti scrive senza troppi giri di parole che «il mancato avvio delle azioni di risanamento, virtualmente inserite nel Piano di riequilibrio finanziario, la cui procedura istruttoria è ancora ancora in itinere, unitamente alla inefficacia oggettiva delle azioni annunciate nei precedenti controlli rende ormai il Governo della Città inefficacie.

La Citta va Commissariata in attesa di un Sindaco Capace ed onesto che possa fare una squadra di pari livello come Ardizzone Presidente dell'ARS.

Ha capacita', esperienza politica e onestà per realizzare fatti e non parole.

#Renzi e occupazione del Pd con la battaglia finale del Referendum Costituzionale

Come abbia potuto Renzi in un sol colpo epurare un partito di tipo staliniano come il Pd ed essere catapultato a leader di un partito nonche' capo del Governo ancor oggi non e' dato saperlo.

Sicuramente una analisi seria prima deve partire dai fatti e poi arrivare ad ipotesi veritiere.

I fatti sono Renzi ante Sindaco di Firenze e la sua folgorante carriera politica che lo vede quasi sospinto fino ad oggi da un sistema che necessitava un cambio sostanziale rispetto all'epoca Berlusconiana.

Un ragazzotto da telequiz che prima di diventare leader del Pd tratta e media con Berlusconi in modo spudoratamente umiliante per il Partito Democratico fino ad arrivare al famoso Patto del Nazzareno.
Sicuramente si tratta due momenti storici particolari la fine della seconda repubblica in modo indolore e l'epurazione dei leader di un partito.

Si tratta la dismissione del sistema Berlusconiano e la sua uscita indolore con la garanzia di non toccare il suo patrimonio e le sue imprese e si tratta a colpi di dossier la fuori uscita senza se e senza ma di tutti i leader staliniani di un partito che di fatto viene svuotato per dar seguito ad una occupazione militare della classe dirigente Pd per opera di Renzi.

Com'e' e' possibile che questo possa avvenire senza reazione ed in tempi cosi' rapidi ? E per quale motivo avviene ? 

Chi puo' avere un potere informativo di portata cosi' vasta nel mondo ? 

In Italia nessuno , gli unici che possono farlo e che lo hanno fatto con tutti i leader Europei sono gli Usa tramite la Nsa.

Berlusconi si e' bruciato per 2 mitivi semplici: non era piu' in grado di portare a conclusione il progetto che invece sta attuando Renzi di riforma costituzionale e tutto il resto ed l'altro motivo era che aveva visto giusto nel rapporto di alleanza con Putin.

Si e' vero fra tutte le "cazzate" fatta da Berlusconi una era veramente da stratega e lungimirante quell'alleanza e rapporto privilegiato che tanto infastidiva gli Usa.

Berlusconi e' stato il piu' comunista dei comunisti mentre Renzi e' il piu' democratico dei democratici.
Purtroppo lo staff Governativo e di Partito che aveva e che ha Italia e poca cosa di fronte alla potenza Usa che di fatto ha defenestrato lui assicurandogli tramite Renzi una via di fuga.

La seconda questione e' come sia stato possibile epurare senza consenso popolare un partito di tipo gerarchico e staliniano come il Pd ? Sicuramente con i dossier e con l'arma Mps, nessuno in galera ma una epurazione la mano sicuramente e lo stile e' molto simile a quella delle rivoluzioni Arabe dove interi regimi militarmente forti sono caduti e squagliati come neve al sole e questa mano si chiama come al solito Usa.

Oggi ci troviamo con un Renzi che e' il prodotto di queste manovre, che nutre del sostegno degli Usa e delle lobby del petrolio Usa ed il cui compito finale e' completare quello che Berlusconi non ha fatto ultima la modifica Costituzionale anche se cammina sempre su un filo teso che di tanto in tanto gli Usa muovono sotto i piedi del nostro Leader ricordando che puo' perdere facilmente l'equilibrio.
Prova ne sia in questi ultimi mesi la questione Libica che aveva richiesto per opera degli Usa il nostro intervento e che negandola giustamente per non finire in un pantano ha costretto lo stesso Renzi a volare da Obama rinnovando la sua servizievole disponibilita'. 

Renzi e' la mano armata degli Usa in Europa contro Germania e Francia.

Purtroppo Italia e' ferma alla 2 guerra mondiale una Nazione sconfitta al soldo degli Usa in cui gli Italiani sono umili spettatori inconsapevoli.

Sicuramente oggi Europa avrebbe dovuto guardare di piu' ai suoi interessi EuroAsiatici considerando gli Usa non piu' una Nazione amica ma nemica e non utile alla causa Europea.

Il problema terrorismo e immigrazione e' una conseguenza della politica Usa che dopo Ground Zero doveva fare qualcosa ed infatti ha spostato la questione in Europa.

Berlusconi aveva capito tutto ma purtroppo ha sottovalutato la SuperPotenza Usa e la 2 guerra mondiale.

Oggi l' Europa non ha piu' bisogno degli Usa che si sono comportati come nemici  ma purtroppo in Italia molti tradiscono per un tozzo di pane.

Sicuramente se Renzi perdesse il Referendum sugli amici Petrolieri sarebbe un serio problema interno per non parlare del Referendum Costituzionale.

Ecco perche' mediaticamente faro' una battaglia sulle due questioni di tipo Swarm Intelligenze e chi volesse collaborare lo faccia semplicemente condividendo i link miei.

martedì 12 aprile 2016

Renzi e l'occupazione militare delle posizioni chiave della classe dirigente. Tutto su Renzi e l'Italia

Caduto Berlusconi dopo un susseguirsi di comparse mediocri nello scenario politico Italiano il testimone del potere fine a se stesso che si auto proclama senza che il Popolo Sovrano Italiano possa deciderlo e' Renzi.
Un Renzi che rappresenta il point finale di una Nazione sfacciatamente ed arrogantamente Oligarchica che rappresenta una coclava di accordi fra poteri Sovranazionali e Lobby che si auto nominano senza che sia necessario passare dal consenso degli Italiani che non rappresentano piu' il Popolo Sovrano ma dei semplici spettatori di un film il cui regista e' Renzi e gli attori sfigati gli Italiani.
Un sistema ben collaudato con Berlusconi che non ha potuto completare la sceneggiatura che invece sta per essere terminata da Renzi.
Un Renzi non eletto ma nominato, che si presenta come uomo innovativo di centro sinistra che avrebbe dovuto ripulire e modernizzare il sistema politico Italiano consentendo al Paese una crescita e un nuovo senso civico e di correttezza.
Promessa non mantenuta che via via si e' trasformata nel completamento di un programma Oligarchico scritto per Berlusconi ed oggi attuato punto per punto e con una spudoratezza alla luce del sole da Renzi.
Il sistema Renzi e' una continuazione peggiorativa del sistema Berlusconi diretto da mani Sovranazionali che trova la sua riconoscenza nel patto del Nazzareno e si completera' con la riforma Costituzionale.
Riforma costituzionale che porta il nome di due impresentabili come Renzi e Verdini e che gridano ai padri della costituzione vendetta alla Democrazia.
Riforma Costituzionale che andava fatta con il consenso del popolo come nelle vere Democrazie vedi l' Islanda e non come nelle Oligarchie da condannati.
Un Renzi che doveva rinnovare la classe dirigente di questo paese ormai vecchio e corrotto e che invece di mantenere la promessa bugia ha fatto dell'occupazione militare dei posti chiave il suo punto di forza.
Circa 500 posti chiave dello Stato e della Pubblica Amministrazione occupati da suoi fedelissimi nominati e che in una sorta di epurazione purga di metodi Staliniani ha fatto di tutta l'erba un fascio della nostra classe dirigente.
Carne di porco indipendentemente dalla meritocrazia e dalla capacita' senza guardate niente e nessuno ed in modo spudorato, dai vertici militari ai servi segreti, dai Ministeri agli Ospedali.
Un Renzi che necessariamente ha dovuto scoprire le carte per poter realizzare  il progetto prima che finisca anch'esso dalle stelle alle stalle e il cui ultimo compito e' la modifica Costituzionale.
In questo scenario gestito da altri e non dagli Italiani non esiste soluzione per il Paese Italia che rimarra' l'isola felice per Oligarchia Europea dei poteri forti e impresentabili che non trovano rifugio in altri Paesi come Germania e Francia.
Un Nazzareno che risorge non per mani di Gesu' Cristiano  ma di un  Maestro falegname di Boaz.

lunedì 4 aprile 2016

Renzi vola negli Usa per rassicurare Obama, ma quello che non sospetta e che presto verrà defenestrato dagli stessi Usa.

Banca Etruria, Scandalo Petrolio "Tempa Rossa" sono alcune delle grane che Renzi ed il Governo si trovano ad affrontare, in realtà il pericolo maggiore viene non dagli Italiani che posso solo assistere inermi allo scenario politico che gli viene imposto dall'alto, ma dagli Usa padroni totali dello scenario Italiano.

Renzi in questi mesi di  Governo tramite anche i buoni rapporti con la Fiat e Marchionne ha spesso fatto viaggi negli Usa per incontrare Obama e per affermare la sua piena sudditanza alla politica estera di Obama.

Renzi e di conseguenza l'Italia rappresenta la spina Usa nel fianco dell'Europa, contro Germania e Francia.

La questione Geopolitica e Mediorientale influenzata dalla discesa in campo del colosso Russo ha imposto agli Usa la necessità di scendere nello scenario Libico e siccome non puo' farlo direttamente vorrebbe farlo attraverso una coalizione a direzione Italiana sotto regenza Usa.

Il fatto che Renzi non ha potuto materialmente scendere in campo Libico per l'impossibilità politica di avere la maggioranza di consensi o di assumersi il rischio personale della sconfitta del pantano libico, ha irritato molto Obama e gli Usa che stanno pensando da tempo a defenestrare con qualche dossier lo stesso Renzi.

Proprio in questa ottica l'ultimo viaggio del ragazzo toscano negli Usa per incontrare Obama ha avuto l'unico scopo di assicurare ad Obama la incodizionata disponibilità e ricevere la riconferma della fiducia Usa.

Tuttavia quello che non sà Renzi e che gli Usa stessi stanno già lavorando per il dopo Renzi e presto la sua sicurezza vacillera' sotto i colpi di qualche dossier scandalo che verra pubblicato.

La sicurezza che Renzi esercita verso i Magistrati Italiani nello scandalo PETROLIO PRESO VACILLERA' , sotto i colpi Usa che già sono sul dopo Renzi.

Di fatto Obama non si e' mai fidato di Renzi e del Pd che presenta tracce residue di sinistra.

Renzi ha deciso di perdere le amministrative della Campania

La situazione del PD in Campania e' tale che fra riorganizzazione , rapporti con Bassolino e accordi con la Valente preferisce prederle e così sara'

As I had announced about 15 days before it occurred and 'started the media campgna against Putin.

As I had announced about 15 days before it occurred and 'started the media campgna against Putin.
The scandal to which I refer, and 'that of the so-called "Panama papers", documents circulated on a network of 214 000 shell companies (offshore) based in Panama at the law firm Mossack Fonseca nail many celebrities including Putin.
This work dossieraggio definitely has the signature of the CIA's services and purpose and 'to tarnish the image of Putin and outside of Russia is in the vicinity' of the upcoming elections.
Too bad that many sources like mine gave already in advance the release of a media campaign designed to tavoliono the USA against Putin and China.
I am attaching the article speaking prematurely of the matter:
"In the coming days could also be a media campaign against Putin in Europe to and work of the great TV and Newspapers of France, Britain, Italy."

 
http://www.ilgiornaledellapolitica.com/2016/03/siria-lo-scenario-mondiale-attuale-e.html
My sources are excellent.

Come avevo previsto e' arrivata la campagna mediatica contro Putin, peccato che io lo avevo annunciato 15 giorni fa.

Come avevo annunciato circa 15 giorni prima che si verificasse e' iniziata la campgna mediatica contro Putin.

Lo scandalo a cui mi riferisco e' quello dei cosiddetti "Panama papers", i documenti diffusi su un network di 214 mila società di comodo (offshore) basate a Panama presso lo studio legale Mossack Fonseca inchiodano molti famosi personaggi tra i quali Putin.

Questo lavoro di dossieraggio ha sicuramente la firma dei servizi della Cia e lo scopo e' quello di offuscare l'immagine di Putin sia all'esterno della Russia sia in prossimita' di prossime elezioni.

Peccato che molti fonti come la mia davano già in anticipo l'uscita di una campagna giornalistica studiata a tavoliono degli Usa contro Putin e la Cina.

Vi allego l'Articolo che parla anzitempo della questione:

"Nei prossimi giorni potrebbe esserci anche una campagna mediatica contro Putin in Europa ad e per opera dei grandi Tv e Giornali di Francia, Gran Bretagna, Italia."


Le mie fonti sono ottime.

In arrivo un articolo del perche' Renzi e' stato negli Stati Uniti, entri in Libia o salta

In arrivo un articolo del perche' Renzi e' stato negli Stati Uniti,  entri in Libia o salta

IMF Internal Meeting Predicts Greek 'Disaster', Threatens to Leave Troika Read the PDF or HTML transcript of the IMF internal meeting.

Today, 2nd April 2016, WikiLeaks publishes the records of a 19 March 2016 teleconference between the top two IMF officials in charge of managing the Greek debt crisis - Poul Thomsen, the head of the IMF's European Department, and Delia Velkouleskou, the IMF Mission Chief for Greece.  The IMF anticipates a possible Greek default co-inciding with the United Kingdom's referendum on whether it should leave the European Union ('Brexit').

"This is going to be a disaster" remarks Velkouleskou in the meeting.

According to the internal discussion, the IMF is planning to tell Germany that it will abandon the Troika (composed of the IMF, European Commission and the European Central Bank) if the IMF and the Commission fail to reach an agreement on Greek debt relief.

Thomsen: "Look you, Mrs. Merkel, you face a question: you have to think about what is more costly, to go ahead without the IMF--would the Bundestag say 'The IMF is not on board?', or [to] pick the debt relief that we think that Greece needs in order to keep us on board?"

Remaining in the Troika seems an increasingly hard sell internally for the IMF, because non-European IMF creditor countries view the IMF's position on Greece as a violation of its policies elsewhere of not making loans to countries with unsustainable debts.

In August the IMF announced it would not participate in last year's €86 billion Greek bailout, which was covered by EU member states. IMF Chief Christine Lagarde stated at the time that the IMF's future participation was contingent on Greece receiving "significant debt relief" from creditors. Lagarde announced that a team would be sent to Greece, headed by Velkouleskou.

Thomsen said internally that the threat of an imminent financial catstrophe is needed to force the other players into a "decision point". For Germany, on debt relief, and In the case of Greece, to accept the IMF's austerity "measures," -- including raising taxes and cutting Greek pensions and working conditions. However the UK "Brexit" referendum in late June will paralyse European decision making at the critical moment.

"I am not going accept a package of small measures. I am not..." said Thomsen. "What is going to bring it all to a decision point? In the past there has been only one time when the decision has been made and then that was when [the Greeks] were about to run out of money seriously and to default. [...] And possibly this is what is going to happen again. In that case, it drags on until July, and clearly the Europeans are not going to have any discussions for a month before the Brexits..."

Last year Greek Finance Minister Tsakalotos accused the IMF of imposing "draconian measures," including on pension reform. While Velkouleskou concedes in the meeting that "What is interesting though is that [Greece] did give in... they did give a little bit on both the income tax reform and on the.... both on the tax credit and the supplementary pensions."

But Thomsen's view is that the Greeks "are not even getting close [to coming] around to accept[ing] our views."  Velkouleskou argues that "if [the Greek government] get pressured enough, they would... But they don't have any incentive and they know that the Commission is willing to compromise, so that is the problem."

Velkouleskou: "We went into this negotiation with the wrong strategy, because we negotiated with the Commission a minimal position and we cannot go further [whereas] the Commission is just starting from this one and is willing to go much further. So, that is the problem. We didn't negotiate with the Commission and then put to the Greeks something much worse, we put to the Greeks the minimum that we were willing to consider and now the Greeks are saying [that] we are not negotiating."

While the Commission insists on a Primary Government Budget Surplus (total tax minus all government expenditure excluding debt repayments) of 3.5%; the IMF thinks that this target should be set at 1.5% of GDP. As Thomsen puts it, "if [Greece] come around to give us 2.5% [of GDP in tax hikes and pension-wage-benefits cuts]... we should be fully behind them." -- meaning that the IMF would, in exchange for this fresh austerity package, support the reduction of the Primary Surplus Target imposed upon them from the 3.5% that the European Commission insists on to 1.5%.

These targets are described as "very crucial" to the IMF. The IMF officials ask Thomsen "to reinforce the message about the agreement on the 2.5%, because that is not permeating and it is not sinking very well with the Commission."

At one point, Velkouleskou refers to an unusual solution: to split the problem into two programs with two different targets: "The question is whether [the Europeans] could accept the medium term targets of the Commission, for the purposes of the program, and our targets for the purposes of debt relief." Thomsen further explains that "They essentially need to agree to make our targets the baseline and then have something in that they hope that will overperform. But if they don't, they will still disburse."

The EWG [Euro Working Group] needs to "take a stand on whether they believe our projections or the Commission's projections." The IMF's growth projections are the exact opposite of the Commission's. The Commission projects a GDP growth of 0.5%, and the IMF a GDP decline of 0.5% (even if Greece accepts all the measures imposed by the IMF).

 https://wikileaks.org/imf-internal-20160319/transcript/IMF%20Anticipates%20Greek%20Disaster.pdf

FMI riunione interna predice greco 'Disaster', minaccia di lasciare Troika. IL FILE ORIGINALE DI WIKILEAKES

Oggi, 2 aprile, 2016, Wikileaks pubblica i record di una 19 marzo 2016 teleconferenza fra i due funzionari del FMI responsabili della gestione della crisi del debito greco - Poul Thomsen, il capo del Dipartimento Europeo del FMI, e Delia Velkouleskou, il FMI missione Capo per la Grecia. Il FMI prevede un possibile default della Grecia in coincidenza con il referendum del Regno Unito su se deve lasciare l'Unione europea ( 'Brexit')."Questo sarà un disastro", osserva Velkouleskou nel corso della riunione.Secondo la discussione interna, il FMI sta progettando di dire la Germania che abbandonerà la Troika (composta da Fondo monetario internazionale, Commissione europea e la Banca centrale europea), se il FMI e la Commissione non riescono a raggiungere un accordo sulla riduzione del debito greco. 

Thomsen: "Guarda, signora Merkel, si faccia una domanda: si deve pensare a ciò che è più costoso, di andare avanti senza il FMI - avrebbe Bundestag dire 'Il FMI non è a bordo?', O [per ] scegliere la riduzione del debito che noi pensiamo che la Grecia ha bisogno per tenerci a bordo? "Rimanendo nel Troika sembra una sempre più difficile vendere internamente per il Fondo monetario internazionale, perché i paesi creditori FMI non europei vedono la posizione del FMI sulla Grecia come una violazione delle sue politiche altrove di non fare prestiti ai paesi con debiti insostenibili.Nel mese di agosto il Fondo monetario internazionale ha annunciato che non avrebbe partecipato a € 86000000000 salvataggio greco dello scorso anno, che è stato coperto dagli Stati membri dell'UE. Capo del FMI Christine Lagarde ha dichiarato al momento che la partecipazione futura del FMI era subordinata alla Grecia ricevere "la riduzione del debito significativo" da parte dei creditori.

 Lagarde ha annunciato che una squadra sarebbe stata inviata alla Grecia, guidata dal Velkouleskou.Thomsen ha detto internamente che la minaccia di un imminente catstrophe finanziaria è necessaria per costringere gli altri giocatori in un "punto di decisione".  
 
Per la Germania, sulla riduzione del debito, e nel caso della Grecia, di accettare "misure" del FMI di austerità - tra cui l'aumento delle tasse e il taglio delle pensioni greche e le condizioni di lavoro. Tuttavia il referendum nel Regno Unito "Brexit" a fine giugno paralizzerà decisionale europeo nel momento critico."Non ho intenzione di accettare un pacchetto di piccole misure. Io non sono ...", ha detto Thomsen. "Quello che sta per portare tutto a un punto di decisione? In passato c'è stato un solo momento in cui è stata presa la decisione e che poi è stato quando [i Greci] stavano per corto di soldi sul serio e di default. [ ...] e forse questo è ciò che sta per accadere di nuovo. 

In questo caso, si trascina fino a luglio, e chiaramente gli europei non stanno per avere qualsiasi discussione per un mese prima delle Brexits ... "L'anno scorso il ministro delle Finanze greco Tsakalotos accusato il FMI di imporre "misure draconiane", anche per quanto riguarda la riforma delle pensioni. Mentre Velkouleskou ammette nel corso della riunione che "Quello che è interessante è però che [la Grecia] si dà per vinto ... hanno fatto dare un po 'sia sulla riforma dell'imposta sul reddito e sul .... sia sul credito d'imposta e il complementare pensioni ".Ma vista di Thomsen è che i greci "non sono nemmeno ottenendo vicino [di venire] attorno ad accettare [ing] nostro punto di vista." Velkouleskou sostiene che "se [il governo greco] ottenere pressioni abbastanza, avrebbero ... Ma loro non hanno alcun incentivo e sanno che la Commissione è disposta al compromesso, in modo che sia il problema."Velkouleskou:. 

 "Siamo andati in questa trattativa con la strategia sbagliata, perché abbiamo negoziato con la Commissione una posizione minima e non siamo in grado di andare oltre [mentre] la Commissione sta appena iniziando da questo ed è disposto a fare molto di più quindi, che è il problema. noi non ha negoziato con la Commissione e poi mettere ai Greci qualcosa di molto peggio, abbiamo messo ai Greci il minimo che eravamo disposti a prendere in considerazione e ora i greci stiamo dicendo [che] non stiamo negoziando ".Mentre la Commissione insiste su un governo di bilancio primario Surplus (tassa totale meno tutte le spese delle amministrazioni esclusi rimborsi del debito) del 3,5%; il FMI ritiene che tale obiettivo dovrebbe essere fissato a 1,5% del PIL.  

Come Thomsen mette, "se [la Grecia] venire intorno a darci 2,5% [del PIL aumenti fiscali e previdenziali-salari-benefici tagli] ... dovremmo essere pienamente alle loro spalle." - Il che significa che il FMI avrebbe, in cambio di questo pacchetto di austerità fresco, sostenere la riduzione del target avanzo primario imposto loro dal 3,5% che la Commissione europea insiste sulla all'1,5%.Questi obiettivi sono descritti come "molto importante" per il Fondo monetario internazionale. I funzionari del FMI chiedono Thomsen "per rafforzare il messaggio circa l'accordo sul 2,5%, perché non è che permea e non sta affondando molto bene con la Commissione.

"A un certo punto, Velkouleskou si riferisce ad una soluzione insolita: per dividere il problema in due programmi con due obiettivi diversi: "La questione è se [gli europei] potrebbero accettare gli obiettivi a medio termine della Commissione, ai fini del programma, e i nostri obiettivi ai fini della riduzione del debito ".  

Thomsen spiega inoltre che "Hanno essenzialmente devono accettare di rendere i nostri obiettivi la linea di base e poi hanno qualcosa in che sperano che si sovraperformare. Ma se non lo fanno, avranno ancora erogare."L'EWG [Gruppo di lavoro di Euro] ha bisogno di "prendere una posizione sulla questione se essi credono nostre proiezioni o proiezioni della Commissione." proiezioni di crescita del FMI sono l'esatto contrario della Commissione del. La Commissione prevede una crescita del PIL del 0,5%, e il FMI un calo del PIL dello 0,5% (anche se la Grecia accetta tutte le misure imposte dal FMI).

 https://wikileaks.org/imf-internal-20160319/transcript/IMF%20Anticipates%20Greek%20Disaster.pdf

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora