mercoledì 14 settembre 2016

Gli Usa scelgano un vero e fidato alleato e non l’utile idiota Italiano. Vi spiego tutto sulla Geopolitica mondiale dopo la Brexit che coinvolge l’Italia. Un articolo che tutti dovrebbero leggere perche’ Votare No al Referendum.

L’Italia subito dopo la seconda guerra mondiale e’ sempre stata succube in modo eccessivo degli interessi geopolitici Usa, i vari Governi Italiani che si sono succeduti hanno risentito del periodo storico in cui vivevano e delle ingerenze anche pesanti degli Usa. 

Ogni volta che qualche Governo o uomo pubblico Italiano si e’ ribellato agli interessi Usa nel nostro Paese, per interessi personali o per puro amore patrio della Repubblica e del popolo Italiano ha pagato  con la vita o nel migliore dei casi con la fine politica della propria carriera.

Basti pensare a Matteotti, Moro, Craxi, Berlusconi sono alcuni dei nomi piu’ conosciuti dagli Italiani.
Non bisogna pensare che questo controllo assillante sul Paese Italia dipenda dal Governo Usa inteso come struttura verticistica, che ad ogni Presidente si rinnova.

Anche il Popolo Americano per organizzazione e’ governato da un sistema oligarchico verticistico la cui figura finale e’ il Presidente degli Stati Uniti in carica.

In realtà chi decide i destini del mondo e degli Usa sono le grandi Lobby e organizzazioni finanziarie e corporazioni economiche che scelgono la strategia geopolitica che gli consenta di mantenere la supremazia non solo militare, ma piu’ importante economica/finanziaria.

Ad ogni Presidente si sposta solamente l’asse delle scelte geopolitiche ed economiche senza di fatto stravolgere appunto l’unico obiettivo finale, che e’ quello di mantenere il controllo mondiale della loro supremazia.

Questa piccola introduzione per chi non mi conosce e per chi non ha letto nel mio blog i precedenti articoli di geopolitica serve come introduzione per poter capire cosa sta avvenendo in Italia dopo la Brexit.

Dopo Berlusconi, Monti, Letta siamo arrivati a Renzi che non rappresenta altro che il proconsole Usa in Italia.

Noi Italiani che abbiamo governato il mondo con l’Impero Romano conosciamo bene la figura del Proconsole e la efficiente macchina organizzativa Romana per dominare il Mondo.

Tutti i governi che si sono succeduti non sono altro che una specie di trattativa che gli USA di volta in volta hanno instaurato con “l’utile idiota” di turno in Italia.

Badate bene noi non siamo le uniche vittime di questa visione del Mondo degli Usa-Lobby anche Germania, Turchia e tanti altri devo districarsi da questa opera di controllo, l’unica differenza e che in Italia e’ piu’ marcata perche’ proprio a livello di classe politica e dirigente manca l’amor proprio alla Repubblica e quindi diventa piu’ facile corrompere e piegare ai voleri Usa i nostri interessi principali.
Ci conoscono bene gli Americani come popolo capace di grandi cose, ma anche incline al tradimento e facilmente corruttibile, senza visione strategica.

Quando in mezzo a tale scenario qualcuno si ribella come uomo singolo o come partito per prima cosa si agisce tramite la supremazia dell’Intelligence attraverso Dossier accusatori o in caso di irriducibile insistenza la tragica morte.

Quanto spiegato sopra non vi consente ancora di capire cosa e’ cambiato dopo la Brexit e perche’ l’Ambasciato Usa, praticamente l’ ufficiale posizione degli Usa e’ entrato a gamba tesa sul Referendum.

Forse una delle prime volte in assoluto, dopo la Seconda Guerra Mondiale in Italia che gli Usa ufficialmente attuano una spudorata e palese  ingerenza che sa di altri tempi, tempi Staliniani e della antica Unione delle Repubbliche  Russe.

Bisogna domandarsi perche’ e’ così importante questo Referendum Costituzionale per gli Usa ? e’ perche’ esporsi con una azione antidemocratica verso un paese Occidentale amico, violando la regola della Democrazia che gli Usa tanto sbandierano e difendono nel mondo ?

Un tale rischio corso dagli Usa deve avere una importanza incredibile per la loro Geopolitica a meno che la disastrosa politica estera di Obama, della Clinton sia un altro clamoroso autogol anche in questo caso.

Ritengo che anche in questo caso la disastrosa Geopolitica di Obama e dei suoi esperti ha colpito in negativo, forse dando l’ultimo colpo finale al Referendum Costituzionale, facendo vincere il No.
Due mandati di Obama che se dal lato interno al Paese lasciano alcune cose positive come la riforma del sistema sanitario e l’uscita dalla crisi economica, dal lato estero in Geopolitica lasciano il Mondo piu’ insicuro e con il peggiore degli incubi degli Usa: Democratici, Repubblicani e Lobby, lo spauracchio della realizzazione dell’EuroAsia e perdita del dollaro del ruolo di riferimento mondiale.
Dietro questa disastrosa politica di Geopolitica Usa di Obama infatti si sta realizzando il peggior incubo per gli Usa, la realizzazione dell’Asse Euro Asiatico con una nuova supremazia mondiale e una nuova moneta di riferimento.

Russia, Cina, Germania a cui si aggiungono paesi che hanno un vero senso della Nazione come gli Inglesi che da padri fondatori Usa, attraverso la Brexit non solo si sganciano dalla linea economica Usa ma fanno un passo chiaro e diretti partecipando all’incontro Euro-Asiatico recente sistemandosi in pole position.

Uno dei modi attraverso cui si capisce la geopolitica e’ rappresentato dagli eventi simboli che sono quegli eventi che rappresentano un segnale una premonizione del comportamento futuro di una Nazione e del suo Governo.

Gli Inglesi con la Brexit hanno detto No agli Usa e alla Germania, mantenendo una alleanza paritaria e competitiva che gli consente di difendere i propri interessi strategici nel mondo, cosa che non potra’ mai fare l’Italia.

Uno di questi eventi sentinella paradossalmente non e’ rappresentato dalla Brexit come molti potrebbero pensare, che si ha incrinato i rapporti con gli Usa, (ma che chi come me sapeva che avrebbe reso piu’ forte e florida la Gran Bretagna) l’evento principale e’ invece la partecipazione e l’interesse degli Inglesi alla realizzazione della area Euro-Asiatica andando all’incontro Ocse.
Dopo aver spiegato questi eventi geopolitici adesso possiamo spiegare la questione Italiana e l’interesse Usa al Referendum Costituzionale.

Gli Usa per gli “orrori” di geopolitica estera compiuti da Obama e dalla Clinton hanno ridimensionato la presenza proprio là dove volevano rafforzarla ad Oriente e Medioriente perdendo la Turchia e rispostando verso Occidente l’ultima barriera della NATO all’espansione Russa e Cinese.
Sicuramente Erdogan è finito ed e’ solo questione di tempo gli Usa lo faranno saltare, ma in questa fase storica l’ultima barriera alla Russia, all’EuroAsia e all’Euro Germanico e’ rappresentata dall’Italia.

Un asse che passa dalla Libia e si estende all’Italia e che rappresenta l’ultimo muro.
Questo nuovo scenario ha reso fondamentale l’Italia e nel particolare la Sicilia come fulcro mondiale di interessi militari e finanziari di geopolitica.

Il Referendum Costituzionale interessa agli Usa e alla geopolitica di Obama come ultimo atto della sua disastrosa Geopolitica anche se non e’ indispensabile.

Attuare il Referendum Costituzionale consente all’Italia di avere un sistema politico molto simile a quello degli Stati Uniti verticistico e oligarchico, che gli consente di attuare velocemente accordi, imposizioni e scelte politiche in Italia non come paese alleato ma come vera e propria colonia.

Gli Usa con il Si al Referendum, avrebbero a che fare solo con un interlocutore diretto e referenziale.
Se poi questo Referendum ruba la Democrazia al Popolo Italiano, la rende piu’ corrotta e piena di abusi di potere a loro non importa nulla.

Gli Usa guardano gli interessi propri e non certo se un Popolo si possa liberare di ingiustizie e corruzione.

Quando gli Usa misero Renzi al posto di Berlusconi, questo doveva attuare essenzialmente questo compito che neppure il Berlusconi riusci’ a portare a termine prima di impazzire diventando filo- Putin.

Renzi non ci mette la faccia sul Referendum, di fatto ci mette il “Culo” gentilmente donato ad Obama.
Prova del sostegno spudorato a Renzi di Obama non e’ solo l’intervento a gamba tesa dell’Ambasciatore USA sul Referendum Costituzionale, ma l’ultimo evento sentinella che ha compiuto Obama.

L’Ultimo incontro prima della fine del suo mandato e’ stato il viaggio negli Usa di Renzi attraverso il quale Obama ha voluto incoronare l’Italia al Mondo, quale nuovo e principale alleato in sostituzione degli Inglesi.

Ecco perche’ Renzi e tanto borioso in Europa e con gli Italiani, non necessita del loro consenso avendo il sostegno del protettorato Usa, almeno fino a quando non perdera’ il referendum ed arrivera’  il nuovo Presidente Trump.

Tuttavia non pensate che se il Referendum come io spero non dovesse passare, vincendo il No per gli Usa cambi molto, tutto rimane come adesso, con le solite incomprensibili e logoranti trattative che gli Usa devono instaurare non tanto con un solo utile idiota di turno ma con una serie di figure politiche e finanziari diverse.

Basta pensare alla guerra che l’Italia sta cercando di fare in Libia che avviene tra mille escamotage per non allarmare il Popolo Sovrano saltando l’autorizzazione del Parlamento è un comportamento inaccettabile dagli Usa che vogliono un intervento rapido e diretto che si puo’ attuare in Italia solo tramite una Repubblica Governativa Presidenziale.

Tanto per farvi capire gli Usa hanno bisogno di una trattativa filodiretto non basta come il passato una Democrazia pentapartitica.

Dovevano trattare con la Democrazia Cristiana e con i Socialisti, con la P2 e la Gladio.
I tempi sono velocissimi e la storia cambia velocemente, non serve un Italia che si torce fra mille rivoli non e’ piu’ accettabile dalla Lobby Usa.

Da cio si capisce perche’ l’Ambasciatore Usa che in Italia in genere si limita a mandare e riceve dispacci si e’ esposto su ordine di Obama, in modo diretto e pesantemente e con una tale ingerenza in un Paese sovrano, alleato, occidentale e democratico.

Personalmente ritengo che questa Lobby che sostiene Obama e la Clinton sbagliano in tutto e che debbano andare a casa, bisogna cambiare con Trump il vero americano Texano che pur continuando nella geopolitica attuale, possa pensare ad un mondo diverso ed ad un Italia diversa, fatta da un vero alleato fedele ed autonomo alleato e non da un utile idiota al suo servizio.

Votate No , farete un servizio utile alla Democrazia Italiana e anche agli Usa.

















Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora