sabato 6 maggio 2017

24 GIUGNO ENNA 2 EDIZIONE DAL NOME UNITA' SICILIA - SI PARLERA' DI SICILIA SIETE TUTTI INVITATI BY REMO PULCINI

VI COMUNICO CHE IL 24 GIUGNO AD ENNA COSI' COME NEL 2011 CI SARA' L'EVENTO DEI SICILIANI TUTTI, UNA SORTA DI 2 EDIZIONE
L'INVITO E' ESTESO A TUTTI AUTONOMISTI, INDIPENDENTISTI E A CHI HA CUORE LA SICILIA.

il gruppo dove iscrivervi: 

come singoli o movimenti: 

https://www.facebook.com/groups/615580568640646/

Il 1 evento dove si riunirono tutti:

https://youtu.be/JNtVd_mG9yM?list=PL210AC9DEAF096F59

L'EUROPA RICONOSCE LE COLPE LOCALI E NAZIONALI PER LE INFRASTRUTTURE IN SICILIA, LA RISPOSTA DELLA MIA PETIZIONE ALLA COMUNITA' EUROPEA DI REMO PULCINI

Oggetto:     <TITRE>Petizione n. 1040/2015, presentata da Remo Pulcini, cittadino italiano, sul crollo delle infrastrutture per la mobilità in Sicilia (Italia)</TITRE>


1.       Sintesi della petizione
Il firmatario chiede all'Unione europea di intervenire in merito al crollo delle infrastrutture per la mobilità in Sicilia (Italia), data la mancanza di provvedimenti da parte delle autorità italiane e regionali. Il firmatario avverte inoltre che i fondi europei per la Regione Sicilia sono stati deviati verso altre regioni italiane.
2.       Ricevibilità
Dichiarata ricevibile il 20 aprile 2016. La Commissione è stata invitata a fornire informazioni (articolo 216, paragrafo 6, del regolamento).
3.       Risposta della Commissione, ricevuta il 28 febbraio 2017
 La Commissione concorda con l'accento posto sull'importanza delle infrastrutture per la mobilità per favorire lo sviluppo economico della Sicilia. La realizzazione di tali infrastrutture è principalmente di competenza delle autorità nazionali, ma anche il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) ha contribuito al sostegno finanziario di numerosi interventi in questo campo, nel settore del trasporto ferroviario e stradale. A titolo di esempio, e con riferimento al trasporto stradale, nell'ambito del programma del FESR 2007-2013 per la Sicilia, sono stati finanziati alcuni importanti progetti sulla Caltanissetta-Agrigento e sulla Siracusa-Gela. Gli interventi menzionati sul tratto Catania-Palermo (ponte di Himera) e sul tratto Messina-Catania (frane) non hanno ricevuto finanziamenti dal FESR e sono di competenza delle autorità nazionali. È opportuno sottolineare che il FESR non può finanziare la sola manutenzione dell'infrastruttura.

La responsabilità per lo sviluppo e la manutenzione delle infrastrutture di trasporto negli Stati membri dell'UE spetta ai rispettivi governi nazionali, regionali e locali, e non alle autorità dell'UE. Il regolamento (UE) n. 1315/2013 sugli orientamenti dell'Unione per lo sviluppo della rete transeuropea dei trasporti (TEN-T) stabilisce la responsabilità degli Stati membri affinché le infrastrutture di trasporto nel loro territorio, che è stato identificato come parte della TEN-T, siano conformi a determinati standard specificati nel regolamento come segue: entro il 2030 per le infrastrutture di base delle TEN-T ed entro il 2050 per l'infrastruttura della rete globale TEN-T. Le autostrade Messina-Catania e Catania-Palermo sono parte dell'infrastruttura di base delle TEN-T. A norma del regolamento n. 1315/2013, le autorità italiane hanno dunque tempo fino al 2030 per garantire che gli standard stabiliti nel regolamento TEN-T per le strade appartenenti alla rete di base TEN-T siano soddisfatti (articoli da 17 a 39 e 19 del regolamento 1315/2013). Una violazione delle disposizioni del presente regolamento potrà essere stabilita solo dopo tale data.
 
Conclusioni

In queste circostanze, la riduzione dei servizi di trasporto da e verso la Sicilia non sembra costituire una violazione del diritto dell'UE, perseguibile dalla Commissione. La Commissione consiglia al firmatario di controllare se la legislazione nazionale prevede mezzi di ricorso o di denuncia appropriati.

COMMENTO : LA MIA PETIZIONE UNA DELLE TANTE COME IMMAGINAVO NON PUO' ESSERE ACCOLTA DALLA COMUNITA' EUROPEA PER COMPETENZA MA DALLA RISPOSTA SI ESTRAPOLA UN TESTAMENTO DELLE COLPE LOCALI E NAZIONALI ERA QUESTO IL MIO OBIETTIVO, E CONTINUERO' CON UNA ALTRA ANCORA E COSI' VIA PER AVERE UNA SICILIA MODERNA E INFRASTRUTTURALMENTE COMPETITIVA.

NON MI INTERESSA DIVENTARE CONSIGLIERE REGIONALE MA LOTTARE PER UNA TERRA MIGLIORE.

VI RICORDO IL CONVEGNO AD ENNA DOPO IL PRIMO DEL 2011 IN CUI TUTTI SIETE INVITATI SI PARLERA' PROPRIO DI SICILIA.


mercoledì 3 maggio 2017

Ufficiale dell'intelligence per informare i giudici sui legami con i sospetti di corruzione Rapporto di Massimo Malpica: "Il generale 007 nella rete di Anemone"


Mercoledì 9 giugno 2010 07:10:02 GMT In quel giorno, l'ora famosa "Anemone list" - l'elenco di 400 posti di lavoro, Indirizzi e nomi, molti dei quali nomi importanti - finirono nella Le mani delle fiamme gialle (si riferisce alla polizia finanziaria), che lo ha ottenuto Il PC di Daniele Anemone. Diego voleva agire per "fermare" l'ispezione fiscale come Il più presto possibile, così ha cominciato ad agire, ignaro di essere Intercettato, chiedendo al suo amico Murino di "pagare una visita" a "il terzo cenno" - qualcuno con cui, apparentemente, entrambi avevano cenato la notte prima La cena è molto rilevante per l'inchiesta sul G8 (si riferisce all'indagine su Corruzione sulla costruzione di infrastrutture per la G8).

 Si è svolto nel Sala privata di un ristorante di Roma, lontano da occhi e orecchie impazziti. Anemone E Murino erano lì, insieme all'altro uomo. "Tradurre" il codificato Comunicazione tra Anemone e suo amico, era un ufficiale di primo piano La polizia finanziaria, dato che "i suoi ragazzi", menzionati da Diego, erano i Finanza Gli agenti di polizia che quella mattina stavano sfogliando attraverso il suo ufficio, E che l'uomo d'affari sperava di fermarsi attraverso un intervento Quella uniforme ha riferito che ha un nome, ed è ancora un'altra Finanza Polizia generale. Il primo che finì in questa storia era Francesco Pittorru, che è un sospetto nell'inchiesta, per cui Anemone Presumibilmente comprato due appartamenti con i ben noti controlli di Architetto Angelo Zampolini (presunto intermediario). Il terzo cenno era presunto Gen Paolo Poletti che, tra l'altro, è uno dei "nomi ben noti" su L'elenco dei lavori di Diego Anemone, un nome che Anemone annotato dal Indirizzo della casa del generale ("Via Ofanto"), una casa di proprietà Propaganda Fide (corpo missionario vaticano). Come Pittorru, lavora anche per l'AISI (Agenzia per la Sicurezza Interna) E Intelligence), il segreto civile civile, di cui è numero Due.

Ma, a differenza dell'ex funzionario, non è un sospetto. Si striscia E appare sul margine di questa inchiesta, come è accaduto Altre richieste: il numero due dell'AISI era in un ristorante su Ponza (L 'isola di Lazio) dove Massimo D'Alema (ex primo ministro) e Giampaolo Tarantini (uomo d'affari coinvolto nello scandalo di scorta di Berlusconi),

Che hanno un amico comune, stavano pranzando. Secondo quanto riferito, era una "barba falsa" (come pubblicata) "che ha contattato Gli investigatori non solo per identificare il terzo ristorante, ma anche per garantire Che Poletti è disposto a incontrarsi con magistrati per spiegare La natura dei suoi legami con l'uomo d'affari Anemone, inclusa quella cena in La caduta di due anni fa. Anche l'agente dell'intelligence ha detto Che il generale non abbia mai fermato né coperto l'inchiesta fiscale che La polizia finanziaria ha avviato quella mattina. Quello che è certo è che Perugia I procuratori pubblici Sergio Sottani e Alessia Tavernesi vogliono spargere Luce su quell'episodio. Avendo stabilito le amicizie di alto livello Anemone aveva nella polizia finanziaria, intendono stabilire se I "contatti" di Anemone all'interno della polizia finanziaria hanno svolto un ruolo nel "Misteriosa" fine alle conseguenze di quel controllo fiscale. Infatti, la Finanza Polizia ha scoperto Zampolini e le banche dei banchieri che hanno permesso Case da acquistare per ex (Ministro dello Sviluppo Economico) Scajola e Pittorru, ma al momento in cui l'inchiesta non fu perseguita.

martedì 2 maggio 2017

LE VERE INFORMATIVE DEI SERVIZI SEGRETI USA E ITALIANI SULLE ONG E IMMIGRAZIONE FONTE WIKILEAKES - ESSERE TROPPO BUONISTI SIGNIFICA ALIMENTARE LA PROSTITUZIONE E LA SCHIAVITU' DI REMO PULCINI

In un documento del Feb 22, 2011, at 4:32 PM, Bayless Parsley wrote:

Che la caduta di Gheddafi avrebbe provocato un invasione a sciame di Immigrazione selvaggia, il documento redatto dai Servizi Segreti Usa precisamente la Cia recita:

Aveva avvertito diverse ambasciate europee che, se cade, = La conseguenza sarà un'inondazione di immigrazione africana che lo farà "Swam = p" Europa. (Commento su questa storia.)

Significa che subito dopo la sua caduta si sapeva gia' che ci sarebbe stata una invasione di immigrazione Africana ed in particolare in Italia, tale informativa e' stata trasmessa a tutti i Servizi Segreti Europei ed quindi anche a quelli Italiani.

Un altra informativa recita che alimentare il traffico dell'immigrazione rende queste persone schiave e violentate.

TRAFFICKING IN PERSONS (TIP) REPORT

Documento Cia:

"La Nigeria è un paese di origine, di transito e di Destinazione per uomini, donne e donne trafficate internazionali bambini a cui si aggiungono le Nazioni che hanno rifugiati dalle rivoluzioni del Mediterraneo. La Nigeria è soprattutto un punto di origine, anche se Serve anche come area di transito significativa per il traffico di esseri umani La sottoregione. In misura minore è una destinazione Punto per i bambini dai vicini paesi dell'Africa occidentale. C'è anche un significativo, ma non quantificabile, interno Traffico di traffico per il lavoro forzato e sessuale commerciale Sfruttamento (CSE) all'interno della Nigeria. Mentre la maggioranza di Il traffico dalla Nigeria coinvolge le femmine destinate I bordelli dell'Europa meridionale, hanno stimato migliaia di giovani I maschi vengono trafficati in altri paesi africani, tra cui Gabon, Camerun, Guinea Equatoriale, Costa d'Avorio e il Repubblica di Benin, per lavorare su fattorie o piantagioni. Alcuni I bambini sono costretti alla prostituzione. Richieste di relazioni stampa 18 bambini al mese sono rimpatriati da Gabon.


Molti bambini sono venduti per soli $ 50.00, L'ambasciatore italiano in Nigeria ha recentemente stimato Che 18.000 prostitute nigeriane attualmente in Italia erano Vittime del traffico. Il percorso per arrivare da noi sono : Percorsi terrestri esaminati attraverso l'Africa occidentale e il Sahara I bambini sono imballati in barche o canoe e possono trascorrere giorni senza cibo o acqua in alto mare per raggiungere le destinazioni internazionali. Alcune di queste vittime saltano in mare; Altri muoiono in incidenti in barca; Tuttavia, molti funzionari del GON attribuiscono la responsabilità di affrontare il problema internazionale TIP nei paesi di destinazione, come l'Italia. Queste informazioni sono a completa disposizione dei Servizi Segreti , delle Ong e Organismi Internazionali sin dal 1997, 2003, 2011, e ultima informativa 2016. Le Ong che sono presenti difronte alle coste libiche spesso sono affrancate dai rimborsi che ottengono per la loro attività foraggiando la migrazione e l'invasione.

Centro Destra Social - http://centrodestrasocial.blogspot.it/

Ultima Ora