giovedì 12 maggio 2016

Il Referendum Costituzionale spiegato con la Geopolitica, per specialisti di Remo Pulcini

E' tempo di bilanci e la geopolitica di Obama impostata secondo una ridefinizione del Nord Africa e del Medioriente di fatto e' fallita sotto tutti i punti di vista e adesso che i Democratici stanno cercando di porre rimedio si trovano di fronte un Donald Trump molto deciso e con le idee chiare di cosa fare degli Usa nel mondo tanto da far spaventare i gruppi Bildberg e la Trilaterale che hanno effettuato pressione sui Repubblicani Usa.

Voi vi chiederete che cosa centra questo argomento con il Referendum Costituzionale dell'Italia e di Renzi, presto vi faro' capire che centra molto anzi moltissimo.

La Geopolitica di Obama quindi e' stata improntata ad una ridefinizione del Nord Africa e del Medioriente, alla naturale lotta conto la Russia e al controllo della Cina al fine di fermare la potenziale minaccia EuroAsiatica che da sempre e' considerata dagli Usa una pericolosa minaccia al loro potere egemonico sul mondo.

Sempre Obama e' stato favorevole ad un Europa Unita ed alleata con gli Usa, tuttavia questa visione e' saltata per aria quando la Francia ha deciso di impostare la sua visione di Geopolitica riportandola indietro nel tempo al periodo coloniale con una differenza che mentre gli Usa facevano il lavoro sporco i Francesi si insinuavano all'interno del Medioriente e del Nord Africa all'insaputa degli Usa con una politica coloniale che ha per obiettivo le risorse energetiche e le terre rare per il nucleare.

Quindi accordi con l'Egitto, interferenza in Libia a danno dell'Italia (caso Regeni e sequestro Lavoratori Italiani) e ottimi rapporti con la Russia che dopo le sanzioni Europee che hanno obbligato la Francia a non vendere 2 portaerei finite su commessa Russa infischiandosene della moratoria Europea li ha passati all'Egitto consentendo d' instaurare ottimi rapporti tra la Russia di Putin e l'Egitto di El Sisi tanto da far diventare la Russia come la prima nazione in esportazioni di armi verso questo paese.

Di contro la Germania sebbene spiata attraverso il Muos Siciliano che consente ad Obama di sapere pure quando la Merkell starnuta ha operato in piena indipendenza inglobando i Paesi deboli come il Nostro e tutta l'Europa ed ammiccando anch'essa alla Russia,

Germania e Francia certo non sono come Italia paese che e'  succube degli Usa o della stessa Germania e che dopo aver costruito, pagato tangenti e speso una barca di soldi per costruire il Sud Stream che doveva portare il gas Russo in Italia ha dovuto dire no rinunciando al progetto che di fatto e' stato dirottato verso la Germania.

In questo quadro o scenario geopolitico abbiamo Italia debole con la Germania, succube della Francia e diretta dagli Usa.

Certo Renzi ha spesso alzato la voce in Europa senza ricevere ascolto ma questo e' stato possibile grazio al fatto che dietro Renzi c'e' il sostegno di Obama e degli Usa.

Renzi rappresenta la spina nel fianco della Merkell e della Francia per conto degli Usa e se oggi non ci sono stati ancora attentati e' grazie al supporto del Mossad che in stretto collegamento con gli Usa hanno dato delle ottime dritte ai nostri mediocri servizi colonizzati dal Renzismo.

Renzi puo' alzare la voce in Europa grazie agli Usa ma rimane inascoltato perche' la Germania e la Francia hanno una propria identita', e quando Draghi e Renzi hanno chiesto di creare gli EuroBond i Tedesci che sono Teutonici hanno scoperto un unico documento che risale ai tempi dell' Unita' Italia quando il governo Piemontese creando una sorta di Euro Bond dell'epoca fece fallire ex Regno delle Due Sicilie che era ricchissimo.

Partendo da questa consapevolezza i Tedeschi hanno richiamato Draghi e Renzi mica sono fessi che si vanno a prendere i debiti di paesi come Italia che li porterebbe ad un fallimento auspicato dagli Usa di Obama.

A me appare chiaro che Italia deve scegliere se morire tra le mani dei Tedeschi o fra le mani degli Usa per il semplice motivo che non ha le condizioni di uomini, soldi e peso politico da fare da se.

Io personalmente starei con gli Usa di TRUMP  e non con i Tedeschi ma ad una condizione che non puo' essere quella prevista da Obama per Italia.

E' del tutto evidente che i Partiti e il Popolo Sovrano conteranno sempre meno in Europa e nel Mondo e che il sistema evolve verso una Oligarchia democratica, ma io non posso accettare che per arrivare a questo obiettivo in Italia si faccia uso di un Renzi non eletto da popolo ma nominato.

E da un Verdini che oggi rappresenta il neo Gelli Italiano e il neo Letta Americano.

Per modificare una Costituzione Repubblicana come quella Italiana che e' stata formulata da uomini di statura e da combattenti anti fascisti ci vuole un minimo di apparenza sostanziale questo per evitare due possibili scenari che Obama non ha tenuto conto.

Un Itala con una Riforma Costituzionale Oligarchia ottenuta da politici nominati e compromessi da vicende giudiziarie rende il Paese Italia meno credibile nel Mondo anche a danno degli Usa stessi e nel tempo questa modifica costituzionale potrebbe portare alla dissoluzione delle Regione con una tendenza Indipendentista di alcune di esse.

Bisognava far passare Renzi almeno da una votazione perche' di fatto potrebbe avere i voti di un consigliere di quartiere.

Bisognava escludere o far come ai tempi della Democrazia Cristiana agire nel sottobosco gente come Verdini e Company perche' troppo poco credibili per una modifica Costituzionale.

Insomma questi personaggi scelti da Israele e dagli Usa di Obama non sono accettabili per una Riforma Costituzionale ma concettualmente sono d'accordo alla scelta Usa ma non quella di Obama perche' fallimentare.

Prova ne sia che tale Riforma Oligarchia e' ridicola che non ha avuto il coraggio di abolire il Senato perche' non sarebbe mai andata in porto e quindi hanno ideato il Senato delle Regioni con corrotti ed indagati e con spese superiori a quelle attuali con una aggravante che e' quella che tale Senato non servira' a nulla facendo crescere l'odio perso questa politica.

Io sono per una scelta Oligarchia e filo Usa ma con Trump, di cui tutti hanno paura e che giudicano un populista quando invece ha delle idee chiare che potrebbe cambiare veramente il quadro mondiale in meglio.

L'Italia deve avere altri politici piu' credibili che possano fare un cambiamento Costituzionale tale da rendere la nuova Democrazia Oligarchia naturale evoluzione del sistema accettabile e credibile al Mondo.

Trump ha le idee chiare tanto chiare che sulla Nato si e' espresso in modo molto deciso, chiaro e consapevole affermando che se lui diventera' il neo Presidente degli Stati Uniti i paesi con la mania di protagonismo come la Francia e la Germania devono pagare finanziariamente il peso militare e non lasciarlo solo agli stessi Usa.

Anche sull'Italia ha detto delle cose molto belle e chiare affermando che essa deve essere la Nazione che rappresenta gli Usa in Europa ed il Centro del Mediterraneo con una visione dello stivale capovolto.

IL Nord che diventa Sud dell'Europa Tedesca e il Sud con la Sicilia che diventa il fulcro militare e commerciale del Nord Africa e del Medioriente.

Trump e' pure consapevole che deve creare in Sicilia una classe politica da finanziare che sia capace di tali visione e che possa portare avanti in Europa e in Italia questo scenario con un 50 enne di grandi speranze politiche.

Sicuramente questi non possono essere rappresentati dal Movimento Cinque Stelle che sebbene filo Usa non puo' agire in Sicilia in modo deciso.

Bisognera' spazzare la vecchia classe politica dei vari Micciche', Genevose, Crocetta etc etc che hanno una visione locale e povera del mondo.

Ricordo ancora quando i Cinesi volevano entrare in Sicilia con progetti di sviluppo chiaro e preciso ed Obama si oppose tutto questo potrebbe cambiare con Trump tanto che negli stessi Usa sono molto preoccupati da soffocare la sua grande capacita' mediatica sui Social, una sorta di censura mediatica ad opera del gruppo Bildeber e Trilaterale.

Certamente non sono cosi idiota da poter pensare di vincere contro gli Usa ma sicuramente Renzi avra' notevoli problemi mediatici per riuscire a vincere vista la mia decisa campagna mediatica contro questa Riforma Costituzionale che sebbene verso la strada giusta non puo' essere attuata da questi politici.

Bisogna scegliere se stare con la Germania o gli Usa, io sono per gli Usa di Trump dove la visione dell'Italia e' autonoma e maggiormente rispettosa.

Certamente bisognera' vedere anche la questione Gran Bretagna che e' consapevole di dover uscire dall'Europa Tedesca per non perire, vedremo cosa escogitera' Trump.

A questo Referendum Costituzionale VOTA NO !!! dispiace per la gente comune non riuscire a far capire questi concetti fondamentali.

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora