venerdì 12 agosto 2016

EuroAsia fa passi da giganti con la Russia ed il suo Corridoio Nord - Sud - Bav. L'Italia miope tagliata fuori dal futuro.

Un accellerazione del progetto EuroAsiatico e' avvenuto propio per mai Usa, infatti la scellerata geopolitica di Obama e della Clinton consegnano nelle mani di Putin la Turchia e non solo.

Una conseguenza di questo processo e' l'accellerazione del corridoio per il trasporto nazionale Nord- Sud che sara' piu' competitivo del Canale di Suez.

Tale corridoio e' di importanza strategica per Rusiia e Cina e sarebbe la fine della supremazia Usa nel mondo, un vero disastro geopolitico.

Il Corridioio lunfo 7500 Km si estende dal Nord Europa fino alla Turchia e da qui due rami uno verso la Russia ed un altro verso India e Cina.

La miope e succube politica Estera Italiana dei nostri Governi escuderà l'Italia dallo scenario con un danno economico notevolissimo in termini d'investimenti e risorse energetiche.

Baku e' stta la sede di un trilaterale dove Putin e il presidente dell'Azerbaigian Ilham Aliyev e il capo di Stato iraniano Hassan Rouhani hanno discusso del progetto.

Progetto che partira' a breve perche' anche Erdogan si e' dichiarato favorevole durante l'incontro recente.

In pratica cambierà lo scenario Geopolitico del Mondo spostandosi da Occidente ad Oriente, il Canale di Suez diventerà secondario essendo un via marina che presenta rispetto al Corridoio tempi e costi almeno tre volte superiori.

Putin prevede un transito di questo tipo: dall'India, Iran e Paesi del Golfo verso il territorio dell'Azerbaigian, della Russia e successivamente in Europa settentrionale e occidentale.

 Oltre all’idea dell’Unione Eurasiatica, un’altra dimensione fondamentale nel contesto della connettività nello spazio eurasiatico è l’avanzata della Shanghai Cooperation Organization (SCO).

 La mutua collaborazione tra questi tre paesi allargherà ulteriormente il discorso sul multilateralismo, con il rafforzamento delle strutture Russia-India-Cina (RIC) e Brasile-Russia-India-Cina-Sud Africa (BRICS).

In questa ottica sta accellernado anche il progetto Stream 2 Nord e Stream Turkish in questo cambiamento del mondo l'Italia si tira fuori dalla storia perche' i nostri Governi non sono indipendenti ma sottostanno agli Usa.

La chiusura del Soth Stream con perdite notevoli di Eni, viene subito racolta dagl'Aaltri paesi Europei in modo piu' o meno subdolo.

Adesso dopo la germania anche la Serbia afferma che il Gas Russo e' l'unica via energetica per il Paese e sin inserisce nel progetto.

Povera Italia a cui non rimane che andare in Libie e difendere l'unica fonte di approvigionamento Energetico.


Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora