venerdì 30 dicembre 2016

L'Ultimo atto di Obama e' la firma del fallimento politico suo e dei Democratici, una mossa che rafforza Putin e Trump nonche' il partito Repubblicano di Remo Pulcini (Allego Report Fbi su Hacher Russia)

In risposta alla espulsione di diplomatici, il presidente russo ha invitato i bambini americani l'albero di Natale al Cremlino.

Questo gesto racchiude in se la differenza geopolitica tra un vincente Putin ed un fallimento Obama.


Barack Obama ha firmato il prossimo pacchetto di sanzioni anti-russo per le presunte azioni  "hacker", ha annunciato l'espulsione di diplomatici degli Stati Uniti  35.

Secondo la prassi internazionale tradizionale per tale azione può essere solo una risposta: l'espulsione dello stesso numero di diplomatici di altri paesi.

E che tale elenco predisposto dal Ministero degli Esteri russo e presentato al Presidente, Venerdì mattina e' stato rigettato da Putin e' stato l'ultimo colpo da grande stratega di Putin vero Zar mondiale della geopolitica che non sbaglia un colpo.

Intuendo che la mossa di Obama era proprio quello di mettere in difficoltà Putin e Trump che fra  tre settimane,guiderà la Casa Bianca non e' caduto nella trappola anche perche' dovete sapere che ad ogni cambio di Presidente i rappresentanti Russi negli Usa vengono comunque cambiati.

Infatti l'ambasciatore a Mosca sarà certamente sostituito, il che significa che la maggior parte dei diplomatici in qualche modo sarebbero stati sostituiti.

In sostanza l'espulsione dei 35 rappresentanti Russi dagli Stati Uniti in sostanza non modifica nulla.

Quello che cambia e' pero' l'assist che Obama ha fornito ancora una volta a Putin per passare come vittima vincente nello scenario geopolitico infatti la risposta di Putin è stato sorprendente.

Nuovi passi ostili dell'amministrazione uscente degli Stati Uniti vedono come una provocazione volta a minare ulteriormente le relazioni USA-Russia.

Tuttavia Putin ha detto: " che secondo la prassi internazionale in vigore,  ci sono tutte le ragioni per una risposta adeguata. Con riserva di reagire, non scendere a livello di "cucina" diplomazia irresponsabile e ulteriori passi verso il ripristino delle relazioni russo-americane sarà costruito sulla base della politica, che effettuerà l'amministrazione del presidente Trump.

Cioè, qualcosa è andato storto per Obama. - Noi non creare problemi per i diplomatici americani. Non inviare a chiunque. Noi non vietare le loro famiglie ed i bambini da utilizzare per le loro abituali luoghi di vacanza in affitto di Capodanno.

E 'un peccato che l'amministrazione Obama completa il suo lavoro in questo modo.

Ma, tuttavia, che lui e la sua famiglia un Felice Anno Nuovo congratulo."

Insomma da quanto scritto da Putin si evince come la politica estera di Obama e del suo scadente staff ha perso anche l'ultima battaglia finale con Putin, dilettanti allo sbaraglio che hanno fatto perdere sicurezza al mondo e forza agli Usa.

Nessuno ha lasciato la Casa Bianca, che termina la sua presidenza, così umiliato e imbarazzato come il suo attuale proprietario di Barack Obama.

Anche Nixon dopo il Watergate era uomo più competente e rispettato.

Anche il famoso rapporto dell'FBI se letto da esperti non porta a nessuna conclusione certa anzi sembra un rapporto confezionato ad hoc per screditare Putinò

Il documento di 13 pagine, questo documento descrive le caratteristiche tecniche e le infrastrutture di informazione, degli Hacher Russi per attaccare le reti di informazione utilizzati nelle elezioni degli Stati Uniti,  il governo degli Stati Uniti, i politici e gli individui.

Il governo degli Stati Uniti ha confermato che ci sono due gruppi di militari e di intelligence agenzie russe coinvolte nell'attuazione del partito politico americano [sic: il nome del partito non è specificato, ma si tratta, ovviamente, per il Partito Democratico degli Stati Uniti].

Il primo gruppo, noto come "Advanced costante minaccia-29" (Eng avanzata Persistent Threat ;. APT29) infiltrato il sistema [democratico] partito nell'estate del 2015, mentre il secondo gruppo, APT28, ha messo radici nella primavera del 2016.

Il rapporto è un insieme di testo che non prova nulla;

Sorprendentemente, anche tra l'FBI non ha trovato soprannomi  come "Falce e Martello", "Rosso commissario», il Male russo o qualcosa del genere. Commenti del Ministero degli Affari Esteri.

Report Fbi: GRIZZLY STEPPE – Russian Malicious Cyber Activity

Tipologia di attacco ma di fatto e' incompleto mancano IP e tanti altri parametri.

Il vero problema e' la politica del Gruppo di potere che ha sostenuto Obama e che di fatto e' perdente rispetto a quella che sostiene Trump.

Si passa da poteri improntati sulle alte tecnologie a poteri basati sul mattone e il petrolio.

Questo politica di Obama ha investito tutta la Nato che di fatto ha individuato il nemico Russo e che se non fosse stato per equilibrio e bravura di Putin poteva portare ad un serio rischio di conflitto.

La Nato discute del nemico Russo ed è fortemente supportata dall'Italia anche perche' si deve discutere della sistemazione del Medio Oriente e di paesi come Afganistan ed Iraq.

In questo scenario la Turchia e l'Iran diventano fondamentali ed ecco che se da un lato Obama ha cercato di legarli a se da altro lato ha parlato con lingua biforcuta facendoli diventare diffidenti e gettandoli fra le braccia di Putin con il rischio di perdere il fondamentale muro Nato rappresentato dalla Turchia.

Si parla in seno alla Nato di divisione dell'Afganistan e si invita alla conferenza di Roma, Pakistan, Iran e Turchia ma non vuole toccata l'integrità dell'Iraq cosa che Putin non concepisce.

Le partite in gioco sono tante e fondamentali da queste si capirà se viene fuori un mondo migliore oppure una guerra.

Fra l'altro se da un lato in Italia Berlusconi era amico di ambedue contendenti in Italia il piu' fedele alleato agli interessi Usa e Nato e' Napolitano che gioca una partita anche relativamente all'industria militare d'Augusta.

Per la Nato e' questione di vita o di morte cercare di non perdere la Turchia e quindi attuerà qualsiasi piano per destituire Erdogan e compromettere i nuovi rapporti con Putin, il problema e' che ogni mossa che Obama e la Nato hanno fatto sono state un vero insuccesso compromettendo il fronte Turco e i piani militari di Anders Fogh Rasmussen.

In tutto questo scenario si insinua una tensione fra quanto fatto da Obama nell'area ed Israele.

NOTA: IL BLOG E' TORNATO ERA STATO FERMO PER UN PROBLEMA TECNICO.

BY Remo Pulcini

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora