giovedì 26 gennaio 2017

Il sistema globale che ha disegnato il mondo di Obama e della Merkell o si riconverte sotto Trump, oppure scappa in Europa

Il Mondo e' cambiato subito e non tra sei mesi, esiste un baratro tra Obama che aveva previsto con il suo sistema globale di finanza e di banche una ricchezza virtuale, liberista, e globale da cui sono scaturite Isis, la gerarchia Finanziaria e Bancaria sopra il lavoro del Popolo e la produzione reale delle Imprese e la visione di Trump.

Tra Obama e Trump esiste un baratro di differenza , un abbisso spazio temporale che in un secondo distanzia la storia di 100 anni.

Adesso il Mondo si e' riconvertito alla ricchezza reale, basta la richezza virtuale delle Banche e della Finanza stile Soros  si passa alla produzione reale alla ricchezza basata sull'analisi tecnica delle Aziende.

Si e' passati dalla Globalizzazione al Protezionismo, dal Liberismo al Conservatorismo.

Si sta disegnando un Mondo migliore per tutti dove la Nato non serve a nulla e dove ogni Nazione deve creare lavoro per il proprio Popolo, basta Nazioni disegnate da strateghi pazzi che disegnano un Medio Oriente con Stati Islamici, Nazioni e Popoli governati da Banche speculative e corrotte che non creano ricchezza ma anzi la sottraggono al Popolo.

Trump ha cambiato la storia ed allora non rimane al sistema che pensava ad un mondo diverso o adeguarsi riconvertendosi come Marchionne al nuovo padrone oppure rifugiarsi guadagnando tempo ed ancora per poco presso il luogo dove tale sistema sopravvive che e' l'Europa della Merkell, che ha rovinato Nazioni come l'Italia, Spagna e Grecia.

Poi esiste la terza via quella dell'attentato mortale a Trump che sicuramente e' possibile ma che non cambierebbe il disegno della storia.

L'Europa e' morta va sciolta e bisogna tornare all'Europa delle Nazioni senza accordi economici globali.

La storia Mondiale vede Russia, Cina e Usa, non serve piu' la Nato, non serve l'Europa delle Banche e non serve lo stato islamico che sono baracconi da circo superati

Adesso serve la Nazione come luogo centrale delle Autonomie Locali che mette al centro il Popolo Sovrano.

L'Italia non solo e' 30 indietro ma persiste nel cercare di rimanere fuori dalla storia preparando il Governo Draghi che non fara' altro che distruggere definitivamente il Paese.

La Sicilia si affranchi di un Prsidente che abbia una visione Mondialista dello scenario Italiano.


Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora