mercoledì 25 gennaio 2017

Il Paese Italia e' andato a Puttane , Italia indietro di 30 anni rispetto agli altri Paesi. L'Europa e' un morto che cammina

Il Paese Italia e' andato a Puttane in modo irreversibile.

La colpa e' prima degli Italiani che tollerano questo scempio e poi della Politica Oligarchica e di tutte le Lobby dirigenziali del Paese.

Stabilite le colpe esaminiamo i dati statistici inesorabile e successivamente le conseguenze che ne conseguono in modo irreversibile ed irrecuperabile.

Naturalmente in questo quadro generale le cose peggiorano se si va ad esaminare le regioni del Sud o le Isole.

Si parte dalla Corruzione: lʼItalia è 60esima al mondo, terzultima in Europa.

L’Italia, come prevedibile, non esce assolutamente bene, anzi. 

Nonostante le buone intenzioni, come la legge anticorruzione del 6 novembre 2012 che diede vita all’ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione), e gli sforzi messi in atto, il risultato è ancora negativo. 

Per più dei tre quarti dei cittadini europei, e ben il 97% degli italiani, la corruzione è un fenomeno nazionale dilagante. 

Quasi 2 cittadini europei su 3 e l’88% dei cittadini italiani ritiene che la corruzione e le raccomandazioni siano spesso il modo più facile per accedere a una serie di servizi pubblici.

In Italia, la corruzione costa ogni anno allo Stato ben 60 miliardi di euro, per un importo pari a circa il 4% del Pil.

I livelli di spesa degli Italiani sono ai livelli del 2000.

Il turismo che dovrebbe rappresentare la vera risorsa imprenditoriale del paese e' indietro di 30 anni on investimenti al palo, alberghi obsoleti, infrastrutture scadenti.

Se poi mi riferisco a regioni del Sud dove il turismo per questioni ambientali e climatiche dovrebbe essere al vertice delle classifiche italiane ed in particolare alla mia regione il quadro si fa ancora piu' desolante, per trovare la prima regione meridionale nella classifica degli arrivi stranieri del 2014 la Sicilia,  bisogna scorrere la classifica fino al settimo posto, dopo Veneto, Lombardia, Toscana, Lazio, Trentino Alto Adige ed Emilia Romagna.

Molti esperti stranieri avvalorano la tesi per altro hanno vissuto più di 30 anni in Italia .

L’Italia dicono,  è un Paese che non ha saputo cambiare ed evolvere, un Paese dove dove e' quasi impossibile lavorare e produrre, e tanto altro ancora, dallo Stato che non c’è all’inefficienza su ogni fronte alla piaga della corruzzione.

Il vero problema e' la Corruzione e l'inefficienza del sistema Italia affossato da raccomandazioni, malaffare, politici premiati dal sistema blindato di privilegi e nomine che rapresentano la vera zavorra del sistema Italia che costringe poi i Giovani e la classe dirigente del futuro ad andare via dal Paese perche' sorpassata da nominati dalla politica.

Una rappresentazione politica e dirigenziale che in questi anni hanno completato lo sflacelo del Paese:

Prodi, Berlusconi, Monti, Letta, Renzi, Gentiloni e tutti gli altri con un sistema elettorale che ha consentito di portare in Parlamento parenti, amici e zoccole che non avevano idea di come sviluppare il Paese hanno fatto il resto.

Aggiungiamoci una Europa che non solo non e' dei Popoli ma che ha curato gli interessi di Paesi piu' forti e compatti come Germania e Francia e lo scenario e' completo.

Un sistema industriale e strategico che in nome della Globalizzazione ha distrutto l' Italia visto che Francia, Inghilterra e Germania ne escono rafforzate.

Un sistema Europeo sostenuto da Burocrati delle Lobby Finanziarie e Bancarie che hanno trvovato terreno fertile in questa classe politica Italiana facilmente corruttibile in nome dell'Europa ha prodotto un risultato ormai irreversibile e irrecuparabile.

L'ITALIA E' ANDATA A PUTTANE PER SEMPRE

Anche il potere giudiziario che in questi anni ha cercato di salvare il Paese dai continui attacchi  oggi e' stato occupato militarmente da magistrati politicizzati di sinistra.

E' vero il potere Giudiziario ha cercato di mettere un freno ai numerose e continui casi di corruzione e di attacco alla Democrazia, senza esso il Paese starebbe peggio.

Si dice se non puoi sconfiggere il nemico fattelo amico oppure usa il cavallo di Troia per controllarlo e purtroppo la politica di sinistra è riuscita ad infiltrarsi all'interno del sistema riuscendo anche ha destabilizzare questo ultimo baluardo della legalità.

Anche il minimo senso critico del giornalismo Italiano e' stato occupato, anzi comprato da imprenditori che tengono come dipendenti ed al soldo anche menti sopraffine del giornalismo Italiano.

Sicuramente tutti sono colpevoli ad iniziare dagli Italiani per passare a tuta la classe politica , ma quello che e' riuscita a combinare la Sinistra sotto le mentite spoglie del PD e' stata una vera iattura.

Anche gli Italiani che con le loro Lobby di categorie ed i loro giardinetti pensano di accodarsi ai furbi del sistema per evadere dalla trappola a loro creata non capendo di raccogliere le briciole della furbizia che invece dovrebbe essere un diritto gratuito.

20 anni di Berlusconismo hanno immoralizzato il paese a cui si aggiunge una sinistra che a militarmente occupato le istituzioni.

Oggi il PD vale il 15% se si va a votare subito ma se attende ancora il suo peso sara' minimale e lo stesso si puo' affermare del mio Centro Destra Social, non rimane che il continuo rinpinguarsi del M5S.

In questo ultmi scenario di sopravvivenza politica dei nominati dove la Spendig Review rimane una chimera e la triste realtà del Terremoto non rimane che aspettare il loro ultimo sospiro e colpo di coda.

Il quadro di questo ignobile  scenario di questa classe politica e' rappresentato dal suo testamento sociale dove da un alto abbiamo il pronto intervento del Decreto Salva Banche che stanzia 30 miliardi di euro per ripianare i debiti da loro fatti e dei loro imprenditori con soldi pubblici e le coop dell'Immigrazione selvaggia e dall'altro la gestione da assassini dell'emergenza del terremoto che lascia paesi e cittadini Italiani soli, al freddo ed al gelo. 

Questa classe politica e' morta e con essa il Paese tutto.

Insistono anche ad andare contro la storia perche' sono colpevolmente ignoranti, il Mondo va verso Trump e nessuno puo' farci nulla, si torna al protezionismo, al nazionalismo quello buono che pone al centro del mondo il Popolo Sovrano ed  il loro benessere e questi sogetti ormai deceduti si ostinano a voler mantenere in vita un mondo che non esiste piu'.

L'Europa e' morta da tempo perche' non esiste piu' la globalizzazione, il liberismo sfrenato e l'invasione del piano Kalergy.

Ecco perche' per le prossime Regionali Siciliane serve un Presidente che guardi agli Usa di Trump piuttosto all'Europa della Merkell.

La Sicilia e' sempre stata la colonia di Roma con politici siciliani al servizio della Troika Europea.

Basta pensare a Crocetta che per poter approvare il Bilancio cede al ricatto di Renzi e rinuncia al contenzioso dello Statuto sull'art. 36-37, che per la prima volta la corte aveva riconosciuto come ricevibile.

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora